IL RECUPERO DELLA SOVRANITA’ NAZIONALE

PARLARE DI SOVRANITA’ NAZIONALE PER UNO STATO COME L’ITALIA POTREBBE SEMBRARE AI PIU’ UNA BOUTADE, COME SE L’ARGOMENTO FOSSE TALMENTE SCONTATO DA FAR SEMBRARE LA COSA PRESSOCHE’ INUTILE O UN ESERCIZIO PER MENTI PROBLEMATICHE. MA E’ VERAMENTE COSI’ SCONTATO DOVER RIFLETTERE SULLA SOVRANITA’ DEL NOSTRO STATO?

A QUESTO PROPOSITO MI CHIEDO SPESSO SE, FACENDO UN SONDAGGIO TRA LA GENTE, SAREMMO IN GRADO DI COMPRENDERE QUAL È IL PIU’ GENUINO SENTIMENTO DI FRONTE A TALE ARGOMENTO CHE, SI BADI BENE, NON E’ IN REALTA’ COSI’ BANALE. IL PENSARE CHE L’ARGOMENTO IN QUESTIONE ABBIA POCA RILEVANZA OPPURE CONSIDERARLO CON SUFFICIENZA SIGNIFICA – A MIO AVVISO – AVERE GIA’CONSEGNATO LE CHIAVI DELLA CELLA AL PROPRIO SECONDINO.

FORTUNATAMENTE  IL DIBATTITO SULLA SOVRANITA’ NAZIONALE DEL NOSTRO PAESE STA ASSUMENDO IN QUESTI ULTIMI TEMPI UNA CERTA IMPORTANZA GRAZIE SOPRATTUTTO A MOVIMENTI E A GRUPPI DI STUDIO NON CONFORMI AL PENSIERO POLITICAMENTE DOMINANTE. UNA RAGIONE SARA’ SENZA DUBBIO IL FATTO CHE A VENTI ANNI DALLA FINE DEL COMUNISMO E DEL VENIR MENO DELLE LOGICHE SPARTITORIE DI YALTA QUALCUNO HA COMINCIATO A CHIEDERSI CHE SENSO ABBIA, AD ESEMPIO, CHE IN ITALIA (MA LO STESSO RAGIONAMENTO VALE PER LA GERMANIA O PER ALTRI PAESI EUROPEI) DEBBANO ESSERCI BASI MILITARI CON PERSONALE DI NAZIONALITA’ ESTERA ALL’INTERNO DELLE QUALI VIGONO PROTOCOLLI DI SICUREZZA MISCONOSCIUTI ANCHE ALLE NOSTRE AUTORITA’. A QUESTO PROPOSITO RICORDO CON IL SORRISO SULLE LABBRA, NON SENZA UNA SOTTILE PUNTA DI AMAREZZA, LA SCENETTA CUI DOVETTI ASSISTERE TANTI ANNI FA QUANDO ERO MILITARE: IN PIENO GIORNO, ERO DI PASSAGGIO VICINO ALLA PORTA DI ACCESSO DELLA MIA CASERMA QUANDO AL PRIMO POSTO DI GUARDIA, DOVE SI TROVAVA UN SOLDATO COME ME, SI PRESENTA IN BORGHESE E SENZA ESIBIRE ALCUN TESSERINO DI RICONOSCIMENTO UN GENERALE, CHE ERA POI IL COMANDANTE TERRITORIALE. IL SOLDATO, DA POCHI GIORNI IN CASERMA MA SCRUPOLOSO ED ATTENTO AI COMANDI RICEVUTI PER LE PROCEDURE DA TENERE NEI CONFRONTI DI CHI SI PRESENTAVA IN BORGHESE, NON CONOSCENDO IL GENERALE IN QUESTIONE, CHIEDE UN DOCUMENTO DI RICONOSCIMENTO……APRITI CIELO E SPALANCATI TERRA!!! IL POVERO CRISTO, SBIANCATO, SUBISCE UN CAZZIATONE CON I FIOCCHI E MINACCE DI PUNIZIONI PERCHE’ NON AVEVA RICONOSCIUTO IL GRAN CAPO IN PERSONA CHE PERALTRO RISIEDEVA IN TUTT’ALTRA CASERMA. MI SONO SEMPRE CHIESTO: MA SE QUEL GIORNO IL GENERALONE FOSSE ANDATO, CHE SO IO, ALLA BASE NATO DI NAPOLI PER FAR VISITA AD UN SUO VECCHIO AMICO D’ACCADEMIA E GLI FOSSE STATO RISERVATO LO STESSO TRATTAMENTO DAL MARINE DI GUARDIA, AVREBBE FATTO LA STESSA COSA? LASCIO A VOI LA SOLUZIONE DEL COMPLICATO REBUS.

MA TORNIAMO A NOI, OVVERO A QUEL CONCETTO DI CUI ABBIAMO SENTITO PARLARE COME PAROLA INSERITA NEL VOCABOLARIO DELLA LINGUA ITALIANA O CHE MAGARI ABBIAMO STUDIATO SUL MANUALE DI DIRITTO COSTITUZIONALE, E PROVIAMO A FARCI QUESTA DOMANDA: “ MA SE LA SOVRANITA’ DI UNO STATO SI FONDA SULLA INTANGIBILITA’ DEL SUO TERRITORIO E SUL DIRITTO DOVERE DI GIURISDIZIONE DELLE AUTORITA’ NAZIONALI ALL’INTERNO DEI CONFINI, L’ITALIA LA POSSIAMO CONSIDERARE VERAMENTE SOVRANA?”

PER CERCARE DI COMPIERE UN’ANALISI SUFFICIENTEMENTE ONESTA BISOGNA COMINCIARE DALLA NOSTRA COSTITUZIONE, OVVERO DALL’ART. 11. LA MIA OPINIONE SULLA COSTITUZIONE ITALIANA NON E’ ARGOMENTO DELLA GIORNATA, MA DI CERTO SE SI LEGGE L’ARTICOLO 11 E SE MAGARI CI PROPONESSIMO DI FARE UNA RICERCA SPECIFICA SUI COMMENTI DELLA DOTTRINA PIU’ AFFERMATA ALL’ARTICOLO IN QUESTIONE CI ACCORGEREMMO CHE QUELLA NORMA HA IN NUCE UN ASPETTO DIABOLICAMENTE SINISTRO, OVVERO IL DEPOTENZIAMENTO E LA DESTRUTTURAZIONE DELLA NOSTRA SUPREMA ENTITA’ NAZIONALE A FAVORE DI ORGANISMI O EMANAZIONI DI ORGANISMI TERZI, CHE SONO COMPOSTI QUASI ESCLUSIVAMENTE DA COOPTATI. E QUI ENTREREBBE IN GIOCO, IN UN CONCATENARSI DI ASPETTI CHE RICHIEDEREBBERO APPROFONDIMENTI IMPOSSIBILI DA FARE IN UN POMERIGGIO, IL CONCETTO DI RAPPRESENTANZA POLITICA E DI DEMOCRAZIA. PER FARLA BREVE, VI VOGLIO SOTTOPORRE QUAL’E’ LA RIFLESSIONE DA FARE: “HA UN SENSO L’ESISTENZA DI UN PARLAMENTO NAZIONALE, PERALTRO IN ITALIA ELETTO ATTRAVERSO UN MECCANISMO ELETTORALE CHE GIA’ DI PER SE’ DELEGA A CINQUE SEGRETARI DI PARTITO LA POTESTA’ DI COOPTAZIONE DEI RAPPRESENTANTI DEL POPOLO, SE POI NON HA LA FORZA PER INCIDERE FATTIVAMENTE SUGLI ASPETTI SALIENTI SU CUI POGGIA IL CONCETTO DI SOVRANITA’ NAZIONALE? VALE A DIRE: “SE LA SOVRANITA’ APPARTIENE AL POPOLO, ARTICOLO 1.DELLA COSTITUZIONE, SE IL PARLAMENTO E’ SOVRANO E SE IN PARLAMENTO SI DEVONO OPERARE LE SCELTE CHE RIGUARDANO IL POPOLO E LA SUA SOVRANITA’, PERCHE’ NESSUNO HA MAI APPROFONDITO IL DISCORSO SULLA REVISIONE DEI TRATTATI INTERNAZIONALI (MOLTI CON CLAUSOLE SEGRETE) CHE DI FATTO IMPONGONO ALL’ITALIA UNO STATUS MOLTO SIMILE AD UN PROTETTORATO O A UNA COLONIA? DARSI UNA RISPOSTA E’ MENO DIFFICILE DI QUANTO SI POSSA CREDERE E LA MIA VALUTAZIONE E’ QUESTA: “SEMPLICEMENTE PERCHE’ LA SOVRANITA’ DI CUI SI SONO RIEMPITI LA BOCCA TUTTI, DAI PATRIGNI COSTITUENTI (LI CHIAMO PATRIGNI CON RAGIONEVOLE FONDATEZZA!!) AGLI ATTUALI PRESIDENTI DELLA REPUBBLICA E DELLA CAMERA, NON ESISTE! AVETE SENTITO BENE: L’ITALIA NON HA I REQUISITI MINIMI PER POTER ESSERE DEFINITA UNA NAZIONE SOVRANA! QUELLO CHE OGNI GIORNO OSSERVIAMO – E PARLO DELLE QUESTIONI POLITICHE ITALIANE (DIBATTITI, SCONTRI, POLEMICHE)– E’ SOLO UNA FARSA, UNA COMMEDIA DOVE I POLITICI ALTRO NON SONO CHE DELLE COMPARSE CHIAMATE A RECITARE UN COPIONE SCRITTO DA ALTRI.

E ALLORA ESAMINIAMO QUALI DOVREBBERO ESSERE LE BASI DELLA SOVRANITA’ DI UNA NAZIONE. A MIO MODESTO AVVISO UNA NAZIONE SI PUO’ DIRE SOVRANA SE VENGONO RISPETTATI I SEGUENTI PUNTI:

1)    ALL’INTERNO DEL SUO TERRITORIO, DELIMITATO DA CONFINI CERTI, VIGONO LEGGI E REGOLAMENTI UGUALMENTE APPLICABILI A TUTTI COLORO CHE A VARIO TITOLO VI ESERCITANO LE PROPRIE ATTIVITA’, INDIPENDENTEMENTE DALLA NAZIONALITA’ DI APPARTENENZA. UN DISCORSO A PARTE VALE PER ALCUNI ASPETTI DI DIRITTO CIVILE PER I QUALI IL DIRITTO INTERNAZIONALE FISSA IN TRATTATI BILATERALI TRA GLI STATI CHE – BENINTESO – SI FONDANO SUL PRINCIPIO DI RECIPROCITA’LA SOLUZIONE DI TALUNI ASPETTI DELLA CONVIVENZA.

2)    IL TERRITORIO NAZIONALE RISULTA ESSERE PERFETTAMENTE INTEGRO E PRIVO DI ENCLAVES DOVE VIGONO FORME DI POTESTA’ DIVERSA DA QUELLA NAZIONALE.

3)    LE AUTORITA’ DI GOVERNO CHE NEL TEMPO SI SUCCEDONO ALLA GUIDA DELLA NAZIONE RISULTINO ESSERE PERFETTAMENTE INDIPENDENTI, OVVERO SCEVRE DA CONDIZIONAMENTI ESTERNI, NELL’OPERARE LE PROPRIE SCELTE POLITICHE ECONOMICHE E DIPLOMATICHE.

4)    LA DISCIPLINA NORMATIVA DEI MEZZI DI SCAMBIO (MONETA ED ASSIMILATI) E LA POLITICA MONETARIA RIENTRA NELLA POTESTA’DELLE AUTORITA’NAZIONALI.

EBBENE, POSSIAMO ALLORA DIRE CHE LE QUATTRO CONDIZIONI SOPRA RICORDATE VENGONO RISPETTATE NEL CASO DELL’ITALIA ? ASSOLUTAMENTE NO ! ED ECCO PERCHE’:

1)    NON E’ VERO CHE VI E’ UNIFORMITA’ DI TRATTAMENTO DI FRONTE ALLE LEGGI ITALIANE PER TUTTI COLORO CHE NEL TERRITORIO NAZIONALE VI ESERCITANO A VARIO TITOLO LA LORO ATTIVITA’: QUALCUNO RICORDERA’ CERTAMENTE LA TRAGEDIA DELLA FUNIVIA DEL CERMIS, QUANDO UN AEREO MILITARE USA CON MILITARI AMERICANI NON IMPEGNATI IN PARTICOLARI ATTIVITA’ SE NON QUELLE DI UN NORMALE VOLO DI ROUTINE TRANCIARONO I CAVI DELLA FUNIVIA PROVOCANDO LA MORTE DI 21 PERSONE. DI QUELLA TRAGEDIA, PER LA QUALE VI FU UNA EVIDENTE COLPA DA PARTE DEI PILOTI DELL’AEREO CHE PROBABILMENTE ERANO ANCHE POCO SOBRI, PER LA LEGGE ITALIANA NON C’E’ STATO ALCUN COLPEVOLE. L’UNICO ORGANO GIUDICANTE FU UNA CORTE MARZIALE DELL’ESERCITO AMERICANO CHE PERALTRO PRESE MOLTO SOTTOGAMBA UNA VERA E PROPRIA TRAGEDIA. AGGIUNGO: NELL’EPOCA DEI COMITATI PER LE VITTIME DI QUALSIASI EVENTO, QUALCUNO DI VOI HA MAI SENTITO O LETTO INTERVISTE A FAMILIARI DELLE VITTIME DEL CERMIS?

2)    SUL PUNTO N.2 SIAMO TUTTI ABBASTANZA INFORMATI. CHI NON SA CHE IN ITALIA CI SONO DECINE DI BASI AMERICANE O NATO (CHE POI E’ LA STESSA COSA) O E’ UNO STRANIERO IN PATRIA O UN IDIOTA. BEH…..SU QUESTE BASI, COME PUO’ ESSERE CAMP DERBY A PISA OPPURE DECIMOMANNU IN SARDEGNA O GHEDI IN VENETO LE AUTORITA’ ITALIANE NON HANNO ALCUNA GIURISDIZIONE O SE CE L’HANNO E’ PERCHE’ VIENE LORO DELEGATA DAL COMANDO NATO. SONO DI FATTO PORZIONI DI TERRITORIO STRANIERO SULLA SUPERFICIE NAZIONALE. ANCHE SU QUESTO ASPETTO VORREI RICORDARE UN ALTRO EVENTO, SENZA DUBBIO MENO GRAVE DEL CERMIS MA ALTRETTANTO GRAVIDO DI CONSEGUENZE PER CHI OSO’ METTERSI CONTRO GLI USA E LA NATO. ANNO 1985, NELLA BASE DI SIGONELLA IN SICILIA GIUNGE, APPENA CATTURATO, ABU ABBAS, UNO DEI RESPONSABILE DEL DIROTTAMENTO DELL’ACHILLE LAURO DOVE MORI’ UN CITTADINO AMERICANO. GLI AMERICANI VOGLIONO A TUTTI I COSTI ABU ABBAS (COME POI FECERO PIU’ DI VENTI ANNI DOPO CON IL MULLAH OMAR A MILANO), MA A ROMA L’ALLORA CAPO DEL GOVERNO ITALIANO BETTINO CRAXI SI IMPUNTA E RIFIUTA DI CONSEGNARE  L’UOMO AGLI AMERICANI. QUEL GIORNO A SIGONELLA SI ARRIVO’ QUASI ALLO SCONTRO ARMATO TRA CARABINIERI E AVIERI DA UNA PARTE ED UN NUCLEO DELLA DELTA FORCE AMERICANA DALL’ALTRA. FU IL PRIMO E FINORA UNICO CASO DI RIFIUTO ALLE PRETESE AMERICANE. TUTTI SANNO COSA E’ ACCADUTO A BETTINO CRAXI QUALCHE ANNO DOPO, PER MANO DI UN PUBBLICO MINISTERO, OGGI AI VERTICI DELLA POLITICA ITALIANA, DI CUI SPESSO SI E’ SENTITO DIRE DI CERTI SUOI LEGAMI CON LA CIA: FANTASIE? FORSE SI…..MA FORSE ANCHE NON TROPPO.

3)    RIGUARDO A QUESTO ASPETTO, SAREBBE PRESSOCHE’ IMPOSSIBILE ELENCARE I TANTI CASI IN CUI VI E’ STATA SUDDITANZA O DIPENDENZA DA PARTE DEI GOVERNI ITALIANI AI VOLERI DI POTENZE STRANIERE OD ORGANISMI INTERNAZIONALI. MA L’ESEMPIO CHE VORREI SOTTOPORVI QUESTA VOLTA NON CHIAMA IN CAUSA IL SOLITO PADRONE D’OLTREOCEANO, MA UNO STATO MOLTO PIU’ PICCOLO E MOLTO PIU’ VICINO, CHE ADDIRITTURA CI TROVIAMO ALL’INTERNO DEL TERRITORIO NAZIONALE: STO PARLANDO DEL VATICANO. QUANTE VOLTE IL VATICANO HA SVOLTO E CONTINUA A SVOLGERE ATTIVITA’ POLITICA ATTRAVERSO QUELLO CHE IO CHIAMO IL PARLAMENTO PARALLELLO, OVVERO LA CEI? QUANTE VOLTE HA INFLUENZATO E CONDIZIONATO LE SCELTE POLITICHE DEI GOVERNI NAZIONALI? QUANTE VOLTE HA CREATO PROBLEMI ALLO STATO ITALIANO, TRINCERANDOSI DIETRO AD UNA SUPPOSTA AUTORITA’ MORALE SECONDO LA QUALE TUTTO E’ LECITO PER LA CHIESA? ERA FORSE LECITO CHE UN PRETE COME MARCINKUS, PRESIDENTE DELLO IOR, POTESSE ESPATRIARE GRAZIE ALL’IMMUNITA’ DIPLOMATICA SENZA PAGARE IL CONTO ALLA GIUSTIZIA ITALIANA DOPO AVER FATTO TUTTO QUELLO CHE HA FATTO?

4)    E VENIAMO ALL’ULTIMO DEGLI ASPETTI CHE HO CONSIDERATO: QUELLA DELLA SOVRANITA’ MONETARIA. QUI NON MI DILUNGHERO’ PERCHE’ CHI MI HA PRECEDUTO HA ESPOSTO CON EFFICACIA I CONCETTI SALIENTI E DI CERTO LO FARA’ ANCHE CHI MI SEGUIRA’. VORREI SOLO RICORDARE QUANTO GIA’ SI SA IN MERITO ALLA VERA NATURA DELLA BANCA D’ITALIA E DELLE BCE: LA PRIMA ALTRO NON E’ CHE UNA SOCIETA’ PER AZIONI PARTECIPATA DA TUTTI I GRUPPI BANCARI ITALIANI, DI FATTO UNA BANCA PRIVATA. LA BCE E’ INVECE UN CONSORZIO COSTITUITO DALLE BANCHE CENTRALI EUROPEE DOVE UN GRUPPO RISTRETTISSIMO DI TECNOCRATI, COOPTATI SECONDO MECCANISMI SCONOSCIUTI, HA IL POTERE DI GESTIRE LE SORTI DELLE ECONOMIE DI INTERE NAZIONI. RICORDO PERFETTAMENTE – E LO FACCIO IN ESTREMA SINTESI – QUANTO EBBI MODO DI SCRIVERE PIU’ DI 10 ANNI OR SONO SU LINEA, L’ALLORA QUOTIDIANO DEL MOVIMENTO SOCIALE FIAMMA TRICOLORE IN MERITO AL PRIMO INSEDIAMENTO DEL COMITATO DIRETTIVO DELLA BCE: CHI CONTROLLERA’ I CONTROLLORI DELLA MONETA UNICA? E….DOVE STA SCRITTO CHE UNA RISTRETTISSIMA CERCHIA DI UOMINI CHE NESSUNO HA ELETTO DEBBA PRENDERE DECISIONI CHE INFLUIRANNO SULLA VITA QUOTIDIANA DI MILIONI DI PERSONE? RICORDO SOLO CHE IN QUEI GIORNI PRATICAMENTE NESSUNO SI PERITO’DI SCRIVERE O PARLARE DI QUELLO CHE STAVA ACCADENDO.

FATTA QUESTA DISAMINA, NECESSARIAMENTE SINTETICA PER RAGIONI DI TEMPO,CORRE L’OBBLIGO TORNARE ALL’ESSENZA SUBDOLA DELL’ART.11 DELLA COSTITUZIONE LADDOVE SI PARLA DI LIMITAZIONI DI SOVRANITA’ A FAVORE DI ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI IN CONDIZIONI DI RECIPROCITA’ CON GLI ALTRI STATI AD ESSE APPARTENENTI. SI FOCALIZZI L’ATTENZIONE SUL CONCETTO DI RECIPROCITA’ PERCHE’ PROPRIO LI’ STA LA TRUFFA. DI QUALE RECIPROCITA’ SI PARLA SE, AD ESEMPIO, L’ITALIA RIESCE AD ESSERE AMMESSA ALLE NAZIONI UNITE SOLO NEL 1955,OVVERO DIECI ANNI DOPO LA LORO NASCITA, QUANDO INVECE LA COSTITUZIONE ENTRA IN VIGORE NEL 1948? COSA HANNO FATTO I PATRIGNI COSTITUENTI ? HANNO INSERITO UNA CLAUSOLA (PROBABILMENTE IMPOSTA DAI TRATTATI INTERNAZIONALI DI FINE GUERRA) PUR SAPENDO FIN DALL’INIZIO CHE NELLA REALTA’ LE COSE ERANO E SAREBBERO ANDATE DIVERSAMENTE. GIA’ PERCHE’ NEL 1948 SI SAPEVA BENISSIMO CHE L’ITALIA NON VENIVA AMMESSSA ALLE NAZIONI UNITE PER L’OSTRACISMO INCROCIATO CHE I DUE BLOCCHI STAVANO FACENDO L’UNO CONTRO L’ALTRO AGLI STATI APPARTENENTI ALLO SCHIERAMENTO AVVERSO. QUINDI COME SI FA NEL 1948 A PARLARE DI RECIPROCITA’ QUANDO GIA’ SI SAPEVA CHE L’ITALIA SAREBBE STATA UNA NAZIONE A SOVRANITA’ LIMITATA O COMUNQUE CONDIZIONATA DAGLI AUT AUT ALTRUI? FU UNA TRUFFA ALLA BUONA FEDE DI UN POPOLO! PER NON DIRE POI DELLA NATURA STESSA DELLE NAZIONI UNITE, DOVE 5 STATI, ANCHE SEPARATAMENTE L’UNO DALL’ALTRO, SONO IN GRADO DI DECIDERE PER TUTTI GRAZIE ALLA MOSTRUOSITA’ GIURIDICA CHE SI CHIAMA DIRITTO DI VETO. SUL TEMA SPECIFICO DEL DIRITTO DI VETO, E DUNQUE SULLA POSSIBILITA’ DI INCIDERE SULLE SCELTE IMPORTANTI DI POLITICA INTERNAZIONALE CHE PASSANO ATTRAVERSO IL CONSIGLIO DI SICUREZZA, QUALE RECIPROCITA’ CI PUO’ ESSERE TRA L’ITALIA E, NON DICO GLI USA O LA RUSSIA, MA TRA L’ITALIA E LA FRANCIA? NON C’E’ RECIPROCITA’ PERCHE’ CIO’ CHE VALE PER UNO NON VALE PER L’ALTRO!

PRENDIAMO ALLORA IN CONSIDERAZIONE UN ALTRO ORGANISMO INTERNAZIONALE CHE LA FA DA PADRONE SULLE SORTI DI INTERE NAZIONI E DI CUI L’ITALIA FA PARTE: LA NATO. SFIDO IL PIU’ CAPACE E BRILLANTE CATTEDRATICO DI DIRITTO INTERNAZIONALE O DI DIRITTO COSTITUZIONALE A SMENTIRMI SE DICO CHE NON VI E’ ASSOLUTAMENTE RECIPROCITA’ TRA L’ITALIA E GLI USA. MI SI DICA CHE NON E’ COSI’ E MI SI CONVINCA ALLORA CHE UN GIORNO  SARA’ POSSIBILE AVERE UNA CAMP DERBY ITALIANA, CON I PARACADUTISITI DELLA FOLGORE, NEL BEL MEZZO DELLE PRATERIE DEL DAKOTA! QUANDO QUESTO AVVERRA’ ALLORA POTRO’ DIRE CHE L’ART.11 DELLA COSTITUZIONE E’ RISPETTATO E CHE IL MIO PAESE NON E’ UN PROTETTORATO ALTRUI.

VI CHIEDERETE…..COSA FARE ALLORA? QUALI PROSPETTIVE ABBIAMO E QUALI STRADE SI POSSONO PERCORRERE? DOMANDA DA CENTO MILIONI!! SE DEVO ESSERE SINCERO DI OTTIMISMO NE HO BEN POCO DA TRASMETTERVI….HO SOLO LA LUCIDA FEDE IN UN’IDEA CHE OGGI E’ SEMPRE PIU’ MODERNA E SEMPRE PIU’ NECESSARIA! L’IDEA CHE AVEVA GIA’ PREVISTO TUTTO QUELLO CHE HO APPENA DETTO! PURTROPPO NON HO FIDUCIA NEGLI UOMINI CHE VEDO IN GIRO E SE DICESSI CHE SONO OTTIMISTA E CHE RITENGO PROSSIMA L’ORA DI UNO SCONVOLGIMENTO A QUESTO SISTEMA CHE PESA SULLA NOSTRA NAZIONE, SULL’EUROPA E SULLE NOSTRE VITE, FORZEREI IL MIO GIUDIZIO. ANZI, SONO CONVINTO DI UNA COSA: PROPRIO PERCHE’ IL SISTEMA CHE COMBATTIAMO HA MOSTRATO TUTTO IL SUO FALLIMENTARE PORTATO E ORMAI SONO IN TANTI A RENDERSENE CONTO, IL PERICOLO DI UNA RECRUDESCENZA GENERALE E’ ANCORA MAGGIORE. COSI’ COME SARA’ SEMPRE PIU’ AVVILUPPANTE E SUBDOLA LA METODOLOGIA USATA PER CIRCUIRE ED IMPEDIRE ALLE TESTE DI RAGIONARE.

SE VOGLIAMO TROVARE DELLE PROSPETTIVE O DELLE STRADE DA PERCORRERE CREDO CHE SI DEBBA INIZIARE DA NOI STESSI: CALARCI, OGNUNO DI NOI, NELLA PARTE DI SOLDATI POLITICI VOTATI ALLA VOGLIA DI LIBERTA’. RIFIUTANDO PER QUANTO POSSIBILE GLI STRUMENTI DI OMOLOGAZIONE E VEICOLANDO QUANTO PIU’ POSSIBILE I NOSTRI PRINCIPI. QUELLO CHE STIAMO FACENDO ADESSO, CON MEZZI PRATICAMENTE INESISTENTI, E’ GIA’ ENCOMIABILE…..SIAMO QUI E NE PARLIAMO……SENTIAMO CHE E’ NOSTRO DOVERE E NOSTRO DIRITTO FARLO. CONTINUIAMO A GUARDARCI NEGLI OCCHI E A PARLARE ALLA GENTE, TENTIAMO TUTTE LE STRADE POSSIBILI COME QUELLA CHE QUESTA ESTATE CI HA PORTATO A DEPOSITARE CON STELVIO E MAURIZIO LA PROPOSTA DI LEGGE IN PARLAMENTO SULLO SMANTELLAMENTO DEGLI ARSENALI NUCLEARI. PROSEGUIAMO NELLA RICERCA DI SPONDE FAVOREVOLI VISTO CHE IN GIRO PER IL MONDO NE ESISTONO: POTREBBERO ESSERE DI SICURO INTERESSE PER IL FUTURO DELLA NOSTRA IDEA CHE HA IN SE’ UN PRINCIPIO FONDAMENTALE CHE MAI DOBBIANO DIMENTICARE, OVVERO PROSEGUIRE LA BATTAGLIA SENZA QUARTIERE CONTRO OGNI FORMA DI GLOBALIZZAZIONE INTERNAZIONALISTA CHE VEDE BANCHE, MULTINAZIONALI ED ORGANISMI PRIVATI TENTARE DI IMPOSSESSARSI DELLE VITE DI INTERE NAZIONI.

VALGA COME MONITO QUANTO EBBE A DICHIARARE NEL 1991 DAVID ROCKEFELLER, MEMBRO DELLA BILDERBERG E DELLA TRILATERAL NONCHE’ PRESIDENTE DELLA CHASE MANHATTAN BANK, DURANTE L’ANNUALE INCONTRO DELLA BILDERBERG, RIFERENDOSI AGLI EDITORI DEI MAGGIORI QUOTIDIANI AMERICANI: <<…..CI SAREBBE STATO IMPOSSIBILE SVILUPPARE IL NOSTRO PROGETTO PER IL MONDO, SE CI FOSSIMO TROVATI SOTTO LA LENTE DELL’OPINIONE PUBBLICA PER TUTTI QUESTI ANNI. ORA IL MONDO E’ PIU’ SOFISTICATO E PIU’ PREPARATO AD ANDARE VERSO IL GOVERNO MONDIALE. LA SOVRANITA’ SOVRANAZIONALE DI UNA ELITE DI BANCHIERI MONDIALI E’ SICURAMENTE PREFERIBILE ALL’AUTODETERMINAZIONE NAZIONALE PRATICATA NEI SECOLI PRECEDENTI>>. SICURAMENTE C’E’ BEN POCO DA AGGIUNGERE SE NON CHE E’ DOVEROSO OGNI TENTATIVO DI COINVOLGERE LE BUONE VOLONTA’ SPARSE IN GIRO PER IL MONDO PER FAR QUADRATO E PER DIFENDERSI CONTRO GENTE COME ROCKEFELLER ED ACCOLITI, CONTRO CERTE CONCEZIONI DIABOLICHE DI POCHI OLIGARCHI CHE CONOSCONO E RICONOSCONO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE IL LORO STATUS DI PERFETTI INTOCCABILI.

Fernando Volpi

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...