VOGLIA DI UN FUTURO SOCIALISTA NAZIONALE

sn unionepopoloRiceviamo e volentieri pubblichiamo questo accorato appello di un giovane Socialista Nazionale residente in Germania (come diversi dei nostri). Fa piacere che ancora ci siamo germogli di buona Italia; segno evidente che le radici sono ben piantate nel terreno.

Salve a tutti, sono un cittadino italiano residente all’estero, costretto purtroppo a vedere giorno dopo giorno in TV, sui giornali, sul web, il lento ma inesorabile decesso del Paese dove sono nato e cresciuto, il Paese che amo. Ho vent’anni e intendo rivolgermi con le poche righe che seguono a tutti i ragazzi della mia generazione sperando di fare breccia nella coscienza di qualcuno. Ritengo che regni, nella nostra generazione, un generale smarrimento politico dovuto al fatto che, specialmente negli ultimi quindici anni, gli ideali in Italia sono venuti meno soppiantanti dagli schieramenti “Berlusconiani” e “Anti-Berlusconiani”, opposti l’uno all’altro soltanto in apparenza ma da sempre cooperanti per il conseguimento di un unico obbiettivo comune: lo sfruttamento dei cittadini italiani. 

Leggendo e informandomi notte e giorno, ossessionato dalla ricerca del “buono” e del “giusto”, uniche medicine in grado di guarire questo malandato Paese, sono giunto alla conclusione che il Socialismo Nazionale sia, ad oggi, l’unica via percorribile per garantirci un futuro dignitoso che l’attuale classe politica ha tentato in ogni modo di comprometterci.

E’ dunque un reale e accorato appello il mio, rivolto a tutti voi, ragazzi della mia generazione che ancora guardate con diffidenza al cambiamento radicale: la catastrofe economica e sociale è imminente, mai come ora il futuro è stato nelle nostre mani e penso che non vi sia per una generazione peggior fallimento di quello provocato dal rimpianto per quel che si sarebbe potuto fare e non è stato fatto.

A voi la scelta.

N.B.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Commenti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a VOGLIA DI UN FUTURO SOCIALISTA NAZIONALE

  1. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    E’ veramente triste che intere generazioni non abbiano sentito la necessità di voler essere protagoniste del loro tempo e del loro avvenire. La vita è lotta, e il temporaneo ed effimero benessere della civiltà dei consumi, ha sfiancato intere generazioni giovanili. Purtroppo l’infame sistema liberal democratico ha creato l’aspettativa di un riformismo salvifico che possa risolvere problemi che richiedono invece la rivoluzione nel suo significato più alto e reale. Comunque i tempi sono maturi per la resa dei conti e NOI ci siamo e ci saremo. In alto i cuori !

  2. Enzo ha detto:

    Ventenne ma saggio , ci vorrebbero più giovani così, invece di vedere la nuova generazione bruciarsi in droghe alcool e sudditi delle così dette nuove tecnologie ,infatuata dal falso benessere che poi si trasformerà in schiavitù pura. Si solo il Socialismo Nazionale potrà salvare il nostro Paese ormai alla deriva e in mano ad attori e showman e non veri politici con la P maiuscola

  3. Alter ha detto:

    Berlusconiani e antiberlusconiani, prodiani ed antiprodiani, padani ed antipadani, maggioritari ed antimaggioritari, proporzionalisti ed anti, bicameralisti ed anti, federalisti ed anti, quoterosisti ed anti, proibizionisti ed anti, eutanasisti ed anti, europeisti ed anti, immigrazionisti ed anti, liberisti ed anti, etc. etc. etc.
    Ma tutti monoliticamente (ed appetitosamente) “Antifascisti”.
    Pro e contro su tutto, ma non ce n’è uno di questi grassi borghesi gemelli, che non si dichiari appartenente alla nobile schiera dei combattenti conto il Fascismo…

    Da sinceri e democratici “Antifascisti”, i borghesi gemelli si sono spartiti i pro ed i contro, hanno formulato elementari tesi ed antitesi; guardandosi bene dal raggiungere un minimo cazzo di Sintesi.
    Essi NON possono giungere a Sintesi.
    La Sintesi li distruggerebbe, ne decreterebbe l’assoluta nociva Incapacità.

    In nome del “Rinnovamento”, della “Costituzione piu’ bella”, dei “Valori della libertà” e della immancabile “Resistenza”, i borghesi gemelli hanno riscosso il voto dei loro clientes, ed estorto quello dei poveri pinocchietti che ancora cadono nel vecchio giochino del Gatto & la Volpe (in versione antifascista e partigiana).

    Ora, ancora una volta allegramente seduti a tavola, tutti “Lorsignori” pretendono ulteriori “Mille giorni” di vacanza.
    Il tempo necessario per poter terminare di divorare comodamente le ultime Risorse d’Italia.

    Intanto “il paese” si consuma.
    Intanto il lavoro viene distrutto.
    Intanto i giovani emigrano.
    Intanto la ricchezza delle famiglie e dei singoli viene dissipata.
    Intanto il divario tra i ricchi (loro, gli “antifascisti”) ed i Poveri Italiani, aumenta ogni giorno.
    Intanto Quirinale, Palazzo Chigi e Parlamento, evaporano il tempo prezioso degli Italiani, divorano l’ultimo residuo futuro degli Italiani.
    Intanto l’Italia muore.

  4. Anonimo ha detto:

    da Italiano all’estero Socialista Nazionale residente in Germania non posso fare altro che condividere il pensiero/appello pubblicato gkli italiani all’estero sono sempre piu fieri di essere ITALIANI e rappresentati da una classe politica che non ci merita! IN ALTO I CUORI…E FA PIACERE LEGGERE CHE ALL’ESTERO C’è CHI NON SI ARRENDE!

  5. Anonimo ha detto:

    W IL SOCIALISMO NAZIONALE….LIBERI SOCIALI E NAZIONALI!

  6. istorian ha detto:

    Semi socialisti nazionali non contaminati dal destrismo liberal massonico germogliano…

  7. Alter ha detto:

    Voglia di un futuro normale.

    Un futuro prossimo in cui il potere giudiziario, si occupi di quel che accade sul colle piu’ chiacchierato di Roma.
    Un futuro molto prossimo in la cui Magistratura (visto che il Parlamento non lo fà) si occupi del pittoresco “Esecutivo” composto dagli amici e dalle amiche dei figli del Tizio che vive al Quirinale.

  8. wids72 ha detto:

    Siamo qui, riuniti in questa comunità, quel frutto socialista nazionale che l’articolista ventenne ricerca, quell’humus che radicandosi nel tessuto sociale lotta quotidianamente una battaglia culturale di rinascita nazionale…Liberi, Sociali e Nazionali.

  9. Alfredo Ibba ha detto:

    Realisticamente parlando, è vero che il sistema è oggi davvero fortissimo grazie alla tecnologia, alla scienza e alle esperienze in secoli di gestione del potere e apprendimento anche dai nemici. in più la realtà dell’ era tardo-moderna è mega-complessa, rendendo difficile le semplificazioni. Aggiungiamoci le divergenze di ideologie, interessi e all’ interno delle stesse ideologie, consunte da un mondo impermeabile ai loro schemi.
    Anche chi ha scritto questa lettera, devo ammettere, ha scelto di andare via dall’ Italia, in un paese un pò migliore (a parte la minore libertà di pensiero: in Germania anche il possesso di un libro può costare la prigione) ma destinato a peggiorare quanto il nostro perché la crisi è globale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...