A BOTTA CALDA.

nonvoto1A botta calda e pur non avendo ancora i dati definitivi e dettagliati di queste elezioni regionali ci sentiamo di affermare con sicurezza che un dato è certo: IL PARACULISMO RENZI-BERLUSCONI è stato sconfitto; altro dato incontrovertibile: l’astensione non può più essere inquadrata in una “ disaffezione dalla politica”: si tratta di un non voto ATTIVO di rifiuto totale di una classe politica e di un sistema ormai logoro e senza avvenire. Non siamo ancora all’implosione, i sepolcri imbiancati di questa democrazia senza “demos” le tenteranno di tutte per sopravvivere alla loro disfatta, ma i segni premonitori ci sono tutti. Il popolo vero, quello che soffre e fatica, quello che paga e ha pagato tutte le più strampalate esperienze di un sistema vassallo della plutocrazia giudaico-massonica, comincia a risentire il richiamo dell’orgoglio e dell’appartenenza ad una “stirpe” millenaria che ha illuminato della luce della civiltà il mondo intero. E’ il soffio antico dell’Europa dei popoli che comincia a farsi risentire, un venticello che dovrà diventare uragano per battere l’eurozona delle banche, della finanza, dell’usura. E’ l’Europa proletaria che sta prendendo coscienza della propria forza e consapevolezza della missione che l’aspetta per la costruzione di una Federazione di popoli e nazioni. Avanti così. SOCIALISTI NAZIONALI ED EUROPEI !

Stelvio Dal Piaz

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Commenti, Socializzazione, Storia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

42 risposte a A BOTTA CALDA.

  1. pippainzaghi ha detto:

    Non ne hanno parlato del 50% di astensione.
    Il 1° partito conta zero.
    Conta il 2° che prenda il 40 il 20 o il 5% governeranno loro.

  2. pier vincenzo balocchi ha detto:

    Grande Stelvio !

  3. Alfredo Ibba ha detto:

    L’ astensione, come la scheda nulla, è una forma di voto. Significa: non c’è nessuno che mi rappresenta, votare non serve, non sono democratico, il voto è un gioco taroccato come le partite di calcio.

  4. lupoalfa ha detto:

    @ pippainzaghi…….sei proprio na pippa……!!! Noi possiamo sputare in faccia a quelli eletti il 40, il 30 o il 5…….hai capito il messaggio !!!

  5. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Riflessione per il signor “pippa”; quelli eletti che prendono anche il 40% hanno ottenuto il consenso del 40% del 50% dei cittadini; provi un pò a fare i conti di che cosa rappresentano ; è comunque il fallimento della cosiddetta ” democrazia ” rappresentativa: la ” democraqzia partecipativa ” è altra cosa. Comunque c’è un proverbio che dice: chi si accontenta gode e, quindi, ci sono ancora coloro che quando sono in cabina elettorale hanno l’orgasmo.

  6. Alessandro Pizi ha detto:

    l’astensionismo ha punito tutti ma principalmente il patto del nazzareno…Renzi inizia ad essere delegittimato dal suo stesso partito visto che ha perso ben 10% di voti..berlusconi in piu regioni sotto il 10%…il suo ciclo è terminato! questo grazie all’astensione non certo ai “pipparoli” votaroli..altro discorso..per cheisi è presentato senza radicamento territoriale ed è rimasto al palo con il solito 0,%…poi come dice sopra Stelvio se siete come tossicodipendenti da dipendenza voto problemi vostri…non nostri..NOI intanto possiamo guardare tutti in faccia….voi non so! Avanti e barra diritta!
    PS: nel nostro programma c’è scritto a chiare lettere che siamo per l’abolizione delle regioni, quindi con coerenza programmatica non votiamo un qualcosa che non si riconosce!… IN ALTO I CUORI!

  7. Alter ha detto:

    La partecipazione al Festival Regionale della Truffa, và dal 48,28% della Toscana, al 57,15% del solito Veneto Arlechin Batocio “comandi Sior Paron!”.

    Il Partito degli Italiani quindi avanza ovunque dal 51,72% della Toscana, al 42,85% del Veneto.
    Molto bene per il Partito degli Italiani, in regolare ascesa, di Elezione Truffa in Elezione Truffa.

    Gli Italiani hanno definitivamente gettato al cesso i riti della repubblichetta mafiosa.

  8. Compagnoincamicianera ha detto:

    È stata la prima volta che ho vinto! La prima volta che faccio parte di un partito di massa, quelli del non voto il 50 x cento non lo ha preso neanche il cavaliere, ci ha superato e di poco il referendum sulla monarchia /repubblica.

  9. Alter ha detto:

    Giusto e doveroso parlare oggi del Referendum Monarchia Repubblica.
    Fu’ la prima Truffa elettorale organizzata del regime collaborazionista imposto dallo Straniero, che si darà cosi’ una parvenza di legalità.

    Il Referendum del 1946 fu’, per diretta ammissione del Prefetto D’amato – il dominus dell’Ufficio Affari Riservati – pesantemente interferito dalle “manine” degli sgherri del regime montante.

    E Tutte le elezioni successive, sono figlie di quella Madre.
    2 Giugno 1946: La Madre di tutte le Truffe elettorali.

  10. venezianoincamicianera ha detto:

    Da Venezia, dalle rive del Piave, dall’unica “regione” ribelle al regime imbelle, insieme al 25% dei Veneti che non DISERTANO, vi dedico queste parole: Italia e San Marco, Decima!!!

  11. venezianoincamicianera ha detto:

    Comunque sig. Stelvio, mi lasci dire un’altra cosa che proprio mi strappa dalla bocca: “chi si accontenta gode” sembra proprio un proverbio diretto a chi si ritiene vincitore…. quando gli altri non votano!!!!

  12. Alter ha detto:

    I veneti sono sempre i soliti; i tradizionali arlecchini del “Comandi Sior Paron”.
    Prima regione, in termini di soccorso e sostegno al Regime partitocratico paramafioso regionale unico.

    I veneti hanno riconfermato la Lega Pappona degli Zaia, del “fuoriuscito” Tosi, e della bella addormentata sotto l’ulivo toscano.

    Tosi, che vedremo presto quanto “fuoriuscito” o quanto parte il commedia elettorale leghista, realmente fosse.
    Perchè i Leghisti, in quanto ad appetiti, occupazione poltronica e ruberie clientelari, non li batte nessuno.

    Negli ultimi cinque anni di occupazione del Potere regionale da parte della Tribu’ leghista, il degrado sociale, culturale, legale ed economico della regione Veneto, ha assunto connotati di vera e propria Tragedia.
    Ma agli elettori veneti continua ad andare bene cosi; tutti parenti di Zaia e Tosi.

  13. Alfredo Ibba ha detto:

    In Veneto la maggioranza della popolazione autoctona è fatta di vecchietti (con tutto il rispetto per alcuni anziani).

  14. venezianoincamicianera ha detto:

    Alter, prova ad usare il cervello e lascia stare gli insulti…non mi (ci) fanno nessun effetto…noi veneti non ci limitiamo a battere le tastiere…combattiamo anche nelle piazze, al contrario di voi fascisti della pantofola.

  15. Alter ha detto:

    Veneti che “combattono” nelle piazze?
    Tocca leggerne veramente di tutti i colori…

    Ma lo sanno anche in Alaska che in Veneto gli unici “combattimenti”, sono quelli allo spritz.
    Avviso sanitario per i leghisti veneziani; atenti boce, che massa sprisetti ve porta driti al delirium tremens.

  16. Compagnoincamicianera ha detto:

    Al camerata veneziano voglio solo dire che intanto il mio intervento era autoironico ( riguardo la vittoria), x il resto penso e l’ho scritto che una parte dei votanti è in buona fede e credo sia il tuo caso ma insistere sulla questione se è più “dritto” chi vota non porta a niente. Piuttosto un tuo commento sull’astensione? Pensa nella mia regione ha “vinto ” il sig Emiliano il quale parla di maggioranza quando in re l’hanno votato una persona su 20! Quindi facendo un calcolo se il 50ha votato i consiglieri dovrebbero essere la metà l’altra metà non SONO STATI VOTATI DA NESSUNO DA DOVE ESCONO?

  17. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Caro veneziano in gondola, sono lieto che tu ti ritenga un vincitore; io sono uno dei pochi italiani che, a suo tempo-, perse la guerra, nel momento stesso in cui la maggioranza degli abitanti di questo strano paese che si chiama ancora Italia ritennero di averla vinta salendo sul carro dei vincitori.. Se ritieni che le battaglie si vincano con la scheda ne sono felice per te. Comincia a riflettere che devi comunque rispettare anche le nostre opinioni senza passare alle ” pantofole “, che – nonostante l’età, ancora non sono il mio abbigliamento preferito. Se il nostro sito ufficiale non ti piace e ti provoca queste ” reazioni infantili ” che non ti fanno onore puoi anche non guardarlo. Goditi la vittoria e stai ” sereno “

  18. paolettiemilio ha detto:

    una riflessione…..l’indebolimento di un potere nazionale, da noi ilgoverno Renzi è solo un sintomo, ma come spesso accade ad un sintomo, non necessariamente corrisponde la malattia che noi crediamo.laq politica dei poteri forti è di indebolire i goiverni nazionali e il i nazionalismi in generale per creare dipendenza come fanno gli spacciatori per crearsi clienti. Ed è azzardato unificare in un unico partito il fenomeno astensinista perchè al pari dell’altra faccia dell’aventi diritto è estremamente eterogeneo e variegato, verosimilmente la stragrande maggioranza è rappresentato dai delusi del proprio partito ma poco o punto inclini a considerare alternative, insomma poco hanno in comune fra loro almeno quanto ne hanno i votanti, noi leggiamo il fenomeno a pro nostro, anche a me fa piacere pensarla così, il cuore me lo dice, ma la mente mi impone questa considerazione.
    L’UNICA COSA CERTA E’ CHE POSSIAMO GUARDARE IL MONDO DA UNA PROSPATTIVA DIVERSA….”NON COMPLICE”
    “CI SONO COSE CHE NON SI FANNO PER CORAGGIO, SI FANNO PER CONTINUARE A GURDARE SERENAMENTE IN FACCIA I PROPRI FIGLI E I FIGLI DEI PROPRI FIGLI…”
    CARLO ALBERTO DALLA CHIESA

  19. camerataveneziano ha detto:

    Sig. Paoletti, la sua riflessione è condivisibile al 100%…per il resto ho grandissima ammirazione per tutti voi (tranne che per il detentore della verità che offende, leggasi alter) e proprio per questo mi straccio le vesti per la vs AUTOCASTRAZIONE. Che senso ha non votare? Come minimo si lascia decidere agli altri. Io, da Veneto, devo ritenere che votare Zaia o komunist sia la stessa cosa? Evidentemente no, per semplice buon senso prima ancora che per riflessione politica. E non scendo nei dettagli. Bene ha fatto quindi Casa Pound a scegliere di impegnarsi a fianco di Salvini. Ma costui era secessionista ed antinazionale… certo che lo era. Ma anche il Maestro di Predappio era antinazionale e poi si è messo a pensare… e con disinteresse si è affiancato alla causa Nazionale “PS ti espelle, Italia ti accoglie” telegrafò Prezzolini. E non vi accorgete che Salvini sta facendo proprio la stessa cosa? Nei fatti intendo, perchè è ovvio che la sua prudenza nei confronti della base autonomista e secessionista non può venir meno. Per ora la sta mantenendo aggregata a lui che fa una politica ITALIANA a tutto tondo!!! ma gradualmente sta demolendo tutto l’edificio secessionista….Bisogna affiancarlo cari camerati. Questa è la mia riflessione, da figlio di un ex Valanga, Xmas. Italia e San Marco, Decima!!!

  20. Alter ha detto:

    Troppi, veramente troppi spritz in Piazza San Marco…
    Dopo i fantomatici “combattimenti” dei veneti nelle piazze, ora siamo agli accostamenti storici tra Benito Amilcare Andrea Mussolini, ed un compagno di bagordi (e tentata laurea) del Trota.

    Intanto, dietro le quinte della giunta regionale del Veneto – a retromarcia leghista – divampano i primi fuochi per la spartizione delle “Serenissime Poltrone”.
    Gnam gnam! ma che beo magnare e bevare a gratis.

  21. Alfredo Ibba ha detto:

    Se votare servisse realmente a cambiare le cose, non c’è lo lascerebbero fare.

    Poi la Lega non è un fenomeno nuovo. Quando ero alle medie, la Lega si sviluppava, era agli albori, e faceva la stessa gazzosa, anzi più forte di quella di Matteo Salvini. Ma una volta andati al governo, a partire dal primo governo Berlusconi, cosa cavolo hanno combinato? Fino al novembre 2011 hanno votato ogni porcata che la piovra giudaico-mondialista plutocratica gli passava, tra cui Trattato di Lisbona, pareggio del bilancio nella Costituzione e Trattato di Dublino sui profughi.

  22. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Caro veneziano in gondola; ti devi rassegnare. Non hai il ” carisma ” necessario per convincerci. Anche all’epoca di A.N. ci fu chi voleva convincerci ad affiancare la sua azione politica. Vedi come è finita: tutti i manette ! Quindi, lasciaci in pace e stai sereno.

  23. camerataveneziano ha detto:

    D’accordo, siete voi i padroni di casa. Io cercavo di sviluppare dei ragionamenti, con tanto di comparazioni storiche, ma vedo che è inutile, usate solo insulti ed anatemi. Lungi da me voler “convincere” chicchesia. Forse vi sveglierete quando vedrete sfilare per le nostre strade turbe di musulmani che gridano “allah akbar”, magari sulla soglia di casa vostra, e non ci manca molto. Aggiungerei infine che… con i Testimoni di Geova non avete in comune soltanto la libidine dell’astensione…. Buon riposo.

  24. paolettiemilio ha detto:

    Caro CAMERATAVENEZIANO….stai sereno sono le parole con cui Stelvio chiude il suo intervento, io ce lo apro.
    Stai sereno perchè sia io che te sappiamo benissimo che per sommi capi siamo dalla stessa parte, in un’ipotetica guerra ci troveremo con la stessa divisa o almeno nella stessa trincea.
    E questo perchè siamo tutti in attesa di una politica che presenti fatti tangibili e non invettiva e poropagandisti appelli sotto campagna elettorale.
    Perchè siamo in attesa di una classe dirigente che presenti le cose per quello che sono senza strumentalizarle, se non stravolgerle per cambiare a pro del loro interesse economico la percezione che noi abbiamo di esse, vedi per esempio tutta la questione immigrazione e mettilo in relazione con quanto sta avvenendo a Roma
    Perchè nel fare quanto sopra c’è la volontà di persevarare nel loro delinquere, perchè hanno addomesticato la massa a giudicare le persone relativamente al colore della pelle e non in relazione ai reati commessi, questo fa in modo che la notizia che un rom ha ucciso una donna filippina rimbalza per il paese su stampa cartacea, tv, social, ecc in modo superiore alla notizia che a Roma stanno arrestando politici rappresentanti la classe dominante, poco importa che piccole sacche di resistenza attiva come noi conservino un barlume di senso critico e di voglia di capire come funziona l’ingranaggio, basta che la maggioranza elettrice continui a bere il loro elisir e vada a legittimarli, il concetto di maggioranza fotte il concetto di democrazia, ne è il cancro.
    Perchè e qui esprimo unamia personale opinione, non sarà nemmeno Salvini il nuovo duce “duce” inteso nel senso piu ampio,romano e non facendo riferimento all’ultimo duce che l’italia abbia avuto.
    Perchè ad oggi la politica, è solo un organizzazione lobbistica trasversale ai partiti stessi e l’elettorato è solo lo streumento per legittimarla e il votare uno della rosa di candidati è limitatorio e non permette a chi ne avesse voglia di esprimersi nel merito, la scheda elettorale di una vera democrazia dovrebbe essere un foglio bianco e non un prestampato.
    Stai sereno e stiamo sereni tutti e cerchiamo di “smontare” la difesa in questo processo storico prendendoci il tempo di approfondire non gli argomenti della politica, ma il modo come qusta banda di cialtroni e ladri la esercita.
    Diffidiamo dell’ovvio delle evidenze e dello scontato, magari non votando non cambia le cose( ci sono paesi con un fenomeno astensionistico superiore e non cambia nulla….
    Ma il non votare mi fare stare meglio con me stesso.
    SIAMO NOI LA RANA E NON QUELLI CHE LA STANNO VEDENDO PIAN PIANO LESSARE….
    Detto questo, sarei contentissimo di essere smentito,infatti non è che non credo nell’istituto “voto”, ma è cio che è diventato che non mi piace,

  25. paolettiemilio ha detto:

    in generale inviterei se posso tutti a lasciare sempre aperto il confronto con chi chessia…..anche CAMERATAVENEZIANO è in cerca di risposte e se si è avvicinato, vorra almeno dire che non e nemico……

  26. Alter ha detto:

    Il Leghismo è l’alleato idiota degli “allahakbar”.

    Nel tragico 2011 il super fallimentare governo a partecipazione leghista, ha addirittura partecipato all’eliminazione fisica dell’ultima Barriera (il Col Gheddafi), che impediva agli “allahakbar” di raggiungere l’Italia in massa.

    Ora – come conseguenza di quella madornale cappellata leghista – gli “allahakbar” raggiungono la Padagna in crociera; sulle navi militari di quella repubblichetta mafiosa di cui i leghisti sono parte papponica integrante.

    Quindi Buona Padagna islamica, a tutti i leghisti.

  27. camerataveneziano ha detto:

    Sei un MENTITORE alter…la lega era stata l’UNICA forza politica ad opporsi allo sciagurato intervento in Libia. Riguardati i giornali dell’epoca o i dibattiti. Minacciò anche di uscire dal governo…ma poi, avendo tutti contro, fu messa a tacere…tutti MENTITORI come te.

  28. Maurizio Canosci ha detto:

    Paoletti Emilio, lo scrivo a te ma in definitiva lo scrivo a chiunque legge – bontà sua – il nostro sito; é ovvio che non disdegnamo affatto chi scrive al nostro blog pure criticamente ma se poi insiste in un continuo piagnisteo femmineo sul “voto” proprio sinceramente non comprendo quanto ciò debba durare. E’ evidente che poi ciò rinvia inevitabilmente a delle reazioni, qualche volta anche fuori tema; ma appunto l’intervento critico é buono se serve alla dialettica altrimenti é provocazione fine a sé stessa che può nascondere anche una volontà destibilizzatrice che di principio NON ACCETTIAMO perché sappiamo qual’é l’origine…………..A buon intenditore……..
    Passiamo oltre e continuiamo nel nostro percorso di riacculturamento politico dottrinario.

  29. paolettiemilio ha detto:

    …A PROPOSITO INTERVENTO MILITARE IN LIBIA:
    Lega Nord contraria, no in Cdm. La posizione della Lega sembra inamovibile. Umberto Bossi preannuncia il suo no in Cdm: “Sono contrario ai bombardamenti. Le guerre non si fanno e soprattutto non si preannunciano così. Dopo le dichiarazioni di Berlusconi, Gheddafi ci riempirà di clandestini”. ”La Lega Nord è contraria alla guerra, e soprattutto a quelle che coinvolgono dei poveretti, che poi inevitabilmente si riverseranno nel nostro Paese”, aggiunge il ministro per la semplificazione Roberto Calderoli. E ancora: ”Avevamo chiesto di aiutarli a casa loro ma gli aiuti ad una popolazione oppressa non si danno con bombe o missili, a torto, definiti intelligenti, che non distinguono tra buoni e cattivi. La Lega Nord non condivide la nuova evoluzione della nostra partecipazione alla missione libica, che porterà a nuovi rilevanti oneri e, conseguentemente, ad un aumento delle tasse o delle accise sulla benzina, rincari che andranno a colpire i tanti cittadini che non condividono questa guerra. La gente ha altri problemi: i Paesi che vogliono le guerre se le facciano da soli. Questa è la posizione che porteremo con Umberto Bossi al prossimo Consiglio dei Ministri”.
    …OCCHIO NON SONO LEGHISTA SONO ISCRITTO A U.S.N. MA ANCOR PRIMA FASCISTAANT I SECESSIONE, MA COME SI DICE: “AD ONOR DEL VERO…..”…..SULL’ARGOMENTO.HA RAGIONE CAMERATAVENEZIANO

  30. Alter ha detto:

    Minaccio’ di uscire, ma fu’ messa a tacere…
    Un gesto eroico; una cosa commovente, di cui ogni leghista padano-celtico puo’ andare fiero.
    Fiero, al bar.

    Ma poi, davanti alla TAVOLA IMBANDITA, ed alla grande simpatia barzellettara di Silvio – La Lega si RISEDETTE e riprese tranquillamente a MANGIARE, mentre le BOMBE italioticopadane CADEVANO sulla Libia.

    Ai Padanioti non conviene ricordare la vicenda libica, che è il terzo “8 settembre” itagliotico.
    In questo caso “8 settembre” padano-celtico-itagliotico.

    E la Lega MANGIO’ per un altro po’, fino alla TRAGEDIA finale.
    Un certo Tremonti, nelle sue comparsate alle feste celtiche del 2011, raccontava che “il sistema bancavio” era “al sicuvo”; e tutti i celto-padani-itaglioti giu’ ad applaudire.

    Poi il governo a trazione leghista fin’ col culo per terra, mandando l’ITALIA sugli SCOGLI.
    Per la cronaca, in quel VELLEITARIO, FALLIMENTARE, CRIMINALE governo forzista/leghista – vero e proprio FLAGELLO d’Italia – MANGIAVA anche l’Umbert.

    A proposito dell’UMBERT…
    “Il PROCESSO inizierà il 23 settembre. Vanno a PROCESSO anche tre componenti del comitato di controllo di secondo livello del Carroccio: Stefano Aldovisi, Diego Sanavio e Antonio Turci per l’UTILIZZO INDEBITO dei finanziamenti al partito, come BOSSI. A giudizio anche gli imprenditori Stefano Bonet e Paolo Scala coinvolti con BELSITO nelle operazioni CIPRO e TANZANIA. Gli atti che hanno portato al giudizio erano arrivati in tre stralci dal tribunale di Milano che aveva giudicato Genova come competente per questi REATI. Era stato poi lo stesso gup Cusatti a riunire i procedimenti. A chiedere il giudizio è stato il pm Paola Calleri.
    “Giornale.It)

  31. Alfredo Ibba ha detto:

    Sulla Libia hanno parlato un pò ma di concreto non hanno fatto un cavolo. Ma c’è tutto il resto. Ho già accennato Trattato di Lisbona, pareggio di bilancio in Costituzione, Trattato di Dublino. Aggiungo tutte le leggi che la Lega ha approvato su precariato del lavoro, privatizzazioni, privilegi dei politici, hanno avallato le altre guerre imperialiste all’ epoca di Bush, ci hanno pure detto che il mondo è cambiato e bisogna adeguarsi (quando c’ erano loro al governo).
    Tralasciando tutte le incongruenze della Lega 2.0 e i soliti salutari ragionamenti sulla falsità della democrazia, Matteo Salvini oltre questa cosa di immigrati-zingari-musulmani-buonisti cosa dice di bello? Poi diceva mai più con Berlusconi, mai con Alfano ed eccolo alleato! Sveglia, sveglia, sveglia!!!

  32. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Un consiglio ancora per il ” veneziano in gondola “; il fenomeno migratorio si può fermare solo partendo dalla conoscenza e dalla denuncia del ” piano Kalergy “; analisi che non fa la Lega di Salvini. Quindi si legga il ” piano “, si denunci e solo allora si diventa credibili. Altrimenti è solo polemica elettorale della quale siamo tutti stufi e arcistufi.

  33. paolettiemilio ha detto:

    a MAURIZIO CANOSCI…condivido……..

  34. paolettiemilio ha detto:

    questa è la riprova che la divisione in questo paese non è altro che fra chi vota legittimando e chi non vota delegittimandolo……o almeno ci prova, a me personalmente da serenità all’anima…STOP.

  35. Astensionismo Attivo ha detto:

  36. Alfredo Ibba ha detto:

    Mi sa che questo Piano Kalergy (gli altri sono bellamente realizzati da tempo) è roba superata. Con le tecnologie avveniristiche maturate in questi anni è possibile modificare il DNA, cambiare le espressioni dei geni e manipolare il comportamento verso le caratteristiche volute, molto meglio di realizzare con incroci naturali l’ ibrido bianco-giallo-marrone.

  37. Alter ha detto:

    L’attuale bandiera della EU – meglio definirla col suo vero nome di Paneuropa – e’ costituita da un fondo blu con un circolo di orride stelline gialle.

    Non vi pare che quel “Vuoto” centrale sia alquanto strano?
    Non vi pare che quel “Vuoto” centrale sia stato lasciato appositamente cosi’; in attesa di potervi mettere un simbolo centrale?

  38. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Il piano Kalergy è in piena attuazione; l’invasione dell’Europa da parte di masse afro-asiatiche seguirà pure una strategia pianificata o no ?

  39. Alfredo Ibba ha detto:

    Secondo me si.
    Primo, per deviare l’ attenzione, i sentimenti “negativi” di rabbia e frustrazione delle masse europee autoctone verso altri bersagli che non siano gli usurai, i politici e i sionisti, praticamente al fine che gli europei autoctoni (includendo extra-europei naturalizzati da tempo) si incazzino contro gli stranieri, i profughi, i “negroidi”, i musulmani ecc. anziché contro i ricchi e i “potenti”, per far credere che a derubare il futuro degli europei siano quindi gli allogeni e le minoranze piuttosto che la finanza, la grande industria, le caste politiche. Per fomentare i vari razzismi, da quello tradizionale a quello al contrario, così da tenere le masse divise e contrapposte. Per far andare la protesta a favore di movimenti pseudo-populisti di estrema destra che urlano contro l’ immigrazione, i quali in cambio di qualche contentino contro musulmani, zingari, neri, clandestini, su sicurezza faranno digerire le solite infinocchiate che la piovra giudaico-mondialista ordina.
    Secondo, possibile che chi stia organizzando uno svuotamento del continente africano e di altre zone per fare posto a una parte (a una parte!!!) di europei, nordamericani, cinesi, indiani, arabi, a cominciare da quelli che hanno soldi e influenza sociale, gente che sta pianificando di trasferirsi in Africa e qualche altra zona appena ci sarà un brusco precipitare dello status geologico del pianeta. In base a degli studi accessibili solo a loro è probabilmente risultato che in caso di nuove glaciazioni, slittamenti veloci della crosta terrestre con mega-terremoti ed eruzioni di super-vulcani, l’ Africa sarà il continente più sicuro e che uscirà meglio rispetto ad altri continenti come l’ Europa e l’ Estremo Oriente. In Internet qualcosa sull’ esproprio di terre fertili in Africa e sulla progressiva colonizzazione cinese in quel continente, con tanto di città grandi costruite da poco ma ancora disabitate, c’è. Riguardatevi il finale del film “2012” (i colossal hollywoodiani sono messaggi subliminali) e capirete ancora meglio questa mia seconda ipotesi sul perché queste mega-migrazioni possono essere state pianificate.

  40. Alter ha detto:

    Stiamo andando a ruota libera, e allora aggiungo la mia pedalata.

    I fatti del 2014/15 dimostrano che La Russia viene tenuta accuratamente separata dai disegni di consolidamento della Pan-Europa kalergiana.
    La Russia è un boccone troppo solido e monolitico da digerire, anche per i folli ingegneri genetici pan-europei che stanno materialmente costruendo il Mostro partorito dalla fantasia malata del dr. Frankenstein Kalergi.
    Lo scoglio su cui puo’ infrangersi l’Incubo kalergiano è unicamente La Russia.

    Grande è il Compito che spetta a questa Nazione.

  41. paolettiemilio ha detto:

    Alfredo Ibba…l’africa è il nuovo west….terra di conquiista con giacimenti, materie priome tarra non sfruttata perchè non hanno un semplice pozzo per estrarla…ecco perchè non l’aiutano a casa loro, l’obbiettivo e trovarla vuota la casa, meno proprietari ci sono e meno c’è da spartire…..
    Ma il programma di creare un globale controllo sull’economia si gioca principalmente sul piano economico finanziario, per esempio se un italiano compra in Italia un prodotto di una ditta o azienda italiana, gia parte di quel costo sostenuto non resta in Italia e va all’estero, va a pagare m,ano d’opera non italiana, noi vediamo la stessa facciata, ma è come un teatro un ambientazione cinematografica,l’edificioche davamo per scontato fino a decenni fa e che rappresentava la nazione, l’indotto,non esiste più…non è piu casa nostra….ed è molto ma molto piu grave dell’i8mbastardimento delle culture e delle “razze”…..

  42. Uomo Libero ha detto:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...