FRONTE ALTA SOPRA LE ROVINE.

775145_123304974509360_1922763452_oLa storia della Repubblica antifascista ci ha regalato perle di ogni genere quanto ad ignavia, malaffare e collusione con intelligenze antinazionali: abbiamo visto frotte di politici e uomini di stato pensare ai loro maggiorenti stranieri ed eseguirne i desiderata, piuttosto che concentrare gli sforzi sul futuro di un paese che aveva pressoché segnato il suo misero destino; diciamo pure che, tranne qualche rarissimo caso, in Italia si sono visti solo dei viceré in servizio permanente. Di tutti gli schieramenti, nessuno escluso (intesi signor Grillo Giuseppe ? ). Ciò detto,  e senza dilungarsi troppo su cose arcinote quanto ultraignorate a causa del grasso suino che ha sostituito gran parte della materia grigia cerebrale degli italiani, vale la pena tornare sul nuovo prodotto uscito dallo squallido gioco elettorale. Non solo vale la pena ma è un dovere civico al quale nessun italiano degno di questo nome dovrebbe sottrarsi. E allora non ci sottrarremo alla doverosa denuncia nei confronti di un capo dello stato (il minuscolo è voluto ! ) che da più di due anni esercita le sue prerogative istituzionali in una maniera che definire anticostituzionale sarebbe il minimo.Ma nessun cattedratico costituzionalista sembra essersene accorto: tutti allineati e coperti per non rischiare ritorsioni ai loro privilegi o per non vedere compromesse future cariche politiche. E dire che da scrivere ci sarebbe eccome sulla trasformazione istituzionale subita dall’Italia con Napolitano: una repubblica passata dall’essere parlamentare (così vorrebbe il dettato e la prassi costituzionale) ad una semipresidenziale dove però il presidente non lo ha eletto nessuno,  ma praticamente si è quasi autoriconfermato grazie alla complicità omissiva di un parlamento autocloroformizzatosi per incapacità manifesta.

E veniamo alla novità dell’ultimo scorcio di questa misera storia da basso impero: la presidentessa della Camera, ovvero la terza carica dello Stato. Quando ne abbiamo udito il nome,  inutile negare che in molti abbiano subito pensato alla sua ascendenza. Sbagliandosi quanto all’aspetto anagrafico ma non sbagliando affatto riguardo al livoroso rancore ed alla mefistofelica cattiveria che naturalmente sembrano albergare nelle viscere di una signora che – ne siamo piu’ che certi – avrebbe ben ricoperto anche il ruolo di macellaio di italiani che fu appannaggio del famoso compagno “Bulow”.

La signora di cui parliamo è un mix indigeribile del peggio che una Nazione in via di decomposizione non dovrebbe mai avere per non rischiare di sprofondare definitivamente: moderno giacobinismo al caviale, positivismo internazionalista e consolidati legami con quegli organismi sovrazionali preposti alla distruzione deli Popoli.

Insomma non c’è da stare allegri,  soprattutto per coloro che hanno deciso di non cedere più nemmeno un metro di terreno davanti al mostro poliforme che assedia le sovranità nazionali. Ma attenzione, lor signori sanno bene di avere molta forza e di poterla usare; così come sanno dosare forza e cattiveria quando ci vuole e blandizie in altri casi. Importante è e sarà rimanere sempre Uomini sopra le rovine.

Fernando Volpi

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a FRONTE ALTA SOPRA LE ROVINE.

  1. Lupo di Selva Usn ha detto:

    QUELLA CHE SI E’ INSEDIATA E CONCLAMATA AL GOVERNO RISULTA ESSERE UN’ENTITA’ OLIGARCHICA E PLUTOCRATICA, CHE RAPPRESENTA LA MASSIMA EMANAZIONE STRUTTURALE DEL POTERE NUOVORDINEMONDIALISTA.
    IN QUEST’EPOCA DAVANTI AI NOSTRI OCCHI SI STA MANIFESTANDO IL FENOMENO SECONDO IL QUALE “COMUNISMO E CAPITALISMO SONO FACCE OPPOSTE, MA DELLA STESSA MEDAGLIA”.
    IL COMUNISMO (INCARNATO DALLA SINISTRA/PD) CON IL SUO MONDIALISMO PROMISCUO ED UTOPISTICO, CAVALCATO DALL’ELITE DI “PARTITO”, E’ STRETTAMENTE CONNIVENTE CON IL POTERE DELLE ORGANIZZAZIONI MONDIALI; PERALTRO ATTRAVERSO LA “LOTTA DI CLASSE”, SEMINATA PER ANNI, HA SCOLLATO IL POPOLO DALLE REGOLE E DAL SENSO DELLO STATO IN QUANTO, GRAZIE AI CLIENTELISMI, LA SUA GENTE E’ IN DEBITO CON IL PARTITO.
    QUESTO TERRENO PER IL CAPITALISMO/OCCIDENTALE RAPPRESENTA L’HUMUS PERFETTO PER RADICARSI A TUTTI I LIVELLI ANCHE PERCHE’ LE SINISTRE, DIETRO L’INGANNO DEL TERMINE “PROGRESSISTA”, HANNO ACCOMPAGNATO IL LORO SEGUITO VERSO UNA METAMORFOSI DISPERSIVA SVUOTATA DI OGNI IDEA, CHE VA A COINCIDERE CULTURALMENTE ED ECONOMICAMENTE CON LE ASPETTATIVE DELLE “PLUTOCRAZIE”.
    NEL CASO ITALIANO…ECCOLI TUTTI AL GOVERNO!

  2. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    La signora Boldrini è il classico esempio di una sinistra al caviale che attraverso dichiarazioni demagogiche vuole apparire la proletaria di turno. Di soggetti simili ne abbiamo collezionati molti ; è la classica fauna di un antifascismo della sesta giornata al servizio dei soliti noti.

  3. WERWOLF ha detto:

    QUESTO POMERIGGIO DOPO AVER SPARATO TROPPE CAZZATE RIGUARDO AL WEB E LA CENSURA HA FATTO MARCIA INSIETO LA SIGNORA…..CREDO CHE SI SIA TROVATA CONTRO UNA MAREA UMANA TRASVERSALE A RIGUARDO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...