GIRI DI VALZER NELLA DESTRA TERMINALE.

debitoSe il debito pubblico (grande imbroglio ordito dalle banche con la complicità di governi imbelli ai danni dei popoli) è la corda che impicca i cittadini, il pareggio in bilancio è il tirapiedi che dà il colpo di grazia. Il pareggio in bilancio è una situazione contabile che prevede che le spese pubbliche sostenute dallo Stato e da tutti gli enti pubblici corrispondano numericamente alle entrate. Tale provvedimento serve ai governi dei camerieri di Bruxelles, per giustificare tagli ai servizi sociali (sanità, scuola, trasporti ecc.) con la solita e stantia puerile scusa di dover rispettare i parametri – impostici dalla UE – del pareggio di bilancio. Tali parametri sono stati stabiliti in un rapporto massimo del 3% tra il pil (Prodotto Interno Lordo) di una Nazione e la somma della spesa pubblica. Quindi l’unico modo per avere denaro pubblico da erogare per la spesa sociale è incrementare all’infinito il PIL, cosa che ben capirete, in momenti di crisi e stagnazione è impossibile; e diventa pertanto impossibile rispettare tali parametri che alle fine si trasforma in una vera istigazione al suicidio.

Se poi pensiamo che gran parte dei tributi che paghiamo serve per pagare gli interessi del debito pubblico, che come abbiamo visto è una truffa ai danni dei popoli a cui viene prestata A USURA la ricchezza che loro stessi hanno prodotto, vediamo come l’unica alternativa per rilanciare la nostra economia sia l’abolizione del pareggio in bilancio, la conquista della sovranità monetaria e la fuoriuscita dalla UE e dalla sua moneta.
Il pareggio in bilancio è stato introdotto nella Costituzione italiana dalla Legge costituzionale del 20 aprile del 2012. Nella seconda votazione sia alla Camera sia la Senato la maggioranza favorevole ha superato i due terzi precludendo così la possibilità di un referendum confermativo.

E veniamo al “giro di valzer”.

Se andiamo a vedere chi ci ha messo in questa situazione, cioè chi ha approvato sia il trattato di Lisbona che ha messo fine all’ultimo barlume di sovranità che l’Italia ancora aveva e chi ha votato a favore del pareggio in bilancio, oltre ai sinistrati da sempre guardia bianca del potere economico, curiosamente troviamo anche alcuni personaggi che oggi si vogliono riciclare come difensori del popolo e della sovranità nazionale.

Tra i responsabili di tale voto, infatti, spicca la Lega Nord (in particolare Salvini che oggi fa il patriota e che ha serenamente votato a favore del trattato di Lisbona, come già avevamo indicato qui) e la sorellona d’Italia Giorgia Meloni; entrambi hanno votato a favore sia del trattato di Lisbona sia del pareggio in bilancio in costituzione.

NOI, queste cose non le dimentichiamo.

E.V.

Link di interesse: http://parlamento16.openpolis.it/votazione/camera/pareggio-di-dibilancio-in-costituzione-tu-dll-c-4205-abb-a-voto-finale/37608

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attualità Politica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a GIRI DI VALZER NELLA DESTRA TERMINALE.

  1. Alter ha detto:

    Lorpapponi sono tutti Fardelli d’Italia.
    Giorgi e giorgie, mattei, angelini e silvi; sono tutti Zavorra d’Italia,
    E l’hanno mandata a fondo.

    Oggi il tizio che fà finta di difendere le finanze nazionali – ma che in realtà è interessato unicamente alla sua panza, ovviamente a scapito degli interessi della Nazione Italia – ha detto che occorre cedere altra sovranità all’EU.
    Altra sovranità?
    Ma di cosa parla il mentecatto; oramai tutta la Sovranità è già stata ceduta.

    Ci hanno pensato i ciampi, i prodi, i berlusconi, i monti, i letta e l’ultimo fenomeno itagliota che si scatta i selfie mentre lecca il gelato, si mette il secchiello del ghiaccio in testa, e accarezza i Koala.

    Leopolda renzi; da quando è al potere (messo su’ dalla congregazione vampira che và da re Napolitone agli Squinzarelli confindustriali) ha innalzato il debito italiano di un’altra ottantina di miliardi.

    Leopolda renzi regge il potere a raffiche di “fiducia” (alla media di tre al mese) e la disoccupazione aumenta, raggiungendo – quella ufficiale si intende, perchè quella reale è ben superiore – il 13%.

    Tutto peggiora in Italia; tranne i conti in banca (soprattutto quelli cifrati) di Lorpapponi.
    Ma Lorbulimici dovranno fare i conti con l’Ostessa Italia.
    Perchè nessun pasto è gratis ed il conto che essi dovranno inevitabilmente pagare, sarà salatissimo.

  2. Patrizio Romano ha detto:

    L’ha ribloggato su Il Populista Regginoe ha commentato:
    L’Italia Socialista Nazionale dice NO all’USURA del grande imbroglio. L’Italia Socialista Nazionale dice SI alla Sovranità Popolare ed al Lavoro, dice SI alla Sovranità Monetaria, SI all’Italia.

  3. Alfredo Ibba ha detto:

    Comunque, ho trovato l’ elenco dei deputati (quello dei senatori no) che hanno votato a favore del pareggio di bilancio nella Costituzione: la Lega ha votato a FAVORE, come ha votato a favore Giorgia Meloni. Matteo Salvini non c’è, probabilmente non era più parlamentare in Italia ma già europarlamentare. Considerate che si è votato il 30-11-2011, dopo il golpe-Monti.
    http://it.wikipedia.org/wiki/Pareggio_di_bilancio#cite_note-3

  4. Cursus Honorum ha detto:

    grazie alfredo.

  5. emilio ha detto:

    credo che il problema sia più nella forma che non nei contenuti……non è l’europa in quanto tale a creare il problema, ma come viene gestita.
    l’europa era gia un idea anche al tempo del fascismo e sarebbe stata una valida risposta alla supremazia delle grandi potenze occidentali con l’america in testa.
    Ma una politica di disarmo e smembramento è cominciata dal dopo guerra in poi e anche l’europa come progetto politico-economico è passato di mano e di fatto gestito dai poteri economici occidentali capitalfinanziari, con il risultato di ridurre il progetto europa sognato dal risorgimento come forza e unione di nazioni sovrane a semplice partner di comnodo e strutturalmente dipendente dalle lobby vincitrici del conflitto.
    Undisarmo cominciato 70 anni fa e ancora in corso, una farsa in cui noi popolo siamo di fatto solo spettatori paganti, non solo il nostro, ma ci facciamo carico anche dei costi, quindi ci rubani in casa e dobbiamo pagare anche il trasloco,il pranzo ai ladri.varie ed eventuali……una farsa tragica,un teatrino in cui al massimo possiamo scegliere con il nostro voto …(ma non col mio)….il “menopeggio” concetto assurdo perchè la rosa è formata sempre e comunque da comparse teatantri.

  6. Alter ha detto:

    Pare che la magistratura abbia iniziato a mettere il naso nella Cloaca Massima dell’Accoglienza capitolina a Rom e Migrantes; la commovente Accoglienza senza macchia e senza paura, senza sè e senza ma, ma soprattutto senza ritegno e morale.

    Nella rete delle indagini sono finiti personaggi ammanicati con le vecchie giunte comunali veltronica ed alemanna, con la giunta zingarettiana e comprendente vecchi arnesi dell’antica eversione di destra radiocomandata dai servizi della repubblichetta antifà.
    Destra terminale appunto.

    Ora si attende che le indagini vengano estese all’intero Settore mafioso, partitocratico e religioso che và sotto il nome di Accoglienza al “diverso”.

    Perchè il “Business” della Cooperazione e dell’Accoglienza al migrante (Karitas vaticana docet) rende come e piu’ della droga e della prostituzione.

    Si attendono sviluppi.

  7. Alter ha detto:

    Mentre “il paese” giace in apnea sul fondo della palude cui l’ha infilato la mafia partitocratica, sommerso da un debito pubblico in costante accelerazione, devastato da una disoccupazione incontrollata, svuotato dall’emigrazione forzata della gioventù italiana verso lidi stranieri; la destra terminale leghista si concentra sul tema del “presepe a scuola”.
    Ed ecco che compare un presepe leghista davanti alla scuola insensibile ai riti di santa romana company.

    Qualcuno avvisi l’ex studente fuori corso Salvini, che fare un presepe con i simboli celtici è una cavolata totale.
    I Celti, non avevano radici “ebraicocristiane” e non si sognavano di adorare remote divinità ebraiche.
    E tantomeno adoravano statue di bambinelli e madonnine biondi e con gli occhietti azzurri.
    Per inciso, Yeshua e Maryam erano decisamente scuretti, molto poco celti in ogni caso.

    I Celti erano politeisti e tra gli altri adoravano Cernunnos; un dio dotato di corna.
    Quindi, in un ipotetico presepe celtico leghistico, la divinità da adorare non è il bambinello biondo e con gli occhietti azzurri, ma il Bue.
    I fondamenti della grande cultura celtica non possono essere cosi’ colpevolmente ignorati da Salvini e dai suoi seguaci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...