LA SITUAZIONE ARGENTINA

kirchnerRiceviamo e pubblichiamo:

Nel 2003 viene eletto con il 23% dei voti Nestor Kirchner in una elezione presidenziale anomala in quanto Carlos Menem non si presenta al ballottaggio travolto da scandali vari. Questo presidente sconosciuto venuto dal profondo sud, era governatore della provincia di Santa Cruz, comincia immediatamente a sviluppare politiche economiche e sociali di rapido impatto per fare fronte alla drammatica condizione di un paese strozzato dai debiti (FMI & partners) e si distingue politicamente per la lotta ai poteri forti esterni ed interni che avevano e a tutt’oggi hanno, sempre giocato al ribasso per fare i loro affari e per scappare con gli utili.

Vengono nazionalizzate nell’ordine Anses (inps), Aerolineas Argentinas (distrutta da una cordata di salvatori della patria spagnoli che l’avevano cannibalizzata), la Banca Centrale Argentina!!!!, la zecca dello Stato!!!, parte delle ferrovie distrutte da anni di abbandono neo – liberista e ultima non per importanza YPF ( la nostra Eni) !!!! malgestita e spolpata da una multinazionale la quale non rispettando il contratto che aveva con lo stato argentino, veniva ESPROPRIATA, restituendo un asset strategico di fondamentale importanza per lo sviluppo futuro del paese, basti pensare che la restituzione della sovranità energetica potrebbe portare in alcuni anni ad una autarchia energetica, da paese importatore a ESPORTATORE DI IDROCARBURI E GAS.

Entrano nuove partnership commerciali quali India, Cina , Russia e cambiano le politiche di esportazione anch’esse verso questi mercati ed altri interessanti a futuro quali Asia e Africa. Si tocca con mano un forte non allineamento alle politiche atlantiste, in contrasto come più volte ribadito nei G20 sopratutto sulle visioni di sviluppo di paesi con debito pubblico alto, non ultima la ferma posizione anti-colonialista e anti-imperialista riferita alla situazione MALVINAS, che tutti conosciamo e sulla quale il governo Kirchner, decidendo di assumere la via diplomatica per la risoluzione del conflitto, tanto successo e appoggio sta ricevendo nell’ambito della comunità diplomatica internazionale.

Nel 2005 G. Bush jr arriva a Mar del Plata con in tasca un trattato pronto per la firma chiamato ALCA, invito tutti i a cercare su youtube il discorso di Chavez Alca 2005, il quale atto pretendeva trasformare la regione sud-americana in una enorme colonia di schiavi utenti, soggetti a vessazioni politiche economiche e senza diritti se non quello di vendere le merci della regione al prezzo stabilito da loro e comprare i prodotti finiti sempre e solo a loro al prezzo da loro stabilito….Nestor quella mano sudicia di sangue non la stringe! E lo invita a tornarsene a casa sua…appoggiato dal Brasile di Lula, dalla bolivia di Evo Morales, dal Venezuela del Comandante Chavez.

Altre politiche sociali degne di essere ricordate: l’assegnazione universale per figlio, e per le donne incinta, in pratica lo stato garantisce un reddito sociale minimo a queste famiglie indigenti a cambio di registrazione nel registro delle persone fisiche, dell’obbligo dello studio e dell’obbligo alle vaccinazioni preciste per legge, se non sussistono queste condizioni l’assegno viene revocato. Ancora vengono costruite più di mille scuole, viene destinato il 6,47%!!!! del Pil all’educazione, rimpatriati centinaia di scienziati che erano fuggiti all’estero per mancanza di lavoro degno nel proprio paese, vengono distribuite 2 milioni di netbook agli studenti delle scuole superiori statali, i pensionati PER LEGGE DELLO STATO, hanno un aumento 2 volte l’anno, viene fatta una legge sui mezzi audiovisivi per far si che i monopoli dei solitinoti smettano di fare gli interessi propri e non del paese dove operano, GAS ELETTRICITA’ ACQUA sono sovvenzionate dallo Stato il quale ti paga quasi il 70% della bolletta!!!!

Sono in atto misure protezionistichevolte a regolare la bilancia commerciale (non ti compro nulla se tu non investi e vieni a produrre o assemblare in situ con lavoro argentino), si sta incentivando la pesificazione dell’economia, vizio quello del dollaro sotto il materasso, che il popolo argentino non si toglierà facilmente.

Tutto questo come ? Un miracolo?

No! Il rapporto PIL DEBITO PUBBLICO è SCESO AL 40%, le riserve monetarie hanno raggiunto e superato i 50 miliardi di dollari, i debiti interni ed esterni (Corralito e club di Parigi) sono estinti pagati e alcuni in via di estinzione, la bilancia commerciale è positiva, le entrate fiscali aumentano ogni anno a due cifre percentuali, dal 2003 ad oggi la crescita del PIL è stata del 100%!!!! Ah quasi dimenticavo che hanno scoperto dopo la sua nazionalizzazione, che l’Anses (INPS) produceva utili, allora hanno pensato di usarli per finanziare progetti infrastrutturali e politiche per la costruzione e il finanziamento di case popolari. Costruite quasi un milione di VIVIENDAS per gli abitanti della Villas Miserias.

Alcuni borghesi annoiati nel mentre protestano con le pentole per strada per avere dollari e per avere il diritto a viaggiare all’estero, se solo presentassero la dichiarazione dei redditi…

M.M.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a LA SITUAZIONE ARGENTINA

  1. WERWOLF ha detto:

    MOLTO INTERESSANTE E FINALMENTE CHIAREZZA….SULLE FANDONIE SCRITTE SULL’ARGENTINA DALLA STAMPA OCCIDENTALE!!

  2. wids72 ha detto:

    Perchè Letta non si documenta per il rilancio del Paese sui programmi di politica economica della Kirchner….ah dimentichiamo!!!! in Italia governano i poteri tecnocraticti mondialisti e tutto ciò che non rientra nei loro programmi d’usura internazionale ” paese canaglia”…in alto i cuori!!!!

  3. Avanguardia ha detto:

    Un governo del fare.
    Aggiungo che la signora è una bona. Si sa, il corpo è lo specchio dell’ anima.

    *** forum “socialismo nazionale” su http://www.termometropolitico.it ***

  4. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Il progetto argentino è nel programma dell’Unione Socialismo Nazionale che a sua volta è ispirato all’esperienza italiana del “deprecato” ventennio. Questa è l’unica alternativa possibile per uscire dalla crisi, altrimenti il declino irreversibile è dietro l’angolo di questo paese di “zombi”

  5. Fabio ha detto:

    Le strategie di disinformazione circa l’operato della presidenta passano anche dai quotidiani che, puntualmente, evidenziano l’effimero per nascondere l’essenziale…a volte, come nel caso seguente, gli va male.
    http://www.corriere.it/esteri/13_maggio_03/corriere-della-sera-condannato-kirchner_e36dcfbc-b3f3-11e2-a510-97735eec3d7c.shtml

  6. Daniela Roccella Usn ha detto:

    …Che la Kirchner trovi la forza e il sostegno per proseguire in questo difficile e complesso mandato….che possa avanzare con le sue politiche socializzatrici e nazionaliste traendo ed offrendo forza agli altri coraggiosi Paesi dell’America Latina…..
    Insieme si guardino le spalle dalle insidie del Mercosur ( …”organismo istituito con il Trattato di Asunción il 26 marzo 1991 dai presidenti del Brasile, dell’Argentina, del Paraguay e dell’Uruguay. Questo trattato ha come obiettivo la creazione fra i quattro Paesi di un mercato comune fondato sulla libera circolazione dei beni, dei servizi e dei fattori della produzione, sulla comunanza della politica commerciale e della tariffa estera, sulla coordinazione delle politiche macroeconomiche e settoriali e sulla armonizzazione delle legislazioni degli Stati firmatari, allo scopo di rafforzare il processo di integrazione”…) in quanto molto simile “a promesse” a quell’ente, il M.E.C., dal quale partì quel percorso che avrebbe dovuto migliorare l’economia europea…
    Ha rappresentato invece una trappola in quanto, gli adattamenti e le omologazioni del mercato e del commercio, hanno rappresentato il primo squarcio nelle sovranità nazionali dei vari Stati Membri.
    Aperta la breccia, da allora si è sviluppata una parabola ascendente di Enti sempre più finanziari, che si sono trasformati nelle sedi della “plutocrazia usurocratico/finanziaria” europea, atlantica e sionista…….

  7. marco bernabei ha detto:

    un bellissimo articolo

  8. Avanguardia ha detto:

    Il Corriere della Sera deve pagare 41 mila euro alla presidente dell’ Argentina per diffamazione. In pratica la storia degli shopping a Roma era una buffala, anche perché in quei giorni non era ancora arrivata a Roma.

    http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=45449

    *** forum “socialismo nazionale” su http://www.termometropolitico.it ***

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...