IL GOVERNO DELLA CASTA CONTRO LA COMUNITA’ NAZIONALE.

338145_347989715314285_522027507_oNel verificare le modalità di composizione del governo, le componenti che lo formano, i ministri designati, l’Unione per il Socialismo Nazionale non può che ritenere l’esecutivo imposto da Giorgio Napolitano e guidato da Enrico Letta contrario agli interessi della Comunità Nazionale e lo accusiamo di “intelligenza con il Nemico”, riferendoci alle imposizioni della cupola usurocratico-bancaria apolide internazionale di riferimento per le politiche economico-monetarie ed alle imposizioni che la massoneria conclama nell’assetto di realizzazione del NWO (New World Order) in cui il capisaldo dei flussi migratori incontrollati é utile e necessario a determinare la morte delle Stirpi e dei Popoli in una miscellanea informe e senza più legami di razza, di tradizione e di cultura. Lo si evince dai nomi inseriti nei ministeri chiave – vedi “esteri” ed “economia” – e l’affidamento di un ministero assurdo quanto inutile come quello della “integrazione” ad una persona di provenienza extraeuropea che non si capisce per quale motivo, con la laurea che possiede, non sia ritornata in Congo, sua Nazione di origine, a portare benefici al Popolo a cui appartiene.

In termini invece strettamente politici possiamo rilevare in questa fase il consolidamento di fatto del ritorno di una nuova/antica maggioranza partitocratica che é in definitiva la riesumazione di un partito democratico – cristiano in cui si rifondono le componenti uscite malconcie dalla stagione di “mani pulite” del 1992 e la riaggregazione delle altre forze laiche minori che davano vita ai governi cosiddetti di “pentapartito”.

Per quanto attiene alle cosiddette “opposizioni” parlamentari crediamo necessario ricordare che da un lato esse sono rappresentate da una “sinistra” più attenta ai diritti dei “diversi” che alle necessità del Popolo italiano e dall’altro da una formazione che rimane “secessionista” con il suo progetto macroregionale e dunque anti nazionale in termini operativi; anch’esse quindi operano indirettamente in collusione con il Nemico.

Non consideriamo il M5S capace di raccogliere realmente la bandiera della ribellione contro la volontà distruttiva della Nazione per una mancanza di fondo di una cultura, una dottrina ed un progetto concreto di alternativa di modello di sviluppo ed invitiamo i cittadini a non farsi incantare da chi sta facendo perdere solo tempo prezioso – nella sua conclamata inconcludenza – per evitare il disastro finale.
La difesa della Comunità Nazionale é l’unica strada da percorrere e chiamiamo a raccolta tutti gli Uomini Liberi sulla linea del fronte di resistenza.
La Presidenza USN-RSI
M.C.

550410_384369214970080_1410162525_n

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicati e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a IL GOVERNO DELLA CASTA CONTRO LA COMUNITA’ NAZIONALE.

  1. wids72 ha detto:

    Non avevamo dubbi sulla composizione del nuovo governo a quali logiche e direttive sovranazionali discendesse e sui reali obiettivi nefasti da perseguire….noi continuiamo per la linea retta incrollabili nei nostri valori e ideali. In alto i cuori!!!!

  2. Maurizio Canosci ha detto:

    Le azioni violente di squilibrati – che condanniamo con qualche “se” e qualche “ma” – sono il pericolo maggiore per chi, come noi, intende lottare politicamente contro una democrazia autoreferenziale perché creano artatamente un alibi assolutorio per l’oligarchia di potere; la massima disciplina e coscienza é pertanto dovuta e necessaria per ogni militante di USN-RSI in questa fase critica al fine di rendere impermeabile la nostra realtà da qualsiasi inquietante mossa incontrollabile e incontrollata. Teniamo alta la vigilanza e pur nella fermezza delle nostre convinzioni rimarchiamo la nostra saldezza morale ed etica.

  3. WERWOLF ha detto:

    “Era ferito sull’asfalto e urlava…”, afferma un Carabiniere. “Si capiva che era un gesto di rabbia, ma loro – e indica il Palazzo, Camera e Palazzo Chigi – non lo sanno, vivono in un mondo loro, non capiscono che poi la gente se la prende con noi che facciamo servizio in strada…”. “Li vedo quando prestiamo servizio davanti al ministero… Escono i sindacalisti a braccetto e dicono: ‘L’accordo non si è fatto’. Per loro non cambia niente, per tante famiglie cambia molto.

  4. Maurizio Canosci ha detto:

    Il dato certo é uno: il governo “di larghe intese” pone senza più paracaduti la partitocrazia di fronte alle dirette proprie responsabilità. O risolvono i problemi reali oppure – come avvenne per l’italietta di giolittiana memoria e la repubblica di Weimar tedesca – dovranno essere le forze sane della Nazione saper riprendere in mano con vigore ed energia le redini della dignità di un Popolo che non vuole terminare la sua esistenza senza colpi di reni nell’oblio della Storia causata dalla propria inadeguatezza a voler vivere del Valore della Stirpe. Tertium non datur !

  5. Anonimo ha detto:

    Piena solidarieta’ senza se e senza ma all’Arma dei Carabinieri e totale condanna per il folle gesto!

  6. Uomo Libero ha detto:

    Mentre la cravatta viene stretta intorno al collo dell’Italia giorno dopo giorno per mano dell’Usura Internazionale, voglio ricordare un compagno, un socialista, un nazionalista, che condusse l’Italia alla Rinascita.
    28 aprile 1945 – 28 aprile 2013 ONORE AL COMPAGNO-CAMERATA BENITO MUSSOLINI
    PRESENTE!
    PRESENTE!
    PRESENTE!

  7. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Massima vigilanza; l’ attuale governo è nemico dello stato-nazione e la liturgia di regime serve solo a distrarre l’attenzione del popolo bue dai reali problemi del paese Italia. Il bello ha da venire nei prossimi mesi !

  8. WERWOLF ha detto:

    CONCORDO CON STELVIO SIAMO SOLO ALL’INIZIO…IL MALESSERE SOCIALE…è SEMPRE PIU’ IN AUMENTO!

  9. Calandra Srl ha detto:

    L’ha ribloggato su Fronte Socialista Nazionale.

  10. Lupo di Selva Usn ha detto:

    SI E’ INSEDIATO UN GOVERNO CHE NELLA SUA COMPOSIZIONE RAPPRESENTA SIMBOLICAMENTE E CONCRETAMENTE I DETTAMI DELLA STRUTTURA PLUTOCRATICA DEL NUOVO ORDINE MONDIALE.
    QUELLO CHE PIU’ ADDOLORA E’ VEDERE IL POPOLO ITALIOTA CHE NON SI AGGIORNA, CHE NON VA OLTRE A CIO’ CHE VEDE E CHE REPUTA DI “AVERE UN GOVERNO”, LASCIANDOSI ABBINDOLARE DAI PROCLAMI.

    GRAVISSIMA L’USCITA DI NAPOLITANO CHE RIGUARDO AGLI SPARI DAVANTI A PALAZZO CHIGI, HA OSATO PRONUNCIARE: “NON CI LASCEREMO INTIMIDIRE!”.
    COSI’ DISTANTE, SENZA FARSI GARANTE E SENZA OFFRIRE UNA PAROLA DI SPERANZA AL POPOLO DISPERATO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...