FERDINANDO GANDINI: PRESENTE !

Riportiamo la triste notizia sottolineando però l’orgoglio di essere tra coloro che ammirano Uomini di tale levatura che dimostrano ancora una volta quanto sia importante nella vita mantenere la Fede e la Coerenza.

Camerata Ferdinando Gandini: PRESENTE !


Da: Ares Agenzia di Notizie <aresagenziadinotizie@gmail.com>
Date: 22 agosto 2014 15:33

SCOMPARSO L’ULTIMO COMBATTENTE ITALIANO DELLA “ADOLF HITLER”
Se ne è andato così come aveva vissuto, in silenzio. Una vita particolare quella di Ferdinando Gandini, residente da anni ad Anzio (Roma). A guardarlo somigliava a un nonno come tanti, ma la sua vita custodiva un’esperienza straordinaria. Come tutti i nostri nonni aveva combattuto per la grandezza dell’Italia nella Seconda Guerra Mondiale, ma la sua storia aveva qualcosa di diverso da raccontare. Gandini la storia, quella con la “s” maiuscola, l’aveva cominciata a scrivere quando era riuscito ad arruolarsi volontario, a soli sedici anni, nei Battaglioni M della Milizia fascista, i più valorosi reparti delle Regie Forze Armate impegnati nel Secondo conflitto mondiale. Con loro aveva combattuto una guerra senza tregua in Albania, rimanendo anche ferito in combattimento, fino al dramma dell’8 Settembre, il vergognoso tradimento monarchico, la firma della resa senza condizioni e il conseguente passaggio al nemico. Per un ragazzo come Gandini, educato ai valori del Risorgimento e all’amor di Patria, la scelta era già scritta. Mentre tutti i soldati italiani scappavano, scelse di continuare a combattere e si aggregò al primo reparto tedesco di passaggio. La sorte volle che si trattasse della Divisione SS Leibstandarte “Adolf Hitler”. Inquadrato in questo reparto d’èlite, tra i migliori dell’Esercito germanico, combatté per la libertà d’Europa contro gli invasori angloamericani in Normandia e, successivamente, contro la barbarie sovietica che si apprestava ad inghiottire nel terrore e nella misera la radiosa Ungheria. Sopravvissuto all’immane conflitto, non rinnegò mai i suoi ideali e, cittadino esemplare, si dedicò alla famiglia e al lavoro. Il 21 di Agosto si è spento serenamente, circondato dall’affetto dei suoi cari e dei suoi camerati. Sulla sua avventurosa vita di combattente europeo Francesco Paolo D’Aura ha anche scritto un libro di successo, Einer von Millionen, edito dalla Mursia. Un libro che ha fatto conoscere alle giovani generazioni il valore del combattente italiano, spronandole ad amare la Patria seguendo l’esempio del volontarismo di guerra espresso in tutti i secoli dagli Italiani. Messaggi di cordoglio sono giunti dall’Associazione Nazionale Arditi d’Italia e dall’Ordine dell’Aquila Romana che presenzieranno con delegazioni ufficiali alle esequie, tributando al combattente Ferdinando Gandini i solenni onori militari.

Primo Arcovazzi

Archivio: http://www.archiviostorico.info/libri-e-riviste/5273-einer-von-millionen

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a FERDINANDO GANDINI: PRESENTE !

  1. Alter ha detto:

    Appartenne alla stirpe degli Uomini Nuovi, forgiati da un ideale nazionale ed europeo superiore.
    Purtroppo vinse la conservazione, il vecchiume, il marciume, il secolare putridume borghese.
    Ma l’esempio di questi Uomini indica oggi l’unica strada percorribile.

    Ed il ricordo della Loro storie personali riporta sempre una ventata di aria pura.
    Una ventata di aria pura nella fetida era del Nulla; l’era dei selfie gavettoni propagandistici dei soliti vecchi, marci, putridi arnesi della solita partitocrazia ladrona.

  2. ONORE ha detto:

    Onore all’ultimo Volontario Italiano e che la sua scelta indichi ancora ai giovani la via del CORAGGIO,del DOVERE,della LEALTA’ e soprattutto dell’ONORE!!! Soldato Ferdinando Gandini:Presente! N.H. Ten. Pisanello Dott. Omar Ruggero. Dirigente Nazionale del Raggruppamento Nazionale Combattenti e Reduci della Repubblica Sociale Italiana- Continuita’ Ideale.

  3. N.H. Pisanello Dott. Omar Ruggero ha detto:

    Onore all’ultimo Volontario Italiano e che la sua SCELTA possa indicare ancora ai giovani la VIA del CORAGGIO,del DOVERE,della LEALTA’ e soprattutto dell’ONORE!!! Soldato d’Europa Ferdinando Gandini:Presente!!! N.H. Pisanello Dott. Omar Ruggero. Dirigente Nazionale R.N.C.R.-R.S.I.-C.I.

  4. 1Camerata ha detto:

    La sorte ti ha voluto soldato in un’Italia migliore di quella a cui ci hanno costretti. Che il fato adesso ti conceda di riabbracciare i Camerati tutti che sono andati avanti e che hanno combattuto con te per l’onore della Nostra Patria!
    “La Vostra tomba è un’ara; e qua mostrando
    verran le madri ai parvoli le belle
    orme del Vostro sangue.”
    ALL’ITALIA
    Giacomo Leopardi.

    CAMERATA FERDINANDO GANDINI:
    PRESENTE!!!
    CAMERATA FERDINANDO GANDINI:
    PRESENTE!!!
    CAMERATA FERDINANDO GANDINI:
    PRESENTE!!!

  5. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Uomo semplice e modesto ma appartenente alla Stirpe Immortale, Combattente di quell’Europa vinta ma mai doma che risorgerà per il bene degli europei. ” Viva tutti i soldati sconfitti e tutti gli Eroi schiacciati dal nemico nella battaglia perduta. Perchè la sconfitta non può togliere la gloria. ” . Walt Whitman . Camerata Ferdinando Gandini: PRESENTE !

  6. Anonimo ha detto:

    FERDINANDO GANDINI: PRESENTE!

  7. Anonimo ha detto:

    Peccato che siano tutte pedine manovrate dalla mano sionista, basta seguire i flussi di denaro, provenienti dai banchieri giudei. Gli ebrei hanno finanziato tutti, da Hitler a Stalin, anche Mussolini. Per non parlare del fatto che lo stesso Hitler fosse ebreo, poi basta guardarlo per rendersi conto che non fosse quel primato ariano che si voleva far credere. Ma che importa, tanto i loro obiettivi li hanno raggiunti: un’Europa unita a guida tedesca, con il marco travestito da euro.

  8. Anonimo ha detto:

    E adesso ci apprestiamo ad aprire le danze con la WW3 per arrivare ad un unico stato un’unica moneta e un solo esercito, schierato contro gli ultimi che sopravviveranno, ormai la tecnologia e’ tale da aver reso superflui sette miliardi di individui per le elitte.

  9. Alter ha detto:

    Uomini Nuovi, come il giovanissimo Ferdinando.
    Uomini Nuovi contro il decrepito putridume borghese italiotico.

    2011: Parigi e Londra (sotto la regia del Pentagono) attaccano la Libia.
    La minuscola itaglietta antifà si aggrega, autodistruggendo quel po’ che ancora resta dei propri interessi strategici d’area.
    Ubbidienti ai comandi dell’oligarchia antifà, i generalini e gli ammiraglietti dell’esercitiello napolitano eseguono l’ordine sporchissimo: attaccare la Libia alle spalle.
    Libia, con cui l’elefantiaco, costosissimo “parlamentodellarepubblica” aveva siglato un maccheronico trattato di… Difesa Militare.
    Difesa militare alla puttanesca; ennesima vergogna ottosettembrina itagliota.

    Ora la Libia è ridotta ad un cratere fumante.
    Dalle sue coste partono orde di disperati di cui nulla si sà, e di cui nulla interessa sapere alla minuscola itaglietta antifà.
    Dal un balcone Vaticano, un vecchio grammofono monoteista incantato continua a gracchiare: Accoglienza! Accoglienza! Accoglienza! Accoglienza!

    ROMA mai avrebbe permesso l’attacco alla Libia, ad un alleato.
    ROMA mai si sarebbe accodata alle truppe mercenarie del falso occidente trans-atlantico.
    ROMA non subirebbe l’invasione dei disperati, dei criminali comuni, degli “evangelizzatori” islamici in partenza dalla Sirte.

    ROMA sbarcherebbe in Sirte.
    ROMA riporterebbe la Civiltà, l’Ordine, il Progresso, in Cirenaica e Tripolitania.
    ROMA salverebbe la Libia, e sè stessa.

    Ovviamente NULLA a che vedere con i minuscoli progettini, con gli onanismi pindarici che in questi giorni paiono impegnare le meningi rinsecchite dei politicanti itaglioti; gli alfani, i renzi, i berlusconi, i casini e salvini.

    Prepariamoci quindi alla prossima mossa sbagliata, all’ennesima mossa sbagliata dell’Asino.
    Prepariamoci all’ennesima castroneria dei soliti cretini patentati.
    Prepariamoci all’ennesima caduta della cialtronesca, fallimentare repubblichetta della banane antifasciste.

  10. Alter ha detto:

    In un’intervista al Giornale, un politologo (tale Luttwak) ha affermato:
    “Grazie ai Curdi frazioneremo la Turchia”.
    “Frazioneremo”: interessante questo plurale majestatico…

    “Frazioneremo”:
    Come è stata “frazionata” la Serbia.
    Come è stato “frazionato” l’Iraq.
    Come è stata “frazionata” la Libia.
    Come si stà tentando di “frazionare” la Siria.
    Frazionamento che, al contrario, si stà cercando disperatamente di evitare in Ukraina.

    Perchè la tecnica del “frazionamento” è relativamente semplice da imparare.
    Chissà, un giorno non lontano potrebbe colpire come un Boomerang la stessa Inghilterra o i socialmente disunitissimi States.

    Esistono quindi “Frazionamenti” utili, da incentivare, finanziare e provocare; costi quel che costi.
    Ed altri da bloccare, da contrastare, da impedire; costi quel che costi.
    Regionalizzazioni, riduzioni di scala nazionale da imporre con la forza.
    Ed altre da evitare, sempre con la forza.

    Strappa e ricuci, sanguinosamente e malamente: nel classico stile piratesco angloyankee.
    Il secolo scorso Iraq: la creatura partorita dal decrepito impero britannico.
    Oggi il Kurdistan iracheno, ed il califfato siroiracheno, esperimenti genetici del declinante (e percio’ pericolosissimo) impero yankee.

  11. Anonimo ha detto:

    Divide et impera, l’hanno inventato gli antichi romani, nulla di nuovo sotto il sole. Gli americani hanno copiato anche i simboli di Roma come i Fasci, che trionfano all’interno del Congresso degli Stati Uniti d’America. Il Fascismo e’ vivo e vegeto e lotta insieme a noi, si sono solo spostati e a noi ci hanno lasciato in balia dei kakkocomunisti!!!

  12. wids72 ha detto:

    Noi non abbiamo persa l’anima, il nostro sentire, il nostro patrimonio patriottico nazionale, siamo gli ultimi a mantenere viva la fiamma della stirpe italica perchè crediamo e siamo ancora qui come l’ultimo bastione a difesa di un valore che ci contraddistingue ci fa essere comunità nazionale: La Patria!!!! In alto i cuori

  13. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Osservazione riservata ad ANONIMO e ad ALTER: fate i commenti pertinenti all’argomento, altrimenti nel sito viene messa in evidenza una confusione intollerabile.Nell’onorare Ferdinando Gandini non devono essere inseriti altri argomenti. Una delle caratteristiche che devono distinguere NOI socialisti nazionali è la disciplina !

  14. OnoreLealta' ha detto:

    Ottima precisazione Senator! Qui non abbiamo bisogno di certi commenti! Poche parole bastano ad intenderci. Spero che rispettano il messaggio di uno dei pochi rimasti Combattenti del Sangue contro l”Oro. Eja!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...