CHIMICA DI UNA RIVOLUZIONE

sn unionepopoloCrediamo sia arrivato il momento di cessare le lamentazioni per i soprusi del Sistema , non perche’ questi non infliggano dolore al nostro popolo o perche’ soffrano di un carattere di esagerazione ma perche’ nessuna realta’ Umana e’ mai riuscita a mutare il proprio destino vestendo i panni della vittima sacrificale . Il Popolo Europeo subisce e occasionalmente protesta ma difetta di una dote essenziale a capovolgere il trend sociale , economico e culturale negativo  a proprio vantaggio e che noi definiamo in altri termini, spinta Rivoluzionaria.  Per Rivoluzione intendiamo qualcosa che faccia appello finalmente alla etimologia del termine , traducibile in RADICALE TRASFORMAZIONE DI ASSETTO. Non esistono d’altronde alternative credibili perche’ qui , non trattiamo di sistemici difetti marginali ma del corpo grosso dei regimi liberal- capitalisti al potere . Il Sistema e’ stato conformato geneticamente in tutti i suoi aspetti per funzionare come funziona, al punto di legittimare la propria immorale esistenza nel brodo educativo di generazioni di oppressi e condizionati . Non si puo’ sostituire solo e per esempio , i meccanismi elettivi alla ricerca di una superiorita’ etica dei rappresentanti del Popolo perche’ tale superiorita’ non esiste nel parco delle risorse umane del Liberalismo Democratico del quale sarebbero inevitabilmente e peraltro , mortali nemici. Non si puo’ rivedere parzialmente le dinamiche relazionali tra Capitale e Forza Lavoro perche’ il meccanismo in vigore e’ basato su una logica globalizzata,  coercitiva ed essenzialmente decerebrata della produzione e del consumo e questa , senza alcun riferimento  alle reali necessita’ di un Popolo.

Non possiamo naturalmente lasciare intatta l’architettura dello Stato quale quella che subiamo oggi ,spingendo per la riacquisizione di uno straccio di Sovranita’ poiche’, la interdipendenza di tipo Coloniale che le Nazioni Europee hanno di fatto ratificato ne e’ parte integrante , strutturale , sotto il profilo Economico e Strategico e non ultimo Psicologico

Il Regime non consentira’ mai di rinunciare ad una sola delle sue implacature di sostegno , perche’ queste sono interdipendenti e solo nella loro interezza possono garantire la perpetuazione di un guasto che loro chiamano VOLONTA’ POPOLARE e noi , POTERE DEI MEDIOCRI E ABUSO DI CASTA.

E’ da queste riflessioni di una evidenza sconfortante che nasce lo schema RIVOLUZIONARIO anche se il termine e’ stato orrendamente sfigurato , anche se addirittura , il suo suono ,  pare desueto , storicamente sorpassato , esausto.

Di fatto , l’umanita’ non e’ stata capace di creare una alternativa di definizione per quella che siamo convinti sia , l’unica via d’uscita esplorabile da una disperazione di massa che perdura da quasi sette decenni e la quale , ha annichilito milioni , trasformando la NAZIONE in Dominion e il POPOLO in gregge narcotizzato.

Nessuna illusione quindi ! E con questo , nessuna speranza che miracoli istituzionali o catastrofi sistemiche possano “migliorare” lo scenario.

 Il Sistema non e’ in CANCRENA e’ LA CANCRENA e come ogni organo agonizzante all’interno del quale non scorre vita , sangue , futuro insomma , l’amputazione e’ un obbligo terapeutico perche’ il tessuto sano possa sopravvivere , crescere , esistere.

RIVOLUZIONE quindi ed e’ essenziale capire , ricordare , che una RIVOLUZIONE e’ un atto violento, SEMPRE , INEVITABILMENTE , NECESSARIAMENTE e sei noi auspichiamo una RIVOLUZIONE , siamo coscienti delle implicazioni che la cosa comporta .

Siamo consapevoli che il Sistema resistera’ fino all’ultima risorsa economica e  militare , perche’ la fine di una epoca coincide sempre con uno scontro frontale e che questo , provoca sempre vittime e distruzione prima di un qualsiasi FUTURO.

Chi immagina una improvvisa sollevazione  che cacci dai “Palazzi “ di tutta Europa un Sistema radicato fino nell’anima del Popolo , sbaglia , vagheggia , gioca con una teoria onirica e non con i fatti.

Una RIVOLUZIONE richiede un obbiettivo inequivocabile ma sopratutto la individuazione chirurgica del NEMICO e delle forze destinate ad affrontarlo. Il Contenuto intimo di una RIVOLUZIONE e’ sempre Elitario, cioe’ legato ad una precisa formazione intellettuale, ad una forza spesso fanatica nella sua determinazione e nel suo ruolo organizzativo, militante.

Esiste poi lo strato umano diffuso che rappresenta il cuore dell’impulso Rivoluzionario sul piano pratico e con questo intendiamo gli uomini che con una presenza mobile, tenace, raccolgano consenso, partecipazione, capaci di trasformare il mormorio vittimistico in rabbiosa e diffusa spinta distruttiva di popolo e capaci di avvelenare diluiti nella ‘Folla” e progressivamente, le dinamiche di cooperazione coercitiva tra Gente e Potere,  spingendo le dinamiche rivoluzionarie  ad un punto di NON RITORNO.

Essenziale lo sviluppo del supporto di base, il rapporto popolare che attivamente coopera e che rappresenta una immensa barriera antirepressiva dove il sistema confronta il muro di gomma impenetrabile di una capillare fedeltà’, incondizionata, quartiere dopo quartiere, casa per casa, stanza per stanza.

Infine gli uomini destinati a reggere La NAZIONE a fase rivoluzionaria conclusa e parliamo della Aristocrazia Etica, del Cursus impeccabile , della assenza di qualsiasi, fosse anche minima passata complicita con il sistema’. Uomini intellettualmente preparati, Volontari assoluti , forniti di un codice etico inossidabile, servi della NAZIONE adatti al comando capaci di inflessibile obbedienza e per i quali il compromesso e’ crimine .

Ecco, questa la struttura umana, gli strati indispensabili, le risorse necessarie ad una Rivoluzione Nazionale e tale irrinunciabile scenario, comporta un lavoro lento di formazione , di controinformazione di diffusione del senso della Rivolta Sociale perche la  Liberazione possa iniziare su presupposti non populistici, emotivi o peggio, individualisticamente utilitaristici ma con ben’altri e piu’ adatti strumenti di offesa.

Noi siamo uomini del nostro tempo e anche se la nostra formazione ha solidi riferimenti storici e dottrinariamente inequivocabili, abbiamo il dovere militante ad un approccio realisticamente contemporaneo, perche’ con la perdita della coscienza delle contingenze non si perda la congiunzione dei mille fattori indispensabili all’atto Rivoluzionario e alla sua evoluzione.

Ecco perche’ non crediamo alle rivolte di categoria, alla protesta sulle accise, alla ostilita’ per l’aumento del costo degli assorbenti, alle lamentazioni vittimistiche circa il suicidio dell’imprenditore X o per la invasione Maomettana della provincia Y !

Ecco perche’ noi auspichiamo in qualche modo un peggioramento delle condizioni Sociali, una esacerbazione degli squilibri tra ricchezza e poverta’, un deterioramento della situazione occupazionale .

Auspichiamo il peggio con dolore, perche’ il nostro e’ un ruolo alchemico che richiede un equilibrio complesso di rottura , perche’ il nostro Popolo , decida con Noi di dare finalmente Battaglia e con questa, di ottenere una Vittoria e non nell’arena dell’ autopietismo piu’ umiliante  e neanche in quella di una violenza trascurabile e priva di speranza tattica.

Noi non vogliamo ventenni a languire nel puzzo di vernice di una cella di regime, non vogliamo uomini chiusi nei sacchi di plastica ad attendere un riconoscimento.

Non Vogliamo barricate fragili destinate a cedere tra l’indifferenza di un popolo che rinnega quasi sempre i suoi figli ribelli.

Noi vogliamo innanzitutto che un cambio intimo di cultura, provochi una rivolta dell’anima , una fiammata definitiva di orgoglio e di appartenenza, un rifiuto che ha la sua origine nella onesta’ dei nostril Padri e nelle loro speranze deluse e tradite.

Allora e solo allora, avremo la Chimica per una Rivoluzione Sociale  che cambiera’ il volto stesso di questa Nazione e quindi il destino dei nostril figli.

Reparto USN  Confederatio  KELLER

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a CHIMICA DI UNA RIVOLUZIONE

  1. wids72 ha detto:

    Si è vissuti in un sistema il cui benessere illusorio ha portato il vuoto nerll’anima, il materialismo imperante ha condotto l’uomo ha perdere se stesso quel senso di “deità” che ha comportato a credere solo se vede e tangibilmente percepisce…L’uomo può essere oltre se stesso se crede quello che è in realtà fragile se vive nell’isolamento; non siamo isole, siamo esseri portati all’essere “comunità” e questo e vivere un qualcosa che va oltre se stessi. La verità rende l’uomo libero ed è questa la fase storica nel quale votare il proprio cammino al perseguimento della vera indentità…In alto i cuori!!!!

  2. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Solo la fiamma della verità rivoluzionaria potrà sciogliere il ” museo delle cere ” che è al potere da settant’anni.

  3. Avanguardia ha detto:

    Condivido al 100% tutto il comunicato.

    *** forum “socialismo nazionale” su http://www.termometropolitico.it ***

  4. Cursus Honorum ha detto:

    Avanguardia :-)

    tutti i tuoi commenti vanno nello SPAM per via dei link..mi tocca sempre “riprenderli”….te lo dico per info

    se ne sparisce qualcuno non è censura ma che li perdiamo….

  5. Lupo di Selva Usn ha detto:

    COME ANCHE EZRA POUND CITAVA: “LO SCHIAVO E’ QUELLO CHE ASPETTA QUALCUNO A LIBERARLO”.
    NOI NON CI SENTIAMO E NON VOGLIAMO ESSERE SCHIAVI E INSIEME A NOI TANTI ALTRI; PERTANTO, SOSTENUTI DALLA BASE VALORIALE DELLA STORIA DALLA QUALE PROVENIAMO, PROCEDIAMO AVANTI.
    SURSUM CORDA!

  6. Avanguardia ha detto:

    Cursus Honorum, provo a inserire il link del forum che sponsorizzo nel record “Sito web”, vediamo se riesco ad evitarvi complicazioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...