COMUNICATO PRESIDENZA. REFERENDUM 12-13 GIUGNO 2011

Il Centro Studi Socialismo Nazionale esorta tutti i suoi militanti, aderenti e simpatizzanti a mobilitarsi per domenica 12 e lunedì 13 giugno prossimo al fine di andare e portare più cittadini possibili ad esprimere la loro partecipazione ai quesiti referendari ritirando tutte e 4 le schede oggetto della consultazione ed apporre una croce per tutte sulla risposta SI.

Al di là delle indicazioni di merito già espresse nei giorni precedenti confermiamo la volontà politica del Centro Studi Socialismo Nazionale di una valutazione di metodo; la nostra non é solo una espressione negativa nei confronti del governo Berlusconi e della maggioranza di centro-destra che lo sostiene (verso i quali non abbiamo nulla di compatibile !).

Essa é una risposta globale di insofferenza e contrarietà all’intero sistema della casta partitocratica (di cui fa parte a pieno titolo anche tutto il cosiddetto centro-sinistra con il quale siamo storicamente avversari !) nel suo complesso che deve essere minata da un lato con il rifiuto della logica elettoralistica dei ludi cartacei siano essi di stampo amministrativo o politico e dall’altro – viceversa – con l’appropriarsi dei momenti di rappresentaza attiva e partecipativa  come lo é lo strumento del referendum pur mutilato da due gravi vulnus giuridici quali il “quorum” e l’aspetto abrogativo (e non anche propositivo).

E’ evidente che non ci possiamo accontentare solo di questo tecnicismo tattico per raggiungere un fine strategico che va ben oltre lo statu quo imposto artificiosamente dagli invasori atlantici ma ogni lunga marcia inizia sempre muovendo dei passi che mano a mano incalzeranno con ritmo sempre più cadenzato questo “vecchio mondo scemo” che non ci appartiene e contro il quale non smetteremo un solo minuto di lottare per la reale alternativa socialista e nazionale, insieme ad altri compagni di lotta e camerati di trincea che – come noi – anelano alla Liberazione Nazionale dai “liberatori”, dai loro prezzolati servi a libro paga (già a servizio nelle radiose giornate e nelle conventicole clericali e massoniche), e dal flaccidume italiota narcotizzato da 66 anni di propaganda anti-nazionale ed anti-sociale.

Non cadremo nella trappola fuorviante di “scelte di campo” o di “richiami della foresta” che con noi nulla hanno a che vedere (dal fascio-leghismo al radicalismo bricolage-fascista) ma punteremo diritti alla Terza Via che ha subito nel 1945 solo una battuta d’arresto ma che realmente NON HA MAI FIRMATO ALCUNA RESA con il Nemico di sempre che é e rimane il liberalcapitalismo usurocratico ed apolide, declinato in ogni sua forma e sostanza (dall’utopia del massimalismo marxista, alla impotenza del socialismo riformista, alla devastazione teo-conservatrice) e che oggi é plasticamente rappresentato nel bipolarismo “sinistra/destra” in Italia come nel resto d’Europa e che é la punta dell’iceberg “democrazia” che va sciogliendosi lentamente ma inesorabilmente.

Il controllo del pianeta da parte del “new world order” con il suo “pensiero unico” attraverso i tentacoli delle organizzazioni internazionali quali struttute sovrastanti ineludibilmente ogni capacità decisionale dei Popoli e delle Genti può sembrare quasi raggiunto ma fino a che riusciremo ad essere spina nel fianco, variabile impazzita, granello di polvere che provoca destrutturazioni irreparabili all’ingranaggio perverso del globale asservimento, “l’oro” (LORO !) non potranno cantare alcun salmo definitivo.

Ed intanto ci saremo nel mezzo delle manifestazioni contro Equi-talia e pro Palestina……ed in ogni realtà di espressione della ribellione popolare.

La Vittoria, quella alata ed eroica che é cantata nella Tradizione, é appannaggio esclusivo degli Uomini Liberi !

Presidenza C.S.S.N.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicati e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.