PREPARARSI AL PEGGIO.

400498_160658750711010_100003006597557_238745_525194071_nNon siamo da annoverare tra i fantascientifici “prepper” (termine inglese dal verbo “to prepare” che identifica i cosiddetti apocalittici e cioé coloro che seguendo una certa moda previsionale catastrofica “si preparano” organizzandosi per una sopravvivenza che spesso però cade su interessi e fini strettamente commerciali come la vendita di materiali da campeggio o medicamentale o alimentari e con un fenomeno editoriale in scia) ma non siamo nemmeno tra i ballerini sciocchi del “titanic”. Ora noi monitoriamo soprattutto la politica perché dalle azioni di essa si può determinare un miglioramento od un peggioramento della vita di una Nazione e non c’é dubbio che sotto questo aspetto il barometro é vicinissimo alla tempesta.

Uno degli ultimi segnali inquietanti – almeno in Italia – viene dalla ripresentazione di innominabili sul palcoscenico del teatrino democratico quali il rinnegato di Fiuggi o il magistrato di mani pulite oppure il lancio di qualche nuova aggregazione liberale tramite un uomo come Passera; non c’é solo dietro la dabbenaggine o l’ambizione di questo o di quell’altro ma semmai la dimostrazione che il sistema sta raschiando il barile e dunque é più pericoloso che mai.

Evidentemente il risultato delle ultime elezioni europee ha allarmato la cupola perché si é verificato che nonostante la proposizione del grillismo pentastellato, del leghismo trasfigurato in etnonazionalismo, e delle ridiscesa in campo del cavaliere disarcionato, e nonostante la spinta mediatica sul boy scout sturziano, 20 milioni di cittadini d’ITALIA hanno comunque confermato (in una sorta di referendum popolare come noi auspicavamo) di voler dire NO alla costruzione in laboratorio di una eurolandia degli usurai tecnocrati sodomizzatori delle Patrie.

E non si creda alla favola dei populismi giacché certe formazioni di altri paesi sono frutti avvelenati del tipo “alleanza nazionale”….tanto per intenderci. Possiamo solo salvare (anche se hanno fatto una scelta di accondiscendenza all patologia dell’elettoralite democratica) i Jobbik ungheresi, gli Alba Dorata greci ed i NPD germanici, che non a caso sono finiti tra i veri “inaccettabili” della cricca eurocratica

Ecco quindi profilarsi la necessità di raccogliere tutta l’armata disponibile attraverso l’arruolamento ed il richiamo dal congedo dei riservisti di tanti BRANCALEONE come quelli indicati sopra per vedere se alle prossime politiche si evita il definitivo tsunami di una maggioranza assoluta di ITALIANI pronti a cacciare tutti a calci nel sedere con il rifiuto delle urne e magari il tascapane a tracollo…………..

Staremo a vedere e continuiamo a fiutare l’aria come Lupi quali siamo. Non è detto che poi dal peggio possa arrivare il meglio !

Lupo Alfa

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

4 risposte a PREPARARSI AL PEGGIO.

  1. Alfredo Ibba ha detto:

    Il futuro dell’ umanità è cupo, sinistro, spettrale, come lo hanno fatto vedere certi film e cartoni animati. O finiremo nella dittatura mondiale cibernetica, microchippati, instabili, violenti, oppressi, con i robot a punirci quando sbagliamo, o sennò in un futuro post-catastrofico tipo i film di Mad Max e il cartone animato Ken il Guerriero. Da poco è uscito un film hollywoodiano su Noè, taluni film sono messaggi subliminali. Sono andato un pò oltre il contenuto dell’ articolo, però mi sono allineato al titolo!

  2. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Parola d’ordine: rimanere noi stessi, rimanere sulle nostre posizioni, sentirsi rappresentanti della stirpe in attesa degli eventi. Le parole dei pifferai volano, i problemi restano; le soluzioni proposte sono dei diversivi per guadagnare tempo; ma il tempo matura solo ” le sorbe e la canaglia “. Ma NOI SOCIALISTI NAZIONALI siamo un’altra cosa. La ruota della Storia non si sofferma neanche durante i ludi cartacei, ridotti ormai ad una liturgia laica e ingannatrice. La religione consumistica ha finito per impoverire tutti salvo i “soliti noti”. Comunque, la resa dei conti è vicina e non sarà indolore. In alto i cuori !

  3. Alter ha detto:

    Gli Italiani si sono contati, ed hanno piacevolmente scoperto di essere un bel po’: Venti Milioni.
    Venti milioni di Italiane ed Italiani che, salpate le ancore, hanno definitivamente abbandonato la mefitica laguna crepuscolare: lo stagno-cloaca nel quale giace decomposta la repubblichina fallita.

    Venti milioni di Italiani navigano verso il Futuro.
    Altri cinque milioni (Italiani in lentissimo risveglio) li seguiranno una volta compreso che il Grillo e’ parente prossimo della Cicala.

  4. zampa ha detto:

    Mi permetto di utilizzare l’ottima definizione di Alter: lo stagno-cloaca Venezia vive l’ennesimo scandalo. Politici tanto incapaci quanto corrotti, imprenditori dediti al ladrocinio, reggiborsa, parassiti, gente senza alcuna dignita’. Tutto il mondo guarda a Venezia, tutti ce la invidiano, tutti sperano che la si possa salvare. Vergogna, ominidi repellenti, fareste un servizio all’Italia se vi buttaste in canale.
    Continuate pure itaglioti, veneti, venessiani, a dar fiducia e ad eleggere questi invertebrati.
    Lo stagno cloaca diverra’ sempre piu’ grande e profondo.
    Se, invece, alle prossime elezioni, capirete che costoro vanno necessariamente delegittimati con il non voto di massa, non morira’ la speranza che il gioiello Venezia, con l’Italia intera, possa risorgere e tornare a brillare.
    In alto i cuori!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...