DAL MIGLIORE AL MIGLIORISTA.

discussioniStoria di un partito – quello comunista – che con i suoi uomini e la sua condotta criminale, ha segnato il paese ITALIA di sangue, di menzogne, di compromessi, di infamia, di servilismo bivalente e , con l’ultimo epigono, anche di “ alto tradimento “ nei confronti dell’unità e della sovranità nazionale. Un degno rappresentante di un paese senza onore e senza dignità, un comunista-massone buono per tutte le stagioni, il classico “arlecchino” pronto servitor del padrone di turno. Se ne va questo “ presidente della repubblica “ e inizia adesso il rituale della successione in un contesto orgiastico di previsioni mediatiche che, sinceramente, né ci appassionano né ci interessano. Anche perché è ormai giunto il momento di dire con franchezza e sincerità – metodologia inusuale in questo regime mafioso – che si andrà ad eleggere un presidente di una repubblica che, sul piano statuale, non esiste, e non esiste più anche come espressione geografica in questo coacervo indifferenziato che si chiama “eurozona”. 

Non affermiamo niente di scandaloso se diciamo che la repubblica italiana, come stato sovrano, è ormai relegata e confinata nel mondo virtuale E’ rimasta solo la “ liturgia “, come abbiamo potuto verificare con l’uscita di Napolitano: inni, squilli di tromba, bandiere, pennacchi, alte uniformi medagliate e molta, ma molta ipocrisia, talmente evidente che – come si usa dire in questi casi – si poteva tagliare con il famoso coltello della VERITA’. Quindi non c’è più niente da rimpiangere; rimane agli italiani solo da piangere.

Assisteremo adesso allo svolgersi del rituale costituzionale previsto, fino al momento in cui sarà tirato fuori dal cappello dai prestigiatore istituzionali – chiamati con grande pompa grandi elettori – il “coniglio” prescelto anche con il consenso preventivo della cupola usurocratica che detta i tempi e i modi del nostro vivere da sudditi. Non vogliamo spendere, su questo argomento, ulteriori parole: il titolo di questa modesta riflessione è comprensivo di settant’anni di storia di un paese che ha rinunciato di “ ESSERE” e di “ESISTERE “.

Stelvio Dal Piaz

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a DAL MIGLIORE AL MIGLIORISTA.

  1. luiginox ha detto:

    questa è pura verità e pertanto leggendo mi viene un groppo alla gola.che fare?(scusate il riferimento leninista)mi sento impotente.diciamo che mi sento vinto ma non domo.già,che fare?

  2. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    E’ la fine ? Nervi saldi ragazzi ! Esistono ancora in Italia e nel mondo delle minoranze qualificate alle quali NOI siamo orgogliosi di appartenere e che posseggono antropologicamente un patrimonio genetico di anticorpi sufficienti per non essere sopraffatti dalla ” bestia “. Il solito decerebrato prestato al giornalismo ci chiederà: quanti siete ? Noi risponderemo: SIAMO ! NOI siamo coloro che hanno voglia di eresia, volontà di rivoluzione, desiderio di uscire dalla palude, necessità imprescindibile di spazzare via la casta degli “illuminati”, l’oligarchia dei potenti dominatori che non risponde ad alcuna regola, che elude qualsiasi controllo e che si articola a livello globale ammantandosi di nobili finalità. NOI socialisti nazionali, sulla scia e sull’esempio degli ERETICI che nel tempo e nello spazio hanno scritto la Storia da protagonisti, non abbiamo intenzione di arrenderci senza prima combattere per il sogno della redenzione e del riscatto della Patria interpretata nel significato sublime della terra dei Padri. Nervi saldi, ragazzi ! Più buio che a mezzanotte non viene, era il motto di un nostro reparto in RSI.

  3. Patrizio Romano ha detto:

    L’ha ribloggato su Il Populista Regginoe ha commentato:
    I Socialisti Nazionali dicono ancora un fermo e convinto NO al servilismo del partito comunista reo di voler smantellare la Comunità Nazionale Italiana. NO ad una falsa democrazia parruccona ed ipocrita. La Genetica degli Italiani non è persa, Resistenza ai traditori e nervi saldi per un Italia di Italiani, Liberi, Sociali e Nazionali.

  4. Alter ha detto:

    In questo momento, i nervi scossi li hanno sicuramente altri, Non certo NOI Italiani.

    I nervi scossi li ha la partitocrazia, quella che dovrà far digerire agli itaglioti (gli Italiani da tempo se ne fregano altamente della repubblichetta fallita e dei suoi ridicolissimi simboli) il Nome del nuovo inquilino del Colle Quirino.
    Veltroni, pisanu, fassino, bianco, finocchiaro, casini, maroni, jervolino, scajola, cancellieri, alfano, grasso, boldrini, prodi, amato, monti, etc. etc. etc. tutti i decomposti partitocrati presidenziabili.

    I nervi scossi li hanno tutti quelli che, da qui al giorno delle elezioni presidenziali farsa, lotteranno per avere il rinnovo del posto e del pasto caldo, nel nuovo Karrozzone presidenziale.

    Giusto ieri, un giornalista affermava che il Quirinale “cambia” coloro i quali vi mettono piede.
    Assolutamente vero; li trasforma, peggiorandoli ulteriormente.
    Ll’aria mefitica emanata dal fantasma di vittorino il reuccio traditore, li corrompe definitivamente tutti.

    Noi Italiani schierati lungo il corso del Biondo Tevere, attendiamo il passaggio dell’ennesimo baldacchino funenrario partitocratico.

  5. wids72 ha detto:

    Chi ha ha fede e crede vince sempre, va oltre l’evidenza mefistofelica di quest’epoca…in alto i cuori

  6. Luigi Maria Ventola ha detto:

    Dato che al peggio non c’è mai fine, aspettiamoci di vedere l’ennesimo personaggio sinistro (in tutti i sensi); del resto, su quella poltrona è trasitato il peggio del peggio e non penso che vogliano interrompere la tradizione.

  7. Alter ha detto:

    Nel frattempo – mentre gli italioti in attesa di un nuovo Napolitano (forse Giulio?) al Quirinale – agonizzano sotto la tirannide di una Valuta Straniera; un soldo imposto, su cui non hanno la minima potestà, la Svizzera riallinea la propria Moneta Nazionale.

    Svizzera Nazione Libera.
    Svizzera, Nazione confederata indipendente.
    Svizzera, Nazione dotata di sovranità Monetaria.

  8. Rudolf05 ha detto:

    Francamente non rimane da dire null’altro su questa farsesca, oscena vicenda consunta e trita sino ad essere trasparente e non più visibile.
    Un saluto al grande Dal Piaz, faro di guida e conoscenza assolutamente irrinuciabile.
    E un caro pensiero, ma credo di tutti, e immagino molto di più di un semplice pensiero, ad un altro grande: Rutilio Sermonti

  9. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Condivido, insieme a tutti i socialisti nazionali, il pensiero al grande combattente Rutilio, guida per tutti NOI

  10. Alter ha detto:

    Rutilio è come un Padre.
    Anzi, a pensarci bene è come La MAMMA.

    E come giustamente afferma quel sant’uomo di Papa Francesco; chi osa offendere, o peggio, toccare La Mamma, si becca un pugno.

  11. Onore ha detto:

    In questi giorni,giusto 70 anni fa,eroici Uomini combattevano e davano la vita “per il Sangue contro l’Oro” sul confine orientale della Patria sotto le insegne della R.S.I. Era la Battaglia di Tarnova della Selva.Prendiamo esempio da questi Soldati del Btg. della Divisione Decima ‘Fulmine’. Eja!

  12. Alter ha detto:

    Anche Loro sono nel Panteon di tutti gli Eroi nazionali caduti per la difesa della Patria e della Stirpe.
    70 anni fà caddero i Migliori; e fù allora che Patria e Nazione furono rinchiuse in soffitta, ed il “paese” venne ereditato dai peggiori.

    Ma oggi cade anche un’altra ricorrenza.
    Proprio oggi una delle tante congregazioni globalizzatrici – pardon “Agenzie”, che operano contro Patria, Nazione e Stirpe – celebra la sua lucrosissima festa: la “Giornata del Migrante”.
    Ma radiosa “Giornata del Migrante; perchè piu’ emergenze “Migrantes” si ordiscono, e piu’ “Migrantes” arrivano.

    E piu’ tonnellate di prodotto fresco vengono scaricate quotidianamente dai barconi e dai tir, e piu’ fondi ci sono a disposizione della famigerata Kooperazione; delle tante Ong (laiche o religiose nulla cambia) della colesterolica Tribu’ dei Magnamagna itaglioti.

    La tribù dei Magnamagna; i grassi, voracissimi adoratori del Dio Migro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...