I NOSTRI 4 SI PER DIRE NO !

Alcune precisazioni utili a comprendere il nostro orientamento per i quesiti referendari:

L’acqua;  è un bene primario e necessario alla sopravvivenza dell’uomo perciò non può essere gestito da società private che evidentemente non hanno l’interesse di soddisfare i nostri bisogni ma quello di lucrare sulle nostre necessità. Quindi va affidata a gestori con un minimo di ‘altruismo’ e senso civico e non regalata a multinazionali speculatrici. Naturalmente la gestione pubblica deve avvenire attraverso criteri di buona amministrazione eliminando le pastoie lottizzatrici partitocratiche.

Vuoi abrogare la legge che lo permette ? SI !

L’acqua; è un bene necessario e purtroppo limitato, questo porebbe far salire il prezzo alle stelle invece deve poter essere accessibile a tutti, anche a chi non ha grandi mezzi finanziari, pertanto è ingiusto che chi gestisce l’acqua ne decida il prezzo a suo piacimento e faccia pagare anche l’interesse del 7% sull’investimento iniziale.

Vuoi smettere di pagare gli interessi di chi investe nella gestione dell’acqua ? SI !

L’energia nucleare; non ci rende indipendenti da altri paesi in quanto non abbiamo miniere di Uranio (che è ‘la benzina’ delle centrali!) e dovremo comunque comprarlo da altri paesi, rimanendo perciò “dipendenti” a qualcuno e lo saremo anche per smaltire le scorie radioattive che produrremo (ancora dobbiamo smaltire quelle degli impianti fermi da 26 anni!). Una centrale nucleare è stimato che possa produrre il 2% del fabbisogno energetico, pertanto in Italia ne servirebbero almeno una ventina. Ogni centrale costa circa 10.000.000.000 (10miliardi di euro). Chi pensate che li pagherà? Ci aumenteranno le bollette per finanziarne la costruzione. Dopo 10 anni (se va bene!) è pronta ad entrare in funzione, ma intanto per 10 anni siamo sempre nella stesa condizione. Le centrali hanno una garanzia di 30 anni, quindi fra 40 vanno ristrutturate e rimodernate (altri soldi!! Chi li mette!?!). Si stima che l’uranio finirà nel 2050. Quindi fra 50 anni siamo da capo ma con circa 200.000.000.000 in meno. Se questi soldi venissero investiti in ricerca e incentivi alle energie alternative rinnovabili, daremmo più posti di lavoro, distribuiti in modo capillare sul territorio nazionale; non inquineremmo, non avremmo il problema dei rifiuti tossici e quello dell’inquinamento dell’acqua!
I paesi che hanno le centrali nucleari le stanno dismettendo e smantellando. La Germania entro il 2022 vuole chiuderle tutte; la Francia ci obbliga a prenderci i pezzi delle sue centrali per costruire le nostre in cambio di scontarci il debito pubblico contratto. In Francia il 40% dell’acqua potabile di fiumi e lagi viene sprecata per raffreddare i reattori. Infine la sicurezza: chi ci garantisce che le mafie, i furbetti del quartierino o quelli che ridevano alle 3.32 non vinceranno gli appalti per costruirle e non useranno la sabbia invece del cemento per risparmiare , siamo in Italia in fondo, no?!?!?!

Noi diciamo  che se ne può fare a meno e votiamo con convinzione: SI !

Il legittimo impedimento; chi  ha un’ingiunzione a comparire in un processo prima va a chiarire la sua posizione (soprattutto se è innocente) poi torna al suo lavoro. Ancor più se è un rappreentante delle istituzioni che deve servire lo Stato, la Nazione e noi Cittadini con onore e dignità e al meglio delle sue possibilità.

Impediamo “coperture giuridiche” inopportune che i comuni cittadini non hanno; SI !

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Commenti. Contrassegna il permalink.