RIVOLTE E LIBERTÀ DI PLASTICA

SNNATO2011Venti gelidi di guerra fredda tornano a soffiare in Europa dopo che la Russia di Putin è riuscita definitivamente a riscattare la controfigura di quella che Eltsin smonto’ pezzo per pezzo. Come avvoltoi che volteggiano sopra l’animale moribondo ecco dunque che le centrali di potere dollarizzate affilano gli artigli per occupare l’ennesima casella del loro personale gioco del domino. Dopo le rivoluzioni colorate,  l’Iraq,  l’Afghanistan, la Libia e i tentativi in Sudamerica, il dollaro sbarca a fiumi anche in Europa; in quella parte di Europa che, guarda caso, ha un ruolo strategico fondamentale  per la Russia del prossimo futuro e per chi avrebbe in mente o nel cuore un europeismo di spessore libero dai vincoli usurocratici di Bruxelles e della BCE. Ma quello che ci preme chiarire in merito alla questione ucraina è soprattutto il ruolo che stanno avendo talune forze politiche di quel paese nella rivolta antigovernativa degli ultimi giorni. Ed il chiarimento che intendiamo fare deve servire una volta di più a far capire a tutti i destri (italiani e non) di che panni veste l’Unione per il Socialismo Nazionale. E allora diciamo subito che i movimenti di destra ed estrema destra che muovono le piazze ucraine altro non sono – e i loro stessi programmi lo dicono apertamente – che lo strumento di intelligenze straniere con ben note basi a Londra e a Washington. Inutile aggiungere altro ad un copione che si ripete ormai da 70 anni: per chi come noi conosce la trama di certe commedie non c’è nulla di nuovo sotto il sole, mentre per gli ignoranti cloroformizzati di sempre è arrivata la “libertà” ed il “mercato” grazie al fiume in piena di bigliettoni verdi.

Chiosa finale: riteniamo assurdo che pure in Italia ci siano movimenti politici che, in nome di un comune destrismo decrepito, vedano nelle sommosse di Kiev e Leopoli l’anelito di una libertà che è e sarà solo di plastica.

Ufficio Politico U.S.N.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Commenti e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a RIVOLTE E LIBERTÀ DI PLASTICA

  1. Cursus Honorum ha detto:

    la Destra italiana assomiglia a qualcosa di talmente fantozziano e deculturato…che è meglio nemmeno non nominarla.

  2. Cursus Honorum ha detto:

    dal programma di Svoboda:

    “7. Conclude bilateral agreements with the U. S. and the UK for immediate full-scale military assistance to Ukraine in case of armed aggression against Ukraine.”

    11. Demand from NATO member countries favorable conditions for Ukraine, clear guarantees and specific terms of possible entry of Ukraine into NATO. Develop and implement a parallel plan for Security and Defense of Ukraine.

    12. Develop own system of missile attack warning and means of action in response to the independent or joint basis with other countries. Recover in its entirety the air defense system to protect the country’s entire airspace. Strengthen Air Defence to protect strategic facilities and populous cities. Appeal to Western countries to provide Ukraine for rent with mobile air defense system to deploy missile and air shields in exchange for intelligence of Ukrainian radar stations in Sevastopol and Mukachevo. This way, verify the real willingness of NATO to cooperate with Ukraine in the field of defense and security.

  3. Crociatorossonero ha detto:

    Nei primi anni ’20 vi fu una guerra civile ucraina,l’elemento centrale consisteva nello svilupparsi degli scontri tra le fazioni pro e anti-sovietiche,anche allora tra gli ucraini primeggiavano movimenti di “estrema destra”,anche allora questi movimenti di “estrema destra” ebbero rapporti con soggetti apparentemente incompatibili con la loro ideologia:trattarono per giungere ad un accordo militare con i sionisti revisionisti di Jabotinsky.Ma come e perche’ vi fu un accordo militare con il leader nazionalista-antigiudaico ucraino Simon Petljura? Eja,camerati!

  4. wids72 ha detto:

    Ormai chi come noi abbiamo compreso le dinamiche di questo subdolo sistema, notiamo le sottigliezze e le perverse manovre degli stessi attori liberal capitalisti usurai che hanno ritmato la storia di ogni generazione…chi vuol intendere intenda!!!!!

  5. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    In questo contesto chi vuole un sistema dominato militarmente dalla NATO ( associazione criminale al servizio della plutocrazia mondialista ), un sistema “unipolare” dominato dagli american-sionisti, non fa altro che manifestare tendenze suicide.

  6. Rudolf05 ha detto:

    I fantocci Usrael diretti hanno sferrato l’attacco all’Ucraina e Russia durante Sochi, ora le Olimpiadi sono finite. Si riconcia a lvorare e ne vedremo presto i frutti.
    L’attacco delle marionette di Soros (25 dollari al giorno per agire a liveòlli terroristo in piazza a Kiev) si estrinseca anche sul web, Youtube, facebook, twitter. Addirittura tentanto di inquinare conversazioni serie anche se animate da diverse opinioni. Mi permetto di invitare chi vuole ad accedere ad RT.com, rete informativa russa che conoscerete, ove sotto ogni notizia si sviluppa, talvolta, una articolata complessa discussione a cui io stesso ho sovente partecipato.

  7. Alfredo Ibba ha detto:

    Volevo giusto controllare adesso come vi eravate posti sul caso Ucraina. Fortunatamente non avete scambiato lucciole per lanterne. In campo geopolitico la vostra posizione resta antagonista al mondialismo e all’ imperialismo.
    Aggiungo un ulteriore conclusione correlata all’ attivismo dei movimenti “camerati” in Ucraina: forse è scoccata l’ ora del neofascismo atlantico di servizio, in funzione anti-russa e anti-cinese. Si sa, questa moltitudine di associazioni ha lo scopo di convogliare le pulsioni, le ansie, della gioventù nazional-rivoluzionaria e dei bistrattati bianchi autoctoni verso gli avversari geopolitici del NWO oppure contro nemici secondari che però non sono il sistema, per deviare la rabbia da politici, capitalisti, ingiustizie, burocrati ecc. Durante la guerra fredda il nemico del neofascismo atlantico di servizio fu il comunismo e l’ URSS; caduto il socialismo reali il nemico furono gli immigrati, i neri, i musulmani specialmente durante la guerra al terrorismo condotta sotto le facciate di Bush Junior-Silvio Berlusconi-Tony Blair, gli omosessuali; adesso è il turno delle potenze emergenti.

  8. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Il nostro comportamento è lineare e coerente perchè è partito con la individuazione del nemico di sempre: le demoplutocrazie giudaico-massoniche. Si tratta di continuare la “guerra del sangue contro l’oro “. Eja !

  9. Alter ha detto:

    Riportando la vicenda alla dimensione maccheronica dei farseschi accadimenti del “Paese” Italia:
    Matteo, il boyscout benvisto sia in Vaticano che nella Camera ovale (sotto la cui scrivania la Lewinsky diede il meglio di sè), ha ottenuto la fiducia della Kamera.
    Tutto regolare, i “Midia” italiotici riuniti, tessono già le lodi di Matteo; il nuovissimo “Lider” che il “Paese” ha avuto l’insperata fortuna di incontrare sul suo cammino.

    Matteo, (esaurito velocemente il giro propagandistico nelle scuole medie del Veneto), si troverà davanti i tradizionali italici nodi gordiani ingarbugliati ad arte dai suoi decrepiti avi: i degasperi, gli andreotti, i demita, i togliatti ed i berlinguer.
    Matteo, esattamente come i suoi demenziali maestri, non riuscirà a combinare un tubo, nulla di positivo per gli Italiani ed il “Paese”.
    Le Idi di Marzo segneranno l’inizio della tragica fine delle ambizioni di Matteino & C.

    Dopo l’inevitabile caduta renziana, resterà percorribile unicamente “l’Opzione Ucraina”: ovvero la separazione traumatica e sanguinosa di quella che fu’ la Nazione Italia.
    La Sacra Nazione Italia, trasformata dai corrottissimi partitocrati peninsulari venduti agli Stranieri trans-atlantici, in un ridicolo, insignificante “paese” cuscinetto.

    La Sacra Nazione Italia, divisa ancora una volta dal Tradimento, dalla Stupidità e dalla Vigliaccheria in due realtà confliggenti.
    La Nostra Italia, non potrà che ripartire dalla sacra Valle del Po, dal luogo in cui fu’ combattuta l’Ultima Battaglia per la Sovranità Italiana, nell’aprile del 1945.

  10. lupoalfa ha detto:

    Ritornando al tema Ucraina alcuni “destri” et similia dovrebbero leggere con attenzione il fondo di oggi sul corriere della sera a firma Bernard-Henri Levy (pag.15) – non é ancora in rete e dunque non posso linkare.

  11. Antonio Faro ha detto:

    E’ proprio strano sentire però i filorussi che vogliono la secessione e quasi contemporaneamente il Gen. Maduro, urlare ad un complotto fascista”. Ma qualcuno, vuole spiegare gentilmente che in Europa gli unici a sostenere i loro governi sono i Fascisti, mentre chi mina le basi delle loro Nazioni nulla hanno a che vedere col Fascismo anzi sono proprio tutto il contrario? Illuminatemi!

  12. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Purtroppo quanto avviene nel mondo in questo periodo risponde a logiche contraddittorie conseguenti all’esito della 2a Guerra mondiale. Sul piano geostrategico prendere posizione non è facile anche perchè la conoscenza dei singoli avvenimenti è solo parziale e spesso drogata da interessi di parte. Siamo anche costretti in alcuni casi, a fare violenza a sentimenti di simpatia istintivi. Per orientarci dobbiamo necessariamente e, in alcuni casi, anche cinicamente, ricorrere alla semplificazione e chiederci regolarmente: cui prodest ?

  13. Antonio Faro ha detto:

    Risposta esaustiva camerata Dal Piaz!

  14. Alfredo Ibba ha detto:

    Diciamo che la storiografia di regime in ogni parte del globo ha trasmesso l’ idea che fascismo sia razzismo, reazione becera, imperialismo americano, sessismo, bullismo, mafia, latifondo e così via. Ma, cosa più gravi, tanti ambienti che si richiamavano a vario titolo ai fascismi, o che sono stati associati ai fascismi anche se alcuni di questi rifiutavano tale etichetta come Jean Marie Le Pen, il fondatore del Front National francese, ambienti solitamente creati o infiultrati dalla NATO, dalla Cia, dai massoni ecc. hanno contribuito col loro comportamento a giustificare, confermare, l’ immaginario collettivo sul fascismo. Purtroppo è andata così.
    Può darsi che Nicolas Maduro sappia che il fascismo è un altra cosa ma per avere effetto verbale deve appiccicare l’ appellativo di fascista agli avversari, i quali altrettanto lo accusano di essere fascista.

    Infine, porco mondo, non è neppure vero che ci sono tante persone fasciste dichiarate che sostengono Maduro, Putin ecc. Ne leggi anche che vedono in Israele un baluardo della razza bianca.

  15. Rudolf05 ha detto:

    E’ un tristo dato di fatto che oggi, anche coloro che condividono posizioni ‘socialiste’, che sono contro la globalizzazione, Usrahell, Goldman -Sucks, i guerrafondai del regime USA ecc, utilizzino la volgarizzazione del termine ‘fascista’ rigidamente minuscolo, adottando in toto l’accezione dipregiativo-hollywoodiana che il termine ha volutamente assunto nel corso dell’infame e quasi ottantennale occupazione Europea. E’ un po’ come il termine ‘stronzo’: non vuol dire pezzo di sterco più di quanto ‘fascismo’ significhi Fascismo. Quello di utilizzare lessico, vocaboli e terminologia imposti dall’occupante è un peccato originale gravissimo di cui oggi, MOLTISSIMI, anche quelli a Noi dovrebbero essere vicini, non si sottraggono. Più di un peccato intellettuale è una scimmia sulla schiena, una dominazione di cui sono inconsapevoli e che limita la validità universale delle loro battaglie.

  16. Alter ha detto:

    La Russia è Viva!
    Risorta dalla tragedia del 1989.
    Rigenerata da un Patriota del calibro di Putin.
    Vladimir, lo Zar di Santa Madre Russia.

    L’europa è morta.
    Uccisa in culla da lestofanti, da mafiosi usurai del calibro di draghi, vanronpuy, barroso, schultz, ashton, merkel.
    L’europa dei banchieri, dei finanzieri, dei bancarottieri, degli usurai filosionisti.

    Viva la Russia!
    Una prece per la piccola europa uccisa in culla dagli usurai, dai partitocrati, dai mafiosi complici di Zio Sam.

  17. Ma che bello dái, facciamocelo mettere nel culo dai Russi, dai Cinesi e da altri porci delinquenti anti-americani e anti-capitalisti (strano che la gente anticapitalista stia commentando su Intenret con un computer, oggetti creati dagli USA e dal capitalismo). Chi parla di imperialismo americano e di colonie europee e chi si lamenta di tutte le basi che gli Stati uniti hanno nel mondo mi sa che deve rivedersi cosa accadeva prima, ai tempi della Guerra Fredda. Mi pare che anche l’URSS aveva il suo impero esteso sull’altra parte del mondo cosí come gli americani, con la differenza che nelle “colonie” europee occidentali erano presenti partiti comunisti e di sinistra, al contrario nelle “colonie” dell’europa orientale ogni tentativo di instaurare una democrazia venne stroncato e l’unico partito in vigore era quello comunista ladro e criminale. Lo stesso accadde in tutti i paesi conquistati politicamente dall’URSS tipo Angola, Cuba, Nicaragua, Somalia, Libia, Siria, Afghanistan, Mongolia, Vietnam, Corea del Nord ed altri. L'”imperialismo” é anche russo e a differenza di quello americano é stato il piú sfcciato che sia mai esistito perché ora con la scusa di salvare il mondo dalla storiella del NWO pretende che tutto passi in mani sue e in mani cinesi. Ovvio! Perché proteggere tanti popoli da un presunto Ordine mondiale straniero quando posso far trionfare il mio? (dirá Putin o Jinping). Per anni questa controinformazione ci ha fatto credere alle storielle dell’imperialismo americano mostrandoci tutto ció che accadde in paesi dove gli USA intervennero in maniera diretta e indiretta (non solo per gli interessi ma anche per sostenere i dissidenti delle ditatture schiaviste comuniste) ma mai ci é stato detto cosa fece la criminale URSS e i suoi stati vassalli e le poche cose che sappiamo sono perlopiú offuscate come i moti di Budapest e la Primavera di Praga dove l’imperialismo russo-comunista impedí ogni tentativo di instaurare un governo che non fosse quello comunista ladro. L’imperialismo russo in questi ultimi giorni si sta manifestando nella sua piú grande sfacciataggine eppure c’é gente che osa proteggere il criminale Putin ex-spia del KGB continuando a portare avanti sta storiella di USA e Israele che ormai non ha piú senso di continuare con tutte le potenze emergenti. “Il vero nemico della sapienza non é l’ignoranza, ma credere di sapere tutto” cit. Stephen Hawking.

  18. P.s.: Se tanto vi piace il comunismo criminale e assassino invece di stuprare l’Italia con le vostre idee subdole e schiaviste perché non ve ne andate a vivere a Cuba, in Cina, in Russia, in Corea del Nord o in Iran? Fareste un gran favore all’Europa e sicuramente vi trovereste meglio con i governi di quei paesi burattini dell’Ordine mondiale anti-capitalista e anti-americano. Sicuramente vi potrbbero assumere come ministri della difesa e della propaganda. Andate in Corea del Nord e fate la guerra agli USA se avete le palle.

  19. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Caro Sulsenti della Torre, io agli angloamericani gli ho sparato contro fino all’ultimo giorno; ho perso la guerra , ma non per questo è cambiato il mio parere: il nemico dell’Italia e dell’Europa rimane sempre la demoplutocrazia giudaicomassonica, che ti piaccia o non ti piaccia. I risultati della loro vittoria schiavista ed usuraia è la causa del ” pauperismo ” che sta distruggendo popoli e nazioni. Quindi, a me non puoi parlare di “palle ” !!!!!!

  20. Marcello Sulsenti ha detto:

    Ahahah la “plutocraiza giudaicomassonica”. Ma da quale giornalino di propaganda ha letto queste cazzate? Voi fascisti antisemiti continuerete a parlare di “ebrei cattivoni che dominano il mondo” anche in futuro quando i ricchi sceicchi arabi avranno praticamente dominato il mercato mondiale insieme a quei cinesi che ogni giorno stanno diventando sempre piú potenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...