COMUNICATO 04 “CONFEDERATIO – Confederazione Comunità di Popolo”.

I Centri Studi: Socialismo Nazionale e Cursus Honorum comunicano che in data 19 Dicembre 2010 in località Monticchiello (Si) è stata avviata la fase operativa organizzativa di quanto prefigurato nella riunione di Isola Farnese (Roma) del 02 Giugno 2010 perseguendo non solo più informalmente ma nella sostanza e nella pratica i 3 punti esiziali condivisi e resi pubblici con il “Comunicato 03 Confederatio”.

A tale riunione hanno partecipato altre realtà ed ognuna esprimerà il suo diretto coinvolgimento laddove lo riterrà opportuno e necessario divenendo di fatto parte integrante della costituente della:

“CONFEDERATIO – Confederazione Comunità di Popolo”.

Consapevoli che ogni ulteriore inutile attendismo è pernicioso per la dinamica che i tempi attuali impongono auspichiamo che anche coloro che con noi condivisero in Isola Farnese il comunicato 03 – abbandonando sterili e solo dannose polemiche – riconfermino la loro diretta partecipazione alla fase pratica e costituente rispetto al progetto di studio intrapreso nei primi incontri.

Dopo che nei prossimi 20 giorni – a partire da oggi – saranno rinnovate, confermate o aggiunte le adesioni formali verrà deliberata una riunione plenaria dei soli soggetti aderenti per la definitiva stesura della relazione e della organizzazione confederativa.

In Alto i Cuori !

Sansepolcro, lì 27 Dicembre 2010

C.S.S.N. – C.S.C.H.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicati e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a COMUNICATO 04 “CONFEDERATIO – Confederazione Comunità di Popolo”.

  1. Maurizio Canosci ha detto:

    E’ evidente, e lo inserisco come commento personale, che i peregrini componenti della “banda dei quattro” firmatari di un comunicato “confederatio” apparso dopo il nostro si assumono la reponsabilità giuridica di aver impostato in maniera diffamatoria ed infame una subdola divisione tra “cattivi” (cioè noi) eventualmente “fascisti” e perciò perseguibili dal sistema e “buoni” (cioé loro) avulsi da ogni paternità storica pericolosa.
    Non ce ne preoccupiamo quanto dovrebbero preoccuparsi loro di ciò che potrebbe accadere; tanto più che il nome a cui si richiamano é quello di un Uomo Libero che proprio per le INFAMITA’ ha dovuto subire feroci persecuzioni.
    Ce lo ricorderemo al momento opportuno !

  2. Caro Maurizio,
    Ti scriviamo qui con sommo dispiacere e molta rabbia. Ci sentiamo infatti presi in causa dai tuoi recenti commenti dove hai deciso di sparare gratuitamente su tutto e tutti. Per prima cosa affronterei i tuoi commenti offensivi ed arroganti riguardo i nostri commenti. Ebbene prima di parlare avresti dovuto notare che i commenti sono stati tutti eliminati su qualsiasi articolo e sono stati tutti disabilitati. Il motivo? Non c’entra nulla con le rivoluzioni, ma continuiamo a subire attacchi da parte di hacker che usano i commenti per destabilizzare la nostra pagina. Per di più, se avessi voluto chiedere spiegazioni o semplicemente incazzarti con noi avresti potuto mandarci una mail o farci una chiamata, invece ci troviamo costretti a scrivere pubblicamente a delle ingiurie pubbliche. Signori si nasce e mi spiace che debbano venirtelo a dire dei ragazzi. La seconda cosa che ci ha notevolmente rammaricati è stato il fatto che hai gettato merda anche su di noi che anche in questo periodo di crisi interna abbiamo sempre mantenuto un comportamento elastico e corretto con tutte le realtà, malgrado le divergenze d’opinione. Non abbiamo mai fatto un torno nè a voi come centro studi, nè ai ragazzi di Roma, nè tanto meno ai ragazzi ci C.H. con cui abbiamo sempre condiviso roblemi, dati e mail. Inutile dire che il tuo comportamento è spropositato ed, essendo presidente del centro studi, hai decisamente contribuito a portare questa situazione all’esasperazione mediatica. Il fatto che tu te la prenda per dei commenti chiusi per altri motivi certifica il tutto. Per di più, permettici una piccola critica che sò di farà innervosire. La partitocrazia non è un metodo da combattere, è una logica da estirpare. Le guerre dei poveretti – perchè è bene ricordare che la confederatio è ed era un embrione non un movimento immenso – per strapparsi chissà quali basi militanti, chissà quali piattaform telematiche, chissà quale audience, o collaboratore virtuali o commenti esaltanti e ricchi di pathos su facebook, oltre ad essere svilente e abberrante in sè non è poi tanto diverso dai simpatici giochetti della politica, dove tutto fanno per rubarsi chissà che cosa tranne che agire per il bene di una comunità. Quindi prima di portare avanti barricate contro i grandi partiti, cercate almeno di estirpare la logica partitica che anima il gruppo di SN. E anche qui mi rammarico che siano sempre dei ragazzini ad insegnarti che il dibattito e lo scontro all’interno di comunità reali porta benefici comuni, non vantaggi al singolo. Il tema delle minacce. Ci appare ridicolo. Ed anche qui si vede la differenza tra chi vuole uscire da determinate logiche e chi vuole rimanervi ben piantato.Grazie a Dio non siamo più nel ’70, se no in questo preciso istante dovrei temere che i miei amici Alessio Provaroni e Stefano Carboni vengano sotto casa mia con due rivoltelle per sistemare i conti. Arroganza, volgarità e tanto, troppo retorica. Sicuramente la tua frase avrà notevole effetto sulla parte eccitata della vostra audience. In ogni caso le minacce fisiche dietro pc non ci hanno ancora spaventati. Potete comunque riprovarci in futuro, quel futuro che indubbiamente appartiene solo a voi stando ai toni del tuo commento. Che dire dopo aver detto che tutto ciò che è stato fatto in questa polemica è assurdo ed evitabile? Ah si, il senso di questa polemica! Il disgusto sarebbe provocato dal fatto che noi siamo i buoni con un passato rispettabile. Ma cosa andate dicendo? Vergognatevi pubblicamente e basta. I nostri articoli su Junger, De Benoist, Thiriart, Pound da dove provengono? La nostra idea di Europa, di giustizia sociale, di lavoratore-combattente sono forse concetti campati per aria? No assolutamente. La polemica è nata unicamente perchè da un lato c’era chi voleva SOLO quegli autori e quel pensiero rielaborato in chiave confederativa e moderna e chi invece avrevve volentieri accolto tutti coloro con un passato diverso, magari opposto, pronti a mettere al servizio di tutti le proprie idee passate e moderne e soprattuttopronti a RICEVERE le altre. La confederatio non doveva forse essere uno strumento per un pensiero politico? Ebbene come pensiero doveva avere le sue diversità, le sue varie anime, le sue varie idee e concetti che andavano articolandosi verso chissà quale futuro. Un futuro che certamente veniva forgato dai passati di tutti – non solo dal vostro -, ma che, ovviamente, guardava al NUOVO. Se ora ci fingessimo di essere estranei alla confederatio e ci capitassero sotto tiro gli ultimi comunicati che avete pubblicato per conto vostro avremmo in sentore di trovarci davanti a qualche cosa di già visto. Prima di sputtanare gratuitamente speravamo che almeno i cervelli della dirigenza fossero stati accesi. Caro Maurizio, permettici un piccolo vanto perchè sai quanto ci teniamo al termine “rivoluzionari”. Quando al posto di blaterare e sbraitare di Berlusconi e soci e pubblicare 200 comunicati ufficiali e ufficiosi a giorno proporrete al pubblico della “sinistra nazionale” di ispirazione fascista un corso formativo che dimostri la correttezza e la modernità di alcuni concetti Marxiani ritrovabili proprio in dottrine fasciste, bhe, allora sentirete il gusto di non aver fatto nulla di grande, ma sentirete che bello è il sentimento della libertà. La stessa libertà che ci permette di dire che di Junger non avete capito un “H”. Perchè la sua strada, quella che non andava nè a destra nè a sinistra, non andava nemmeno avanti diritta o in retromarcia, andava solo in alto, lì dove gli uomini del suo calibro possono prendersi tutte le libertà di questo mondo per fanculizzare chi non gli stà dietro. Cristallizzare Marx ci fa rabbia, ma veder cristallizzare Junger altrettanto. Ci insegni dell’immobilismo? Ecco rendere conforme tutto ciò che era nato per distruggere il mondo è immobilismo. Ed ora riprendete con maggior foga a sbraitare. La nostra reazione scomposta, l’unica, la hai voluta tu con tutto te stesso. Per quanto ci riguarda tutti i rapporti con il Centro Studi Socialismo Nazionale sono per noi chiusi. Rimangono aperte le porte per i nostri amici di Roma – quelli che ci faranno gli agguati per conto di Canosci – e per i ragazzi di C.H.

    Con immenso rammarico
    Staff Centro Studi L’Arco e La Clava

  3. Maurizio Canosci ha detto:

    Bene che finalmente qualcuno si sia fatto vivo (a proposito il mio cellulare é pubblico a molti e bastava chedere del caso a Stefano per farselo dare e chiamarmi) e dispiace a me che siate Voi (i meno importuni) e non altri.
    Senza dilungarmi troppo sul lungo epitaffio che scrivete – perché di questo si tratta – devo dire che a ragion di logica dovreste provare che qualcuno Vi abbia minacciato….secondo logiche che non ci appartengono.
    La giustificazione riguardo agli hacker che avrebbero impedito l’apertura dei commenti, scusateci ma é talmente ridicola che non vale la pena proseguire. Non abbiamo mai ricevuto attacchi noi e non si capisce perché altri si accanirebbero contro di Voi (ma poi Voi….chi !? nel senso che non ho capito se scrivete per il vostro staff oppure anche per altri).
    Ciò che determina le Vs. opinioni mi sembra non entrino nel merito del problema:
    andate a verificare chi ha inopinatamente usato la “lavatrice pubblica” di internet per creare dissensi che potevano e dovevano essere discussi a quattr’occhi e poi potremmo regolarci meglio su chi e perché e per come.
    Rimane un dato di fatto ineludibile; avete praticamente creato una “lista di proscrizione”. Da una parte chi ha preso le distanze dal FASCISMO (originato dal socialismo nazionale ispirato da Benito Mussolini) che praticamente addita al pubblico ludìbrio ed anche alla gogna possibilmente repressivo-giudiziaria i “reprobi” che rimangono “brutti, cattivi e malnati” ora – secondo modalità infami (ripeto: INFAMI) – evidentemente smascherati……!!!
    Sì, siete ragazzi, e quindi colpevoli solo di essere caduti ingenuamente nella travisazione della realtà impostata da elementi che non conoscevo prima e che per la prima volta incontrai solo perché ci (uso il ci perché parlo anche a nome di Stelvio Dal Piaz senza pericolo di essere smentito) era garante il galantuomo Paolo Signorelli.
    Detto questo vi lascio volentieri alle vostre fatiche ed ai vostri studi che forse meritano più tempo rispetto al modo inadeguato di saperVi proporre con adeguata umiltà al prossimo.
    Maurizio Canosci

  4. Maurizio Canosci ha detto:

    un’ultima chiosa: non so dove abitate e neanche mi importa ! Eja.

  5. blackenedwolf ha detto:

    ragazzi.
    secondo me avete “sbarellato”…ma alla grande…lo dico con paterno affetto (vista la mia età) e perchè ci vedo dietro un genuinità e una spavalderia giovanile mischiata ad un po’ di overdose di studio…
    sulle diatribe personali non intervengo, non sono fatti miei ma il tema minacce poi…a me sembra una barzelletta.

    intervengo semmai sul tema commenti visto che era riferito non a voi ad un altro blog dove sono stati censurati
    i commenti miei e di alessio (se volete vi mando il jpg che ho salvato prevedendo la mossa, ndr),
    bloccando poi del tutto i commenti che erano stati aperti fino a 2 gg fa.
    su questo penso di essere stato sufficientemente chiaro.

    cmq lo dico con la massima sincerità,
    1) vi ho mandato 2 mail con l’invito per il 19 dicembre e manco mi avete risposto
    2) vi ho scritto un paio di msg privati su facebook e non mi avete risposto…

    visto come ci siamo sempre comportati bastava un “no grazie!”…

    io non so se il vostro posto è quello dove siete ora, temo di no, ma sarà il tempo a dirlo.

    per quanto riguarda Berlusconi e sbraitare…sarà bene farlo ogni giorno visto come ha ridotto questo paese
    e non venite a parlarmi di geopolitica perchè non credo che prossimamente daremo alla gente
    come cibo i libri di Lacoste o di Haushofer.
    lascerei perdere i sofismi su Junger o Marx, che come ben sapete, si prestano a multiformi letture.

    io leggo con incredibile interesse i vostri articoli e continuerò a farlo,
    visto che gli argomenti trattati sono la mia “passione storica”.

    però io purtroppo giudico le persone e le persone con cui ci interfacciamo con il CSSN sono di una serietà e correttezza estrema.

    forse quello che andate cercando è più presente nel progetto di CHIESA e MASSIMO FINI…che in quello dove pensate di rimanere…

    cmq io non so chi vi abbia raccontato delle minacce ma la cosa è molto molto grave…dal punto di vista morale.

    per quanto riguarda i comunicati usciti, sono stati di risposta a quelli emessi sul fantomatico ipharra dove compariva anche la firma vostra
    e su cui si presume condividevate il contenuto…o no?
    mai noi abbiamo per primi emessi comunicati o diktat.

    e vi sarete resi anche certamente conto che le gabbie sono state aperte dopo la morte del povero signorelli.

    avrete preso un abbaglio lungo come la linea maginot e spero che il tempo vi darà tempo di rendervene conto.

    un caro saluto
    rick
    CH

  6. Maurizio Canosci ha detto:

    Nel frattempo devo rendere conto di un’altra scorrettezza di ipharra; il post riguardante un pezzo del solito Paolo Signorelli, che purtroppo non può più urlare la sua incazzatura, in realtà trattasi di una MAIL PRIVATA inviata a suo tempo ad alcuni indirizzi per un DIBATTITO INTERNO (mai avvenuto perché ho trovato solo la mia risposta…..che qui di seguito ripropongo per avere un maggior quadro di insieme) e poi ognuno valuti chi é serio e chi é……”faceto”:
    <>

  7. Maurizio Canosci ha detto:

    sabato 18 settembre 2010 9.39
    Eccoli Paolo ed attendo tuoi preziosi contributi.
    Vale !
    Maurizio

    P.S. – per il progetto “Perseo” l’estensore mi ha chiarito che ha già fatto altre considerazioni ma attende le nostre prima di divulgarlo ad altri perché é convinto ed é desideroso di far partecipare anche il suo gruppo Linea Ovesta alla confederatio o direttamente o – al limite – inglobandosi nel CSSN.

    —– Original Message —–
    From: Paolo Signorelli
    To: portavoce
    Sent: Friday, September 17, 2010 9:17 PM
    Subject: Re: Quali aree?

    vuoi cortesemente inviarmi i documenti “str
    uttura” e “Perseo? Li ho persi. Grazie. Vale!
    Paol

    —– Original Message —–
    From: portavoce
    To: …omissis…..
    Sent: Thursday, September 16, 2010 7:47 PM
    Subject: Re: Quali aree?

    La mia risposta Paolo , e chi mi legge, é molto sintetica;

    a) vediamo dunque il progetto e le tesi che lo sorreggono
    b) vediamo se alla luce di esso riusciamo a trovare il modo di portarlo a conoscenza esterna.
    c) Anch’io attendo pareri e commenti intanto circa sia il documento “struttura” ed il documento “perseo”, inviato a Voi tutti.
    d) come “socialismo nazionale” siamo riusciti ad intercettare una domanda crescente di chi sta cercando “un tetto condiviso” per non rimanere colpiti dall’imploaione del sistema e per non rimanere isolati nel momento in cui la repressione (comunque antifascista) di destra e di sinistra vorrà far tacere gli Uomini Liberi. E fermo restando il concetto a noi prediletto di “acculturamento” di chi vive solo di “volklore” certo non gettiamo il “bambino insieme all’acqua sporca”. Qui dobbiamo trovare Uomini e mezzi, oltre che dialettica.
    e) Non é in discussione evidentemente la comprovata coerenza di ognuno di noi ma é in discussione la necessità di raggiungere concretamente la fattibilità di una ritrovata Comunità che é il fine strategico che credo cerchiamo tutti per combattere l’ultima battaglia e questo può avvenire non solo con “l’estetica” ma anche con precise indicazioni politiche che il Centro Studi – in quanto realtà metapolitica – vorrebbe raggiungere con altri in un “movimento” costruito giustappunto su un Progetto. Se ciò non sarà possibile potrà essere che il Centro Studi possa trasformarsi anche in movimento politico – ma non certo ora e non certo per decadere nei “ludi cartacei” – ma prima vuole provare a percorrere quella Linea Retta con chi é sullo stesso cammino.
    Qui stiamo e da qui occorre partire con tutti quelli che ci vogliono stare.
    Come detto non ci poniamo il problema neofascismo perché come Socialismo Nazionale ripartiamo dall’origine e non dai surrogati ma é evidente che chi storce il naso per tale fermo ancoraggio alla nostra Storia(cioé chi venisse dalla cerchia estranea alle radici di fondo di ognuno di noi con malcelata diffidenza) é evidente che non ci può essere utile. Chiunque viceversa non avrà snobismi e strabismi nei nostri confronti sarà benvenuto nella trincea. Ma non credo che sia questo al momento il problema.
    Eja.
    Maurizio Canosci
    —– Original Message —–
    From: Paolo Signorelli
    To: ….omissis….
    Sent: Thursday, September 16, 2010 5:56 PM
    Subject: Quali aree?

    Attendo, risposte, critiche, commenti
    sempre oltre!
    paolo signorelli

  8. Maurizio Canosci ha detto:

    Naturalmente abbiamo in memoria la mail “Quali aree” con l’allegato di Paolo che era proprio ciò che “ipharra” spaccia per articolo……..

  9. Maurizio Canosci ha detto:

    Devo ringraziare doverosamente tutti – nessuno escluso – gli iscritti ed i simpatizzanti del Centro Studi Socialismo Nazionale che in queste ultime 48 ore hanno confermato appieno la loro adesione a ciò che la presidenza ha attuato per il proseguimento della nostra volontà di continuare la strada confederativa al netto di chi si é posto ai margini per sua unilaterale decisione.
    Questa compattezza lodevole e meritoria é sintomatica del fatto che il motto “Onore e Fedeltà” non rappresenta per nessuno di noi un mero slogan rievocativo ma mantiene intatto tutto il suo significato intrinseco e trascendente proiettato al futuro che continua a guardare l’Orizzonte.
    Pochi ma buoni recita la saggezza popolare.
    Avanti così !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...