LA FILOSOFIA DEL MARCHESE DEL GRILLO.

I “democratici” unti dal Signore, cioè quelli che si sono arrogati il diritto di elargire la patente di democrazia a destra e a manca, hanno gettato la maschera e il loro ghigno infame è apparso in tutta la sua perversa bruttezza e cattiveria. Si tratta di coloro che si sono impossessati del vocabolo “democrazia” con dominio assoluto, come divinità di un immaginario olimpo democratico e non si riesce ancora a comprendere razionalmente in base a quale investitura superiore abbiano conseguito questo potere discrezionale. D’altra parte la forza di suggestione della propaganda dei cosiddetti “democratici” è tale che è riuscita a fare di questa “democrazia” un dogma inviolabile.

Veniamo al fatto: il primo ministro greco è stato accusato di lesa maestà ed è stato costretto a rinnegare l’impegno preso solo perché voleva rimettere al suo popolo la decisione finale, perché voleva permettere al suo popolo di esercitare un diritto costituzionalmente protetto, perché voleva riconoscere al suo popolo un diritto sovrano e prevalente su tutte le altre prerogative: quello di manifestare democraticamente, attraverso un referendum, la propria volontà su di un problema che condiziona e condizionerà la sua sopravvivenza e l’avvenire della nazione greca, una nazione di antica civiltà e cultura. Al povero Papandreu è stato dato un altro tratto di corda ed è stato rimandato a casa umiliato e cornuto.
La cupola degli unti dal Signore ha lanciato poi il suo ukase ultimativo: noi siamo noi e tu, popolo greco non conti un cazzo !
Ancora di grande attualità il pensiero di Mussolini che definì la democrazia “come la dottrina e il regime nel quale si dà l’illusione intermittente ai popolo di essere sovrano”.
Pertanto la storia della “democrazia” moderna é la storia di questa illusione, in vario modo espressa, di volta in volta tramontata, cangiante in ogni tempo e in ogni paese, sempre rinnovata e sempre, di fatto, svanita,

(Stelvio Dal Piaz)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Commenti e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.