SARDEGNA IN PIEDI…MAI IN GINOCCHIO.

sardI falsi pietismi propri della farisaica ipocrisia che pervade oggi la società italiana non sono più “digeribili”. Il Popolo di Sardegna come tutto il resto del Popolo italiano ne ha piene le tasche dei politici di professione e di questa partitocrazia che ha portato l’intera Nazione non solo al dissesto economico (con la sua prona schiavitù ai tecnocrati) ma anche a quello idrogeologico laddove la natura sta riprendendo i suoi spazi. Ebbene anche la Comunit Nazionale si riprenderà il suo spazio. La Basilicata ha dato un ulteriore segnale di ribellione non andando in maggioranza (il 57%) a perdere tempo in giochi elettorali utili solo alla pancia dei cosiddetti politici. Ed a dicembre la ribellione sarà palese. Al Popolo di Sardegna la nostra totale solidarietà e l’incitamento a rimanere in piedi (come hanno peraltro sempre fatto) ad affrontare le difficoltà contingenti.

Comunità di U.S.N.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicati e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a SARDEGNA IN PIEDI…MAI IN GINOCCHIO.

  1. RICCARDO ha detto:

    Un grande abbraccio ai fratelli Sardi,una comunità dura e tenace, che saprà certamente reagire con forza e senso solidaristico a questo terribile evento, frutto sì della natura,ma soprattutto del dissesto idro-geologico nazionale e planetario causato dai criminali interessi dell’apolide e usuraia tecnocrazia liberal-capitalistica.

  2. Pierleone ha detto:

    Questa terribile sciagura dimostra che siamo tutti inermi di fronte alla forza della natura.
    Ma davanti all’indifferenza umana non siete soli, fratelli Sardi.
    Solidarietà a Voi!

  3. WERWOLF ha detto:

    Solisarieta’ a tutta la Sardegna!

  4. wids72 ha detto:

    In alto i cuori fratelli sardi!!!!

  5. Maurizio Canosci ha detto:

    MA A QUALCUNO DEI PARTITOCRATI E’ VENUTO IN MENTE DI FARE UN MINUTO DI SILENZIO COME PER LE SCIAGURE IN MARE DEI COSIDDETTI “MIGRANTI” OPPURE SICCOME SONO ITALIANI SE NE FREGANO !!!

  6. Solitorompiscatole ha detto:

    Ed alla casta dominante non gliene può fregar di meno del 57% di non votanti….stesso numero di poltrone, stesse prebende, stesse ruberie, stesso pensiero unico mondialista e filo-immigrazionista….. per voi è un successo….e se fosse un successo del Partito marxista-leninista italiano che da lustri auspica il non voto? Intanto la Le Pen ai ludi cartacei francesi si avvia a divenire il primo partito…e ad avviare la ribellione dei popoli europei all’Unione Sovietica Europea…. A LEI vanno i voti e gli auguri dei VERI patrioti italiani, con buona pace di coloro che invitano alla DISERZIONE.

  7. Maurizio Canosci ha detto:

    @ solitorompiscatole: stai tranquillo che alle europee potrai votare “next AN” (rigorosamente anglofila la terminologia) così invece di disertare praticamente tradisci, al pari dei tuoi simili, la Comunità Nazionale. La “Marina” (strano lo stesso nome della figlia del berlusca…..!) francese é una gollista come il padre che combatté contro l’Asse italo-germanico a favore degli aggressori anglo-americani……..vedi un pò tu !!!

  8. RICCARDO ha detto:

    Amici,
    Non mi sembra il caso di litigare tra di noi…La diatriba tra partecipazione al voto ed astensionismo ha sempre lacerato i movimenti rivoluzionari di ogni epoca, e non credo possa essere risolta in via definitiva ed universale a favore dell’una o dell’altra tesi.Sul piano personale, non ho mai amato l’astensionismo,per le ragioni addotte da Solitorompiscatole circa il fatto che il sistema continui a prosperare infischiandosene dei non votanti.Pensate agli USA: da parecchi anni ormai il Presidente è eletto dal 50% circa degli aventi diritto, e pertanto rappresenta sì e no il 25/30% massimo dell’elettorato, ma non mi pare che il criminale imperialismo a stelle e strisce abbia sofferto per questo. Certo,attualmente mancano le condizioni per la costruzione in Italia di un grande Partito Socialista Nazionale, ma l’importante, secondo me, è mantenere in questa civiltà in disintegrazione un rigore etico/politico fermo e preciso; insomma, dobbiamo provare a “cavalcare la tigre” come insegna Julius Evola , per consentire che dalle rovine della pesudo-modernità risorga una aristocrazia militante in grado di guidare il Popolo quando sarà stato raggiunto il “punto zero”.Potrà anche darsi che tale epoca si verificherà dopo la nostra “dipartita” da questo mondo, ma intanto credere anche nel solo valore della testimonianza di un ideale dell’uomo e della Comunità da tramandare ai posteri acquisisce un valore encomiabile in sè. Nelle more, l’approccio verso le elezioni per me puo’ essere legato alle diverse sensibilità personali di ognuno di noi .
    Patria o muerte!

  9. Solitorompiscatole ha detto:

    Piuttosto che votare AN, cosa che non ho MAI fatto neppure prima, mi autostrangolo…. Già il nome mi sa di tradimento….

  10. Luca Ricci ha detto:

    In Italia chi vuoi votare?
    I 2-3 movimenti d’area sono una barzelletta.

  11. Anonimo ha detto:

    Hai ragione Maurizio visto che tra l’altro si accompagnano ad altri euroscettici olandesi mi pare non ricordo bene, per le prossime europee contro “questa europa nazista”!!!!!! BAH!!!!
    Sic et simpliciter
    Forza Sardegna!

  12. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Sono anni ormai che tanti italiani che non riescono ad astenersi dal voto, vanno, si turano non solo il naso, e votano per il meno peggio. Se questo è un atto politico consapevole, me lo dovete dimostrare; in tal caso ritornerò anchio nel !branco” !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...