SIAMO ANCHE NOI PRO VITA CON LA NOSTRA ETICA SOCIALISTA NAZIONALE.

32059_102192993163467_100001182999472_19134_2809538_nRiceviamo e pubblichiamo, ed invitiamo chi può ad esserci perché la Comunità Nazionale ha un senso a partire dal nucleo primario della famiglia naturale. Ciò significa però anche liberarsi dalla pastoie vaticaniste che sono anzi – dal concilio vaticano II – la avanguardie del disfacimento etico della Nazione, non scordiamocelo mai!

Dunque con il Popolo che lotta per evitare il decadimento della Stirpe e no alle caste che alimentano falsi nuovi miti sessisti ! L’ordine naturale delle cose non é merce da mettere in vendita !

Domani parteciperemo tutti alla grande manifestazione di piazza San Giovanni, a Roma, alle 15:30, promossa dal comitato “Difendiamo i nostri figli”.

Si tratta quindi di un evento straordinario che vedrà la presenza in piazza di centinaia di migliaia di persone per dire:
– un SI alla famiglia naturale e alla sana educazione dei bambini,
– un NO al disegno di legge CIRINNA’ e al gender nelle scuole.
A quest’ultimo proposito, ProVita ha pubblicato un dossier contenente la descrizione dei principali casi di gender nelle scuole in Italia.
Ti aspettiamo in piazza domani: il futuro della famiglia e dei nostri figli dipende anche da noi e dalla nostra pubblica opposizione a tutti i progetti educativi e disegni di legge che mirano a indebolire la famiglia e a indottrinare i nostri bambini.
Tutti a Roma in Piazza San Giovanni sabato 20 giugno alle 15:30!

PS: puoi scaricare qui il dossier di ProVita con i principali casi di progetti ispirati al gender e/o all’omosessualismo applicati nelle nostre scuole.

http://www.notizieprovita.it/wp-content/uploads/2015/06/Speciale_Dossier_Progetti_Gender_Scuola_ProVita.pdf

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Comunicati, Eventi e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

33 risposte a SIAMO ANCHE NOI PRO VITA CON LA NOSTRA ETICA SOCIALISTA NAZIONALE.

  1. Alter ha detto:

    Approfitto della consueta ospitalità, per formulare un “promemoria”.

    Attenzione alle “Grandi Battaglie” che finiscono in veglie, preghierine e giretti in confessionale.
    Attenzione alla Medusa del fanatismo religioso; attenzione a non finire avviluppati nei suoi tentacoli immobilizzanti.

    Nel simbolo di Socialismo Nazionale non compaiono croci, mezzelune, candelabri, e stelle a cinque e sei punte.
    Nel simbolo di Socialismo Nazionale non compaiono nemmeno le Chiavi di san pietro.

    Socialismo Nazionale non ha necessità di confluire in nessun “Alveo”.
    Socialismo Nazionale ha un proprio Alveo ed una propria Rotta.

    E molto è da imputarsi alle quotidiane intromissioni dello Stato Vaticano, se oggi l’Italia è ridotta in questo stato miserando
    Perchè la setta fideista “trans-gender-omo” di cui qui si tratta, ha trovato una calda, secolare cuccia vaticana, in cui crescere e prosperare.

    Il Nemico della Stirpe, del Sangue e della Identità, ha una delle sue principali basi operative in Vaticano.
    E la setta trans-gender-omo, vi si è definitivamente attovagliata, grazie al dogma vaticano del: “E chi siamo noi per giudicare?”

  2. Alfredo Ibba ha detto:

    Correttissime osservazioni quelle di Alter.

    Io voglio aggiungere un’ altra osservazione, fatta molto tempo addietro da Julius Evola: è stato l’ atteggiamento bigotto repressivo di queste religioni cosiddette abramitiche a creare un terreno permeabile a certe manifestazioni “degenerative” di oggi.

  3. Maurizio Canosci ha detto:

    @ Alter ed @ Ibba; leggete bene la premessa;dopodiché leggete i resoconti della manifestazione osteggiata dalle autorità vaticane (e lasciamo perdere i soliti politicanti saliti sul carro che per noi rimangono elementi meschini), sta di fatto che c’é una sensibilità sociale che vuole comunque difendere l’ordine naturale contro le degenerazioni e noi dobbiamo esserne avanguardie e non perderci in seghe mentali di tipo confessionale che non ci appartengono e non ci apparteranno. C’é di fatto “un sentire comune” che dobbiamo ntercettare ed incanalare nel nostro progetto antico di Etica Nazionale dopodiché si farà Comunità !

  4. FrancescoRetolatto ha detto:

    Nonostante tutte le derive e le storture, al di là della contingenze presenti e della politica mutevole del Vaticano con la sua apertura al mondo (CVII) resta il fatto che la Chiesa è baluardo ancora nella forma e nella sostanza alla decadenza. Anche se acefala o peggio anche se guidata da un doppiogiochista, la Comunità di fedeli o Corpo mistico, resta ispirato dal messaggio e quindi ne fa la forza di resistenza al dilagare del male del mondo.
    Certo conosco il rischio di venire a scrivere cose del genere qui e di suggerire la lettura dello scritto di Roberto Dal Bosco “Il Virus Evola” che trovate tra le pagine di EFFEDIEFFE.

    Non vuole essere provocazione ma invito alla discussione, da chi parte da altre posizioni come il sottoscritto e arriva a ben altre e che si trova accomunato a quel sentire comune cui fa riferimento Maurizio Canosci nel suo commento.

  5. Alter ha detto:

    Attenzione alle “Grandi Battaglie” che finiscono in veglie, preghierine, giretti in confessionale, ed infine in Cabina elettorale.

    Buttiglione, giovanardi, mantovano, formigoni, lupi, quagliarello, casini, alfano, minetti etc, etc, etc.
    E sopra tutto Lei:
    “auguro alla vostra Manifestazione un pieno successo, con la certezza che porterà un contributo prezioso alla vita della Chiesa e di tutte le persone che hanno a cuore il bene dell’intera umanità”.
    Vincenzo Paglia – Presidente PCF.

    Nulla da eccepire; “l’Italia Migliore” era in quella Piazza.

  6. Alfredo Ibba ha detto:

    Definire la comunità dei fedeli come argine al dilagare del male nel mondo fa un pò sorridere, a meno che per male non si intenda il male nazista o quello comunista. Tanto per cominciare, questa comunità dei fedeli ha come testo sacro la Bibbia, insomma, proprio la Bibbia cominciando da quella che si ha a casa, per finire con altre bibbie non canoniche e apocrife più vicine alla versione originaria, smentiscono tante cose che dicono questi fedeli, a cominciare dalla bontà e dalla perfezione di Yaweh (ah, sicuri che fosse “Dio”?).

  7. Maurizio Canosci ha detto:

    Si comincia a sbagliare dall’inizio e cioé entrare nel tema del concetto religioso che é proprio di ogni singolo individuo rischiando da subito divisioni che sono quelle cui il Nemico aspira vederci entrare, mentre per quanto ci riguarda come organizzazione politica (e quindi senza entrare nel merito del mio pensiero personale a partire proprio da me) – come ribadito più volte in questo sito – il tema NON é parlare di Dio, Dei o quant’altro ma verificare la Forza di ciò che é spirituale ed etico, cioé umanistico, rispetto a ciò che é materialista nelle varie declinazioni che porta all’avidità del possesso e dell’avere e dunque della deturpazione della più elevata aspirazione dell’Essere che fuori dall’individualismno egoistico esalta l’aspirazione comunitaria di popolo e di Stirpe. Se si difende come mi pare sia intenzione dei “pro vita” la definitiva importanza della cellula famigliare composta secondo naturale declinazione contro il tentativo di inaridimento dell’umanità attraverso forme sterili di composizioni sessualmente contradditorie nella loro |”omo-geneità” é giusto e corretto che Noi si dia appoggio fregandocene se pregano o bestemmiano ! E con questo direi da ora in avanti di rimanere in tema lasciando gli studi teologici a chi ha – più di noi – maggiori conoscenze.
    Grazie a tutti.

  8. Alter ha detto:

    Da una Piazza ad un Prato.
    Ieri San Giovanni, oggi Pontida.

    Perchè anche a Pontida sono contro i “genderismi”.
    Anche a Pontida sono “Pro vita”.
    Anche a Pontida sono per la Cellula famigliare composta secondo naturale declinazione.
    Anche a Pontida pregano e bestemmiano.

    Perchè allora due pesi e due misure; perchè si a San Giovanni , e no a Pontida?

    Io penso invece che gli Organizzatori delle due “Piazze” abbiano in testa ed in tasca una sola, unica Cosa; il Potere che deriva delle Poltrone.
    In comune il Programma, la Strategia, la Tattica per la concretizzazione della Campagna Elettorale Continua.

    E per arrivare all’obiettivo della Poltrona a Vita, ogni Compromissione, ogni Commistione, ogni Ammucchiata, ogni Incongruenza dottrinaria è lecita.

    Gli itaglioti uniti e festanti urlano in coro: Viva San Giovanni e Viva Pontida!

  9. Alfredo Ibba ha detto:

    Data la fauna politica, e non politica, presente alla manifestazione di ieri (tra quel Mario Adinolfi il cui aspetto fisico fa capire l’ utilità dell’ aborto e dell’ eutanasia!!!), è un pò come partecipare ad una manifestazione anti-immigrazione della Lega e di Fratelli d’ Italia perché è una manifestazione appunto contro l’ immigrazione.

  10. Alter ha detto:

    Consiglio tutti di seguire la diretta radio di Pontida…
    Mentre suona una tristissima cornamusa scozzese, Teo Salvini stà dicendo che anche lui ieri ha mandato un messaggio di solidarietà a Piazza San Giovanni.

  11. Maurizio Canosci ha detto:

    Ieri i politicanti si sono aggregati ma l’organizzazione é stata fatta con il fai da te dei pensieri di uomini liberi; che la lega sia contro il genderismo non mi preoccupa anzi mi può anche fare piacere, il problema é che desiderano al più presto andare a Washington per essere legittimati e questa invece é linea di demarcazione invalicabile !

  12. luca r. ha detto:

    Politici e vescovi a parte (chi è salito sul carro,chi si è dissociato), come dice Canosci “l’organizzazione é stata fatta con il fai da te dei pensieri di uomini liberi”.

  13. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Non riesco a comprendere il motivo per cui a volte si abbia timore a confrontarci con gli altri anche in pubbliche manifestazioni in cui possiamo trovare elementi di contatto e di condivisione su problemi fondamentali che riguardano il naturale svolgimento della vita nei suoi aspetti etici. Nella circostanza che ha dato luogo ad alcune “polemiche” interne ” (vedi alcuni commmenti ! ) solo perchè portate sulla sfera “religioso-intimistica” viene trascurato il fatto che NOI o quelli di NOI che avessero potuto essere presenti avrebbero avuto l’occasione di svergognare i tanti sepolcri imbiancati che hanno fatto passerella ad una manifestazione di cui DOBBIAMO condividere la finalità – senza se e senza ma – denunciando la loro vigliaccheria e la loro incapacità di governo che – sull’argomento – ha avuto inizia con lo smantellamwento dell’Opera Nazionale per la Protezione della Maternità e dell’Infanzia – a cominciare dalla stessa struttura clerical-massonica. Quindi, tranquilli, NOI , con il nostro bagaglio ideologico-dottrinario, con il nostro DNA possiamo attraversare anche la “cloaca” senza contaminarci.

  14. Maurizio Canosci ha detto:

    Grazie Stelvio ! Sempre conciso ed illuminante.

  15. paolettiemilio ha detto:

    Caro Stelvio e cari tutti….ma soprattutto a te Stelvio è indirizzata la mia riflessione manca la capacità d confrontarci perchè in comune abbiamo solo uno schermo del pc…un po come in un amore per “corrispondenza”…in senso letterario….manca il contatto,non c’è e questo crea un atteggiamento di intolleranza, di intransigenza verso tutti anche se riconosciamo molto in comune o tutto…..la mia opinione è che sia voluto e perseguito dai social in genarale….o comunque è un dato di fatto, credo che mai nulla potrà innescare se non il reciproco piacere effimero di ” condividere”…ma cosa???? solo lo schermo di casa nostra, ognuno il suo,come nell’amori a distanza , appunto er corrispondenza, prima o poi dovrai cercare il contatto o ti sfinirai a pippe!!!!!!!……..che ne pensate???

  16. paolettiemilio ha detto:

    a te Stelvio perchè l’anagrafe di concede ti ha permesso di conoscere come funzionavano le cose prima di internet…non per altro…..

  17. Alter ha detto:

    (Ansa .it)
    “Da parte della Chiesa Cattolica – ha detto Francesco nel Tempio Valdese – vi chiedo perdono per gli atteggiamenti e i comportamenti non cristiani, persino non umani che, nella storia, abbiamo avuto contro di voi. In nome del Signore Gesù Cristo, perdonateci!”.

    Di fronte ad una simile dichiarazione, mi coglie una vertigine e quindi chiedo chiarimenti:
    Cari Stelvio e Maurizio; Secondo Voi, le secolari persecuzioni cui il Vaticano ha sottoposto il movimento valdese, sono persecuzioni e stragi o appunto “Atteggiamenti”?
    Sono assassini e crimini o appunto “Comportamenti”?

    Grazie per le risposte.

  18. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Caro Alter, fai un’osservazione come se io e Maurizio avessimo mai espresso giudizi positivi sul Vaticano e quanto contenuto in quel verminaio che è stato da sempre il potere temporale dei “papi”. A questo punto le risposte te le devi dare da solo. La nostra presa di posizione sulla difesa – senza ma e senza se – della ” famiglia naturale ” fa parte del nostro programma politico. Per quanto riguarda la manifestazione di piazza San Giovanni, organizzata fra l’altro in contrasto con le autorità vaticane, ( l’Avvenire – giornale della CEI, ha relegato la notizia in pagine secondarie ! ) noi abbiamo espresso un’adesione coerente con i nostri valori etici più volte sottolineati. Il fatto che vi abbiano partecipato tanti ” sepolcri imbiancati ” per fare la solita passerella la cosa non ci tocca per cui non possiamo abiurare ai nostri principi solo perchè c’era anche la loro presenza. Se avessimo fatto parte degli organizzatori li avremmo cacciati a calci in culo, ricordando loro che sono tra i responsabili della caduta di valori non negoziabili anche per aver distrutto organizzazioni come l’Opera Nazionale per la Tutela della Maternità e dell’Infanzia. D’altra parte non comprendo a quale pericolo andiamo incontro nel confrontarci con altri su tematiche che ci stanno particolarmente a cuore. Il nostro bagaglio culturale e politico, e il nostro patrimonio ideologico dottrinario ci consentono di attraversare anche la “cloaca” senza contaminarci. Quindi, tranquilli !

  19. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Caro Alter, dimenticavo di precisarti che i vari pentimenti del papato e i vari perdoni che sta distribuendo in varie circostanze per NOI sono solo ” fatti loro “; io posso solo dirti che da italiano e da fascista sono ancora in attesa che “il papato ” chieda perdono all’Italia e al Fascismo. Quindi, tutti questi comportamenti perdonisti e penitenziali non ci coinvolgono e non ci riguardano e non vedo come possano crearti delle “vertigini”. Un forte abbraccio cameratesco a tutti Voi

  20. Alter ha detto:

    “Io posso solo dirti che da italiano e da fascista sono ancora in attesa che “il papato ” chieda perdono all’Italia e al Fascismo”.

    Grazie Stelvio.
    Ps. Le “vertigini” sono l’effetto che mi provoca l’osservazione dell’abisso dell’ipocrisia vaticana.

  21. domenico capotorto ha detto:

    “chieda perdono all’Italia e al Fascismo” e ai Pagani… Domenico Capotorto

  22. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Spesso ” ipocrisia ” fa rima con ” democrazia “; non dimenticatelo mai !

  23. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Come prevedibile il nuovo sinodo dei vescovi sancirà il riconoscimento delle famiglie omosessuali. Il massone Bergoglio firma la resa definitiva ! NOI SOCIALISTI NAZIONALI faremo una petizione per la denuncia dei ” nuovi patti lateranensi ” siglati per conto del governo italiano dal socialista Craxi.

  24. Alter ha detto:

    Dal Family Day al Family gay, ovvero: tutti contro nessuno
    Elisabetta Frezza 17 Giugno 2015
    Su effedieffe.com

    Consiglio la lettura; a me è piaciuto.
    Della serie: Nulla è come appare in apparenza, apparentemente apparecchiato.

  25. Maurizio Canosci ha detto:

    @domenico capotorto; Noi siamo quelli a cui deve chiedere perdono il papato…….indipendentemente dal credo religioso del singolo. Punto e fine del discorso.

  26. paolettiemilio ha detto:

    la famiglia è il primo nucleo vitale di ogni società animale compreso l’uomo, la prima cellula che ha come assoluto ruolo,di procreare affinche la razza di quella specie non sparisca, perciò non può che essere formata dalle due componenti necessarie e insostituibili affinchè ciò avvenga.il maschio e la femmina, non ci sono alternative.indipendentemente che questo avvenga all’interno di un matrimonio civile o religioso, oppure no.
    Se poi una società evoluta…moderna vuole riconoscere agli omosessuali, maschi o femmine certi diritti, tipo: Reversibilità della pensione a coppie riconiosciute….la possibilità di accendere un mutuo parimenti ad una famiglia, pari dirittio su eredità ecc.ecc…..perchè no!!!!!
    Ma deve essere riconisciuto come soggetto sociale diverso dalla famiglia, quindi no adozione, no figli…niente di quelle specifiche prerogative che la famiglia ha.
    Su questo aspetto non deve esserci margine di trattativa e basta….
    “LA FAMIGLIA E’ IL SOLO NUCLEO DELLA SOCIETA’ CHE ESPLICA LA FUNZIONE DELLA CONTINUAZIONE DELLA SPECIE …..ALLEVARE E CRESCERE FIGLI”…sul resto se ne parla..

    DISCORSO DEL 26 MAGGIO 1927

    Il mio discorso si divide in tre parti: primo, esame della situazione del popolo italiano dal punto di vista della salute fisica e della razza; secondo, esame dell’assetto amministrativo della Nazione; terzo, direttive politiche, generali, attuali e future dello Stato.

    Qualcuno, in altri tempi, ha affermato che lo Stato non doveva preoccuparsi della salute fisica del popolo. Anche qui doveva valere il manchesteriano «lascia fare, lascia correre». Questa è una teoria suicida. È evidente che, in uno Stato bene ordinato, la cura della salute fisica del popolo deve essere al primo posto. Come stiamo a questo proposito? Quale è il quadro? La razza italiana, cioè il popolo italiano nella sua espressione fisica, è in periodo di splendore, o vi sono dei sintomi di decadenza? Se lo sviluppo retrocede, quali sono le possibili prospettive per il futuro? Questi interrogativi sono importanti non solo per coloro che professano le dottrine della sociologia……”B. MUSSOLINI DISCORSO DELL’ASCENSIONE”
    OGGI 2015, I SINTOMI DI DECADENZA NON SONO EVIDENTI, SONO PREDOMINANTI NELLA SOCIETA’……

  27. paolettiemilio ha detto:

    ERRATA CORRIGE:…deve essere riconisciuto -UN- soggetto politico….e non -COME- soggetto politico..

  28. Alter ha detto:

    “La Razza italiana, cioè il Popolo italiano nella sua espressione fisica, è in periodo di splendore, o vi sono dei sintomi di decadenza? Se lo sviluppo retrocede, quali sono le possibili prospettive per il futuro?”
    Solo un passo dell’incredibile Discorso dell’Ascensione; visioni, concetti, strategie, dati, risultati, analisi storiche, programmazione determinata.

    Oggi ho sentito la pena piovermi addosso, all’ascolto del balbettio dell’ex concorrente di show, posto al “vertice” della repubblichetta fallita.
    Impossibile ogni confronto.

  29. Uomo Libero ha detto:

  30. Alter ha detto:

    Ncd: Non Conosciamo Dignità”…

    “..Durante questo passaggio però si attiva una mobilitazione nel vasto popolo delle associazioni cattoliche, sollecitata anche da articoli critici e preoccupati come quelli scritti da Mario Adinolfi per La Croce . «La prevenzione “di tutte le discriminazioni” quasi ovunque serve a legittimare corsi strapagati con fondi pubblici per propagandare le teorie gender», scrive tra l’altro Adinolfi. E così senza l’avallo ufficiale della Chiesa e della Cei o “coperture” politiche (come invece era avvenuto per il Family day del 2007) questa mobilitazione porta un milione di persone in piazza a Roma per dire “no” al matrimonio gay e al rischio della diffusione della teoria gender nelle scuole. Ed è a questo punto che l’indignazione dell’Ncd di nuovo torna a salire al punto da sollecitare un incontro urgente con il ministro dell’Istruzione, Stefania Giannini, prima che si voti la fiducia al ddl scuola al Senato. L’incontro, richiesto dai senatori Maurizio Sacconi, Nico D’Ascola, Aldo Di Biagio, Roberto Formigoni, Carlo Giovanardi, Giuseppe Marinello e Gaetano Quagliariello, si è svolto ieri mattina poco prima del voto di Palazzo Madama. Certo, se Renzi non avesse ottenuto la fiducia il governo sarebbe caduto e con esso anche le poltrone ministeriali due delle quali occupate da Ncd (Interno e Salute). E dunque nuovamente l’indignazione degli alfaniani si scioglie come neve al sole. Al termine dell’incontro con la Giannini e il ministro per le Riforme, Maria Elena Boschi, Area Popolare Ncd-Udc diffonde una nota per confermare di aver ricevuto rassicurazioni sul fatto «che le attività formative in questione sono riferibili all’educazione contro ogni forma di violenza fisica o psichica». E vai col voto di fiducia.
    (Giornale.it)

  31. STELVIO DAL PIAZ ha detto:

    Come volevasi dismostrare: per alcuni basta ” l’ammuina “; per NOI alcuni punti non sono NEGOZIABILI !

  32. Alter ha detto:

    Dalle stupidaggini itagliotiche; dalle paraculate mediatiche dei senza dignità cattoalfaniani e delle marcette dell’orgoglio Trans dei borghesissimi culatelli peninsulari, a qualcosa di Tragicamente Serio.

    E’ interessante osservare – perchè piu’ di questo gli Italiani di oggi non sanno fare – e comunque si consideri la tragica vicenda greca, come l’Esecutivo ellenico stia dando, attraverso il prossimo referendum, la possibilità di esprimersi al Popolo greco.

    Una vana Utopia per gli Italiani, alla luce dell’attuale stato degenerativo della partitocratica delle “Istituzioni” della repubblichetta pappona.

    Se la Ue e l’Euro crollano e l’Italia finisce sepolta sotto le macerie dell’Idiozia francotedesca; comunque gli Italiani non vi avranno potuto mettere bocca.

    Grazie ai berlusconi, monti, letta e renzi.

  33. Uomo Libero ha detto:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...