NO AL TEATRINO DELLA CASTA. NOI NON VOTIAMO.

sn spezzaCOMUNICATO 09.XII.2012

Preso atto delle dichiarazioni del sig. Monti che finalmente ha plasticamente rappresentato la sua illegittima posizione di “nominato” della cupola plutocratica antinazionale (con l’avallo del centrismo “vaticano”) colpevole di voler affamare il popolo sovrano;

preso atto che il sig. Berlusconi nonostante i danni provocati in questi anni al popolo sovrano intende ribadire la sua volontà a continuare a difendere i propri personalissimi interessi grazie anche alle truppe cammellate di una destra italiana ormai prona solo agli interessi atlantici e sionisti;

preso atto che il sig. Bersani intende rappresentare con la sua candidatura una sinistra “riformista” da sempre incapace di risolvere i problemi del popolo sovrano e succube in ogni tempo dei poteri forti e di “mitologiche resistenze democratiche ed antifasciste”;

preso atto che tutta la casta partitocratica (compresa la sinistra cosiddetta “antagonista” così come i novelli “grillin/sanculotti” di Casaleggio & co.) non ha alcuna intenzione di rivoluzionare un sistema liberista al collasso ma perpetuare (o iniziare a beneficiarne) solo i propri privilegi rispetto ai bisogni del popolo sovrano:

l’Unione per il Socialismo Nazionale – Raggruppamento Sociale Italiano, estremo difensore della Comunità Nazionale, si pone quale avanguardia per iniziare la ribellione civica del NON VOTO quale primo stadio di delegittimazione popolare di autorità senza più autorevolezza offrendo il proprio progetto politico quale base costituente di un modello si sviluppo ALTERNATIVO alla democrazia assembleare, impotente di fronte alla sfida globale della crisi sistemica innescata dall’usura apolide della moneta a debito che ha tolto di fatto ogni diritto alla sovranità di Popolo.

Non ci interessa piacere, né avere plausi; vogliamo anzitutto trovare Uomini Liberi capaci di resistere per tornare a ridare dignità alla Nazione italiana. Non diamo “posti in lista”…..(e li rifiutiamo a priori a chiunque vorrà pensare di comprarci), offriamo solo un  posto in trincea sulla linea di combattimento della DEMOCRAZIA PARTECIPATIVA.

Il Presidente USN-RSI

M.C.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicati e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

17 risposte a NO AL TEATRINO DELLA CASTA. NOI NON VOTIAMO.

  1. WERWOLF ha detto:

    ZERO VOTO! RAFFORZIAMO LA TRINCEA!

  2. roberto alessio ha detto:

    Quello che ho appena letto è una sentenza corretta ed esaustiva che definisce sinteticamente la situazione attuale. L’unica democrazia partecipativa si identifica con il socialismo nazionale. No voto, No euro.

  3. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Non siamo così scioccamente presuntuosi dal rilevare che le dimissioni di Monti siano legate alla nostra raccolta di firme finalizzate alle stesse dimissioni. Voglio solo orgogliosamente rappresentare il nostro senso della tempistica nel formulare la richesta, tempistica legata alle nostre analisi politiche e al lavoro politico della nostra squadra.

  4. Cursus Honorum ha detto:

    Mi associo SENZA SE E SENZA MA al nostro decano.

    RB

  5. Fernando Volpi ha detto:

    Sfido chiunque a trovare e a spiegare agli italiani quale sia la soluzione migliore se non quella dello ZERO VOTO!!

  6. pierleone ha detto:

    Io NON voto!

  7. nuovorisorgimentoblog ha detto:

    L’ultima volta che mi sono recato alle urne è stato nel 2006, ho votato rifondazione, se potessi, alla luce dei fatti, mi tagliarei una mano. Per quanto riguarda la democrazia partecipativa sono daccordissimo, però a me piacerebbe che a guidare l’Italia ci fosse un leader rivoluzionario che si assuma tutta la responsabilità delle scelte politiche attuate, naturalmente avvalendosi del contributo dei semplici cittadini come me (circoli bolivariani, comitati popolari ecc.ecc.). Non lo nego, a me piacciono i leader forti sul genere di Chavez e Gheddafi.

  8. luka78damico ha detto:

    Ovviamente mi associo anche io.

    Luca D’Amico

    lunedì, 10 dicembre 2012

  9. Avanguardia ha detto:

    Concordo con “nuovorisorgimento” sulla necessità di un uomo forte, di un condottiero. Ciò è indispensabile in un paese come l’ Italia, dove qualunque democrazia si tradurrebbe nel perpetuamento dei vizietti italiani tipo il voto di scambio.
    PS: avete fatto caso al fatto che Berlusconi ha sfiduciato il governo Monti quando si stava per approvvare il riordino delle province, l’ unico provedimento buono fatto da questo governo? Ancora una volta i politici ciarlieri e quell’ altra feccia vivente di politica sono salvi!

  10. wids72 ha detto:

    Ormai il dado è tratto e sfido chiunque, qualunque uomo libero nello spirito, coscientemente e consapevolmente quali architettazioni in atto in questo momento si ricollegano a tutte quelle analisi politico-economico-sociali che il movimento USN ha proclamato a più riprese. La casta usocratica si perpetua dietro logiche e dinamiche massoniche internazionale di cui il cittadino è allo scuro totale. Il programma di attuazione della rinascita nazionale è costituito dagli intenti, ribadisco, degli uomini liberi, scevrati dal condizionamento di parte di ogni ideologia o steccato mentale contrappositivo; intenti che costituiscono la fede, la tradizione, il lavoro, la mentalità e la storia di un popolo che si erge al di sopra degli usurai internazionalisti i quali mediante l’imposizione “democatica assembleare” della finanza creativa hanno distrutto, ma non del tutto, civiltà millenarie. Da queste ceneri fumanti ribollono gli ardori di chi ancora crede e ama questa patria nella sua ricostruzione valoriale e spirituale. In alto i cuori!!!

  11. Vincenzo ha detto:

    BOJA CHI MOLLA!!!!!!!
    EJA!!!!

  12. lupoalfa ha detto:

    Ho una sensazione sulla pelle….; ma se Silvio lavorasse “per il re di Prussia” ? Cioé é l’ultima cambiale che ha da pagare alla cupola: entra in campo, fa casino, fa alzare lo spread, mette paura perché é “l’omo nero”, così il popolo bue voterà il “salvatore” Monti (o Bersani) e tutti zitti !!!

  13. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    A questo punto non è da escludere nulla; comunque attenti a quei tre: Monti, Berlusconi ed Enrico Letta, altro elemento del Bilderberg e della Trilateral !!!

  14. Avanguardia ha detto:

    lupoalfa, Monti non può prendere più voti di Berlusconi perchè non ha il carisma del Cavaliere.

  15. pikatrix ha detto:

    Hanno a che fare anche con Aspen.. dove si incontrano finanza politica pdl-pd affari insomma succursale in italia delle altre due sopra nominate.. informatevi su chi vi partecipa e troverete sempre i soliti noti che sui media asserviti fanno la commedia per mantenere “il popolo in fazioni” .. fumo negli occhi…

  16. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    A questo punto la partecipazione alle prossime elezioni rappresentano, in percentuale, la cartina di tornasole della stupidità degli “italioti”.

  17. Daniela Roccella Usn ha detto:

    ASTENSIONISMO! Senza il minimo tentennamento, dinnanzi ad una tornata elettorale che rappresenterà una vergognosa farsa e nell’ambito della quale l’intero arco politico sarà coinvolto in un vergognoso “gioco delle parti” utile e connivente al “sistema usurocratico che sta inghiottendo Popoli e Nazioni”….basta guardarsi intorno…..E’ questione di Coscienza…bisogna delegittimarli….Eja

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...