L’IGNORANZA.

L’on. Fabrizio Cicchitto ha perso l’ennesima occasione per dimostrare che i “socialisti” hanno imparato qualcosa dalla Storia ma si sa, non lo capirono già nel 1914 quando persero l’occasione di avere con sé il più rivoluzionario degli Uomini, andandosi a perdere nel “riformismo”, per navigare da quel momento nella pozzanghera della politica italiota senza particolari sussulti (a parte brevi stagioni di recupero di una dignità alla Mattei o – in misura minore – alla Craxi). Questa volta l’epiteto – secondo il campione dei berluscones – di “residui del Fascismo di sinistra” sparato contro i menestrelli di “Libertà e Giustizia” (che di fatto sono i perversi continuatori dell’azionismo di “Giustizia e Libertà”) ha superato ogni limite della decenza.

Insomma per farla anche breve; considerando che per gli sciancati della storia – la cosiddetta sinistra cattogiacobina ed i circoli giudaicomassonici – la congrega berlusconiana di stampo liberalpopolista con innesti nazionalreazionari é di fatto etichettata come “fascismo” (si presume di destra grazie anche agli idioti “bricofasci” di turno) e, di contro, per i Cicchitto & Co.  la “sinistra” di cui sopra é in realtà “fascismo di sinistra” é normale porsi a questo punto una domanda inquietante.

In Italia c’é ancora il Fascismo e la lotta é tutta interna tra la corrente di “destra” e quella di “sinistra” !!!???

Dunque noi saremmo evidentemente degli “alieni” che non potendo essere “comunisti”, usurpati di ogni riferimento con il Fascismo, stiamo combattendo una battaglia ideale dalla posizione di “marziani”…….!!!

Fortunatamente, e forse anche per una esatta percezione della differenza tra intelligenza ed ignoranza, é da tempo che ci siamo tolti l’etichetta tutta propagandistica degli “indigeni con l’anello al naso”e non a caso abbiamo voluto recuperare l’intero valore intrinseco e non barattabile del Progetto dottrinario del Socialismo Nazionale quale vetta di pensiero ed azione della sintesi tra giustizia sociale ed identità di Popolo che é “Spirito e Stirpe” in seno  ad una Comunità Etica e che percepisce nettamente quale avversario mortale ogni concezione utilitaristica e materiale del processo degenerante di riduzione delle aspirazioni umane al solo beneficio individuale dell’avidità di possesso.

Dunque Lotta di Libertà Sociale e Popolare, Resistenza Nazionale contro ogni aggressione apolide usuraia, Volontà di affermazione della Identità e della Tradizione del Sangue.

A questo punto non é più un problema strettamente semantico; é un problema di vera e propria sopravvivenza.

Soltanto che in realtà i “Nativi” siamo Noi mentre i veri “alieni”, gli aggressori della nostra Terra, sono tutti “gli altri”; la corrente di sinistra e la corrente di destra di un “pensiero unico” che può accusarsi reciprocamente di un qualcosa che di fatto NON E’ e NON PUO’ ESSERE ma che sono senz’altro in combutta – INSIEME – per annientarci !

Ne siamo consapevoli, stiamo operando per essere preparati e reattivi, non ci lasciamo intimidire né sconfortare dal gioco improprio delle parole. Quando saremo ai fatti la lotta diventerà cruda.

LA PRESIDENZA DEL C.S.S.N.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Commenti e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.