UNIONE DI VOLONTA’.

In attesa che qualcuno ci dimostri concretamente “di aver spostato in avanti i paletti” (con chi, come e per che cosa) e nelle more di quello che rimane l’ultimo comunicato congiunto della iniziativa “in fieri” della Confederatio (2 giugno 2010) proseguiamo la nostra “autonomia operativa” come sancita in quella riunione di Isola Farnese. Non siamo adusi a perdere tempo in sofismi fini a sé stessi e portiamo avanti comunque il nostro progetto ben identificabile nei punti del nostro Manifesto culturale e della conseguente tavola dei Valori di riferimento del pensiero e della prassi del Socialismo Nazionale proseguendo ogni contatto utile e sinergico con qualsiasi realtà associata, o singoli, che intendono marciare avanti – insieme in una reale Unione di Volontà – lungo i continui punti che costituiscono una LINEA RETTA che non può avere un andamento tortuoso e senza sbocchi pragmatici. Il Progetto é necessariamente costituito da azioni congiunte e conseguenti che – sempre per ritornare al comunicato predetto, punto 3 – si possano identificare nei punti strategici individuati:

–   sovranità monetaria, militare, politica ed economica dell’Evropa,

–   lotta alla ideologia economicista,

–   alternativa di Democrazia Partecipativa contro ogni assemblearismo partitocratico,

–   riconoscimento delle Identità Popolari.

Le variabili ammissibili possono riguardare evidentemente il percorso “tattico” da seguire, e non certo la finalità di Alternativa all’attuale sistema e del suo modello di (sotto) sviluppo.

Altro non c’é da aggiungere o da polemizzare con argomentazioni fuori tema.

La Presidenza del C.S.S.N.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicati e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.