SE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO…..

Per anni, anzi per decenni, le sirene dell’intellighenzia politicamente corretta ci hanno frastornato impunemente con ossessionante pervicacia per denunciare il sistema totalitario e totalizzante che in un certo periodo della storia italiana aveva (forse è corretto dire avrebbe) procurato i suoi deleteri effetti. Ammesso e non concesso che nel caso dell’Italia gli effetti di quel sistema definito impropriamente totalitario siano stati così negativi, che’ forse sarebbe ora ed opportuno valutarne con criterio scientifico il portato, le vicende di queste ultime ore, dove il protagonista è stato il Governo Monti, obbligano ad un’attenta riflessione.

E’ di ieri l’indicazione (bella ipocrisia visto che praticamente la designazione è già stata fatta) data da Monti per la nomina dei nuovi vertici della RAI: la signora Tarantola, attuale vicedirettore generale della Banca d’Italia, andrà alla presidenza, mentre Gubitosi, manager privato ex Wind, alla direzione generale: a parte Di Pietro, che ormai gioca a fare il bastian contrario su tutto e sul contrario di tutto, la melassa politica informe ed incolore dell’intero arco costituzionale si è limitata a rimanere coperta ed allineata per non urtare più di tanto il timoniere in plancia di comando.

Come dicevamo prima, a parte Di Pietro, nessuno dei “grandi” contendenti della politica italiana ha avuto il coraggio di alzare il ditino e mettere in dubbio la bontà di una scelta che ad un politico mediamente serio e sufficientemente capace, che di mestiere dovrebbe occuparsi della tutela del bene pubblico, non sarebbe stato poi così difficile comprendere.

E già, perchè non ci vuole di essere un navigato uomo politico per capire che non è affatto opportuno che un Presidente del Consiglio, che è pure Ministro dell’Economia, che è stato nominato grazie ad una alchimia costituzionale di dubbia liceità, posto a capo di un esecutivo dove non c’è un membro eletto dal corpo elettorale, dove il livello di rappresentatività democratica è il più basso della storia unitaria italiana e che tra qualche mese dovrebbe (il condizionale qui è imperativo) tornare ad altra professione, chiami guarda caso a ricoprire un ruolo tanto importante proprio una figura che, come lui, rappresenta il braccio armato del sistema usuro-bancario che sta lanciando i suoi tentacoli in ogni angolo delle umane attività.

Non discutiamo le capacità professionali della signora Tarantola, anche se già il cognome ci rassicura veramente poco, ma, conoscendo bene le modalità di movimento di certi ambienti, abbiamo un certo sentore che i nostri timori diventino a breve una mezza paura. E di cosa abbiamo paura lo diciamo subito senza rigiri di parole: la scelta di Monti di incaricare un grand commis del sistema bancario alla guida di un’azienda di stato che fa gola a molti è il segnale per certi poteri finanziari ed economici che la battuta di caccia sta per iniziare, laddove con il termine venatorio intendiamo dire che lo smantellamento e la privatizzazione della RAI, di cui da anni si parla con insistenza, sta per iniziare veramente.

Qualcuno dirà che siamo i soliti paranoici antisistema e che ci inventiamo un mondo fatto di complotti e di tranelli ai danni delle comunità di popolo. Dicano quello che vogliono, tanto ormai ci siamo abituati e le cose diranno se avevamo o meno sbagliato. Di certo abbiamo l’onestà intellettuale e l’umiltà per dire fin da subito che SPERIAMO PROPRIO DI SBAGLIARCI, ma una cosa è certa: se il buongiorno si vede dal mattino le nubi scure fanno presagire qualcosa di ben diverso. E non ci vengano a dire che la nomina della signora Tarantola, che ci auguriamo abbandoni per il rispetto della forma almeno l’incarico in Banca d’Italia, non assomigli alla designazione di un vero e proprio advisor del pacchetto azionario della RAI; non ce lo dicano perchè tanto non ci crederemmo!

Ma – si sa – noi siamo gli amanti del complottismo e dunque poco o per nulla attendibili. Così come siamo quelli che ancora oggi apprezzano e difendono un sistema totalitario che fu. Ma tanto totalitario e conculcatore delle libertà individuali che una mossa di questo genere non se la sarebbe mai sognata.

FERNANDO VOLPI

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Commenti e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a SE IL BUONGIORNO SI VEDE DAL MATTINO…..

  1. WERWOLF ha detto:

    GRAN BELL’ARTICOLO….NON LASCIAMO LA TV PUBBLICA AGLI STROZZINI! AVANTI VERSO IL SOCIALISMO NAZIONALE!

  2. Francesco ha detto:

    Stanno svendendo, anzi, regalando tutto agli strozzini usurai della loggia. Dopo le autostrade, tanto per fare un esempio, date in mano a produttori di finti maglioncini italiani fatti in realtà in Cina, é la volta della rai consegnata direttamente alla cupola massonico- finanziaria che sta spolpando l’italia. Del resto hanno bisogno di decerebrare ulteriormente il popolo bue attraverso la potenza di fuoco dei mezzi di comunicazione di massa, massa informe e disinformata

  3. stelvio dal piaz ha detto:

    Bravo Fernando!Ci sarò anch’io…..spero!

    Siamo un popolo in gabbia, reso schiavo. Ma noi SIAMO NATI LIBERI. Avanti così, Fernando

    Stelvio

  4. wids72 ha detto:

    C’è da stupirsi ancora di fronte alle azioni fraudolenti dei masso-banchieri internazionalisti? La Rai era preventivabile che diventasse una preda succulenta della piovra usocratica in considerazione della scarsità qualitativa dei modelli educativo-culturali dei suoi programmi i quali studiati ad hoc il loro unico scopo è stato quello esclusivo di decerebrare i cittadini e ciò la diceva lunga circa dell’azione nefasta predatoria che stava subendo…Noi siamo i fautori della nazionalizzazione dei principali motori dello Stato, tra cui riteniamo che ci sia anche il servizio pubblico radiotelevisivo il quale deve riprendere il suo originale servizio, ovvero quello di formare ed informare il popolo. In alto i cuori!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...