DE PROFUNDIS PER LA CASTA UMILIATA (1): PARTITO DEMOCRATICO

Da oggi cominciamo a passare i rassegna coloro che sono i “Dead Man Walking” della politica italiota, umiliata e defenestrata dal governo dei Tecnocrati insediato, CON LA LORO PROVATA COMPLICITA’, oltre che con quella primaria di Re Giorgio I. Vista l’attualità delle notizie che giungono dalla Sicilia partiamo oggi dal Partito Democratico.

L’ennesima sconfitta del candidato della segreteria Bersani alle elezioni primarie svoltesi lo scorso weekend in Sicilia sancisce ormai in maniera definitiva quello che è il destino del Partito Democratico: la morte “democristiana”. Non vogliamo ora soffermarci su questa o quella nomenklatura particolare non volendo infierire su una classe politica “sinistrata” che negli ultimi anni ha preferito scimmiottare la “caccia al male assoluto” (tradotto Berlusconi) facendo terra bruciata di quelle che già erano le loro pochezze politiche. Hanno preferito garantirsi una sano e sicuro “reddito politico da opposizione radical chic” rincorrendo il pornoattore arcoriano invece di costruire un progetto politico progressista, riformista, socialista, proletario, tutti aggettivi che nella storia e nelle radici del partito dovrebbero ancora esserci…ma de facto sono sparite.Sono le percentuali ottenute nelle elezioni da quando esiste il Partito Democratico a sancire l’inutilità del progetto e la sua vulnerabilità sin dai primi vagiti. L’entroterra politico, metapolito e culturale del Partito Democratico avrebbe dovuto favorirli in questo momento in cui i disagi sociali si fanno più evidenti. La loro presenza nel mondo delle cooperative, dei sindacati, delle Onlus, delle associazioni benefiche, nel volontariato, presenza solo di poco inferiore a quella ancora ben radicata di matrice cristiana, avrebbe dovuto “uscire allo scoperto” in questo momento in cui la Comunità Nazionale si sta impoverendo, si sta imbarbarendo e stanno dirigendosi verso una lenta ma inesorabile decadenza morale e soprattutto economica.

Invece, la presenza al suo interno di “referenti atlantici”, quando non veri e proprio appartenenti a lobby usuraie transnazionali quali il Club Bilderberg, hanno fatto in modo che il “trapasso” dal ducetto di arcore neogoverno dei tecnocrati sia stato per il loro apparato quasi indolore (anzi quasi benefico), ma come invece si dimostra in questi giorni evidente, abbia creato crisi esistenziali sia nella dirigenza sia tra militanti e simpatizzanti, che ne stanno minando le fondamenta politiche e il futuro strategico.

Tale ambiguità, oltre a sminuire a mero passacarte del governo anche il loro sindacato di riferimento (la CGIL, ve li ricordate quelli che portarono milioni di persone in piazza contro la riforma dell’Art. 18 ???!!!!), ha fatto emergere le contraddizioni politiche di una banda Disney che si divide tra gli ammiccamenti alla Riforma Ichino e alle mancate denunzie contro l’0pera di macelleria lavorativa che sta compiendo la Fiat di Marchionne, e che continua con il suo percorso “atlantista” di supporto alla linea imperialista a stelle e striscie (di cui Obama è il solenne continuatore), che ha rotto tutti i ponti con l’antagonismo pacifista (e pacifinto) schierandosi in prima linea in appoggio a paesi come Israele nella “questio Palestina” o a favore delle finte “rivoluzioni arabe” tese esclusivamente a tutelare gli interessi americani in Medio Oriente.

Il Partito Democratico, se fosse onesto e non mendace con i propri militanti, dovrebbe togliere il “rosso” dalle proprie manifestazioni di piazza, nonchè vietarlo assolutamente, ed anzi appropriarsi in maniera definitivo di quel bianco-rosa massonico di cui ormai sono gli esponenti referenziali in ogni settore della politica e della finanza.

La “New Generation Democratica”, se ce ne fosse stato il bisogno, è ancora più progressivamente votata su posizioni liberali, capitaliste e atlantiste e porterà a termine, tramite l’approvazione di una riforma elettorale con sbarramenti di epiche percentuali, quel progetto di “disgregazione della sovranità nazionale” di cui il Presidente della Repubblica è il proditorio ideatore e sostenitore.

Per quanto appena enunciato, e vista la strategia che la “commissione trilaterale” di appoggio al Governo Monti (trasversalmente destra, centro, sinistra) ha già stabilito le sorti della Comunità Nazionale, che oltre ad essere socialmente destinata al macello, verrà anche definitivamente esautorata da qualsiasi rappresentanza politica degna di questo nome, il destino del Partito Democratico sarà quello di “morire democristiani, occidentali e atlantici” e saranno colpevoli davanti alla storia di quello che accadrà di qui ai prossimi anni a venire.

Che non si parli più di Comunismo. I Comunisti, pur da noi dottrinamente contrastati, avevano comunque una matrice ideologica che li collocava in un disegno politico multipolare e social-rivoluzionario con cui si poteva dialogare. Questi, che ne dovrebbero essere la continuità ideale, sono assai peggiori in quanto mendaci e fintamente riformisti, riuscendo ad essere pervicaci guardiani conservatori del padrone usuraio di Washington e Strasburgo.

Il popolo dei votanti “sinistrati” radical chic dovrebbe meditarci sopra e ricordarselo quando il loro benessere diminuirà e le loro tutele spariranno. Ma l’imborghesimento dell’italiano medio ormai, vuoi a destra che anche a sinistra, è ormai pressochè definitivo;  confidiamo a questo soltanto nella povertà incipiente per un risveglio delle coscienze nazionali.

Mors tua, vita mea.

G.R.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Commenti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...