L’IDEA NAZIONE E L’IDEA SOVRA-NAZIONALE

L’Italia come idea nazione sta vivendo il suo lento e progressivo sfacelo non solo economico-politico, ma è il frutto della distruzione di un patrimonio valoriale e spirituale che è stato sempre più storicamente nel dopo guerra calpestato da coloro che, “democraticamente” eletti hanno venduto la Patria al sistema dell’usocrazia sovranazionale perpetrando l’onta ignominiosa del tradimento di quell’8 settembre nefasto. Una svendita, protrattasi nei 67 anni di storia cosiddetta “repubblicana”, di se stessi che sempre più generazioni del prossimo futuro pagheranno sonoramente in termini di schiavitù sociale, politica ed economica. Ciò che per noi, fautori e continuatori ideali dell’idea socialista nazionale, è eresia assoluta perché del senso di comunità noi ne facciamo un mantra che caratterizza la nostra azione socio-politica-spirituale. Diventa una missione, un credere ciecamente per fede alla ricostruzione del Paese-italia in senso nazionale. Ci opponiamo, pertanto senza vergogna dichiarandoci pazzi di questo tempo, a tutto ciò che è di sovranazionale, globalizzante, omologante ovvero sosteniamo appoggiando strenuamente ciò che è sociale, ciò che è ente-Stato, ciò che è nazione, ciò che è Patria e che ribadiamo per noi diventa tutto nel paradigma delle forze vive di un paese unite corporativamente, un segno intangibile del nostro DNA politico-sociale. Le organizzazioni sovranazionali, fautrici della finanza creativa, contrarie conseguentemente all’idea-uomo come cellula fondamentale della società, ma schiavo con il suo lavoro dell’idea-debito creata dalla loro malvagità intrinseca, attraverso la creazione della moneta-debito essendone i proprietari e prestatori agli Stati-nazioni, privandoli, in tal senso del loro diritto intrinseco di vita in tutti i sensi. Riassumiamo in questo approfondimento esaustivamente gli obiettivi che si prefiggono queste organizzazioni, sovranazionali vuoi che si chiamino, Commissione Trilaterale, CFR, Gruppo Bilderberg, Banca Mondiale, WTO, BCE ecc ecc, ovvero la conquista sempre più sfrenata e subdola del potere, attraverso l’accumulazione di ricchezza dai governi con il già accennato sistema debito sovrano. Questi obiettivi si traducono:

A) In un unica civiltà internazionale, distruggendo le identità storiche nazionali attraverso le politiche della globalizzazione; in questo senso la cultura diventa una mera appendice che nei capitoli di spesa statale ha sempre meno riguardo come investimento.

B) Controllo centralizzato delle persone, i popoli nella cultura del capitalismo-usocratico, spersonalizzati nei valori e nell’etica, perdono via via nel tempo il loro costrutto ideologico-culturale diventando sempre più società di individui isolati nel proprio se stessi, affinché si è più controllati e monitorati sistematicamente.

 C) Società a crescita “zero”; oggi giorno si parla inopportunamente e ipocritamente di crescita per aumentare la ricchezza. Niente di più falso viene propalato perché nell’ottica delle società post-industriali si deve giungere in un controllato avvitamento fiscale alla progressiva riduzione del potere produttivo di ricchezza della società. Questo perché quando c’è ricchezza non solo considerata a livello materiale, ma anche, ribadiamolo, spirituale, vi è la crescita di Paese e conseguentemente del patrimonio valoriale-culturale. Tutto ciò finalizzato esclusivamente a creare una società di schiavi che producono, senza esercitare alcun diritto, la crescita di ricchezza dei tecnocrati.

 D) Un continuo squilibrio psicologico attuate da una serie di crisi opportunamente create per generare un senso di sfiducia psicologico-mentale-morale. Indebolendo la sfera emozionale le persone in questo senso non sono in grado di prendere decisioni forti e valoriali, perché svuotate nell’animo di tutti gli appigli culturali ed etici.

 E) Controllo di tutti i sistemi educativi. Semplicemente ciò si realizza attraverso l’incentivazione della cultura dell’ignoranza; sembra un paradosso. I media soprattutto operano in questo senso, in quanto controllati dai sistemi tecnocrati, inebriano le coscienze delle persone con dosi massicce di programmazioni disincentivanti alla conoscenza e al discernimento. Se comunque ciò viene fatto è mirato verso quelle tematiche controllate dl potere tecnocratico. L’unica logica che deve vigere nelle società è il concetto di globalizzazione consumistica.

 F) Controllo centralizzato di tutte le politiche interne ed estere. Tutte le organizzazioni sovranazionali, riunendo in se periodicamente e quasi segretamente gli attori della politica, dell’economia, della comunicazione e della finanza internazionale, studiano i sistemi d’ingerenza di tutte le politiche economiche e sociali di tutti quei paesi influenzati dalla globalizzazione dettandone le direttive per il perseguimento degli obiettivi che si prefiggono in questi meeting.

G) Rafforzamento dell’ONU, della NATO e di tutti i poteri globalizzanti attualmente in essere nell’unico intento di distruggere, come abbiamo già accennato, l’idea di nazione e autodeterminazione dei popoli.

 H) La creazione di aree mondiali dove creare sistemi monetari unici. L’euro, malauguratamente per gli stati aderenti, soprattutto dell’area mediterranea, né un classico esempio di progressiva schiavitù bancario-finanziaria.

 I) Abbattimento dell’idea di stato sociale, con la creazione di un sistema che sottopone le persone ad assumere la condizione di schiavo obbediente al mercato consumistico.

 E) Creazione di una polizia internazionale, lo è già la NATO per le sue mire di controllo espansionistico nel mondo divenendo il braccio armato delle lobby internazionali. In questo contesto è l’Eurogedfor, una forza di gendarmeria europea nata con il trattato di Velsen il 18 ottobre 2007 che vuole essere una nuova polizia del futuro europeo facendo sempre più scomparire il mandato operativo istituzionale delle polizie interne degli stati europei.

 A questo punto considerati i punti elencati per suscitare a quale futuro siamo chiamati a vivere, la coscienza degli uomini liberi, di qualunque matrice culturale,  politica e spirituale non può accettare un simile futuro scenario. Lo spirito dell’uomo che pensa, che discerne, che valuta, che ragiona è chiamato ad opporsi naturalmente alle idee che di fondo vigono negli intenti di questi signori dalla fattura spirituale oscura. E’ una lotta alla vita tra il bene e il male si profila nel domani e per tale ragione l’idea di comunità, di senso di coesione, di reciprocità, ci deve animare più che mai e denunciare con i mezzi e le capacità possibili lo stato attuale e quello prossimo futuro che ci aspetta. Un unico monito ci unisca imperturbabilmente alla causa dell’idea socialista nazionale, una lotta di vera resistenza che ci chiama ad essere Liberi, Sociali e Nazionali!!! In alto i cuori

 Cuore Ribelle

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Commenti e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a L’IDEA NAZIONE E L’IDEA SOVRA-NAZIONALE

  1. francesco ha detto:

    L’uomo al centro quale individuo sociale e spirituale, l’uomo libero, esattamente l’opposto della politica di svendita dell’infinito dopoguerra che ha regalato l’italia all’elite plutocratica. Il Socialismo Nazionale e’ l’ultimo baluardo contro questo ultimo definitivo attacco allo spirito libero degli uomini e donne con potere di discernimento, al di la e oltre le personalita’ a salvaguardia dell’Idea come finalita’ suprema.

  2. WERWOLF ha detto:

    OTTIMO ARTICOLO COMPLIMENTI…TORNARE AD ESSERE LIBERI SOCIALI E NAZIONALI…IN ALTO I CUORI!

  3. Vincenzo ha detto:

    NOI, SOCIALNAZIONALI, NON SIAMO LA GUARDIA DI UNA CLASSE O DI UNA CASTA, MA LA GUARDIA DELLA NAZIONE, INTESA NELLA SUA ATTUALITA’ E NEL SUO DIVENIRE IDEALE.NOI NON DIFENDIAMO DEI VALORI SPIRITUALI IMMANENTI. PENSIAMO CHE NON CI PUO’ ESSERE GRANDEZZA DI NAZIONE COM MASSE OPERAIE ABBRUTITE,DISEREDATE O SFRUTTATE.
    EJA!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...