MONTI BIS. VOGLIAMO SENTIRE LA PAROLA DITTATURA

L’ultimo articolo del nostro Prof. Dal Piaz ed il comunicato appena uscito da parte della Presidenza, ha portato i nostri ragionamenti ben oltre l’ostacolo, ribadendo ciò che affermiamo da anni. Com’è ormai noto, l’emerito Presidente del Consiglio (senatore a vita, per giunta) davanti alla platea dei “Padroni” del Council of Foreign Relations ha dato comunicazione all’universo mondo che, “qualora i partiti dell’arco costituzionale glielo chiedessero“, egli è disponibile ad una seconda candidatura da grigio tecnocrate. I giorni successivi, la schiera della “servitù bianca” (dall’UDC a FLI, fino ad alcune frange del PDL e del PD) ha prontamente risposto alla “chiamata“. Pensate che Gianfranco Fini è arrivato ad immaginare un “listone civico nazionale” chiamandolo “rassemblement“, termine che di italiano ha ben poco…! Per capire che aria che tira, ridicolo è stato l’incontro prima nascosto e poi “saltato” che si sarebbe dovuto tenere ieri a Firenze, fra Bill Clinton e il Rottamatore Renzi. Un endorsement così forte (e così atlanticamente schierato) sarebbe stato troppo, per far capire i disegni della cupola anche ai più sprovveduti. Adesso, visto che a noi piace molto la Storia, quella vera, e non quella raccontata dalla stampa dei “liberatori occupanti“, è opportuno ricordare la figura di Lucio Quinzio Cincinnato. Per chi non ne fosse a conoscenza estrapoliamo dalla Treccani: “Cincinnato, Lucio Quinzio Politico romano (5° sec. a.C.). Console nel 460 a.C., dittatore nel 458, salvò l’esercito del console Minucio circondato dagli equi sul monte Algido. Si tramanda che accogliesse a malincuore la nomina a dittatore e che, celebrato il trionfo sugli equi, tornasse a coltivare il suo terreno. Secondo una tradizione, fu fatto dittatore anche nel 439 per fronteggiare Spurio Melio.”

Parliamo di eventi di 2500 anni fa. La figura del “Dittatore Romano” è ben sintetizzata così: “Alla dittatura si faceva ricorso solamente in casi straordinari (quale un impedimento grave ad operare del console che lo nominava), e il dittatore durava in carica fino a quando non avesse svolto i compiti per i quali era stato nominato, e comunque non più di sei mesi; inoltre il dittatore usciva dalla propria carica una volta scaduto l’anno di carica del console che lo aveva nominato. Il dittatore era dotato di summum imperium, e cumulava in sé il potere dei due consoli; per questa ragione era accompagnato da ventiquattro littori. Inoltre non era soggetto al limite della provocatio ad populum, e per questo i suoi littori giravano anche all’interno del pomerium con le scuri inserite nei fasci. Tutti gli altri magistrati erano a lui subordinati. Alla dittatura i Romani facevano ricorso in situazioni di emergenza, come per sedare una rivolta (dictator seditionis sedandae causa) o per affrontare pericoli esterni e governare lo Stato in situazioni di difficoltà (dictator rei gerendae causa).”

Non vi ricorda qualcuno ?

Non è forse Monti il “dittatore chiamato per i casi di emergenza” ?

Non è forse il Parlamento Italiano quello completamente spogliato di ogni iniziativa ed umiliato a mero passacarte del volere delle lobby usuraie di Strasburgo e New York ?

Pertanto cari signori, sinistrati, destronazionali, pacifinti, papalini, etc… voi che siete scesi in piazza numerose volte, ora per difendere gli imprensentabili ducetti, ora per scioperare in nome di sindacati a libro paga, abbiate le palle per affermare

“ACCETTIAMO LA DITTATURA DI MONTI”

“ACCETTIAMO LA SOSPENSIONE TOTALE DELLA DEMOCRAZIA”

“LA COSTITUZIONE E’ CARTA STRACCIA”

“IL POTERE E’ NELLE MANI DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA”

Abbiate le palle per farlo, invece di fare i lecchini umiliati al servizio dei Padroni.

Abbiate il coraggio di pronunciare la parola “DITTATURA“.

J.G.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Commenti e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a MONTI BIS. VOGLIAMO SENTIRE LA PAROLA DITTATURA

  1. Anonimo ha detto:

    Gianfry e Pierfurby ieri hanno sancito, se mai ce ne fosse stato il bisogno, che sono due putrescenti figli della peggior politica che si sia mai vista in Italia ! Chiamano a raccolta il Nuovo proprio loro che sono veteroarnesi del parlamentarismo d’accatto che ha lasciato il paese in mano alla dittatura cleptomane delle banche!

  2. wids72 ha detto:

    Un odore nauseabondo accompagnato da conati di vomito la rappresentazione plastica di questi innominabili, l’immediato sentimento che inducono a generare…in alto i cuori!!!

  3. Daniele ha detto:

    L’Unione per il Socialismo Nazionale si presenterà alle prossime elezioni nazionali?

  4. lupoalfa ha detto:

    Daniele se leggesse con più attenzione quanto scriviamo avrebbe già trovato la risposta e le motivazioni della nostra volontà non solo di non presentarci ma anche e soprattutto convincere il 50% + 1 degli italiani a NON VOTARE per delegittimare la casta partitocratica !!!

  5. Daniele ha detto:

    >se leggesse con più attenzione

    Solo ieri ho scoperto l’esistenza del vostro partito! Stasera mi leggo il programma politico.

  6. lupoalfa ha detto:

    Bene Daniele.

  7. Egeo Francois ha detto:

    IO aborro la democrazia specie quella plutocratica e reazionaira dei “liberatori.
    Monti non è un dittatore italiano ,ma è un governatore imposto dai “liberatori e dai piselli tagliati padroni delle banche.
    Magari avessimo un dittatore come Il Duce od il Fhurer,ma purtroppo abbiamo un servo delle banche che govenra in nome dei suoi padroni.
    Io ed i miei familiari non voteremo alle prossime elezioni,speriamo che siano molti a seguirci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...