Laboratorio: URANIO IMPOVERITO IN SARDEGNA

basi nucleari usaIl 9/1/2013 è terminato, con la loro conferenza stampa, il lavoro dei Senatori della Commissione d’inchiesta sull’Uranio impoverito, che sarebbe la causa che avrebbe ucciso, oltre alcuni contadini e alcune animali della zona, più di 250 soldati e, conseguentemente causato la malattia per contaminazione da uranio impoverito, altri 2500 soldati italiani.  Un bollettino di guerra! Nel verdetto finale il Presidente della commissione Giorgio Rosario Costa ha paradossalmente detto: “la commissione non può né asserire né escludere con certezza la sussistenza di un nesso causale tra l’esposizione all’uranio impoverito e l’insorgere di patologie tumorali”, aggiungendo per altro che “non ha acquisito alcun elemento circa la presenza di tracce di uranio impoverito nelle aree dei poligoni di tiro militari” in quanto “le forze armate non hanno mai utilizzato né posseduto o stoccato sul suolo nazionale munizionamento di tale tipo”.  

Anche il più ingenuo di tutti può intravedere in questa faccenda uno spettro a stelle e strisce. Questo purtroppo non viene molto reso noto ma in Sardegna sono presenti ben 8 BASI MILITARI AMERICANE CHE USA ANCHE LA STESSA NATO! Le basi americane sono;

1.Teulada (7.200 ettari), penisola nel Sulcis Iglesiente è la più grande zona addestrativa straniera che include con diverse “intensità di fuoco” tutta la costa da Capo Teulada a Capo Frasca nel Golfo di Oristano. La zona è usata per esercitazioni aeree ed aeronavali della Nato e della Sesta flotta (tiro contro costa) ed include anche un centro addestramento per unità corazzate.

2. Decimomannu, e’ l’aeroporto probabilmente più grande della Nato. La sua superficie è vasta quanto quella di tre aeroporti civili; Si tratta di un vecchio aeroporto rimesso in funzione nel 1955 in seguito ad un accordo tra Germania, Canada ed Italia.

3. Salto di Quirra (12.700 ettari) una vasta zona comprendente poligoni missilistici sperimentali ed addestramento interforze. I poligoni sono situati presso il paese di Perdas de Fegu. Lungo la costa si giunge a Capo san Lorenzo: li si addestrano unità della Nato e delle Sesta Flotta con attività nelle varie combinazioni terra-aria-mare.

4. Capo Frasca (1.416 ettari) è un poligono di tiro Usa e Nato. Vi sono situati impianti radar, eliporto e basi di sussistenza.

5. Tempio. Base Nato per ricerche impianti radar. Inizialmente vennero installate anche rampe missilistiche.

6. Tavolara: base Usa per stazione radiotelegrafica ad onda lunga per poter comunicare con i sommergibili.

7. La Maddalena – Santo Stefano: base d’appoggio per i sommergibili nucleari Usa.

Le cifre dei soldati le ha citate nell’ottobre del 2007 Arturo Parisi, ex Ministro della Difesa durante il governo Prodi.

Con questa conferenza di Gennaio si chiude la “tripletta” dei verdetti negativi riguardo questa VERGOGNOSA FACCENDA, iniziata nel 2003,  che come tutte le situazioni scomode in Italia, tendono magicamente a scomparire.

Per concludere, sono stati stanziati 75 milioni euro per la bonifica dei poligoni anche se, per stessa dichiarazione del presidente della commissione, sarebbe necessari ben 300 milioni di euro……in definitiva:

Qual’è l’utilizzo di questi 75 MILIONI ?

oppure

Chi li mette gli altri 225 MILIONI ?

Fab

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Laboratorio e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Laboratorio: URANIO IMPOVERITO IN SARDEGNA

  1. Anonimo ha detto:

    Che scrivere….. Nel 1945 abbiamo perso la guerra per colpa della giudeo-massoneria! Onta in parte sanata dai combattenti dell’Onore della stupenda Repubblica Sociale Italiana! E ora di cosa ci lamentiamo??!! Quegli Uomini e quelle Donne del Sangue contro l’Oro non ci stanno piu’!!!!! Facciamocene una ragione!!! Per l’Onore d’Italia!!!

  2. WERWOLF ha detto:

    COME SI DICE DALLE MIE PARTI….ALLORA CRISTO è MORTO DI FREDDO!

  3. Anonimo ha detto:

    No,e’ morto sempre per causa Loro. I cc.dd. Fratelli Maggiori……

  4. francesco ha detto:

    Questa e’ una delle tante e miserevoli pagine dell’ italietta provincia e succursale dell’impero.

  5. Anonimo ha detto:

    E che fa l’usurpatore governo tecnico Monti? Appoggia in toto con il nostro Sacro suolo le milizie atlantistiche…. Che miseria!!!

  6. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Non dimentichiamo mai che ci sono clausole segrete del trattato di pace firmato nel 1947 dal cittadino austriaco prestato all’Italia, Alcide De Gasperi, che non sono state masi rastificate dal parlamento italiota. Nessuno dei politici che hanno attraversato Palazzo Chigi ha mai avuto il coraggio di denunciare la situazione di cui è venuto a conoscenza con tale incarico.. Chi va a votare sta eleggendo dei pusillanimi venduti al nemico; il popolo bue è tenuto all’oscuro del peso che grava sulle sue spalle. Continuiamo a far morire i nostri ragazzi per tutelare interessi stranieri. L’uranio impoverito si trova nei proiettili delle missioni NATO che hanno avvelenato i territori in cui sono arrivati i “liberatori”. La commissione parlamentare non ha avuto il coraggio di denunciare la causa effetto con l’avallo di alcuni noti medici che hanno redatto le varie relazioni cliniche sull’argomento.

  7. Fernando Volpi ha detto:

    Lo sanno anche le pietre che esiste un nesso di causalita’ tra le patologie e l’esposizione all’uranio impoverito! Cosi’ come tutti sanno che la cosa rimarra’ lettera morta perche senno’ lo Stato dovrebbe riconoscere indennita’ per milioni di euro! E i nostri generali se ne stanno a sguazzare nel letamaio coloniale invece di incazzarsi e far quadrato attorno ai loro uomini che si sono ammalati

  8. Daniela Roccella Usn ha detto:

    La Sardegna ed intere aree del Mezzogiorno, rappresentano territori calpestati e lesi sia dall’abusivismo nello smaltimento di rifiuti, principalmente tossici, provenienti anche dall’estero…..e soprattutto dagli abusi ambientali (e non) operati dalla presenza delle basi militari statunitensi…..basta guardare alla realtà della base Nato Siciliana…..inquinamento falde acquifere….presenza di nucleare….progetto Muos…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...