COMUNICATO XXVI.III.2014

obamaDomani c’é chi verrà in Italia a far sentire tutto il peso dei segreti nefasti patti dell’armistizio, in un momento particolare di crisi dell’unione europea così come ideata e costruita dalla plutocrazia e per giunta con i venti di guerra (per ora solo fredda) che spirano verso gli Urali, tanto per indicare ai servi nostrani che non bisogna abbandonare la guardia contro il revanchismo nazionale da una parte e per ricordare che i missili yankee che “ospitiamo” devono essere pronti all’uso… Noi Socialisti Nazionali invece vogliamo ribadire a Obama ed al suo seguito che é persona non gradita e che la presenza delle sue truppe di occupazione non é tollerabile.

Presidenza USN-RSI

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicati e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a COMUNICATO XXVI.III.2014

  1. Andrea Dalmaso ha detto:

    Fuori gli Americani dall Italia. Io non capisco come cavolo ha fatto a prendere il premio per la pace

  2. Anonimo ha detto:

    complimenti anche per chi ha fatto il manifesto molto bello

  3. Rudolf05 ha detto:

    10 milioni di euro spesi dalla tecnocrazia UE. e quindi rubati dalle tasche nazionali per ospitare il bamboccio colorato delle multinazionali a Bruxelles. Vero fantoccio inutile, incapace. Testa di legno capace di superare d’abbrivio anche il peggio del peggio: Bush.
    Prendetelo a palle di merda. E’ l’unica cosa che gli assomiglia.

  4. zampa ha detto:

    Gia’ immagino lo scodinzolare privo di decenza dei pupazzetti nostrani, simili a scimmie che attendono di ricevere qualche nocciolina americana! Che schifo!!!

  5. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Mi telefonano da Roma che nella capitale sono apparsi striscioni con scritto: OBAMA NON SEI IL BENVENUTO !

  6. zampa ha detto:

    Leggo su un sito di regime (rainews) che i vigili urbani di Roma sono stati sguinzagliati per le vie della capitale per provvedere alla rimozione di manifesti anti-obama, come se non avessero compiti piu’ importanti da svolgere! Stiamo toccando il fondo. Il lanciatore di noccioline non deve essere disturbato, deve poter lasciare l’Italia con la sicurezza che tutti gli italiani siano delle scimmie, dei leccapiedi senza Onore e dignita’. Sappia che cosi’ non e’!!
    In alto i cuori!

  7. Fernando Volpi ha detto:

    A scanso di equivoci noi li ribadiamo con tutto il fiato che abbiamo: OBAMA TORNA A CASA. IN ITALIA NON SEI PERSONA GRADITA!

  8. Alter ha detto:

    Dart Obama arriva: il Monarca del Colle prepara la blindatissima cerimonia di sudditanza.

    Il Lord of Drones arriva: i Cloni delle due Camere preparano banda musicale e camerieri travestiti da popolo festante.

    Il Gran Maestro di Washington arriva: il devoto ciarpame massonico itagliota secerne un tappeto di leccaculistica saliva.

    Il Nobel Prize che gronda sangue arriva, e GLI ITALIANI lo accolgono al grido di “YANKEE GO HOME!”

  9. luiginox ha detto:

    Mi associo a dare il malvenuto a barack hussein .tornatene a casa a giocare coi droni e che uno di questi ti scoppi accidentalmente in faccia.

  10. risveglionazionale ha detto:

    RAUS.

  11. Socialista bruno ha detto:

    Arriva l’ imperatore plutocratico, l’uomo che rappresenta il vero MALE ASSOLUTO!
    Brucia all’inferno, please! Solo gli ICBM russi possono contenere i terroristi atlantici…Forza Putin!!

  12. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    storia di un’Italia piccola e servile: prima visita al “papa re “, poi vengono i camerieri !

  13. wids72 ha detto:

    Sembra di rivedere l’ingresso degli americani del 4 giugno 1944 a Roma, quando lanciavano gomme da masticare agli zulù ignoranti e decerebrati dell’epoca. Noi gli volgiamo ricordare che non siamo di quella pasta, ma ossi duri e determinati, spine nel fianco nel denunciare le nefandezze di un sistema il cui capo ne rappresenta la versione ipocrita insieme al codazzo perverso e schiumante di saliva asservita…

  14. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Che schifo ! Il circolo mediatico dei “leccaculi” itaglioti ha sfoderato tutto il servilismo di cui è capace per ossequiare il barbaro. Giornalisti, siete delle troie !!!!!!!!!!!!

  15. Alter ha detto:

    Obama: i “midia” della repubblichina prostituta si sono scatenati, mostrando il peggio del loro catalogo.
    Che dire, assolutamente nulla di nuovo sotto il sole.

    Obama in realtà era in visita al Capo dello Stato Vaticano.
    Obama voleva il riconoscimento del papa sudamericano, e con esso l’importante accreditamento con i milioni di “latinos” che vivono negli States, e l’ha ottenuto.

    Poi, nella lista delle cose importanti da fare, veniva la visita al Colosseo e la cenetta a Trastevere.
    Il resto, solo noiosa routine di un Sovrano in visita al piccolo valvassore napolitano.
    Un paio di ordini perentori e festa finita.

  16. Alter ha detto:

    Il Moro, il Bullo della White House, (visto le sue foto con le scarpe sulla scrivania in perfetto stile burino Ion Uaine?) ottenuta senza troppo sforzo l’agognata Bolla Papale di Franceschiello, è volato a Riyad, dai suoi super amichetti sauditi…

    Arabia Saudita; il peggior stato islamista esistente.
    Il fomentatore, il finanziatore, l’addestratore delle milizie estremiste takfire, dei tagliagole, dei tagliateste che dal 2011 terrorizzano la popolazione Siriana.

    Arabia Saudita: il peggior regno capital-petrolifero-religioso esistente.
    Il massacratore della dignità femminile cosi’ cara a Madonne, Femen e Pussiraiot varie che, in questo caso (ma che strano!?) si guardano bene dall’osare lo sbarco in un aeroporto, in una moschea saudita per procedere alle loro eticissime, molto mediatiche, seguitissime performances.

    Arabia Saudita: il peggior stato poliziesco confessionale.
    Dove regna sovrana la Polizia Religiosa e la “Commissione per la Promozione delle Virtu’ e la Prevenzione del Vizio”…

    Arabia Saudita: il super regno inquisitore cui stranamente la “comunità lesbogaitrasformer” (cosi’ cara ad Obama, ed alle mille Luxurie boldrinianvendolate antiputiniane de noaltri), non rivolge le sue attenzioni, le sua coloratissime critiche e le sue rosee richieste di maggiori “diritti”.

    Ebbene, il Moro, il Signore dei Droni Killer, non ha trovato il tempo per elencare al becero Monarca saudita, tutte quelle cosette che in altra sede (e con grande rilievo dei “Midia” al seguito), è solito esternare.

    Obama, il Moro del Pentagono, il Premio Nobel per la pace afghana e libica, imposta con le bombe laser e gps.
    Dart Obama: lo si è visto adorante, accondiscendente, cosi’ devotamente premuroso nei confronti di Re Saud Mida, il vecchio Monartiranno saudita placcato in oro massiccio.
    Un Obama adorante e commosso, come si trovasse davanti al Mahatma, al Dalailama, a Gesubambino in persona.

    Che schifo questi ipocriti, untuosissimi, “democratici” presidenti americani.
    “Yes you can”, ma non per molto tempo ancora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...