DIFESA NAZIONALE. ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI REGIONE MARCHE

sn difesa nazionaleInauguriamo oggi questa nuova finestra sulle nostre “attività” con un’interessante aggiornamento dal nucleo valtiberino. A volte veniamo accusati di eccessiva teorizzazione, di visioni utopistiche o, dai più invidiosi destroterminali, di “tastierismo”. Sappiamo bene che l’idiota di turno ha vita facile sulla rete telematica e quindi siamo abituati a sorvolare. La nostra attività sui territori si pone in maniera diversa e non avviene attraverso autoreferenziali e buoniste attività fattive solo all’autosdoganamento presso le istituzioni. Preferiamo selezionare i nostri interventi. Con questa iniziativa, che trasmettiamo alla Corte dei Conti della Regione Marche e alla Procura della Repubblica di Pesaro, abbiamo cominciato a fare anche nel concreto più concreto quello che dovrebbero fare i rappresentanti eletti nelle istituzioni ai vari livelli. E con questo dimostriamo in modo inequivovo qual’è la differenza tra un soldato politico ed un politico sic et simpliciter.  (DocumentoEsposto USN Corte dei Conti Marche )

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Difesa Nazionale e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a DIFESA NAZIONALE. ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI REGIONE MARCHE

  1. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    La lotta agli sprechi, si fa concretamente e capillarmente sul territorio, come dimostra l’iniziativa intrapresa dal nostro V. Presidente vicario. Adesso tocca agli organi competenti intervenire e punire i responsabili obbligandoli al risarcimento per danno erariale

  2. Alter ha detto:

    Vi andrebbe di valutare la medesima opportunità, relativamente ad una proprietà vaticana veramente imponente?
    Si tratta di un seminario lasciato cadere in rovina, con tutti i combinati disposti legati al degrado ed alla insicurezza che scaturisce dal mancato controllo dei locali lasciati incustoditi.
    Mai entrato in funzione si è trasformato in una vera e propria cittadella abbandonata.

    Una cittadella abbandonata, che da tempo avrebbe dovuto essere stata trasformata dallo stesso vescovo (se fosse stato un vero cristiano) in una Cittadella della speranza e della vita.
    Una struttura capace (tanto per citare una nobile destinazione a fini Sociali Nazionali) di ospitare decine di coppie italiane desiderose di mettere su’ famiglia.
    E invece è solamente una malsana discarica.

  3. Cursus Honorum ha detto:

    alter assolutamente si.
    Se puoi mandarci 30 righe di spiegazione e relativi documenti a questa mail.
    usn-relazioniesterne@live.com
    grazie.

  4. Alter ha detto:

    Provvedo.

  5. Alter ha detto:

    E poi c’e’ una questione morale Grande come una Casa, contro cui a breve dovremo opporre un macigno Italiano pesante come il Gran Sasso.

    La repubblichetta kalergista permette l’orrido Sgozzamento rituale biblico del “Capro Espiatorio” sul sacro Suolo Italico.
    Ma soprattutto permette ‘infibulazione e la circoncisione sui bambini e le bambine di origine africana e medio orientale residenti in Italia.

    Questa orrida situazione và assolutamente denunciata, a costo della stessa Vita.
    Non si arretra piu’ di un millimetro, non si china piu’ il Capo.

  6. paolettiemilio ha detto:

    Io personalmente non mi sento offeso se si viene additati come tastieristi…sognatori o altro che caratterizza chi come noi si ritrovano davanti ad una tastiera e condividono idee, proposte notizie e nozioni…..purtroppo ci muoviamo in una società estremamente corrotta e collusa con poteri egemonici o malavitosi che se da un punto puramente legale l’uno è persiguibile giuridicamente mentre l’altro no, per noi popolo l’effetto prodotto è lo stesso.
    Fino a quando intendiamo rimanere nella legalità siamo destinati a partecipare nostro malgrado al processo kelergiano.
    Che ne abbiamo piu o meno coscienza, non importa….Mangia lavora consuma paga e muori e avanti un altro, ringraziando il cielo che ancora il commercio dei medicinali, attrezzature per anziani ecc.restino fonte di priofitto per le multinazionali, se no a “fine carriera” un mattatoio non ce lo leverà nessuno,Allora magari passera la legge sulla morte assistita…
    No non mi turba affatto, perchè non solo condividiamo idee e proposte, ma anche emozioni, nei ricordi e nei sentimenti comuni, sappiamo che dietro ogni tastiera c’è un compagno…un amico, mi basta mi piace considerare noi come scogli che affiorano dal mare e quando come in questi tempi il mare è grosso non li vedi nemmeno, ma appena la bonaccia ritornerà e ritornerà, saremo noi i primi a scrutare l’orizzonte, noi che abbiamo le antenne piu lunghe, noi che abbiamo il cuore piu in alto degli altri….
    A me dispiace immensamente di piu di vedere l’eterogeneo mondo delleformazioni che a vario titolo guardano al fascismo così frazionate e “sparpagliate” piuttosto che il mondo costituzionale, politico cosi corrotto e malavitoso, perchè se la seconda condizione la do per scontata…ormai un cancro da estirpare, mi viene difficile dover accettare per scontato la prima.

  7. emilio paoletti ha detto:

    …ho lasciato un commento, ma certi argomenti vengono tagliati????? mi è ricapitato …..

  8. emilio paoletti ha detto:

    errata corrige scusate

  9. Alter ha detto:

    Urge un “Esposto” anche per il modo osceno con cui l’Asino toscano maneggia il Tricolore.

    Alla finale di tennis us open, l’Asino toscano ha maneggiato il Tricolore in tutti i modi, tranne che in quello giusto.

    Verde – Bianco – Rosso; questi sono i colori della Bandiera Italiana.
    Una volta si imparava in prima elementare.
    Purtroppo l’Asino toscano, non ha frequentato la buona scuola elementare di una volta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...