BUONE NOTIZIE. LA COMUNITA’ NAZIONALE E’ VIVA

garibaldi2Dalle cronache degli ultimi giorni emergono senza dubbio dati positivi. Il teatrino dei politicanti e dei buffoni di corte che si sono recati nel quartiere romano di Tor Sapienza come pifferai in una consecutio ridicola e antistorica, è stato letteralmente “sfanculato” uno dopo l’altro dai residenti della zona al centro dei riflettori (e per quello ancora più arrabbiati), che rifiutano l’assimilazione a qualsiasi partito politico gli si avvicini per lucrare sull’evento mediatico. Uno dopo l’altro i Sindaci del Gay Pride, i Vichinghi de Noattri, e buon ultime, le Grillinate, sono stati rispediti al mittente, dando semplicemente comunicazione che i residenti del quartiere romano si occuperanno della faccenda come meglio ritengono, e fornendo un chiaro segnale di fallimento totale di decenni e decenni di politiche trasversali clientelari e nocive.

Altra buona notizia, pare apparire, da recenti sondaggi svolti su campioni consistenti di elettori italiani dove la percentuale che assomma ASTENUTI, SCHEDE BIANCHE e INDECISI si attesta intorno al 60%; una percentuale francamente confortante e sorprendente, che conferma, che anche con un normale e fisiologico rialzo, si sta comunque consolidando quel dato di UN ITALIANO SU DUE rigetta questo teatrino ormai imbarazzante.

Solo pochi mesi fa percentuali del genere apparivano impensabili, e danno l’idea di come la situazione socio-economica nel nostro paese vada deteriorandosi a ritmi che forse nemmeno gli Usurai potevano prevedere.

Questo è solo l’inizio ma i due aspetti appena menzionati ci danno vive speranze che ancora il Cuore della Patria sia pulsante, che si possano creare Isole di Resistenza veramente Resistenti, che si possano coltivare progetti nazionali di ampio respiro che vadano oltre la mera raccolta di briciole lanciate dai padroni.

Anche perchè, il contemporaneo disinteresse alla politica elettorale da parte dei cittadini, non significherà forzatamente un disinteresse agli eventi sociali che colpiranno l’Italia nei prossimi anni. Quello che cova sotto la cenere è quello che a noi interessa, e non le squallide questue da baccanali di basso impero in salsa leopoldina, zeccofante, post-arcoriana o da transumanze padane 2.0.

Sicuramente i Pifferai del Ludificio Cartaceo tireranno fuori i loro obici mediatico-finanziari già dalle prossime tornate amministrative (magari aiutati da qualche tristo sognatore brico-identitario, o da qualche stornellatore in salsa social-pacifinta), e riusciranno a portare alle urne ancora qualche truppa cammellata. Se nella Fascisteria o nella Pacifinteria hanno deciso, ancora una volta, di rivolgersi ai “soliti noti”, sia che si chiamino Matteo il Doge, sia che si chiamino Landino Primo, saranno gli eventi a consegnarli alla Storia, tra un vagito post-reaganiano e una canzone di Bob Marley.

No grazie…preferiamo vivere.

Adesso è l’ora di prendere posizione. I nostri nuclei lo stanno facendo … e non è detto che non saremo soli. La Comunità Nazionale è viva. Su quella dobbiamo lavorare.

J.G.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Commenti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

43 risposte a BUONE NOTIZIE. LA COMUNITA’ NAZIONALE E’ VIVA

  1. Anonimo ha detto:

    Non ci sono alternative

  2. Anonimo ha detto:

    avanti così, forse la gente si sta svegliando e deciderà di non farsi prendere in giro oltre dai politicanti servi delle banche usuraie

  3. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    La nostra tattica, anche in queste situazioni, è quella giusta. Noi non dobbiamo andare nei punti di crisi, perchè la gente che protesta non è ancora ” popolo ” nel significato alto e nobile cui NOI lo intendiamo. Nervi salvi e ” carpe diem ! “. NOI non saremo mai ” funzionali al sistema ” Nel momento in cui la ” gente ” avrà riconquistato l’orgolgio identitario e sarà ritornata ad essere ” popolo “, allora e solo allora NOI faremo la nostra parte.

  4. Alter ha detto:

    Non dai Talcscio’ della tivvi’; ma dai Quartieri Italiani degradati, occupati, criminalizzati.
    Da li’ si alzerà l’Urlo di Guerra.

    Non dalle veline, dalle olgettine; dalle madie e dalle boschi; ma dalle Madri, dalle Mogli, dalle Sorelle, dalle Figlie offese, depredate, violentate.
    Da li’ si scatenerà la Rivolta.

    Non dai tronisti, dai fighetti leopoldiani, dai borghesucci col rolex; ma dai Padri, dai Mariti, dai Fratelli, dai Figli espulsi, rottamati, centrifugati via dal Lavoro.
    Da li’ sorgerà l’Aurora.

    NOI siamo Avanguardia.
    NOI illuminiamo la Via, l’Unica, l’Immortale.
    La Nazione Risorta, guarita dalla lunga cecità, ci riconoscerà.

    La lunga Notte della Patria, è al suo epilogo.

  5. Alfredo Ibba ha detto:

    Troppo ottimismo sulla gente.

  6. francesco ha detto:

    Concordo con il Sig. Ibba. Troppo ottimismo nel popolo bue, anche in prospettiva di ulteriori e prevedibili sconquassi socioeconomici, il borghesismo nano avrà ancora più paura, e, anestetizzato intellettualmente com’è, si farà ancora più abbindolare dai pifferai di regime.

  7. Angelo Murru ha detto:

    Purtroppo ho poca fiducia nel popoliota malpancista, privo di qualsiasi ideologia che non sia il proprio tornaconto personale. Abbiamo già visto tantissime volte cosa muove il popolo. Se ci fosse qualcosa, anche lontanamente vicino ad un ideale, non saremmo la nazione ignobile nella quale cerchiamo di far crescere un germoglio di dignità. Detto ciò Noi saremo sempre pronti ad accogliere ogni Uomo onestamente Libero. Noi non molleremo mai, ma non siamo neanche così fiduciosamente ingenui nei confronti di movimenti che forse tali non lo sono ancora. In alto i cuori.

  8. Alter ha detto:

    Le piu’ incazzate sono le Donne Italiane; gli uomini le seguiranno.
    Gli uomini troveranno nella disperazione delle loro Madri, Compagne e Sorelle, la forza della ribellione.
    Il coraggio sorgerà dalla vergogna e dalla rabbia che, da impotente, si trasforma nel suo opposto; in forza potente.

    Se un popolo disperso, e dopo ben duemila anni, è riuscito a ricreare dal NULLA la sua patria, perchè non dovrebbe riuscirvi una Nazione, un Popolo, una Stirpe trimillenaria in letargo da “soli” 70 anni?
    Fu’ movimento istantaneo di tutto un Popolo?
    No, fu’ idea scaturita dalla mente di pochi visionari.

    Mille Garibaldini fecero la nuova Storia d’Italia.
    Erano Uomini Nuovi, sorti da secoli di sudditanza psicologica al potere vaticano ed ai suoi protettori stranieri.
    Non vi erano radio, nè tivvu’, nè socialforum; eppure si raccolsero dai quattro angoli d’Italia.

    Altri Uomini Nuovi; una centuria di Legionari sopravvissuti al rogo della prima G.M, scrissero un altro Capitolo fondamentale della immortale Storia d’Italia.
    Un manipolo di Eroi fu autore di quel capolavoro di audacia, intelligenza militare e strategia politica passato alla storia col nome di Marcia su Roma.

    La Storia è nelle mani delle Avanguardie, dei Visionari, dei Cesari.
    La massa transumante indifferenziata si accoda; accorre in soccorso del Nuovo Vincitore.
    Ancora una volta, viscidamente; come ha SEMPRE fatto.
    Ma essa non conta, non agisce, non smuove le montagne; ed il suo peso specifico è (e sempre rimarrà) pari a zero.

  9. wids72 ha detto:

    Dalle ceneri risorgerà l’anelito a nuova dignità, a nuovo orgoglio nazionale!!!! In alto i cuori!!!

  10. Veneziano ha detto:

    Oggi un vero ed autentico Fascista sta con Salvini; in un momento di sostituzione etnica sull’intero continente, impedirne l’approdo finale diventa l’unico e massimo Fronte di battaglia. Non capire questo significa fare il gioco del nemico. Se non ci salva il trinomio Putin-Le Pen-Salvini, siamo perduti, dopo di loro c’è solo il califfato, già in anticamera. Con buona pace degli astensionisti che come massima forma di lotta smanettano al PC. Senza rancore, ma anche senza ipocrisia.

  11. Alter ha detto:

    Auguroni cari ai “veri ed autentici Fascisti” emiliani che domenica omaggeranno col loro voto residuale il novello Brenno de noaltri.
    Ambrogino il celticopadano; il baluardo islamico, il fustigatore dei Rom; lo specialista in fugoni alla bolognese.

    Il Terrore dei Rom e dei Califfi, cui servono anche i voti racimolati a destra, per preparare l’ennesima incicciata elettorale nazionale con berlusconi e verdini.
    Salvini, berlusconi e verdini: i “Giganti” dell’identità nazionale…

    Lunedi’ si conoscerà il dato veramente importante.
    Quello che fà tremare le gambette a tutti Lorsignori: la percentuale dell’Astensionismo Italiano.

  12. Alfredo Ibba ha detto:

    Caro Veneziano, io ritengo che oggi le uniche cose da salvare siano i beni artistici e culturali dell’ Italia tipo il Colosseo, i nuraghi, le statue di Michelangelo ecc., e il paesaggio naturale. Per il resto, vada all’ inferno: disintegrazione totale della società o comunque nessuna collaborazione.
    Poi visto che hai parlato di salvaguardia etnica, sai chi sono i responsabili della Lega per l’ immigrazione? Lo sai? Mi gioco il sedere che non lo sai ancora.

  13. Onore ha detto:

    L’idea di quel signore con le felpe titolate che possa salvare la Stirpe Italica e la Nazione mi rattrista.Non piu’ di 20 anni addietro circa,se non sbaglio,il suo Capo-RomaLadrona,aveva promesso che sarebbe sceso dalle Valli insieme ai suoi “a caccia di Fascisti e Preti”.Io,Fascista,di padre messapico e di madre veneziana,comunicai al piu’ presto(alla relativa sezione padana) i miei dati con nome,cognome,via,numero di telefono,etc.E non entriamo nel merito dell’odio che cotanti personaggi in camicia verde hanno avuto per la stirpe meridionale d’Italia. E ora pensano che i nuovi fascisti cc.dd del terzo millennio( C.P.I. per caso?) debbano vedere la salvezza della Nazione in chi proprio a Venezia disse che il tricolore era buono solo per …… Vergogna!!! Boia chi molla!!! Repubblica Socializzazione Italia. P.S. Gia’ nel luglio del 2007 un’europarlamentare in camicia verde ebbe il coraggio di presentarsi a Schio dove era in corso la cerimonia per la Commemorazione dell’Eccidio. Venne rispedito a casa. Erano altri tempi evidentemente. Eja.

  14. Alter ha detto:

    Humm…quesito interessante.
    Sarà sicuramente un/a “Lumbard”, un guerriero longobardo della Val Brembana, un milanese doc, un “Serenissimo” d.o.p.
    Un druido padano/celtico di antichissimo lignaggio certificato.
    Uno/a con un nome classico, tipo Ambrogio, Cesira, Bepi, o… Toni.

  15. Alfredo Ibba ha detto:

    No, sono un nigeriano e una marocchina. Non sto scherzando, dico sul serio; è sufficiente farsi una ricerca su Internet. La cosa non mi interessa perché personalmente non sono razzista. E’ solo per quelli che si aspettano dalla Lega 2.0 non solo la rivoluzione fascista, nazionale, ma persino una salvezza della presunta razza italica pura.

  16. Uomo Libero ha detto:

    Caro Veneziano un vero autentico Fascista è Socialista, Nazionalista, Patriota, Comunista nel senso Comunitario del termine.
    Cosa centra dunque un vero autentico Fascista con la Lega e la Destra in generale che sono antinazionali, antisociali e quindi antifascisti?
    Ripeto il concetto: la destra con tutti i partiti che vi orbitano intorno, estremisti o meno, sono antifascisti per definizione: scegliendo la collocazione a destra e richiamandosi a un ipotetico fascismo falsificano la Storia e fanno il gioco del Nemico.
    Un fascista se proprio fosse obbligato a scegliere tra Destra e Sinistra per identificarsi, deve obbligatoriamente scegliere la Sinistra, di stampo Nazionale ovviamente.
    Per quanto riguarda l’Astensionismo, soprattutto quello Attivo, è una forma di lotta, non la sottovalutare.
    Concludo in fine ricordandoti che Il Popolo Non Vota, Il Popolo Lotta!

  17. veneziano ha detto:

    Come trema la mafia piddina emiliana pensando alla % di astensionismo…mica trema di perdere la regione dopo 70 anni…. ma ci fate o ci siete?
    Piccolo promemoria: un tale rinnegò il socialismo e fondò il FASCISMO, proprio perchè un socialista non PUO’ essere patriota….ma forse è troppo difficile il concetto….

  18. Alfredo Ibba ha detto:

    Se perde la mafia piddina emiliana per far spazio al cesso-destra cosa cambia? Io addirittura spero in una batosta per le destre perché mi hanno rotto le scatole questi sedicenti amici degli italiani a corrente alternata, che si ricordano degli italiani solo quando si parla di immigrati, che quando governavano facevano equamente schifo, che stanno a fare gli alternativi in televisione. Hanno rotto e allora che si prendano il 20%. al massimo.
    Quanto al votare, se votare servisse a cambiare veramente le cose, non c’è lo lascerebbero fare.

  19. istorian ha detto:

    Ottimo sapere che siamo letti dai Destro-terminali,
    che dopo 70 anni di seghe, si mettono in mano alla CASA DELLE LIBERTA’ 2.0.

    Al Ciuccio Veneziano sarà bene ricordare:
    “Mi rifiuto di qualificare di destra la cultura cui la mia rivoluzione ha dato origine. Cultura di destra, del tutto rispettabile, è quella che fa capo all’Action Francaise. Cultura di destra è quella di cui la gente di Codreanu è fautrice. Cultura di destra è da considerarsi quella alla quale il mio amico inglese Mosley sta lavorando. Ma la cultura fascista, che recupera valori dell’intero Novecento italiano, non è di destra. Il movimento della «Voce», antiliberale nel midollo e nell’espressionismo polemico, rivive nel moto dell’«Universale» di Berto Ricci. La cultura sindacale che fa capo al mio amico Ugo Spirito non è di destra. La cultura dei poeti toscani che inneggiano all’enigma al quale non danno soluzione, tutto può essere, ma non di destra. Abbiamo poeti cristiani, come Giuliotti, come Moscardelli. La loro poesia nulla ha di reazionario anche se esalta ritorni a grandi momenti del cattolicesimo e del protestantesimo dell’occidente. Se abbiamo una filosofia della rivoluzione non la dobbiamo a coloro che combattono il libero arbitrio nel totale del bene che ci ha irrogato. Anche se la nostra è cultura di controriforma, resta da dimostrare che ogni controriforma sia dalla parte del padrone. (Taccuini Mussoliniani p. 373)

    Il vero fascista sta con Alvin Rabushka, reaganiano fautore della Flat Tax ?
    Il vero fascista si fa finanziare da Arcore ?

    Se la DESTRA RADICALE si è messa in mano a Salvini e Borghezio,
    dopo il fallimento della raccolta firme,
    noi siamo contenti, perchè almeno ne certificheremo l’estinzione.

  20. Alter ha detto:

    Occorre STUDIARE a fondo la materia, prima di poter discutere con cognizione di causa, sia di Fascismo, che del suo geniale Inventore.

    Personalmente sono anni che studio Il Fascismo; e penso di conoscere sienno’ la metà, della metà, della metà dei contenuti storici, politici e dei suoi Valori immortali.
    Ben consapevole di usurpare un Titolo d’Onore cui avrei la netta percezione di essere inadeguato; mai oserei definirmi Fascista.
    Nel migliore dei casi sono (e restero’) un appassionato studente di Fascismo.

    Invece i borghesucci residuali destroleghisti; elettori compulsivi delusi, transumanti di quà e di là, non sono sfiorati da alcun dubbio.
    Essi sono convinti di sapere tutto sul Fascismo…

    Anzi (e qui esonda tutto il ridicolo della loro velleitaria posizione), sono convinti di essere essi stessi “Fascisti”.
    Poveri somarelli borghesucci contemporanei: un sommario esamino di Storia del Fascismo, un paio di domandine a bruciapelo di Dottrina Fascista e di Economia Fascista (o semplicemente beneducesca), metterebbero velocemente a nudo tutta la loro piramidale ignoranza.

    Apparire, non Essere: questo il loro unico credo.
    Destroleghismo borghese; solo uno dei tanti sottoprodotti sociali di questi tempi incoerenti e caotici.

  21. Alter ha detto:

    Sul web e’ possibile ammirare le foto dei quaraquaquà leghisti (salvini compreso) con le magliettine “padania is not italy”.

    Oltre che leghisti, pure anglofili.
    Il massimo della putrefazione borghese itagliotide.

    Roba per elettori di bocca buona; gente abituata da sempre a votare di tutto.

  22. Maurizio Canosci ha detto:

    Già uno che si firma Veneziano e non Italiano come può pensare di “essere fascista” se non ha nemmeno la dignità di sentirsi parte integrante di una Comunità Nazionale ? Cmq hanno già risposto ottimamente altri; che frigga pure nella lordura deli ludi cartacei e si faccia una ragione della nostra volontà di astenerci ed invitare altri ITALIANI a farlo.
    Ad Maiora !

  23. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Il signor ” veneziano” è il classico esemplare italiota che ha la pretesa di aver capito tutto; di questa ” fascisteria” non sappiamo che farcene ! Putin, LePen, Salvini messi nel frullatore per farne un aperitivo: il massimo della geopolitica in salsa verde ! Un consiglio serio: si legga il ” piano Kalergi ” e poi rifletta attentamente prima di sparare sentenze.

  24. Alter ha detto:

    Dato Ministero degli Interni.
    Regionali Emilia e Calabria; affluenza ai seggi alle ore 19.
    32.19%

  25. Alter ha detto:

    37,22%
    Questo il dato di affluenza alle urne aggiornato alle ore 23.
    Fonte Ministero degli Interni.

  26. Alfredo Ibba ha detto:

    Complessivamente l’ affluenza non ha raggiunto il 40%. Affluenza un poco superiore al 37% in Emilia Romagna, al 44% in Calabria. Significativo che ci sia stato più astensionismo in Emilia Romagna, tradizionalmente popolata da gente rispettosa delle istituzioni, più legata alla Chiesa e alla politica. Io sono felice del tasso di astensionismo.

  27. Alter ha detto:

    Dati definitivi Emilia:
    3.460.402 i cittadini aventi diritto al voto.
    1.304.841 i votanti. (37.70%)
    49.472 le schede bianche e nulle. (3.78%)

    Ed ora il Piddi’; il pseudovincitore di queste elezioni fallite, pretenderebbe di governare la Regione avendo raccolto 535.109 miseri voti tra parenti, amici e clienti ?
    La Maggioranza; il 62.30% dei Cittadini aventi diritto al voto (2.155.561) ha civilmente deciso di disertare le urne, di denunciare ufficialmente e pubblicamente il sistema partitocratico mafioso nazionale e locale.
    Un Segnale chiarissimo a tutti i Ladroni: sia i vecchi che i voracissimi nuovi.

    A questo punto, un sistema di Vera Democrazia dichiarerebbe NULLE queste elezioni.
    A questo punto una Democrazia rappresentativa prenderebbe atto del suo disastroso fallimento, assumendosi tutte le responsabilità.

    Invece la repubblichetta struzza dei Quaraquaquà antifà, infilata la testa nella sabbia, continua a far finta di nulla.
    Gran brutta posizione.

  28. Veneziano ha detto:

    Secondo me la grande quota di astensionismo dipende dalla diffusione del verbo dei Testimoni di Geova in Emilia e Calabria…. Qualcuno può provare che non è vero?

  29. lupoalfa ha detto:

    @Veneziano; non so se Lei c’é o ci fa. Cmq questo spazio é sì aperto e senza censure ma per accogliere interventi intelligenti e non altro. Per cui se ha bisogno di conforto demenziale si rivolga a Radio Padania.

  30. Luca Ricci ha detto:

    Salvini toglierà voti a Grillo e andrà in coaiizione con Berlusconi, La Russa e tutta la compagnia del presunto centro destra. Tra l’altro stanno usando Casapound, che alla fine rimarrà esclusa dai giochi.Borghezio scende a Roma per pubblicizzarsi e ripulire l’immagine della Lega, Di Stefano in cambio non ha nulla.

  31. Alter ha detto:

    Il venditore di pentole senza coperchio, è corso a minimizzare il catastrofico impatto del Meteorite Astensionista, caduto sulla capoccia sua e dell’intero sistema monopartitico ladrone.

    Ha “vinto”: non importa se sulle macerie di una intera Nazione, e col voto risicato dei parenti stretti, e dei soliti quattro clientes.
    Ha “vinto” anche se La Maggioranza Assoluta degli elettori emiliani e calabresi, l’ha sonoramente bocciato

    Il Potere corrompe, e dà alla testa.
    Fama, ricchezza, leccatine mediatiche e riflettori sempre accesi, sono nemici della lucidità di pensiero, dell’onestà, e del buonsenso.
    Ed il furbastro “vincitore” di queste elezioni antidemocratiche – totalmente invalidate dalla altissima percentuale astensionista – non fà eccezione alla regola.

    Il Meteorite Astensionista, ha già modificato l’asse di rotazione politico nazionale, decretando l’inevitabile scomparsa dell’anacronistico Mammuth partitocratico itagliotico.

    Nuove stagioni sostituiranno l’inverno perenne imposto all’Italia ed agli Italiani, dalle “istituzioni democratiche” della glaciale, decrepita repubblichetta ladra e assassina.

    Tutti Lorpapponi sono avvisati: Questa Nazione non si governa col 20% del 30%.

  32. Michele ha detto:

    Di Stefano e CP in generale stanno avendo molto spazio in TV, questo stanno avendo in cambio per essersi schierati con la Lega.
    Dite che non servirà a niente?

  33. Alfredo Ibba ha detto:

    A diffamare il fascismo e a renderci ulteriormente antipatici, poco appetibili. Poi il cittadino exnofobo voterà Lega mica Casapound.

  34. Alter ha detto:

    Molto spazio in tv:
    La Massima aspirazione di tutti gli aspiranti politicanti, aspiranti all’arricchimento personale a scapito degli interessi superiori della Nazione.

    Molto spazio in tv:
    Quello che ieri hanno avuto ed utilizzato per fini esclusivamente personali i berlusconi, i bossi, i fini, i meloni, i santacchè, etcè, etcè, etcè.
    Quello che oggi riempiono di esclusivi contenuti carrieristici ed utilitaristici personali i renzi, i berluschinidi, i salvini, i grassi, i boldrini, i guidi, i boschi, i madia.

    Molto spazio in tv:
    Utilissimo per lanciare una carriera politica di celluloide.
    Utilissimo per certificarne l’inconsistenza prima, e la prematura morte poi.

    Molto spazio in tv:
    Cui corrisponde molta Astensione alle urne.

    Ludi cartacei e Ludi televisivi:
    Vasche dove nuotano affamatissimi branchi di squali, barracuda e piranas.
    Vasche dove l’acqua inizia a scarseggiare.

  35. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Adunatra di tutti i ” berlusconidi ” per salvare il culo al piduista di Arcore ! Anche la ” fascisteria ” griderà: presente ! L’arruolamento nelle truppe cammellate è aperto: buon lavoro a tutti. Ce ne ricorderemo al momento giusto.

  36. Alter ha detto:

    Don Silvio il Boss di Arcore, ha due “nuovi” picciotti.
    Due “nuovi” delfini picciotti.
    Don Silvio – avendo i tursiopi il medesimo nome di battesimo – per semplicità li ha ribattezzati come stenella M1 e stenella M2.

    M1 nuota di quà, mentre M2 stà di là; dall’altra parte del confine farlocco ideato dal Partito Unico della voracissima consorteria partitocratica Magnamagna.
    Confine farlocco, che nulla divide nella grande vasca comune, creata per pasturare e spartire al meglio il mercato ittico elettorale dei branchi di sardine itagliotiche d’allevamento.

    M1 e M2: delfini funzionali alla sopravvivenza politica di Don Silvio, alla sopravvivenza economica delle sue decotte imprese televisive e finanziarie.

    Triste il destino delle due stenelle M1 ed M2.
    Esattamente come i predecessori; i delfini picciotti Gianfranco ed Angelino, finiranno anch’esse arrostite sulla griglia trappola di Arcore.

    Nell’aria già si avverte il tipico odorino di grigliata di mare.

  37. Luca Ricci ha detto:

    Gli inviti in tv sono trappole.Sparano il servizio contro la cpi di turno,cominciano con le domande sul fascismo ecc. Poi di stefano e gli altri con tutto il rispetto non hanno gli strumenti per discutere sul fascismo. Insomma,io vedo solo un autogol nell’andare da ospiti da gente tipo Formigli o Vespa.

  38. Alfredo Ibba ha detto:

    L’ autogoal si ha già appena manifesti assieme alla Lega, mettendosi in evidenza per lo più sulle solite robe anti-straniero.

  39. Alter ha detto:

    Lega, Salvini…
    Il “Nuovo” che avanza, dal barattolo di conserva ammuffita.
    Roba per gente dal palato molto, molto semplice.

    Una piccola pagina (giusto per gli smemorati della fantadestra borghese padanolaziale), tratta dalla vastissima biografia politica salviniana:
    Il Nostro, grande intellettuale e “studente” fuori corso – sedici anni di iscrizione all’università senza conseguire il papiro di laurea; meglio di lui riusci’ a fare persino il Trota – sul finire degli anni novanta fondò la corrente leghista dei “Comunisti Padani”…

    Matteo Salvini; da compagno “Migliore” dei comunisti padani, a camerata carismatico dei fantafascisti padanolaziali.
    Roba da rotolarsi dal ridere.

  40. veneziano ha detto:

    Benito Mussolini: da compagno “migliore” dei socialisti romagnoli, a camerata carismatico dei fantafascisti padanolaziali.
    Roba da rotolarsi dal ridere, leggendo le vostre sciocchezze.
    Ma quando M. Le pen sara’ “President de la Republique”, e grazie ai “ludi cartacei”, come del resto il Führer ed il Duce, continuerete a fare gli scongiuri per ciö che fanno Lega, C. Pound, FN ?

  41. Alfredo Ibba ha detto:

    In democrazia non si permetterà a chi è potenzialmente scomodo di fare un governo. Comunque al Front National preferisco altro:
    http://whitewolfrevolution.blogspot.it/2014/11/il-front-national-di-marine-le-pensi.html

  42. Alter ha detto:

    Il Cerchio Magico degli indovini celticopadani on line, fornisce profezie astrologico elettorali sul nome del futuro monsieur le president di Francia.

    Too much wine, hombre.

  43. Alessandro Pizi ha detto:

    Veneziano…vedo che segue poco la politica anzi pochissimo, la le pene…in un’intervista ha consigliato a salvini (in diretta RAI) di NON imbarcare l’estrema destra…come vi piace essere considerati VOI …all’interno della lega o del nuovo progetto legaiolo…la Le pene..resta ed è una liberale….quindi con le Nostre tesi di socializzazione e nazionalizzazione….escluso le tesi anti euro e contro l’immigrazione ha ben poco a che vedere…se poi va a guardare bene…Salvini sta facendo marcia indietro anche su Alfano….CPI…faccia cio che vuole..chiaramente…ma con lo 0,% dubito che avra un peso politico all’interno di tale accozzaglia liberale….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...