DA FIUGGI A “FONZIE”…SOLO ACQUA FRESCA

europa patrieCome già ricordato nel nostro ultimo comunicato, sabato e domenica scorsi, in un tripudio di “destrismo nazionale” si è svolto a Fiuggi il congresso di Fratelli d’Italia / Alleanza Nazionale, appuntamento quanto mai atteso da tutto l’universo postmissino che ancora solca il territorio italiano. Qualora ce ne fosse bisogno, stiamo parlando di un partito, nato vecchio, con un nome vagamente “oriental-esoterico”, e che, nonostante la già epica presenza della Lega Nord, incarna perfettamente quell’ossimoro vivente che è la casta partitocratica italiana, ed in special modo, nella sua posizione più inspiegabile; forte impegno per le prossime Elezioni Europee… in nome di una posizione antieuropeista !

Alcune agenzie recitano così in un parossismo (ahimè involontario) che mostra bene tutta la sua tragicità: “In nome del popolo sovrano: è questo il titolo del primo congresso nazionale di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale che si sta tenendo a Fiuggi oggi e domani. L’assemblea del congresso, composta da 3150 grandi elettori, votati alle primarie del 22 e 23 febbraio, ratificherà i risultati della consultazione popolare che ha visto la partecipazione di 250mila cittadini e attraverso la quale sono stati scelti il nuovo simbolo di FdI-An per le elezioni 2014 e il nuovo presidente nazionale. Il congresso, che si sta svolgendo presso il “PalaTerme Fiuggi” di viale Anticolana, si è aperto alle 12 con l’intervento Giorgia Meloni, poi proclamata Presidente da tutta l’assemblea che ha ratificato anche il nuovo simbolo di FdI-AN.” Di quale sovranità stiamo parlando probabilmente lo sanno solo visto che, de facto, come dimostra la recente visita del segretario americano John Kerry, la posizione dell’Italia nei confronti del resto del mondo occidentale è di ASSOLUTO VASSALLAGGIO.

Avremmo notevolmente da ridire circa i numeri enunciati (250,000 cittadini che votano) ma le notizie principali sono sicuramente la ratifica del nome FRATELLI D’ITALIA-ALLEANZA NAZIONALE e l’elezione della signora Meloni quale Presidente del Partito. Se per la seconda notizia era tutto praticamente scontato, evidente porre l’attenzione sul binomio FDI-AN.

D’altronde, in questo belare che ha contraddistinto gli ultimi giorni nella “zona Destroide”, oltre a farsi vivo il “perdente nato” Gianfranco Fini, ci siamo dovuti perfino sorbire i propositi da destraterminale di Ignazio LaRussa: “Al contrario vogliamo semplicemente far ripartire la nostra storia altrimenti condannata ad un destino museale. Per fortuna non ripartiamo da zero. Abbiamo già attraversato il deserto e compiuto un tratto di strada: prima la scelta coraggiosa di Fratelli d’Italia di mettersi in gioco lasciando comode posizioni e riuscendo a essere gruppo in parlamento; poi il percorso con l’officina per l’Italia verso il nuovo soggetto politico. Infine primarie aperte a tutti, anche per la scelta del simbolo dopo la delibera autorizzativa della fondazione di Alleanza Nazionale. Certo vogliamo ripartire da Fiuggi dove quelli della generazione mia o meglio, di Tatarella e tanti altri, spendemmo i nostri sogni. Non certo per ripetere in farsa quella che (di chi le colpe?) si tramutò in tragedia ma unicamente per tentare di attualizzare lo ‘spirito di fiuggi’ (appunto ) e cioè di unire e alleare tutti coloro che si riconoscono nei valori della nazione in reale alternativa alla sinistra. Con particolare attenzione, oggi come allora, alle nuove generazioni. Il tema del congresso ‘in nome del popolo sovrano’ fa facilmente immaginare quali temi di politica interna, internazionale ed economica privilegeremo…”.

Annotiamo la frase in grassetto: “Infine primarie aperte a tutti, anche per la scelta del simbolo dopo la delibera autorizzativa della fondazione di Alleanza Nazionale

Si sente puzza di zolfo; si annusa odore di conio; si percepiscono “formalità notarili”. Tutto nella legalità, sia ben chiaro. Ma sicuramente il patrimonio immobiliare della fondazione Alleanza Nazionale (che a sua volta ha recepito quello del Movimento Sociale Italiano) è di indubbio valore; altrimenti non si spiegherebbe la “necessità” di utilizzare lo stesso nome, se non con una mera finalità di come dividersi l’eredità di un partito messo in liquidazione politica (AN) ma non in liquidazione finanziaria.

Sicuramente ne sta uscendo fuori un indigesto e impronobile calderone di nomi ormai politicamente bolliti che include una pletora di destroterminali su cui incombono i “diktat” della neopresidentessa Meloni in una perla dal vago sapore ottocentesco: “Bisogna spiegare agli italiani che non è possibile abbassare le tasse senza che l’Italia esca dall’Euro. Trattati come il Fondo salva Stati e il Fiscal Compact richiedono all’Italia un durissimo sforzo finanziario senza lasciare nessuno spazio per politiche di riduzione della pressione fiscale. Per questo le nostre due battaglie contro l’Euro e contro l’Irap sono strettamente collegate: vogliamo finanziare il taglio dell’Irap con la corrispondente cancellazione di agevolazioni aiuti di stato per le imprese, mentre il taglio del cuneo fiscale deve essere finanziato con la riduzione della spesa pubblica». E ancora: «Tutto questo è impossibile se continuiamo a rimanere in un sistema Euro che assorbe tutti i nostri sforzi finanziari».

La chiosa finale è da cineteca:  “Finora mi avete sempre sentito dire parole di prudenza, ma di fronte alla sorda Germania, penso sia arrivato il momento di dire all’Europa che l’Italia deve uscire dall’Euro. Ci diranno che siamo populisti? Chi se ne importa. Meglio populisti che servi“.

Nota di Servizio: evidentemente la signora Meloni vuole deliberare l’uscita dell’Italia dalla zona Euro direttamente dagli scranni del parlamento di Strasburgo, mettendola ai voti !

Peraltro la Destra Italiana si trova ora in una ridicola posizione di “centrifuga” divisa in 3/4 rivoli ben definiti (FORZA ITALIA, NCD, AN e LEGA NORD) pù tutta una pletora di movimentismi più o meno mascherati, che hanno un comune denominatore chiamato Silvio Berlusconi.

E come si arriva per sillogismo a Renzi ?

Non importa essere fini analisti politici per capire che Renzi sta liquidando il Partito Democratico (come lo ricordiamo noi, ossia un partito progressista diretto discendente del PARTITO COMUNISTA ITALIANO, peraltro già annacquato da Napolitano ai tempi del suo primo viaggio a Washington dove il feeling con Kissinger fu immediato) facendolo diventare qualcosa di assolutamente simile al Partito Democratico americano, ben puntellato da Arcore, dove si incarna l’altra parte del bipolarismo a stelle e strisce.

Con il frenetico iter dell’Italicum (che ormai possiamo definire in toto VERDINIUM), le dichiarazioni del Ministro Boschi circa la “presentabilità dei sottosegretari indagati“, e la palese intenzione del ministro Padoan di “assecondare il rientro dei capitali all’estero“, oltre all’accordo sulle “Non Preferenze” e la diatriba sulle Quote Rosa, RENZI HA DE FACTO MESSO IN LIQUIDAZIONE IL PARTITO DEMOCRATICO.

Ora attendiamo il fine ultimo del percorso renziano:

JOBS ACT (ossia precariato e manodopera retribuita a livello di bracciantato. Sul Corriere si ragiona già di “Nel ddl delega dovrebbe trovare posto il contratto unico di lavoro, quello a tutele crescenti e senza l’applicazione dell’articolo 18 per i primi tre anni. Così come la riforma degli ammortizzatori sociali, con il sussidio di disoccupazione universale, chiamato Naspi, che riguarderebbe tutti coloro che perdono il lavoro, compresi i 400 mila lavoratori a progetto che oggi non hanno alcuna rete di protezione“. Questo starà a significare che gli uffici territoriali del lavoro gestiranno le prenotazioni dei lavori, con allocazione di prenotazioni e proposte di stipendio a 500 euro mensili, in modo che in CASO DI RIFIUTO, si perderà il sussidio di disoccupazione quindi con obbligo implicito di accettare. Questo vuol dire BRACCIANTATO E PRECARIATO AD VITAM)

SPENDING REVIEW (ossia tagli totali ad emolumenti e servizi della pubblica amministrazione, altrimenti non si capisce da dove saranno prese le coperture per la inutile riforma fiscale, che non rimetterà in circolo ASSOLUTAMENTE NULLA)

PRIVATIZZAZIONI SELVAGGE (ossia varare il Britannia 2.0; per accontentare i diktat di Olly Rehn, il quale ha già recitato “PADOAN SA COSA DEVE FARE“, il ministro dell’Economia sarà costretto a procedere con la liquidazione totale delle proprietà statali strategiche, e ci ritroveremo come Nazione letteralmente con il sedere per terra e privati di ogni sovranità nazionale)

Alla fine di questo percorso, la disoccupazione avrà raggiunto livelli da “tregenda” sia fra i giovani sia fra i meno giovani. Gli over 50 verranno accompagnati alla pensione con retribuzioni da fame, e con pensioni future da povertà assoluta. Gli under 30 saranno costretti a carriere da “call center” (l’economia digitale che tanto piace a Grillo e Renzi) o a contratti simil-part-time retribuiti agli stessi livelli delle piantagioni cotone della Louisiana ai tempi di Lincoln.

Solo in quel momento vedremo SE LA COMUNITA’ NAZIONALE REAGIRA’.

Guardando l’arco politico istituzionale e non, permetteteci diversi dubbi. L’anestetizzazione del cittadino italiano è ormai portata a compimento.

Tra qualche settimana comincerà il teatrino delle Elezioni Europee e tutto si annacquerà.

Confidiamo ancora in un “brusco risveglio”.

Renzi rischia grosso e i “burattinai” non esiteranno a sacrificarlo nel caso la situazione sociale nel paese, rischiasse di degenerare.

Non ci resta che aspettare e rimanere in trincea.

J.G.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Commenti e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a DA FIUGGI A “FONZIE”…SOLO ACQUA FRESCA

  1. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Le acque di Fiuggi sono note per la loro efficacia nei disturbi renali; infatti ai destro-terminali non è rimasto che “mingere” ! Tutto il resto è noia !

  2. Alter ha detto:

    Meloni in svendita, ma non è piu’ stagione.
    I fardelli di questa patetica itaglietta di “destra”, forse svangheranno le prossime elezioni del Circo Barnum europeo o forse no.
    Auguri ai naufraghi di quella patetica zattera alla deriva.

    Fortunatamente l’Italia e gli Italiani sono ben altra cosa.
    Questo e’ un tempo amaro per l’Italia, il borghese ammasso itagliotide peninsulare ora ha deciso di credere nelle favolette del pifferaio di Firenze: altro tempo vitale, sprecato inutilmente.

    Lorsignori partitocrati continuano a scherzare con l’Italia, ma arriverà in breve il tempo in cui la risata gli si strozzerà in gola.

  3. Alfredo Ibba ha detto:

    Giorgia Meloni, Ignazio La Russa, Matteo Renzi … povero mondo!

  4. wids72 ha detto:

    Tutto lo scenario politico nel segno del qualunquismo più marcato traducendosi in un asservimento spocchioso da parte dei ns pseudo-governanti; ogni istanza viene presentata nella sua velatura dialettica nell’unico scopo che si rivela ovvero nella massificazione della società, ottundere le persone a meri strumenti di un sistema di dominazione schiavistica. I mondialisti stanno attuando inesorabilmente le logiche del NWO con la collaborazione connivente di questo substrato di politicanti italiota. La forza e l’onore di chi vede oltre queste politiche di distruzione di massa, è di continuare a costituire saldamente quella comunità nazionale che si oppone al mercatismo imperante atlantista…Avanti così negli unici dettami che ci contraddistinguono…Liberi, Sociali e Nazionali!!!!

  5. Rudolf05 ha detto:

    Non vorrei mai fare qui il ‘guatafeste’. Anche se, da guastare, nella repubblica delle banane che tragicamente ci accompagna in un abbraccio mortale da oltre 75 anni, c’è ormai più nulla.Aspettar il ‘risveglio della masse’ è ormai una chimera ottocentesca, diciamocelo. Lavaggio e candeggio cerebrale, cibo spogliato di nutrienti, onde ‘Elf’ e bombardamenti climatici, hanno bollito la rana che l’è bella che morta! Le uniche rivolte con possibilità di riuscita, in ispecie nell’europa coloniale, sono quelle organizzate dall’infame Canvas (Ucraina docet) con l’ausilio del national endowment for democracy. Ricordiamo a Londra la rivolta dei ‘ghetti’, finalizzata all’acquisto dell’ultimo ‘Ipad’, pardon, al suo furto, qual bene di prima necessità, il pane della plebe.
    Allora o si serrano le fila ‘in sensu militari’, vedendo bene su chi si può contare per fare almeno un po’ di seria pressione o si cambia paese. Tertium non datur.

  6. Lupo di Selva Usn ha detto:

    FRATELLI D’ “ITAGLIA” DELLA SORA MELONI RISULTA ESSERE COSI’ PATETICO NEL PRESENTARSI COME FORZA INNOVATIVA!
    LORO TENTANO DI FAR CREDERE DI ESSERE DISTINTI E DISTANTI DAL RESTO DELLA COALIZIONE, QUANDO INVECE LA FRAMMENTAZIONE DEL “FU” PDL IN FORZA ITALIA, NUOVO CENTRO DESTRA E FDI-AN, RISULTA ESSERE UNA MERA TRUFFA ATTA A SALVAGUARDARE QUEGLI ZOCCOLI DI VOTO CHE TENGONO IN VITA LE POLTRONE DI TUTTI LORO.
    MA POI, VOGLIONO RIPRENDERE IL FILO DI AN?! ORMAI E’ RISAPUTO CHE IL CAMMINO DI FINI DAL MSI VERSO AN E’ STATO STRATEGICAMENTE PILOTATO DA AFFLATI FILOATLANTICI E FILOSIONISTI, QUINDI CAPITAL-LIBERISTI, CHE LO HANNO SOSTENUTO AL FINE DI DEMOLIRE L’ INTERA “AREA”.
    E MO’ LA RUSSA & C., MI VENGONO A DIRE CHE “RIPARTONO” DA AN?
    DICONO CHE LAVORANO PER LA CONQUISTA DELLA SOVRANITA’ NAZIONALE E PER L’USCITA DALL’EURO (FINGENDOSI “SOCIALI”) MA POI VANNO A BRACCETTO IDEALMENTE E CONCRETAMENTE CON LE PLUTOCRAZIE, DIFATTI SE INTERROGATE A RIGUARDO LA MELONI VI RISPONDE: ” IO STO CO’ L’OCCIDENTE E CO’ ISRAELE PERCHE’ SO’ DE DESTRA”.
    HANNO PER GIUNTA IMBARCATO ALEMANNO CHE COME RISAPUTO HA INDOSSATO PUBBLICAMENTE LA KIPPAH, NON DI CERTO COME FORMA DI RISPETTO VERSO IL CULTO EBRAICO, BENSI’ COME ATTESTAZIONE DI “ASSERVIMENTO” ALLA POTENZA POLITICA E FINANZIARIA SIONISTA CHE E’ BEN ALTRA COSA ( COSI’ COME TANTI ALTRI NELL’INTERO PANORAMA POLITICO, ECONOMICO, CULTURALE E SOCIALE DEL NOSTRO PAESE).

  7. DerSoldat ha detto:

    Condivido la critica di Rudolf05. Qua non si parla più di borghesia ma della vittoria del sottoproletariato su tutto. Lo schiavo da campo di cotone che è ben felice di essere sfruttato purché riempito di illusioni materiali dettate dal progresso. Qua è il capitalismo con tutti i suoi schiavi che va ribaltato e per ribaltarlo ci vuole una presenza, una realtà territoriale.

  8. Alter ha detto:

    Itaglia: impossibile chiamarla Nazione.
    Itagliani: impossibile definirli Popolo, Gens, Stirpe, Dignità.

    Gli itagliani sono ammasso, conglomerato borghese inestricabile: sia il riccone col rolex ed i capitali in Svizzera, che il cocoprò con lo swatch ed il conto in profondo rosso.

    Borghesuccio il riccone che veste Prada.
    Borghesuccio il poverello che veste Oviesse.
    Borghesuccio il berlusconiano.
    Borghesuccio il rentziano.
    Borghesuccio il vendoliano/boldriniano con l’orecchino ed il piercing sulla grassa tetta moscia.
    Borghesuccio il cattolichetto in ginocchio sull’ultima spiaggia dei bagni vaticani Bergoglio.
    E superborghesuccio il “fardello d’itaglia” che, riempita l’ampolla con l’acquetta santa di Fiuggi, si prepara alla partecipazione alle disgustose, truccatissime elezioni europee.
    Tutti Lorpapponi, raccogliendo le briciole che Il Sistema Euro riserverà loro, urleranno di aver sbancato, espugnato Il Sistema Euro.
    Poveri, miserabili bugiardi.

    Gli Ultimi Italiani, osservano la scena dall’alto.
    Analizzano il dramma, lo scempio, l’ennesimo, disastroso 8 settembre napolitansavoiardo.
    Lucidamente essi preparano la Resistenza.
    Perchè, ancora una volta, sarà Nettuno, Tarnova, Pola e Pò.

    Il peso che gli Ultimi Italiani dovranno caricare sulle loro spalle è gravoso, disperato il loro impegno, inaudito il loro sforzo.
    La Nazione che non esiste piu’, verrà ricostruita.
    L’Onore che non esiste piu’, sarà riscattato.
    La Patria che non esiste piu’, verrà rigenerata.
    L’Indipendenza, che manca da settant’anni, sarà recuperata.

  9. Crociatonero ha detto:

    Alleanza…,Fratelli…. Ucci,ucci…..Sento odor di massonucci.

  10. Solitorompiscatole ha detto:

    Forte impegno per le prossime Elezioni Europee… in nome di una posizione antieuropeista !
    C’è poco da fare gli spiritosi: conoscete un tale che si presentò alle elezioni liberali del 1921 proponendosi di abbattere lo stato liberale? Conoscete un’altro tale che si presentò alle elezioni della Repubblica di Weimar nel 1932 con il proposito di …. abbatterla? E non vale certo affermare che le condizioni erano diverse… Forse adesso sono migliori di allora, perchè almeno sono su scala continentale e c’è GIA’ un partito (Front National) in un grande paese che si propone di abbattere la fallimentare costruzione plutocratica e mondialista dell’UE…dimostrando che proprio le ELEZIONI consentono di conseguire la vittoria!!!! Tanto è vero che lor signori hanno impedito referendum sull’UE OVUNQUE hanno potuto, e dove si è votato (Francia, Olanda, Irlanda) ne hanno sonoramente buscate!!! Basta col Fascismo pantofolaio, occorre combattere, ma non col computer, nelle piazze!!! Vi invito caldamente a riflettere!!!

  11. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Messaggio per il solito rompiscatole: AUGURI ! Quando va in piazza ce lo faccia sapere…..verremo a farle un’ intervista

  12. WERWOLF ha detto:

    CREDO CHE IL SIGNOR ROMPISCATOLE CONOSCA LE LEGGI ELETTORALI (SBARRAMENTI LISTE RITIRO DEI CERTIFICATI AUTENTIFICAZIONE SU TUTTE E 25 LE CIRCOSCRIZIONI E LA RETRIBUZIONE DELLE PERCENTUALI A SECONDO DELLA PRESENZA NEI COLLEGI SBARRAMENTI) COME IO CONOSCO LA CHIMICA….E SE LE CONOSCE…ALLORA è UN CASO GRAVE! ANDIAMO AVANTI NEL RADICAMENTO TERRITORIALE E LASCIAMO PERDERE I MITOMANI CHE IN 20 ANNI..OLTRE LO OLTRE 1% IN POCHI SONO ANDATI ….MAI PIU QUESTI ERRORI!

  13. lupoalfa ha detto:

    Rompiscatole……qui c’é una notizia che ti potrà interessare molto…. ! http://www.iltempo.it/politica/2014/03/15/fini-in-campo-pronto-a-rifare-la-destra-1.1229582

  14. Alter ha detto:

    Gli itaglioni impazziscono per il solito vecchio giochetto elettorale “Vota il meno peggio e spera”.
    Gli itaglioni (pecorelle borghesi della piu’ belante specie) a maggio si infileranno nei seggi europei per, come ribadito stamattina alla radio da uno dei due presidenti delle Camere, “cedere ulteriore Sovranità Nazionale a Bruxelles”.
    Continua la tosatura degli itaglioni…

    Invece:
    Gli Italiani diserteranno democraticamente queste urne.
    Gli Italiani si asterranno democraticamente dal mettere la loro firma sui verbali di questa ennesima elezione truffa.
    Gli Italiani oggi si rifiutano di votare per il mantenimento in vita del nocivo sistema centrodestrosinistro di “Lorsignori”, esattamente come rifiutarono le urne nel 2013, in occasione delle politiche e delle regionali: 25% di Astensione Democratica, ma anche 49%.

    Ed alle prossime elezioni europee, c’e’ da scommettere che la percentuale degli Italiani che in piena libertà di coscienza, decideranno Democraticamente di non partecipare al solito vecchio giochetto “Vota il meno peggio e spera”, salirà ulteriormente.

    Gli Italiani hanno il palato fino.
    Gli Italiani non assaggiano piu’ la puzzolente minestra scodellata dalla repubblichetta eurofallita.
    Gli Italiani non volano fuori dalla finestra.
    Gli Italiani faranno volare fuori dalla finestra tutti “Lorsignori”: a partire dai burocrati europrezzolati, dai demagoghi globallisti che predicano “l’ulteriore cessione di Sovranità Nazionale”.

    Astensione Democratica.
    E l’Italia torna Libera, Indipendente, Sovrana.

  15. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    La notizia sconvolgente è che “fini” abbia scritto un libro !!!!!Ma non solo: che in questo libro ci spiega che cosa è la destra !!!!!! Ma non basta ancora: il “cacasotto” rifiuta di essere definito un “traditore”; ha ragione infatti anche per tradire ci vuole un pò di coraggio. Lui, per la verità, è solo ” UN PALLE SGONFIE ! “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...