LE VERITA’ NASCOSTE.

fiammaNoi, come SOCIALISTI NAZIONALI, abbiamo il dovere di sverlare con decisione tutto ciò che gli altri, tutti gli altri e cioè il “caravanserraglio” che è adesso rappresentato dai partiti del cosiddetto “bipolarismo” all’italiana, non vogliono e non possono dichiarare apertamente. Cioè il disegno sistematico della oligarchia al potere è quello di tenere il popolo in uno stato di ignoranza proprio sui problemi vitali che lo riguardano. L’inganno ha come scopo finale quello di ottenere pure il consenso delle vittime nei confronti del boia che taglierà le loro teste. Tutto ciò può apparire un atteggiamento polemico dettato soltanto dalla nostra intransigente e totale opposizione al sistema; non è così, anche perché su questa “barca” che sta naufragando ci siamo pure noi, perché noi non siano mai scappati, siamo rimasti al pezzo senza mollare, consapevoli della necessità che un popolo si potrà comunque salvare dal disastro totale e irreversibile solo se avrà avuto la capacità di mantenere in piedi le famose “ isole di resistenza “.E questo, consentiteci, abbiamo la presunzione di rappresentare in questo drammatico momento storico. La prima verità da svelare è quella che, fin dall’immediato dopoguerra, un “progetto statuale“ alternativo allo stato nazionale corporativo e socializzatore realizzato dal Fascismo, l’antifascismo nelle sue varie componenti non è stato in grado né di proporlo né tanto meno di realizzarlo. I partiti antifascisti hanno estremizzato la loro negatività “anti” demolendo progressivamente la struttura di uno Stato che in pochi anni aveva realizzato opere colossali e fatto raggiungere all’Italia un prestigio a livello mondiale mai raggiunto prima,  senza dimostrare di avere la capacità progettuale di sostituirlo con  una “ idea organica di stato “ che rispondesse alle loro ideologie che, d’altra parte all’epoca, venivano presentate come incompatibili tra di loro.

Quindi la necessità di una serie di compromessi per tamponare le emergenze sulla base della filosofia del “tirare a campare“ tra una periodica liturgia elettorale e l’altra. La stessa costituzione (la più bella del mondo !), rimasta in molte parti ancora inattuata, ne è la dimostrazione palese proprio in questi giorni in cui si sta rivelando quella gabbia dalla quale nessuno riesce ad uscire. Il fallimento di un modello antifascista di stato, mai nato fra l’altro, ad un certo punto è stato ammesso da loro stessi e da loro attribuito alle “ideologie” e così è stato affermato che il tempo delle ideologie era ormai superato,  che le ideologie erano morte (una morte ingloriosa, diciamo noi !) e insieme alle ideologie venivano spazzate via anche le “culture politiche“ che delle ideologie erano state l’impalcatura portante.

Cosa è nato in sostituzione di tutto questo ?

Un bipolarismo indifferenziato che ha messo insieme tutto e il contrario di tutto, che sopravvive secondo la filosofia “ dell’alternanza “ che – ricordiamolo ancora una volta – non è sinonimo di “alternativa“. Cioè un sistema oligarchico autoreferenziale che ha progressivamente ceduto la sovranità residuale del paese Italia a centri di potere esterni  proprio per incapacità dichiarata di avere IDEE capaci di governare un popolo e una nazione anche nell’ordinaria amministrazione. Questa è la realtà cruda !

Gli “anti“ hanno ucciso se stessi e hanno rinnegato le loro stesse culture politiche trascinando il paese Italia in una situazione “incapacitante” delegando la vita e la sopravvivenza di un intero popolo ad altre entità sovranazionali che, storicamente (studiate la storia passata, italiani !)  si sono sempre dimostrate, per i loro egoistici interessi geostrategici, “ antitaliane “  in modo sadico e viscerale.

Hanno rinnegato – ripetiamo – le loro “culture politiche“ che NOI socialisti nazionali abbiamo sempre storicamente combattuto come “avversarie”,  ma che allo stesso tempo riconoscevamo.

La cartina di tornasole di quanto da NOI affermato la potranno verificare tutti alle prossime elezioni politiche europee che, secondo noi, rappresentano il massimo della truffa perpetrata proprio nei confronti dei popoli europei .

In Europa quelle “ culture politiche “ esistono ancora: esiste un blocco “socialista” e un blocco “popolare”  che sono i due grossi agglomerati costituenti l’inutile quanto costoso parlamento europeo. I due partiti italiani costituenti il bipolarismo attuale come si  collocano ?

Che cosa racconteranno nel merito durante la campagna elettorale ?

In particolare il partito democratico che cosa racconterà alla sua base di trinariciuti ?

Tutti si riempiono la bocca di “ europa “ , ma in quel contesto ( che a noi non piace  perché si tratta di un falso ! ) quali interessi rappresenteranno i due “ compagni di merenda “ legati adesso dal patto governativo delle “ larghe intese “ ? Attendiamo risposte convincenti.

Meditate gente, meditate !

Stelvio Dal Piaz

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a LE VERITA’ NASCOSTE.

  1. RICCARDO ha detto:

    L’articolo è corretto, ma a mio avviso il discorso andrebbe esteso all’intera Europa. Al di là delle analisi storiche sulla II guerra mondiale,sulle quali le posizioni possono essere variegate ed anche parecchio divergenti tra di loro, mi sembra innegabile qualificare come devastanti le conseguenze scaturite dalla “geometrica potenza” degli imperialismi di matrice statunitense e sovietica. Questa terribile tenaglia ha impedito alle nazioni europee, e direi al mondo intero, di individuare e trovare delle vie nazionali ed “autoctone” a qualsiasi tentativo di costruire una organizzazione politico-economica-sociale che fosse realmente alternativa al capitalismo ed al bolscevismo.Il crollo del sistema comunista (la cui storia difendo in parte, benché sia evidente la natura fallimentare di questo movimento) ha paradossalmente aggravato il fenomeno,in quanto ha favorito l’edificazione di una religione del “pensiero unico” professata dal capitalismo contemporaneo; un sistema apolide,usuraio,tecnocratico, che si prefigge un unico obiettivo, la distruzione della civiltà rappresentata dall’idea aristotelica dell’Uomo quale “zoon politikòn” , un progetto che prevede l’annientamento, in nome di una ideologia atomistica dell’individuo, di tutte quelle che reputo essere le “società naturali” nelle quali l’essere umano si realizza: famiglia,scuola,Nazione,Stato.Altro che internazionalismo marxista! I marxisti al confronto erano dei meri dilettanti di fronte alla visione “mondiale” delle oligarchie capitalistiche, queste sì prive di qualsiasi identità,nazionale e non, ma unite unicamente dall’idolatria tributata all’unico Dio dalle stesse riconosciute: Mammona.

    Un’ultima considerazione sulle Elezioni Europee: che i cittadini del continente vengano chiamati ad eleggere dei signori facenti parte dell’unico sedicente Parlamento al mondo a non esercitare la potestà legislativa ( e nessun’altra potestà, a dire il vero), appare un decisivo argomento su quanto siano ridicole queste “consultazioni elettorali”

  2. Astra Celesti ha detto:

    EFFICACI I CONTENUTI DELL’ARTICOLO, AIUTANO A SMASCHERARE L’IPOCRISIA DELLA QUALE E’ INTRISA LA POLITICA NAZIONALE ED INTERNAZIONALE; OTTIMO IL PASSAGGIO -“Un bipolarismo indifferenziato che ha messo insieme tutto e il contrario di tutto, che sopravvive secondo la filosofia “ dell’alternanza “ che – ricordiamolo ancora una volta – non è sinonimo di “alternativa“. Cioè un sistema oligarchico autoreferenziale che ha progressivamente ceduto la sovranità residuale del paese Italia a centri di potere esterni proprio per incapacità dichiarata di avere IDEE capaci di governare un popolo e una nazione anche nell’ordinaria amministrazione. Questa è la realtà cruda !”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...