IMMIGRAZIONE. SIC ET SIMPLICITER

caseimmigratiOrmai il problema immigrazione è all’ordine del giorno dell’agone politico italiano ed europeo, laddove si registrano le incredibili prese di posizione di capi di stato come Renzi e la Merkel fino ad arrivare allo stesso Bergoglio (che ricordiamolo sempre è il Monarca di uno stato estero) che arriva ad affermare: “Respingere i migranti è un atto di guerra”“Respingerli è un atto di guerra”.  Dalle opposizioni, anch’esse legate con un filo ben saldo al turboliberismo occidentale, si sentono solo qualche belato populista e nessun disegno veramente alternativo, se non la ricerca fattiva della solita poltrona. Proprio il ministro Padoan ci viene in soccorso con queste stupefacenti dichiarazioni: “Tutta la Ue e l’Italia a sua volta hanno un problema demografico. Quelli vicini alla pensione, tra cui c’è anche il sottoscritto, sono più dei giovani. Tra l’altro, gli immigrati possono dare un contributo positivo in questo senso“.  Le parole del ministro tolgono ogni dubbio alla fattibilità di quello che anni fa era stato teorizzato come il Piano Kalergi, su cui abbiamo già ampiamente dibattuto

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: il problema principale risiede nel fatto che in Europa tutto è cominciato dal 1945 in poi con l’occupazione militare da parte degli “alleati”. Con il piano Marshall e poi con l’intervento massiccio nel campo finanziario e mediatico si è perseguito in maniera “diligente e convincente” il disegno di costruire artificialmente una società consumistica ed edonistica, con derive calviniste, volta alla cancellazione degli Stati Nazionali, ormai svuotati da qualsiasi sovranità. Proprio come è avvenuto in Inghilterra e America nei secoli scorsi. E il movimento “sessantottino” ha avuto una funzione dirompente in questo processo.

La costruzione di questa società mefistofelica ha creato delle voragini dal punto di vista demografico, voragini che potrebbero essere coperte solo nell’arco dei prossimi 100 anni con un programma di ripopolazione etnica, in questo momento assolutamente impossibile, allo stato fattivo delle cose.

I governi attuali, invece di aiutare i propri cittadini ed incentivarli alla crescita demografica con politiche sociali adeguate (che significherebbe la totale revisione dell’architettura statale e sociale in molti dei paesi in questione, Italia in primis) semplicemente preferiscono importare in maniera programmata manodopera da schiavitù a basso costo, che pian piano diventano cittadini/consumatori di tutte le schifezze importate dall’Oriente (e da qui lo stretto legame fra Occidente e Oriente palesato anche nella recente crisi finanziaria di Shangai). Sarà bene ricordare che molti paesi occidentali hanno già aderito alla nuova banca asiatica AIIB (leggi qui)

Mai frase fu più vera: “NASCI, PRODUCI, CONSUMA, CREPA”.

In questo mondo, oltre a garantire flussi merceologici e finanziari dai paesi asiatici, si contribuisce a tenere in piedi un sistema pensionistico marcio e si garantiscono profitti enormi per le multinazionali di tutto il globo. E al contempo si vanno a creare società multirazziali e globalizzate uguali in tutto il mondo, dove identità e tradizione saranno completamente scomparse. Sic et simpliciter.

Per questo ci aspettiamo un flusso immigratorio controllato. Tutto questo… a meno che qualcosa non vada storto proprio come è andata con il sedicente ISLAMIC STATE le cui ormai diramazioni sono in alcuni casi fuori controllo.

L’amara constatazione di chi scrive è che solo un “kaos” totale, solo un ingranaggio che può far saltare tutto il piano, ci può evitare la catastrofe di tutta la stirpe italica ed europea. Meticciamento dell’Europa, questo è lo scopo dei poteri globali. Una società regredita e schiavizzabile alle logiche di mercato, controllata in ogni suo movimento ed eterodiretta persino nei suoi passaggi antropologici principali (nascite, sessualità, benessere, etc).

Proprio come previsto dal buon Aldous Huxley oltre 80 anni fa.

L’unica soluzione, e parliamo soprattutto dell’Italia, è il ritorno alla piena sovranità nazionale

Tutto il resto sono chiacchere.

Tribuno della Plebe

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attualità Politica e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

42 risposte a IMMIGRAZIONE. SIC ET SIMPLICITER

  1. Alfredo Ibba ha detto:

    L’ Europa è caduta definitivamente nel 1945, anno dell’ ultimo scatto indoeuropeo (inteso in senso metafisico e culturale!). L’ Europa di oggi è solo una costruzione dei vincitori, si fotta!

  2. Alter ha detto:

    E’ interessante osservare come alcune Nazioni – recentemente recuperate alla sovranità statuale, come Bosnia, Montenegro e Albania, che hanno riacquistato la propria indipendenza con una lotta sanguinosa – sono “Immigration Free”.

    I flussi che la colpevolissima Turchia riversa sulla Grecia, e che da qui’ entrano in Macedonia, Serbia ed Ungheria, non attraversano quella che sarebbe la rotta piu’ diretta; quella che appunto passa attraverso Albania, Montenegro e Bosnia.

    Parafrasando un vecchio detto, da Tirana, Podgorica e Sarajevo “Non passa lo straniero”.

  3. Alter ha detto:

    Nel 5° rapporto annuale della Direzione Generale immigrazione del “Ministero del Lavoro” (Lavoro che è stato scientificamente sterminato dai vari geni economici alla Tremonti/Monti), viene messo in evidenza un “Fenomeno Migratorio” italiano “molto alto”.
    “Molto alto”, ed esattamente contrario a quello degli immigrati clandestini che entrano giornalmente in Italia con la complicità appunto delle “Istituzioni”…

    I Parassiti del “Ministero del Lavoro” si sono evidentemente svegliati stamattina; perchè è da un decennio almeno che gli Italiani giovani e meno giovani, ad altra scolarità o professionalità, lasciano il “Paese” dei berlusconi, dei prodi, dei monti, renzi, alfano, boldrini e bergoglio, in cerca di un qualsiasi Futuro altrove.

    La criminale repubblichetta scafista importa “Braccia” straniere, ma contemporaneamente spinge alla fuga una considerevole quota delle migliori risorse umane nazionali; dei “Cervelli” italiani appunto.

    Dall’analisi del 5° Rapporto, emerge chiaramente la tendenza immigrazionista stabilmente programmata dalle “Istituzioni” lungo l’arco degli ultimi quindici anni; (in questo senso, berlusconi, prodi, monti o renzi costituiscono un unicum assolutamente omogeneo) in materia immigrativa.
    Dagli odierni “ufficiali” 5.000.000 di immigrati, il Papporto prospetta l’impressionante previsione di immissione forzata di 14.000.000 di immigrati al 2050.

    In soldoni (perchè di questo si tratta, soldoni da spartire nella pelosissima Accoglienza” al “migrante) Lorpapponi i kalergisti di regime, contano di arrivare almeno ad un 25% di sostituzione razziale entro la metà del secolo.

    Quello in atto, è un Programma di alterazione, di modificazione razziale, etnica, sociale, economica e culturale, che và assolutamente contrastato con tutti mezzi, e ad ogni costo.

    La Lotta è appena iniziata.

  4. Max ha detto:

    Sono sempre le idee bolsceviche a rovinare la bella Italia… non fatevi ingannare.

  5. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    MAX, sei un ? SPIEGATI MEGLIO ! Chi sarebbero i ?

  6. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Max, sei un “ermetico ” ? Spiegati meglio ! Chi sarebbero i ” bolscevichi ” ?

  7. Il piano finale è questo: renderci senza identità, in modo da controllarci meglio. Un uomo o una donna senza radici non ha dignità né onore.
    Sostituirci per renderci più obbedienti ai diktat dei burattinai che guidano il mondo. Renderci schiavi, prodotti di massa.

  8. Compagnoincamicianera ha detto:

    In Italia ci sono i Bolscevichi???? Dove? Ahahahahahahahahahahahah!!!!!!

  9. Alfredo Ibba ha detto:

    Non mi stanco mai di scriverlo. L’ obiettivo non è distruggere un’ identità ormai già farlocca come quella europea, l’ uomo europeo è già schiavo delle stronzate senza che debba incrocciarsi con asiatici, africani, latinos. Poi con tutto questo spettacolo di profughi e certe situazioni di insicurezza chi avrà voglia di “meticciarsi”?
    L’ obiettivo è quello di distrarci, di deviare la rabbia e l’ attenzione della masse bovine, pure di quelli che dovrebbero essere gli antagonisti, verso altri problemi e bersagli diversi dai politici e dal grande capitale, vogliono fare passare sotto-gamba problemi ben più gravi. Il fatto che da quasi un anno ci stiano facendo 2 palle così sull’ argomento lo dimostra. Ci sono tanti gravi problemi, non solo l’ immigrazione, ma le televisioni e il dibattito politico si focalizzano su questo argomento. Rifletteteci.
    Non è da escludere che in un futuro un pò lontano (ma anche vicino, non si sa mai), le classi dirigenti euro-americane e asiatiche vogliano trasferirsi in territori ora in via di spopolamento.

  10. istorian ha detto:

    Pare che Gozi ci abbia letto ieri.
    Ecco la conferma di quanto scriviamo.

    http://www.ilgiornale.it/news/politica/pd-vuole-importare-40-milioni-immigrati-pagarci-welfare-1164158.html

  11. anonimo veneziano ha detto:

    Max, hai usato una parola non ammessa: fai penitenza. Secondo i kompagnincamicianera padroni di casa il komunismo-bolscevismo non esiste, quando vedi i “centri sociali” mettere a ferro e fuoco le città hai le traveggole….Sono solo… ehm, vediamo un po’… schegge impazzite del regime liberal-kapitalista….e funzionali agli interessi dei “fascio terminali”, che si ostinano a credere nell’obbrobrioso slogan Dio, Patria e Famiglia….mamma mia solo a pronunciare queste parole mi vengoni i brividi…. altro che Brigate Rosse…

  12. Anonimo ha detto:

    Complimenti sempre precisi!…

  13. Compagnoincamicianera ha detto:

    Anonimo Veneziano, un consiglio quando assisti a scene come hai descritto di devastazione, e città a ferro e fuoco chiama le forze dell’ordine perché quelli sono teppisti e delinquenti. Per sua tranquillità le farò una rivelazione L’URSS non c’è più, e neanche la cortina di ferro ( da queste parti dicono che il komunismo come lo chiama lei è crollato….) la Cina non sembra propriamente marxista. Lei avrà sicuramente notizie più fresche ( e m’informi prontamente) ah lei è il tifoso di Salvini ora che mi ricordo io sono del Milan.

  14. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    L’anonimo veneziano è sempre ” in gondola “, beato lui !

  15. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Qualcuno ci ha fatto notare che se rivolgi una domanda a MAX stranamente ti risponde l’ “anonimo veneziano “. Le vie del “Signore ” sono infinite !

  16. Alter ha detto:

    Le “Previsioni”; specie quelle fatte dai Papponi, dai Parassiti partitocratici di regime (che finora mai ne hanno imbroccata una); sono fatte per essere smentite dalla Storia.

    Certo è che il Business immigrativo; quello pelosissimo della “Accoglienza senza sè e senza mà”, è veramente impressionante.
    Stiamo parlando del “Business” della “New economy”; dell’ultima Bolla Speculativa di inizio secolo,

    Ogni 350.000 “Capi” di bestiame umano importati in Europa dai criminali trafficanti, e dai loro fanatici mandanti; i sacerdoti dell’Utopia kalergista, viene mosso un “indotto finanziario” di almeno 1,5 miliardi di euros.
    Il Corriere della sera oggi afferma che, solamente dalla Siria (devastata dai disegni egemonici di francia, inghilterra, usa, turchia, qatar e arabia saudita), sono in partenza 5.000.000 di persone.

    “Gnam gnam, pancia mia fatti capanna!”, i pelosissimi immigrazionisti renzian-boldrinian-bergogliani già pregustano un’orgia di miliardi, facendo un rapido conto della percentuale di business loro spettante.

    Ma La Storia è ben altro; Russia, India, Cina, Iran, Giappone, Australia, Svizzera, (o la medesima Israele) – solo per citare i piu evidenti – dimostrano che la metà del Mondo è profondamente Identitaria, e non è disposta ad accettare devastanti “Contaminazioni razziali”.

    L’Europa, (probabilmente escluse le super identitarie Polonia, Ungheria, Svizzera, Bosnia e Albania) esattamente come gli “States”, và al suicidio multirazziale, ma il resto del Mondo è profondamente identitario.

  17. Alfredo Ibba ha detto:

    La Russia è multirazziale, oltretutto ci stanno i cinesi a mangiarle la pastasciutta in testa. Sono multirazziali l’ Iran e la Svizzera stessa, seppur in un ottica di immigrazione controllata.

    Quello che però voglio rimarcare, è che non bisognerebbe insistere sull’ identitarismo purché sia, arroccandosi nella difesa di una identità farlocca, degenerando della salvaguardia anche del deteriore: bisogna porsi in un ottica progressiva, migliorativa, rivoluzionaria, contrastando l’ acqua sporca e salvando se c’è il bambino. Se l’ identità è cementificazione, chiusura dell’ umanità in gabbie di cimento e vetro, ritmi disumanizzanti, smart-phone, consumismo, materialismo ecc. allora vada all’ inferno questa identità.

  18. Spettatore ha detto:

    Salve,
    Sono uno spettatore molto silenzioso, che vi legge sempre da molti mesi (avendovi messo come collegamento web tra le icone della mia home del telefonino, cosa che consiglio di fare a tutti…) che la pensa nella stessa direzione, che trova in questi scritti l’89% del proprio pensiero.
    Le parole che abbiamo sentito ultimamente sul tema dell’immigrazione sono preoccupanti…dovremmo veramente pensare seriamente al famoso piano Kalergi, beh, io comincio a crederci e comincio a pensare anche a tutti gli altri vari lati oscuri di questo mondo (sociopolitico) vengano presi sul serio o con uno sguardo differente.
    Un saluto a tutti voi.

  19. Alter ha detto:

    La difesa – senza sè e senza mà – della Biodiversità, stà alla base di ogni Strategia di difesa del sistema biologico ed ecologico, terrestre minacciato dall’omologazione consumistica liberista massificante.

    In Natura la Biodiversità è un patrimonio inestimabile di antidoti ed anticorpi, all’entropia distruttiva consumistica.
    La Biodiversità, costituisce la Barriera alla criminale betoniera multirazziale che pretenderebbe di emulsionare tutte le Razze, le Etnie e le Culture umane, in nome del profitto finanziario.

    La Biodiversità trova la sua massima espressione nella difesa delle Diversità razziali, etniche e culturali umane.
    Biodiversità razziali, etniche e culturali umane, che vanno esaltate, tutelate, protette; non certo “meticciate” come pretenderebbero i folli stregoni seguaci della criminale utopia kalergista.

  20. Alfredo Ibba ha detto:

    Arance e mandarini devono esistere, con tutte le loro varietà. Poi dopo in mezzo possono starci mandaranci e clementine, non è mica la fine del mondo.

    Riguardo le culture, queste invece non possono essere eterne ma sempre migliorabili: la cosa che scoccia non è tanto che stanno scomparendo al posto di un’ altra ma cosa le sta rimpiazzando.
    Anche riguardo le biodiversità, sia quelle “pure” che le “vie di mezzo”, sono migliorabili, selezionando e stimolando i tratti fisici buoni come longevità, immunità da malattie ecc.

  21. Alter ha detto:

    E’ oramai assodato che il Regime partitocratico paramafioso vigente, se ne fotte altamente del destino finale delI’Italia e degli Italiani.

    L’Emigrazione (legale) degli Italiani verso Inghilterra e Germania, denuncia tutta l’incapacità ed il menefreghismo congenito della classe partitocratica papponica peninsulare.
    Italiani giovani e meno giovani, ad alta scolarità o professionalità, appena possono fuggono da questo povero paese trasformato in Terra Bruciata dalle cosche clientelari partitocratiche mafiose dei renzi, alfano, boldrini, napolitano etc.etc.

    Il nuovo Business, la nuova Bolla speculativa, il nuovo Pretesto per continuare a mungere a sangue la Tetta Italiana, è ora rappresentato dall’Immigrazione Clandestina.
    Immigrazione Clandestina che muove miliardi di euro, tra affari illeciti delle cosche mafiose italo-libiche e missioni militari “umanitarie” di soccorso ed assistenza continuata ed aggravata ai fancazzisti delle due sponde del Mediterraneo..

    Mentre l”Emigrazione regolare degli Italiani in fuga dal renzismo boldrinista, non produce alcun reddito, alcun voto clientelare; alcuna rendita partitocratica per i Papponi delle “Istituzioni” della repubblichetta scafista, ed i loro sodali mafiosi residenti in Libia e Vaticano.

    Molti sono infatti i “Pontefici” itagliotici che vivono alla grande, sfruttando il “Business” peloso della Karitas Immigrantes.

  22. Alter ha detto:

    Il super traghetto “Grande Italia”, ha lasciato da poco il porto libico di Al Khums.

    Come mai la repubblichetta scafista non utilizza le navi da trasporto modernamente attrezzate come queste – ed in regolare navigazione da e per la Libia – per raccogliere e portare in Italia i “Rifugiati”?

    Come mai la repubblichetta scafista utilizza un costosissimo complesso militare; una costosa Flotta militare, per svolgere il lavoro che un singolo traghetto come il “Grande Italia” potrebbe svolgere tranquillamente?

  23. Alter ha detto:

    Ci sono navi (anche italiane) in regolare rotta da e per la Libia.

    Ci sono traghetti battenti bandiera italiana, in regolare rotta da e per la Libia.
    Traghetti che all’andata scaricano automezzi, merci ed attrezzature varie (anche armi?), e che ripartono con le stive vuote.

    Come mai la repubblichetta scafista dei renzi, alfano e mattarella fà due palle quotidiane cosi’ agli Italiani sugli obblighi morali di “Accoglienza senza sè e senza mà”, ma poi preferisce drammatizzare la cosa mediaticamente, con i morti sui barconi, i bambini abbandonati, le donne incinte violentate, i cristiani buttati a mare, la portaerei Cavour, le crocerossine, le motovedette, i soccorsi Sar etc. etc. invece di utilizzare i traghetti in regolare rotta di navigazione da e per la Libia?

  24. paolettiemilio ha detto:

    LA LOTTA NON E’ APPENA COMINCIATA….E’ COMINCIATA E DA ANNI L’AZIONE DI GLOBALIZZAZIONE CHE HA LA PROPRIA COLONNA PORTANTE NEI MERCATI COMUNI E NELLE COMUNI FINANZE, FATTO CHE DETERMINA CHE TUTTO SIA UN PO DI TUTTI (FINANZIERI E BANCARI) E SOPRATTUTTO DETERMINA CHE LA SOVRANITA’ NAZIONALE SULLA PROPRIA ECONOMIA E FINANZA SIA SEMPRE PIU’ IMPOSSIBILE I SOLDI CHE CIRCOLANO SONO SEMPRE PIU DI UNA MINORANZA CARATTERIZZATA DA UNA TRASVERSALITA’ ASSOLUTA RISPETTO AD OGNI ALTRO CONCETTO NAZIONALE, SOCIALE, POLITICO, DI GOVERNO, ECC.QUESTO E’ PER ME IL NOCCIOLO DELLA QUESTIONE…I SOLDI L’INDISTRIA, I GRANDI COMPLESSI INDUSTRUIALI E FINANZIARI IN ITALIAN SONO SE VA BENE SOLO PER UNA PARTE ITALIANI….CI HANNO LEVATO COSI’ LO STRUMENTO DI COIMANDO NECESSARIO PERCHE’ UN PAESE POSSA AUTODETERMINARSI APPUNTO LA SOVRANITA’ MONETARIA E FINANZIARIA……NESSUN PAESE E’ PIU’ PADRONE DI CASA IN CASA SUA…..

  25. paolettiemilio ha detto:

    il fenomeno immograzione forse sfugge……è soprattutto l’ennesima opportunità di sfruttamento di denaro pubblico vedi scandali romani e delle cvooperative con i vari bruzzi, ecc. lasciato fuori controllo perchè cosi serve…nell’acqua torba si pesca meglio……..il gasolio consumato dalle navi militari avanzerebbe per due traghetti…una linea tripoli messina con all’origine l’azione di riconoscimento degli avernti diritto..ma legalizzare la faccenda non conviene semplicemente…..in questo la politica ci mette di suo complice e responsabile per ogni morto deceduto nell’infernale viaggio su fatiscenti mezzi ammassati stile navi negriere…..in secoli di storia e cultura in cui l’uomo sapiens è arrivato su maerte ed oltre…ancora esiste un fenomeno del genere ..MA NON A CASO E QUESTO E’ IL DRAMMA…..L’ASPETTO IPOCRITA DELL FACCENDA

  26. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Invito rivolto a ” Spettatore ” : vada sul sito: https://italiaproletaria.wordpress.com/
    ITALIA PROLETARIA è la “palestra” che utilizziamo per tutti gli approfondimenti; troverà articoli e riflessioni su argomenti di attualità e di prospettiva; saranno graditi eventuali suoi commenti che potrà esprimere in piena in LIBERTA’.

  27. Alter ha detto:

    “Spettatore” pone giustamente l’accento sul Piano Kalergi.

    E’ da molto tempo che gli utopisti votati alla realizzazione del demenziale disegno globalista dirigista e monoculturalista, occupano i posti in cui vengono definiti i destini del Mondo.

    Uno a caso:
    Il kalergista ex Direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) G. Brock Chisholm in tempi oramai lontani dichiarò: “tutti dovranno praticare la limitazione delle nascite e i matrimoni misti in vista di creare una sola Razza in un Mondo unificato e dipendente da una Autorità Centrale”.

    Ma il demenziale Disegno utopico dei fanatici kalergisti è perfettamente testimoniato da questa sua distruttiva affermazione: “To achieve World Government, it is necessary to remove from the minds of men their individualism, loyalty to family traditions, national patriotism, and religious dogmas.”

    E’ incredibile come si scopra oggi (e con incredulità), una Macchinazione globale che data dall’inizio del secolo scorso, e che viene pianificata ed attuata con determinazione assoluta, dalla seconda metà del ‘900.

  28. nota1488 ha detto:

    La lotta è iniziata e la nostra uniforme è il colore della nostra pelle (che è solo il più esteriore di tutti gli aspetti, molto più importanti, che definiscono la Razza), poiché qualsiasi Stato del Mondo Bianco non ha alcuna legittimazione da parte del Popolo. I governi occupati di ZOG sono i primi nemici da combattere, e usano le razze importate illegalmente come bassa manovalanza contro il Nostro Popolo.

  29. Uomo Libero ha detto:

  30. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Documenti verità che ognuno deve impegnarsi a diffondere !

  31. Alter ha detto:

    Il Centro del Business dell’Accoglienza “senza sè e senza mà” è la Sicilia.
    Il centro del centro del Business è il Cara di Mineo.
    La Sicilia è la sede legale storica di Mafia spa.
    Nulla sarebbe possibile, tantomeno la sopravvivenza fisica dei clandestini, se “Lo Stato” non avesse preso accordi vincolanti con Mafia spa.

    “C’è un paese in Italia abitato solo da richiedenti asilo. È il Cara di Mineo: un centro d’accoglienza che a marzo 2015 ospitava ben 3.219 persone, contro i 2.000 posti disponibili.
    Il Cara è, di fatto, una città a sé stante, alimentata da un’economia sommersa fuori controllo. All’interno si è sviluppata infatti un’economia informale, costituita da negozi improvvisati e bancarelle abusive presenti lungo tutte le strade. I migranti, costretti a tempi di attesa lunghissimi, si sono ingegnati creando delle attività illegali (e tollerate dalla Guardia di finanza), dalla rivendita di alimentari, capi d’abbigliamento e altri oggetti recuperati dai cassonetti della spazzatura, a piccoli negozi di barbiere, internet caffè e ciclo-officine”.
    (repubblica.it)

  32. Alter ha detto:

    Per quanto riguarda il duplice omicidio di Palagonia

    Il giovane “Imprenditore” ivoriano fermato, stava semplicemente riportando al Cara il frutto delle sue “transazioni commerciali”.
    Adesso non bisogna sottilizzare troppo sui modi ed i metodi sanguinari con cui queste “Transazioni commerciali” sono avvenute.

    C’e’ del buono in quanto prodotto dal giovane ivoriano, che ha dimostrato di avere quelle caratteristiche di “spigliatezza” e “geniale fantasia commerciale” cosi’ indispensabili nella evolutissima Società peninsulare di oggi.

    Il “ragazzo” farà strada; potrebbe persino diventare uno dei prossimi Ministri degli Interni, o addirittura Presidente del Consiglio della repubblichetta scafista.

  33. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Il CARA di Mineo ha una storia emblematica: prima era l’alloggio degli occupanti statunitensi; adesso è il rifugio degli occupanti multietnici; e io pago, io pago direbbe il buon Totò !

  34. Alter ha detto:

    L’ONU predispone il piano per il “ripopolamento” dell’Italia
    di Luciano Lago

    E’ stato pubblicato il recente piano dell’ONU che si presenta come un apparente studio: «Replacement Migration: is it a solution to declining and ageing populations?».
    Redatto dal Dipartimento degli Affari sociali ed economici dell’Onu, in questo studio vengono analizzati i movimenti migratori a partire dal 1995 e, attraverso modelli matematici, vengono prospettati diversi scenari che prevedono per l’Italia la “necessità” di far entrare tra i 35.088.000 e i 119.684.000 immigrati, principalmente dall’Africa, per “rimpiazzare” i lavoratori italiani. Visto che tra 36 anni gli over 65 saranno il 35% della popolazione e presupposto che il tasso di natalità per donna resti fermo a 1,2 bambini (negli Anni Cinquanta la media era 2,3).
    Le Nazioni Unite prospettano come soluzione al problema demografico dell’Italia (e di altri paesi europei) quello di «rimpiazzare» (come riportato nel titolo del dossier) l’Europa che invecchia con un massiccio afflusso di immigrati dall’Africa e dall’Asia. Lo studio prende in considerazione gli immigrati, quasi sempre giovani, che dopo lo sbarco molto probabilmente si stabiliranno in Italia, dal nord al sud della penisola. Questi dovranno convivere la popolazione autoctona, saranno molto più prolifici degli italiani. Di conseguenza in un arco medio di tempo, l’Italia degli italiani si trasformerà in un «melting pot», un’insieme di razze, culture, religioni dove tra quarant’anni ci sarà ancora un nucleo di italiani che non saranno più la maggioranza della popolazione.
    Lo studio dell’ONU calcola circa 26 milioni di immigrati e i loro discendenti che risiederanno nelle varie città italiane nel 2050. Attualmente sono quasi 5 milioni, contro i 7,8 presenti in Germania.
    (controinformazione.info)

    Di fatto questo Programma di rimpiazzo razziale, viene moralmente giustificato con l’ipocrita scusa di dare ospitalità a “Chi scappa dalla Guerra”.
    Ma l’ivoriano evidentemente scappava dalle carceri del suo paese, che ha un tasso di crescita del Pil dell’8%.
    Troppa paura di Lavorare.

    Come la Costa d’Avorio regolamenta i visti di ingresso nel paese:
    E’ richiesto il passaporto in corso di validità con visto di ingresso per tutti i visitatori che entrano in Costa d`Avorio ad eccezione dei cittadini appartenenti agli stati dell`Ecowas.
    E` altresì richiesto il possesso, già in entrata, del BIGLIETTO di RITORNO.

  35. Alter ha detto:

    Una Crisi assolutamente attesa…

    “Russia has frequently warned of major problems which Europe would face as a result of Western policies in the Middle East and North Africa and jihadist groups terrorizing people, so the current refugee crisis in the EU doesn’t come as a surprise, said the President of Russia.
    “I think the crisis was absolutely expected,” President Vladimir Putin told journalists at the Eastern Economic Forum in Vladivostok.
    “We in Russia, and me personally a few years ago, said it straight that pervasive problems would emerge, if our so-called Western partners continue maintaining their flawed … foreign policy, especially in the regions of the Muslim world, Middle East, North Africa, which they pursue to date,” said Putin.
    (rt.com)

    A conferma delle dichiarazioni di Putin, la sordida Nato (la Madre di tutte le truffe legate alla “Esportazione della Democrazia nel Mondo”) afferma che bisognerà fare in Siria, come si fece in Bosnia…
    “L’esodo di migranti e rifugiati dalla Siria e dal Nordafrica verso l’Europa e’ “una emergenza enorme, una crisi reale”, afferma uno dei massimi vertici del Pentagono, il generale Martin Dempsey, capo di stato maggiore delle forze armate Usa.
    In una intervista esclusiva alla Abc, Dempesy si e’ quindi detto “preoccupato” e ha sottolineato la necessita’ per tutti di agire “sia unilateralmente che con gli alleati”, considerando cio’ che sta avvenendo “come un problema generazionale” e mettendo sul piatto adeguate risorse che permettano di affrontare la crisi per almeno 20 anni.”
    (ansa.it)

    “Almeno 20 anni”, “Adeguate Risorse” : le company del complesso finanziario militare yankees, si sfregano le mani.

  36. paolettiemilio ha detto:

    la nascita del fenomeno “globalizzazione” nasce con la nascita della società umana, cioè da quando il semplice cacciatore e raccoglitore su territorio libero, comune, ha creato e adottato il concetto di proprietà.
    Con questo è nato anche chi di quella proprietà voleva appropriarsene e nasce allora anche il concetto di aspansione, il primo magari era il suo vicino , che successivamente si alleava con un altro attrettanto vorace e cosi diventavano un soggetto piu potente e organizzato….dal campo al campo piu grande dal campo più grande alla fattoria..dalla fattoria al feudo dal feudo alle citta stato….ecc ecc.
    Se si va a vedere in termini filosofici non è cambiato niente, la tecnica è la stessa da millenni, costringere una famiglia, piuttosto che una tribù,una società alla fame, per poi impadronirsene, è la tecnica dell’assedio, che costringeva una citta ad abdicare, impedendo che si potesse approvigionare autonomamente,isolandola.
    A quel tempo l’assedio era prevalentemente fisico perchè fisica era l’economia in quel tempo, oggi quella dimensione è evoluta e l’assedio avviene tramite l’isolamento di una “economia autonoma” perseguita da tutte le dottrine nazionaliste e socialiste.
    Una economia globale può oggi farlo e lo sta facendo, la dimostrazione è anche l’eliminazione fisica di tutti i leader socialisti ( socialista nel suo piu ampio significato) in giro per il mondo. Intrecciando un tessuto di interessi trasversali e sovrannazionali rendono tutti legati a tutti e nessuno piu capace di autodeterminarsi senza toccare o ledere gli interessi di altri, determinando un sistema il quale esercita una forma di autocontrollo in cui tutti sono garanti per gli altri, magari anche loro malgrado, ma il risultato non cambia.
    Un evoluzione che sta raggiungendo la sua massima parabola però.
    Siamo passati dalla piccola proprietà,monofamigliare, alla plurifamigliare al clan alla tribù, alla società, alla città, alla regione estesa, alla nazione, alla federazione di nazioni ed ora al globo intero, se consideriamo il limite fisico del nostro pianeta, è irrazionale che nei prossimi secoli possa continuare così e una volta assestato il sistema non potrà che decadere… implodere?????
    Mi viene a mente una famosa affermazione di Eistein sull’uso della bomba atomica durante una ipotetica terza guerra mondiale:… “NON SO COME SARA’ LA TERZA GUERRA MONDIALE MA DI SICURO COME SARA’ LA QUARTA…”
    Forse Eistein è molto più attuale di quanto pensasse lui stesso, e in questo momento stiamo vivendo la terza guerra mondiale, e sappiamo com’è……..

  37. Alter ha detto:

    Il Vescovo Laszlo Kiss-Rigo – responsabile di una diocesi dell’Ungheria meridionale – critica la linea del Pontefice spiegando che, coloro che arrivano in Europa, “non sono rifugiati”.

    “È un’invasione, vengono qui al grido di Allahu Akbar, ci vogliono conquistare”, accusa l’alto prelato intervistato dal Washington Post.

    Kiss-Rigo si schiera con Orban: “Sono totalmente d’accordo con il primo ministro”, il Papa “non conosce la situazione”. I rifugiati minacciano i “valori universali, cristiani” dell’Europa, ribadisce il vescovo, convinto persino che molti di loro non abbiano bisogno di assistenza in quanto ricchi. “Lasciano rifiuti e rifiutano il cibo offerto. La maggior parte di loro si comporta in un modo che è molto arrogante e cinico”, ha concluso Kiss-Rigo, da nove anni vescovo di una zona in cui vivono circa 800mila cattolici.

    Rigo, Djomo; un vescovo europeo ed uno africano uniti nella denuncia; due Uomini di fede contro l’irresponsabile Bergoglio.
    Santa romana si frantuma sotto le ondate immigrazioniste “senza sè e senza mà”..

  38. paolettiemilio ha detto:

    bergoglio è un politico a trutti gli effetti, ma non con la p maiuscola, è uno dei tasselli messi ad hoc nello scenario politico alla stessa stegua dei politici che dopo monti si sono susseguiti chiamati non dalla volontà popolare, ma dalla cupola a gestire una situazione senza correre rischi, piace al popolo bigotto e questo ha prima ispirato piu simpatia nella comunità cristiana e di conseguenza ha incrementato le entrate al vaticano è uno dei fantocci dello scenario politico attuale solo politico, perchè politica è stata la sua scelta e politici i fini preposti da questa scelta.
    Stiamo vivendo ormai da anni in una sorta di sospensione di tutte le prerogative che la Politica quella si con la maiuscola dovrebbe avere.
    Attori di una commedia in cui il popolo governato cioè noi è solo spettatore “salatamente pagante”

  39. paolettiemilio ha detto:

    ogni considerazione seppur giusta porta sempre alla stessa conclusione feteci caso l’unica cosa che caratterizza la attuale realtà è l’assoluto immobilismo del tutto un gioco che nel calcio si chiama “MELINA”….

  40. paolettiemilio ha detto:

    oggi ad uno dei TG non ricordo la rete, ma non importa tanto sono piu o meno fotocopiati, distrattamente mi è giunto all’orecchio un commento alla foto del piccolo siriano affogato e spiaggiato…..piu o meno è stato questo, che quell’immagine tanto cruda ha sortito l’effetto di ammorbidire le posizioni di paesi sordi all’emergenza profughi quali la germania l’inghilterra ecc.
    La prima considerazione fatta credo dalla maggioranza degli italiani ai quali quel TG si rivolgeva è stata di soddisfazione, di avere assistito ad un moderrno sacrificio che come quelli antichi di pagana memoria ha sortito l’effetto desiderato, quel piccolo corpo con le sue piccole scarpette
    ( la vittima sacrificale appunto) sparato su tutti i media del mondo non è stato sacrificato in vano,se sacrificato alla dea Diana avremmo ammazzato un bel cervo…al dio dell’acqua avremmo avuto le piogge tanto attese.?????
    Che orrenda e ipocrita società stiamo vivendo, che non si pone il men che minimo srupolo nel palesare la propria responsabilità e coinvolgimento nel manipolare ad hoc immagini del genere per fini puramente politici.
    Come se davanti a quello schermo ci fosse solo una branco di stupidi e ottusi individui che insieme formano “la massa”….”la maggioranza”…

  41. paolettiemilio ha detto:

    CONTINUA…:
    Ma come ” COME SE?????…” e c’èèè..ma c’ero anch’io che ringrazio però quella fiammella di curiosa diffidenza verso la prima ipotesi in generale sempre la meno impegnativa intellettuelmente. Curiosità che ognuno dovrebbe alimentare indipendentemente dallo schieramento politico e che fa di un individuo della massa un UOMO PENSANTE, magari piegato al potere perchè legato dai doveri quotidiani, ma mai rassegnato, ne tantomeno vinto semplicemente cosciente del proprio sacrificio nel tenere “il mare grosso del vivere quotidiano” In attesa che calmi la tempesta.
    Un sacrificio reso piu lieve dalla consapevolezza che il non mescolandosi alla massa lo rende una minoranza nemmeno considerata.
    io personalmente sono fiero di non essere preso in considerazione e non aver determinato un “ben che minimo scrupolo” ( quello a cui mi rtiferivo nel commento precedente) che una società invece seria dovrebbe SEMPRE porsi se ha rispetto del proprio popolo.

  42. Alter ha detto:

    Continua la farsa mediatica del “Buon migrante “siriano in “fuga dalla guerra voluta da Assad”.
    Nello specifico, la farsa mediatica del “Siriano buono in fuga dalla guerra” sgambettato dalla giornalista ungherese “razzzistaaa!!!”.

    Poi da accurata denuncia (documentata con tanto di foto) della comunità curda siriana, si scopre che il “povero Siriano buono in fuga dalla guerra” sgambettato dalla giornalista ungherese “razzzistaa!!!, è un pericoloso Tagliagole della confraternita islamista di Al Nusra.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...