LETTERA APERTA AL SINDACO DI BOLZANO – ITALIA.

battistiNel sostenere totalmente le dichiarazioni del nostro responsabile di territorio che più sotto riportiamo, crediamo opportuno inoltrare una lettera aperta al sindaco del capoluogo dell’Alto Adige.

Sig. Spagnolli, nel ricordarLe che la città che Lei amministra é ancora territorio ITALIANO, fino a prova contraria, siamo esterefatti che perda il suo tempo – che dovrebbe dedicare, ad usum iuris, a dare risposte concrete alla buona vita quotidiana dei suoi concittadini – a innescare tensioni e ghettizzazioni pregiudiziali alla convivenza civile dei differenti gruppi etnici presenti nella realtà locale. Grave poi che queste ghettizzazioni pregiudiziali addirittura colpiscano unilateralmente la componente italiana a dispetto e della Storia e dell’assetto giuridico istituzionale nel quale la città di Bolzano (come l’Alto Adige) figura essere sotto l’egida della Repubblica ITALIANA.

In merito alle contestazioni pretestuose circa l’essenza della nostra organizzazione politica, regolarmente costituita nella legittimità delle leggi vigenti, ribadiamo che il socialismo é una dottrina ed una prassi politica non sottoposta – in ambito democratico – a restrizioni di alcun genere, e che renderlo “nazionale” anziché “riformista” o “internazionalista” non é illegale ! Fare il giochino tarocco delle tre carte spostando i sostantivi e gli aggettivi é roba da giardino d’infanzia !

Se poi avesse avuto la buona coscienza di andare a visionare il  nostro statuto leggibile pubblicamente sul nostro sito web ufficiale potrà verificare che la sigla RSI sta per “raggruppamento sociale italiano”. Detto questo il fatto che noi riteniamo che la REPUBBLICA SOCIALE ITALIANA (entità statuale legittima riconosciuta dai belligeranti avversari e dal consenso diplomatico di altri Stati) appartenga comunque alla storia della nostra Nazione e del nostro popolo, altresì non é condizionabile da alcuna legge in vigore, nemmeno da quelle di stampo censorio e liberticida quale ad esempio la legge Mancino.

La invitiamo invece ad essere solerte nel muoversi equamente – come dovrebbe convenire ad un primo cittadino che dovrebbe collocarsi “super partes” – per promuovere al meglio la visione condivisa di una comunità sociale pacifica e laboriosa indipendentemente dal ceppo di appartenenza ricordando gli Italiani che hanno versato il loro sangue per la PATRIA (italiana) e condannando senza “se” e senza “ma” coloro che brutalmente, utopisticamente e senza lealtà tentarono di dividere ciò che era tornato unito con la Vittoria nel primo conflitto mondiale (che annualmente viene festeggiata e commemorata anche dall’attuale Repubblica Italiana).

Se a qualcuno questo non sta bene chieda cittadinanza all’Austria, si trasferisca in quella Nazione e finisca di piantare grane in ITALIA.

Distinti saluti

Il Presidente USN – RSI

M.C.

==============================================================

Leggiamo basiti quelle che il sito “Buongiorno Südtirol” presenta come dichiarazioni del Sindaco, che se vera in un impeto d’intolleranza e antidemocraticità avrebbe detto che il manifesto di USN di condanna del terrorismo separatista degli anni sessanta su cui era scritto. “Il terrorismo austriacante non si celebra ma si condanna”, “ mina la pace etnica e innesca tensioni con riferimenti inaccettabili”. Quindi la condanna del terrorismo (che provocò ben diciotto morti tra militari e civili) sarebbe un riferimento inaccettabile. Se vera, questa dichiarazione rasenterebbe l’apologia di terrorismo. Per quanto riguarda le ridicole accuse nei confronti di Usn di essere un movimento di estrema destra, USN ribadisce per l’ennesima volta che L’Unione per il Socialismo Nazionale, come ripetutamente detto, non ha niente a che vedere e non vuole avere niente a che vedere con la destra, centro destra, estrema destra o qualsiasi altro tipo di destra, in paricolar modo non ha niente a che vedere e non vuole aver niente a che vedere con l’estrema destra xenofoba o con qualsiasi forma di neofascismo.

L’Unione per il Socialismo Nazionale afferma che se i politici locali, per distrarre i cittadini dalla crisi e dalla microcriminalità sempre più dilagante, hanno bisogno di un partito di estrema destra un po’ neonazista e un po’ razzista da gettare al pubblico ludibrio, se lo possono sempre fondare loro. USN non ci sta.

USN BOLZANO

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

22 risposte a LETTERA APERTA AL SINDACO DI BOLZANO – ITALIA.

  1. Onore ha detto:

    Ieri in un tragico incidente e’ mancato il Comandante di Milano Aldo Zeni. Comandante Aldo Zeni:Presente!

  2. Onore ha detto:

    Preciso: Aldo Zeni,gia’ combattente volontario nelle Fiamme Bianche della Repubblica Sociale Italiana. Ha smesso di vedere il peggio!!! Eja!!!

  3. Cursus Honorum ha detto:

    LE ISTITUZIONI DEMOCRATICHE DIMOSTRANO DI NON SAPER APPLICARE IL CONCETTO DEMOCRATICO CHE LORO STESSI VANNO STRILLANDO DA VARI DECENNI.
    NE PRENDIAMO ATTO.

  4. Alter ha detto:

    Viva CESARE BATTISTI.
    Viva gli Eroi.
    Viva la Memoria Italiana.
    Viva i Monumenti della VITTORIA Italiana.
    Viva la VITTORIA italiana.

    La repubblichina mafiosa e corrotta di oggi.
    La figlia dei conigli di Cassibile.
    L’Assemblea degli Inquisiti e dei Magnamagna, dei Ruffiani e delle Siliconate.
    La Partitocrazia fallimentare, l’Idrovora vampira dei “Partitidellarcocostituzionale”; la Camorrista, la Drogata indebitata fino al collo.
    L’Assemblea ristorante e dormitorio; quella che si scappella nell’omaggio automatico di un Alcide austriacante qualsiasi, manco sà chi sia Il Nostro Cesare Battisti.

    Ed è un BENE sia cosi’.

  5. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Il sud-tirolo è una geografica; le alpi sono un confine naturale che è stato legittimato dalla storia; la repubblica italiana ha già riconosciuto alla provincia di Bolzano privilegi che non sono stati concessi ad altre parti del territorio italiano. Ora Basta ! La attuale debolezza dell’istituzione statuale italiana non deve consentire ai nostalgici asburgici di rivendicare ritorni antistorici: i terroristi austriacanti sono terroristi vigliacchi e terroristi rimangono. Non costringeteci a tornare a fare campeggi italianissimi nelle vostre zone; forse i vostri “nonnetti” dovrebbero ricordare la nostra presenza negli anni ’50 quando issammo nuovamente il nostro tricolore nella zone di Cavalese, lago di Carezza e Latemar ! A buon intenditor poche parole!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    SCHERZI DEL COMPUTER: RIPETO: IL SUD-TIROLO E’ UNA INVENZIONE GEOGRAFICA………….

  7. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Apprendo con dolore che ALDO ZENI è andato avanti; non possiamo che ricordare il tuo entusiasmo e la tua fede. Abbruniamo le insegne dei nostri gagliardetti e ti salutiamo con l’appello: Camerata Aldo Zeni: PRESENTE !

  8. lorenzo croce ha detto:

    qualcuno mi spiega perchè dal campo dieci del cimitero maggiore di milano. CAMPO DELL’ONORE il sindaco pisapia ha fatto togliere la gloriosa bandiera della RSI e nessuno dico nessuno ha osato protestare per questo ignobile affronto.

  9. Maurizio Canosci ha detto:

    Onore al Camerata ALDO ZENI: PRESENTE !

  10. Maurizio Canosci ha detto:

    @a Lorenzo Croce: ti ringrazio della segnalazione. Vorrà dire che dopo il sindaco di Bolzano scriveremo anche a quello di Milano !!! Eja.

  11. Alter ha detto:

    Gli itaglioti che ci tocca quotidianamente schivare con le suole delle scarpe, sono piccoli borghesi ignoranti.
    Non conoscono la Storia d’Italia, se non per lontanissimo, superstizioso “sentito dire”.
    Sono cavoli strabolliti del solito brodo dell’ignoranza diffusa, partigiana, settaria.

    Borghesi ottusi con mandibole robuste e panzone dilatate: macerie morali ed umane, detriti lungo la Via della Nazione Italia.

  12. Anonimo ha detto:

    Camerata Aldo Zeni: PRESENTE !

  13. wids72 ha detto:

    L’Italia degli italioti un coacervo celebroleso schiavizzato dal democraticismo mondialista usuraio…onore al Aldo Zeni: Presente!!!!

  14. Cursus Honorum ha detto:

    Credo che la Bandiera RSI al campo del Musocco sia tornata al suo posto.

  15. Alter ha detto:

    Patetico tentativo degli striscianti lombrichi antifà che tentano di cancellare la Storia d’Italia.
    Ad uno ad uno essi vengono ricoperti dalla polvere, e nulla resta delle loro ignobili vite vendute.

    La Storia del Fascismo e della Repubblica Sociale Italiana è IMMORTALE.

  16. Anonimo ha detto:

    Per me se ne possono andare comodamente in Austria, se ne facciano una ragione, che quella ormai è Italia. Italia agli italiani e basta con il bilinguismo!

  17. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    La pubblicità austriacante continua a smerciare prodotti tipici dell’alto Adige come provenienti dal sud-tirolo: non comprateli, boicottateli, fate reclami ai commercianti. La Coop e le Ipercoop sono i supermercati pieni di questi prodotti veicolati con intendimento antitaliano e quindi di propaganda etnica che dovrebbe essere proibita. Alto adige in tedesco non si traduce con sud-tirolo. CHIARO IL MESSAGGIO ?

  18. Alter ha detto:

    Alcuni altoatesini di etnia tedesca (politicanti in testa) fanno gli schifiltosi, pur mangiando a testa bassa dalla ciottola quotidianamente donata loro dalla generosa Mano Italiana.
    Gentucola: per bastonarli a dovere basterà boicottarne il settore turistico, ed “eno-gastronomichen”.
    Stop allo Speck, alle marmellatine di Heidi, ai giretti in trenino e biciclettina a Lienz; sai che sacrificio…
    Patetica vicenda di questa patetica europetta da operetta.

    Di ben altra pasta era fatto l’ultimo Grande Statista di origine austriaca.
    Gia’ il 26 luglio 1943, il Cancelliere si mette sulle tracce dell’Amico Italiano tradito e sequestrato.
    Da allora non passa giorno, come da testimonianze storiche, senza che Egli attui tutte le strategie necessarie per la liberazione del Camerata.

    Poi arriva la Vergogna sabauda, il Tradimento badogliano dell’8 settembre 1943.
    Ma gia’ il 12 settembre c’e’ la Risposta.
    Il Duce d’Italia è libero.

    Oggi Noi ricordiamo quel Patriota italiano e quel Patriota austriaco.
    Oggi Noi ricordiamo quella Amicizia ed Alleanza.
    Perchè Mondo Latino e Mondo Germanico sono l’essenza vitale dell’Europa che fu’, e che Noi vogliamo ritorni.

  19. Anonimo ha detto:

    AL SINDACO SIA DETTO CHE CI RIVEDREMO PRESTO SUI MURI DI BOLZANO! IN ALTO I CUORI! werwolf

  20. Anonimo ha detto:

    AL SINDACO SIA DETTO CHE CI RIVEDREMO PRESTO SUI MURI DI BOLZANO! IN ALTO I CUORI!

  21. Alter ha detto:

    Dopo Napolitano, anche Bergoglio a Redipuglia; deve essere una mania.
    Tutti a parlare di PACE, e di quant’è brutta la Guerra.
    Scoperta dell’Acquacalda: e chi mai potrebbe pensarla diversamente?

    Ma nel 2011 Napolitano manda Marina ed Aviazione a bombardare la Libia.
    I risultati di quel demenziale innesto chirurgico senza anestesia, del trapianto di “democrazia occidentale”, sono oggi ben visibili in Libia.
    Libia; una Nazione DISTRUTTA.

    E pure il Santopadre; ma quanta banale Ipocrisia…
    Ma Bergy s’è percaso scordato di quante GUERRE (nel corso dei secula & seculorum), sono state combattute nel nome di Cristo e della di lui Santa Croce?
    Bergy s’è percaso dimenticato di quante volte Santaromana ha chiamato le Potenze Straniere, a difesa dei suoi vastissimi interessi terreni?
    Potenze Straniere, che sempre ben volentieri sono scese a rubare e far danni in Italia, con la copertura di un simile Salvacondotto.
    1848; dice nulla questa data a Santopadre Bergoglio?

    Iperfacile parlare di Pace, quando la levata delle castagne dal fuoco viene garantita da ALTRI.
    ALTRI: come nel 1919 in Italia.
    ALTRI: come nel 1936 in Spagna.
    Queste date, dicono Nulla a Santaromana?
    Rinfreschiamo la Memoria: se allora in Italia e Spagna e Germania, non ci fossero stati Salvatori del calibro di Benito e Francisco e Adolf, l’esistenza di Santaromana si sarebbe fatta impossibile.
    Ci avrebbero pensato i “Rossi”, a svenarla del tutto.

    Ma questa è Storia negata; storia nascosta: Storia del “Male Assoluto”.

    Ad ogni buon conto, sappiamo bene come andrà a finire anche la prossima volta in cui non si potrà piu’ blaterare lacrimosamente di Pace, ma occorrerà mettere mano al Gladio.
    La volta in cui gli iperislamisti Takfiri tagliateste dell’Isis, grazie ai petrodollareschi Finanziatori, decideranno di dare l’assalto a San Pietro.

    Il numero di Soccorso che Santaromana comporrà, sarà ancora una volta quello del “Male Assoluto”.
    E come sarebbe bello se alla prossima chiamata di Soccorso di Santaromana, a “Quel” numero rispondesse una gentile segreteria:
    “Gentilissima Santaromana; per le castagne sul fuoco pregasi rivolgersi ai buttiglioni, ai casini, ai formigoni, ai franceschini, ai bindi, letta, lupi e renzi.

  22. Alter ha detto:

    Il Dr. Bergoglio del Vaticano ha incontrato un famoso Miliardario sionista che ha fatto fortuna nel settore cosmetico.
    Buon risalto dei “Midia” alla cosa.

    Il Miliardario sionista che ha fatto fortuna con i profumi ed i belletti, ha utilizzato come pretesto l’attuale difficile situazione dei cristiani del Medio Oriente, per un ardito paragone con la (immancabile) storia della Shoah.
    Secondo il Sig. Miliardario che ha fatto fortuna con le creme da notte, oggi toccherebbe ai cristiani esattamente come ieri tocco’ a “Gli Ebrei”.

    E poi via col solito cortocircuito sionista della classica propaganda Heretz Israel.
    Tel Aviv la Democratica, la Misericordiosa, l’unica democrazia del Medio Oriente, (i cristianucci non lo dimentichino mai) si difende: bombarda Gaza solo perchè costretta dai cattivi Palestinesi.
    Se “Alcuni” Bambini palestinesi muoiono, non è certo colpa degli jet e dei tank di Tsahal; ma delle loro Mamme che non li controllano a dovere.
    Li tenessero a casa o a scuola, che li sono al sicuro.

    A questo punto, Una domanda dovrebbe sorgere spontanea: Gent.mo Sig. Miliardario sionista, ma COSA pretendono questi ferocissimi Palestinesi !?
    Ed un’altra:
    Gent.mo Sig. Miliardario sionista, ma CHI finanzia ed arma i Kattivi dell’Isil?
    Ed un’altra ancora:
    Gent.mo Sig. Miliardario sionista, COME mai Tel Aviv non colpisce i Kattivi dell’Isis che si sono attestati sul Golan, a due passi dal Sacro Konfine?
    Mbo’, non è dato sapere…

    E’ sempre poco gentile per dei “gentili” fare una simile domanda ad un prestigioso esponente sionista, e quindi si preferisce non chiedere.

    Il Miliardario sionista che ha fatto fortuna con le creme di bellezza, ha quindi proposto una innovativa, originalissima Soluzione: nientepopò di meno che l’ennesima Santa Alleanza tra giudei e cristiani, contro i Kattivi dell’islam.
    Ci risiamo, sono passati mille anni, ma si torna ad invocare la Guerra Santa, la Crociata contro il Male Assoluto.
    Male Assoluto identificato in un generico, semplicistico “Islam” che comprende chiunque sia contro l’attuale infernale assetto geopolitico imposto con la forza delle armi occidentali in Palestina, Siria, Libia e dintorni.

    Da piu’ di un secolo sionismo e finanza internazionale, comandano tonnellate di Carne da Macello occidentale molto credulona.
    Si spera che dopo tutti questi secoli, la “Carne da Macello” occidentale si sia leggermente evoluta e non creda piu’ alle Guerre Sante del Bene contro il Male, nè alle Crociate in nome di un Dio vendicativo.

    Ad occhio, trattasi di Speranza alquanto vana.
    Ma non si sà mai…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...