SITUAZIONE UCRAINA. COMUNICATO XVI.III.2014

sn-cina-usaUSN rifiutando la subordinazione della cultura europea all’utilitarismo, all’economicismo, al materialismo positivistico e al plutocratismo, auspica un’Europa fuori dalla NATO e intesa come federazione basata sulla piena sovranità delle Nazioni europee, unite da un’eredità storica e culturale comune, che sia amica e alleata di quelle NAZIONI che intendono – come Noi – battersi nella lotta alla tecnocrazia apolide di origine atlantica. USN ritiene che la crisi ucraina sia frutto di ingerenze straniere finalizzate ad ampliare il proprio dominio politico, militare ed economico sulle Nazioni della terra e perciò non può non esprimere il proprio auspicio che si riducano i motivi di tensione tra la Nazione Ucraina e la Nazione Russa e che esse insieme a tutti gli altri popoli d’Europa caccino dal continente gli occupanti al di là dell’Atlantico.

UFF. POLITICO U.S.N.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicati. Contrassegna il permalink.

12 risposte a SITUAZIONE UCRAINA. COMUNICATO XVI.III.2014

  1. WERWOLF ha detto:

    La scelta sara’ del libero popolo filo Russo per Etnia e non da 4 banchieri mascherati da rivoluzionari finanziati dall’oltreoceano! Crimea scelga liberamente la sua strada!

  2. Cursus Honorum ha detto:

    intanto mi sembra che qualcuno si sia schierato chiaramente

    http://rt.com/news/yarosh-destroy-russia-pipelines-186/

  3. Stercodeldiavolo ha detto:

    Tra poco,come ogni anno,si celebrera’ l’anniversario della fondazione dei Fasci Italiani di Combattimento:era il 23 marzo del 1919. I locali della prima sede a Milano furono affittati dall’Associazione lombarda degli industriali. E fin qui nulla da dire. Ma andiamo a vedere chi era il presidente di tale Associazione? Risposta: Cesare Goldmann. Ripeto il cognome? Un giudeo e massone!!!! Mah….!!!!! Son proprio “Maggiori” codesti “Fratelli”. Che dire!!!! Erano…..Sono….. saranno…… Eja!!!!!

  4. Alter ha detto:

    La Crimea si è separata dall’Ucraina.
    L’indipendenza della Crimea è una realtà definitiva, un evento di portata storica.

    Opporsi alla spontanea deliberazione popolare, significa preparare le taniche di benzina per l’incendio dell’intera Europa.
    La partitocrazia sovrannazionale continentale, non commetta l’errore di seguire i fanatici sogni dei reggitori dell’apparato economico, finanziario e militare di oltreatlantico: sarebbe la prima ad essere travolta dall’ira dei Popoli europei.
    I Popoli, le Nazioni d’Europa, non vogliono essere trascinati nella terza, demenziale, sanguinaria crociata dei finanzieri e dei banchieri apolidi, che da oltre un secolo infestano le due sponde dell’atlantico.

    Non esistono indipendenze “buone”, come quelle di Kossovo e Sud Sudan, perchè benedette da Pentagon, Wall Street e Nato, ed indipendenze “cattive” in quanto non allineate, non funzionali ai disegni strategici globalizzatori del cosiddetto “occidente” trans-atlantico.
    Esiste unicamente l’autodeterminazione dei Popoli, la naturale forza gravitazionale etnica, sociale e culturale che attrae i simili nella stirpe, e respinge i diversi, gli alieni.

    Contro l’Europa dei banchieri e dei loro lacchè politici, ancora una volta risorge l’Europa dei Popoli e delle Nazioni.
    Il nuovo piano Morgenthau per lo sterminio delle Nazioni d’Europa, è destinato a fallire.

  5. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Il popolo di Crimea ha rivendicato la sua appartenenza; il popolo italiano festeggia la ” liberazione ” accettando di essere ancora occupata da “liberatori”. E’ solo questione di PALLE !

  6. Alter ha detto:

    Palle…sante parole.
    Palle, bisogna averle! ed in settant’anni di vita l’inesistente staterello messo su dai pertini, togliatti e degasperi, ha abbondantemente dimostrato di non possederle.

    Il solito, orrido 25 aprile si avvicina; ancora una volta i bigotti devoti alla religione “resistenziale”, si inginocchieranno osannanti davanti al Dominatore Straniero, chiamandolo “Liberatore” ed “Alleato”.
    Ancora una volta la repubblichetta servetta si inchinerà emozionata e scodinzolante davanti all’Occupante, all’Invasore.

    La Crimea dimostra quale e quanta differenza esista tra un Popolo, una Nazione che ritrova la sua Identità, ed un molle, indistinto ammasso sociale abbandonato a se stesso.
    Indistinto ammasso borghese dedito alla mera sopravvivenza quotidiana.

  7. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Chi ancora sostiene che il referendum popolare in Crinea sia illegittimo è un cialtrone, un falsario e un servo della plutocrazua giudaicomassonica

  8. Rudolf05 ha detto:

    Senz’altro.
    Tuttavia propongo un lucidissimo articolo di Maurizio Barozzi su Rinascita col quale concordo al 100%.
    http://www.rinascita.eu/index.php?action=news&id=23132

  9. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Anche io concordo con l’articolo di Barozzi su “Rinascita”; le recenti notizie sulla missione in Inghilterra di Rudolf Hess confermano in pieno il significato dell’alleanza Italia-Germania, che si è basata soprattutto sull’amicizia di Hitler per Mussolini, mantenendo ognuno dei due la loro visione strategica. . Resta il fatto che, ai fini dell’esito della guerra, la visione geostrategica di Hitler nei confronti dell’inghilterra gli sia stata fatale e abbia così consentito agli Stati Uniti di entrare in Europa per non più uscirne e così dominarla completamente. Per quanto riguarda l’Italia basti pensare all’arcaico Istituo giuridico che trova ancora applicazione ai giorni nostri per cui cittadini statunitensi in divisa, ancorchè colti in flagranza di reato, non possono essere giudicati dalla legge italiana. Occorre conoscere per “odiare”, e solo odiando si potrà trovare l’orgoglio e la forza del riscatto da un servaggio umiliante. Facciamo nostro l’appello che D’Annunzio pubblicò sul ” Popolo d’Italia” del 6 agosto 1919:
    ” Voltiamo le spalle all’Occidente che non ci ama e non ci vuole (come popolo libero N.d.R ! ) che è diventato un’immensa banca giudaica al servizio della spietata plutocrazia transatlantica. “

  10. wids72 ha detto:

    Più trascorre il tempo e più mi dissocio da questo occidente nonostante con la mia terra ne faccia parte, ma il cuore intriso di valori spirituali che travalicano confini materiali mi spingono verso quelle stirpi socio-culturali millenarie che tengono vive quei desideri,quell’ardore e quella passione patriottica e dedurre che, al di là delle amare realtà che questo nostra terra vive inesorabilmente, una nazione, un popolo una patria, benchè in inanerrabili difficoltà e ostacoli, è possibile costruire, o almeno gettare dei semi d’insorgenza ai nostri figli, nelle nostre famiglie, a quei giovani, seppur pochi, per generare quell’humus culturale proteso nel domani e lasciare un patrimonio valoriale e spirituale. In alto i cuori!!!

  11. Alter ha detto:

    Coloro i quali, oramai da secoli, si appropriano del termine “Occidente”, sono usurpatori, pirati di storia, predoni di patrimoni culturali altrui.
    Sono usurai, raziatori abituali di risorse e sostanze Altrui.

    Occidente è Roma, Occidente è Athina.
    Brucsella è già periferia.

    Greenwich e’ una arbitraria convenzione storico/geografica dei soliti noti di oltremanica, i francesi vi si adattarono di malavoglia nel 1911…
    La “Longitudo” fondamentale dell'”Occidente” non passa di certo da quel praticello, ma da Athina e Roma.

    E quel che si agita oltreatlantico?
    Quello è Burgerland.
    Quello non è “Occidente”, è semplice oltreatlantico: la terra del colesterolo a placche.

  12. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Nell’ultima riunione del gruppo ” bilderberg” Putin è stato indicato come uno degli ostacli principali al disegno della cupola plutocratica giudaico-massonica. Lunga vita a Putin !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...