LA GRAMIGNA.

bandiera-NWO 2Facendo riferimento agli ultimi avvenimenti in campo politico-partitico ( compreso il tentativo di rianimazione di Alleanza Nazionale ), ritengo di grande attualità ciò che a suo tempo scrisse F. Hagen:

La massoneria è una gramigna nel campo della vita dei popoli. Abolire le logge, è come sradicare la gramigna. Ma il seme della gramigna, lo spirito della massoneria, è ancora nella terra del campo, nelle falde e nei solchi della vita dei popoli. La gramigna non è facile a sterminarsi, essa può spesso rigermogliare dal terreno dopo decine di anni, al sorgere di favorevoli condizioni di vegetazione. Se per qualche circostanza si verificano tali condizioni, ecco che cessa di piovere ed essa risorge molto rapidamente, cosicchè improvvisamente il campo è di nuovo pieno di gramigna. Non lasciamoci dunque ingannare. I successi sono grandi, la massoneria ha ricevuto i suoi colpi gravi  come mai nella storia  (al suo tempo ovviamente N.d.R. ), ma noi vogliamo pensare alla saggezza degli avi che ci ammonisce: < Dopo la vittoria stringi più forte l’elmo. >” 

Considerando che attualmente, sia nel centrodestra che nel centrosinistra, esistono situazioni di forte disagio e di incompatibilità anche a livello personale, la risposta è lo sparigliamento delle carte con scomposizioni e ricomposizioni di apparati nel tentativo di riuscire a superare la crisi di sistema che caratterizza la politica italiana. La regia di queste manovre è chiaramente di stampo massonico ed è in questa ottica il tentativo di tenere a battesimo nuove ( si fa per dire ! ) aggregazioni politiche.

Ma tutto quello che viene proposto è vecchio e stantio sia negli uomini che nelle strutture, che nei progetti. Sono minestre riscaldate per cercare di mantenere in piedi un meccanismo di consenso elettorale che consenta la sopravvivenza di apparati e strutture ormai obsolete e inadatte a risolvere i gravi ed urgenti problemi degli italiani. Si inventano delle vere e proprie camere di compensazione per raccogliere i voti di coloro che non si sentono più rappresentati ma che non hanno ancora compreso il meccanismo della truffa, anche se si tratta di cose già viste e sperimentate.

Negli stessi partiti di sistema si sono tentate le “scatole cinesi” per evitare di pagare il conto.  Siamo nella fase di “accanimento terapeutico” per mantenere in vita quella che abbiamo più volte definito una “democrazia senza demos”.

Occorre ben altro per tirarci fuori dalla palude !

Occorre soprattutto ricordare che il NEMICO è sempre quello, è sempre lo stesso, ed è forte, potente ed intelligente, è quello che stampa la moneta con la quale corrompe ed affama ed attraverso la quale domina e sottomette popoli e nazioni con un sadismo senza limiti .E’  quel nemico che, pur non avendo  alcuna legittimazione democratica, impone le sue decisioni secondo i propri esclusivi interessi.

Come pure dobbiamo prendere atto che è tutto il mondo occidentale che si è fatto strumento supino di questo nemico dell’intera umanità.

Noi SOCIALISTI NAZIONALI da qui siamo ripartiti per organizzare aree di resistenza, consapevoli che la strada ci era stata già indicata dai nostri Padri:

Voltiamo le spalle all’Occidente che non ci ama e non ci vuole, che è diventato un’immensa banca giudaica al servizio della spietata plutocrazia transatlantica “. Gabriele D’annunzio, “ Il Popolo d’Italia “ – 6 agosto 1919 –

Contro Roma, città dell’anima sta Chicago capitale del maiale….la lotta dunque è tra noi e loro che sono bestie progredite e noi che siamo civilissimi uomini primitivi. Ecco perché l’America ci invade e ci avvelena colla sua civiltà senza sale.  Sulla via del primato c’è John Bull e Uncle Sam. E Cesare dovrà levarseli dai piedi. “  Berto Ricci

SDP

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a LA GRAMIGNA.

  1. Cursus Honorum ha detto:

    In special modo i SOCIALISTI NAZIONALI non amano sguazzare nel letame politico.

    r

  2. wids72 ha detto:

    Nella melma partitocratica italiota ci sguazzano quei figuri che ci hanno condotto nel baratro economico-finanziari attuale, coloro che ci hanno venduto agli usurai internazionali, coloro che sono usurpatori del processo naturale della storia…noi rappresentiamo altro, perchè nell’intimo ci sentiamo altro…In alto i cuori!!!!

  3. luiginox ha detto:

    complimenti all’estensore dell’articolo che trovo un esempio di sintesi e chiarezza.condivido in toto quanto esposto.

  4. il Socialista ha detto:

    I Socialisti Nazionali sono avanguardia politica e con gli untori della macchina infernale dei ludi cartacei non hanno e mai avranno simpatie.
    In alto i cuori!

  5. lelelex ha detto:

    Vi leggo solamente da poco, dopo articoli del genere vorrei rinnovare i miei complimenti per un “movimento” del genere! I miei piú sinceri Saluti.

  6. WERWOLF ha detto:

    Complimenti per il chiarissimo articolo! Avanti da liberi sociali e nazionali!

  7. Lupo di Selva Usn ha detto:

    EGREGIE ANALISI E SINTESI DA PARTE DELL’AUTORE DELL’ARTICOLO.
    SVRSVM CORDA!

  8. Riccardo (Comunista nazionale) ha detto:

    “ Contro Roma, città dell’anima sta Chicago capitale del maiale….la lotta dunque è tra noi e loro che sono bestie progredite e noi che siamo civilissimi uomini primitivi. Ecco perché l’America ci invade e ci avvelena colla sua civiltà senza sale. Sulla via del primato c’è John Bull e Uncle Sam. E Cesare dovrà levarseli dai piedi. “ Berto Ricci

    Mai come in questi tempi, (vedasi scandalo NSA….) sono attuali queste parole di un “fascista rosso” come B. Ricci.
    Prima o poi arriveremo a fare i conti con questi “signori” d’oltreoceano e i loro albionici parenti.
    Compagni e Camerati, A NOI!!!

  9. RICCARDO ha detto:

    Le limpide parole di Berto Ricci si sono mostrate tragicamente profetiche.E’ uno spettacolo semplicemente inverecondo quello di assistere alla progressiva disintegrazione della civiltà europea. I fatti di questi giorni, e mi riferisco in particolare alla vergognosa campagna di spionaggio orchestrata dagli U.S.A.,confermano la penosa drammaticità della situazione. Sei i governi sedicenti ” europei” non fossero dei miserabili mercenari al soldo dello Stato Imperialista delle Multinazionali, non assisteremmo allo spettacolo indecente di cagnolini ( e chiedo scusa alla nobile stirpe dei cani per questa similitudine) che lanciano flebili lamenti perché il guinzaglio degli “Yankee” è un po’ troppo corto e la museruola un po’ troppo stretta. Se questi cialtroni avessero un minimo di amor patrio, richiamerebbero immediatamente i loro ambasciatori presenti negli Stati Uniti, ed espellerebbero senza remore gli ambasciatori statunitensi dal suolo d’Europa, in risposta al DELITTO DI ATTACCO ALLA SICUREZZA DEGLI STATI EUROPEI PERPETRATO DAL CRIMINALE GOVERNO A STELLE E STRISCE.Ma,cari amici, state pur certi che nulla di ciò accadrà. Per qualche giorno assisteremo ad accorati e farisaici strombazzamenti sulla violazione delle sovranità nazionali,, mentre poi ci sarà il “richiamo all’ordine” per i prezzolati comitati d’affari del Grande Capitale, del quale immagino le invettive :”Ehi governanti europei, ricordatevi che vi abbiamo messo noi al vostro posto, e per curare i nostri lucrosi interessi.Non dimenticatelo!Su, tornate a lavoro!La pausa è finita! Ecco, beccatevi quest’osso succulento e basta piagnistei!”

    Non posso allora che unirmi al grande appello del mio omonimo Riccardo ( comunista nazionale), e lanciare una chiamata alle armi per i veri compagni ed i veri camerati,uniti nella lotta contro la dittatura “democratica”. TERZA POSIZIONE!

  10. Anonimo ha detto:

    Il libro che ho il piacere di prefazionare è dovuto alla penna di un chiaro studioso inglese, che conosce perfettamente l’Italia, gli Italiani e non meno perfettamente il Fascismo. E’ un libro quindi destinato a dissipare, negli uomini di buona fede, quell’alone di incomprensione che da tanti anni circonda il Fascismo nel mondo e che è dovuto a molte cause, di cui le principali sono le seguenti:
    anzitutto, è un movimento nuovo, che si annuncia come eversore non soltanto dottrinale ma pratico di principi universalmente considerati e seguiti, è destinato a suscitare ostilità violentissime. E’ pienamente nell’ordine logico delle cose che il mondo internazionale socialista, democratico, liberale massonico, bolscevico, sia accanitamente antifascista. La misura dell’accanimento dà la misura del sommovimento di idee determinato dalla Rivoluzione Fascista. E’ anche logico che l’antifascismo mondiale cerchi di mantenere gli spiriti nell’ignoranza di quel che sia veramente il Fascismo, nella dottrina e nella realtà”
    Benito Mussolini
    prefazione del libro “Gli Aspetti Universali del Fascismo” di James Strachey Barnes)

  11. Anonimo ha detto:

    Camerati, Italiani
    purtroppo gli italioti di oggi sono gli stessi di ieri e saranno del domani. Nell’ignoranza non vengono soltanto mantenuti dall’antifascismo mondiale, essi ci sguazzano per natura. E come ricordava B. Ricci non è più il momento della carta stampata, adesso come allora. Paulo maiora canamus

  12. RICCARDO ha detto:

    Caro Anonimo,
    Concordo pienamente con te.Continuiamo a lottare contro in conformismo del pensiero e dell’azione.
    !HASTA LA VICTORIA!

  13. Crociato RossoNero ha detto:

    Uomini siate e non pecore matte….Si che il giudeo di Voi,tra Voi non rida…. Dante Alighieri docet! Omar Ruggero Pisanello. R.N.C.R.-R.S.I.-C.I.-Ve

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...