COMUNICATO 25.XI.2015. LA POSIZIONE ITALIANA

banner propaganda

Dopo i recenti accadimenti terroristici parigini e dopo l’escalation militare sul confine turco-siriano, Unione per il Socialismo Nazionale ritiene doveroso sottolineare nuovamente il ruolo che deve avere l’Italia in questo momento di delicata situazione internazionale. Pertanto

NOI CHIEDIAMO

  1. Chiusura immediata delle frontiere territoriali e marittime
  2. Cessazione di tutte le nostre missioni militari all’estero sia in quota NATO che in quota ONU ed immediato rientro in Patria di tutti i soldati e mezzi impiegati
  3. Inizio delle procedure per uscita unilaterale dalla NATO
  4. Cessazione unilaterale da parte del governo italiano nell’applicazione delle sanzioni contro la Federazione Russa
  5. Riconoscimento immediato di un già esistente Stato della Palestina
  6. Riapertura immediata dell’ambasciata italiana a Damasco
  7. Nessuna partecipazione a bombardamenti aerei o interventi sul suolo siriano, laddove non richiesti dal legittimo Presidente siriano e dal parlamento attualmente in carica
  8. Nomina di un coordinatore unico responsabile dell’attività dell’intelligence. delle forze dell’ordine e dell’esercito allo scopo di un più capillare controllo del territorio
  9. Immediata iniziativa diplomatica presa in piena e sovrana autonomia per la soluzione del problema Libia anche per una doverosa e necessaria tutela degli interessi italiani
  10. Espulsione di tutti i cittadini stranieri che non siano in possesso di regolare contratto di lavoro, di contratto di affitto registrato o non possano dimostrare documentalmente di permanenza provvisoria per motivi di studio o turismo. Queste ultime due categorie devono dimostrare di essere in possesso di risorse economiche sufficienti per il periodo previsto.

Ufficio Politico U.S.N.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicati e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

15 risposte a COMUNICATO 25.XI.2015. LA POSIZIONE ITALIANA

  1. Alter ha detto:

    10 Punti di assoluto rilievo; il secondo e terzo in particolare, visto il rapido decadere della situazione siriana.

    La Turchia invade quotidianamente lo spazio aereo e marittimo greco con i suoi caccia e le sue vedette; lo fà per intimidire la Grecia relativamente al contenzioso sulle isole dell’Egeo.
    Due pesi e due misure quindi, per il Pascià Erdogan.
    L’incidente del Sukhoi 24 russo si delinea quindi come un vero e proprio “Agguato”.

    “La Turchia non rispetta lo spazio aereo delle 10 miglia che circonda le isole dell’Egeo, ciò causa numerosi confronti tra i velivoli militari greci e quelli turchi che invadono la zona.
    Da gennaio a ottobre 2015, lo spazio aereo del paese è stato violato 1.233 volte con 31 voli sul territorio greco stesso, secondo le dichiarazioni del Q.G. dell’Aviazione militare greca.
    I media greci hanno notato che Ankara stà approfittando delle difficoltà economiche del Paese”.
    (RT news)

    L’abbattimento del Sukhoi russo è un agguato lungamente premeditato.
    Nei fatti, la Turchia si delinea come il comune nemico di Mosca ed Atene.
    La Nato è sotto tensione; Londra segue Parigi, Parigi dialoga con Mosca, Berlino si defila, Madrid non pervenuta, il presidente del consiglio dei Parassiti della repubblichetta partitocratica prova a bofonchiare qualcosa, poi si rintana nel bunker demagogico del “bonus cultura” ai diciottenni.

    La Nato si incrina, mostra segnali di fortissima turbolenza; finirà per disgregarsi a causa dei mutati scenari mediorientali, e questa partitocrazia parassitaria – come al solito indecisa a tutto – non sà che pesci pigliare.
    Nulla di buono per l’Italia e gli Italiani, all’alba di una non improbabile terza G.M.

  2. APPROVO E SOTTOSCRIVO. GIORGIO VITALI

  3. Anonimo veneziano ha detto:

    Decalogo perfetto, tranne il punto 5.

  4. Alter ha detto:

    Il Dr. Bergoglio, come suo primo atto demagogico ecumenico, andò a Lampedusa a lanciare il populistico messaggio “Siamotuttifratelli”.
    Quella che segui’ fu’ la peggiore ondata migratoria africana di tutti i tempi.

    Oggi il Dr. Bergoglio è in visita pastorale al gregge africano.
    Aspettiamoci una nuova ondata di pecorelle africane che dalle spiagge libiche verranno traghettate direttamente su quelle italiche, grazie all’azione combinata di Vaticano e Marina militare della republichetta scafista.

    La modalità di reclutamento immigrativo delle masse africane è ben rodata: alla bisogna il ministro Padoan ha già stanziato 4 miliardi di euro per la nuova Campagna Clandestini 2016.

    Per i sudditi italiani in miseria non ci sono fondi, mentre per i “fratelli” africani la repubblichetta scafista non bada a spese.

    Ai 10 punti, dovrebbe esserne aggiunto un Undicesimo:
    Denuncia del trattato di sottomissione dell’Italia allo stato straniero Vaticano, altrimenti noto come “Concordato”; e sua immediata cancellazione.

  5. Maurizio Canosci ha detto:

    @ Alter; hai ragione lo inseriamo “d’ufficio”.

  6. Alter ha detto:

    Giova a Noi Italiani, ricordare il giudizio di Charles De Gaulle sulla repubblichetta paramafiosa dei de gasperi e dei togliatti, e più in generale sul triste destino di una Nazione in declino.

    “L’Italia non è un paese povero, l’Italia è un povero Paese!”

    “Non c’è che una fatalità, quella di popoli che non hanno abbastanza forza per tenersi in piedi e si coricano per morire. Il destino di una Nazione si guadagna ogni giorno contro le cause interne ed esterne di distruzione”.
    (Charles de Gaulle)

  7. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Denuncia unilaterale dei patti lateranensi nell’ultima versione sottoscritta dal presidente del consiglio Craxi

  8. Alter ha detto:

    Cacciari: “A noi è andata un po’ meglio degli altri perché finora non abbiamo subito attentati. Non per un’intelligence migliore dei francesi, penso piuttosto alla funzione protettiva del Vaticano.

    A quasi 2800 anni a.U.c. siamo ancora fermi alla “funzione protettiva del Vaticano”.
    Un pensiero da secolari poppanti senescenti – cosi ben espresso dal “sindaco filosofo” – non può che produrre a ripetizione l’aborto di nazione cui oggi è ridotta l’Italia.

  9. Alter ha detto:

    CENSIS:
    “Un letargo esistenziale collettivo e il prevalere del giorno per giorno”.
    E’ la situazione italiana come la vede il Censis nel 49.mo Rapporto sulla situazione sociale del Paese, presentato oggi a Roma.

    “Letargo” esistenziale collettivo.
    Prevalere del “giorno per giorno”.

    Una Nazione giovane, volitiva e dinamica, trasformata – nell’arco di un disastroso settantennio antifascista, immigrazionista, liberista e globalista – in un lazzaretto; in un conglomerato di invalidi sociali.

  10. Alter ha detto:

    Il 3 dicembre, il gen. Pasquale Preziosa – capo di stato maggiore dell’Aeronautica Militare Italiana – ha presentato il primo F-35A dell’AM.

    L’Italia entra nel novero delle Nazioni dotate di velivoli militari di 5a generazione; ma vi entra con le catene al collo.

    Il “sistema d’arma” nelle sue componenti sw, dipende totalmente dalle centrali operative statunitensi.
    Il velivolo potrà quindi essere impiegato unicamente come sistema d’arma “slave”; un sistema completamente asservito agli ordini di Uncle Sam nelle sue future, immancabili “guerre demokratike”.

  11. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    IL trattato di pace ratificato nel 1947 questo prevede; la VERITA’ vera dice che siamo una nazione vinta ; da 70 anni festeggiamo una vittoria fasulla e il popolo bue ci crede ancora !

  12. Alter ha detto:

    Ma Noi Italiani non siamo “Vinti”.
    Lo “Sconfitto” è colui il quale smette di credere e lottare.
    E NOI abbiamo la testimonianza di Uomini come Stelvio, che non hanno mai smesso di credere e lottare.

    La sconfitta perenne, quotidiana, e su tutti i fronti (interni ed esterni) del derelitto gregge itagliotide, quindi è cosa che personalmente non riguarda Noi Italiani.

  13. Alter ha detto:

    Cronache partitocratiche itagliotiche:
    La “giustiziera” della Ministra Cancellieri, la pensava cosi’ sulle “corsie preferenziali per gli amici degli amici”…
    http://www.youtube.com/watch?v=7GcxQsXgDxM

    Maria Elena “Etruria” Boschi:
    Chi di dimissioni ferisce, di dimissioni perisce.

  14. Alter ha detto:

    Il populista di Rignano; il capo della cosca mafiosa toscana dei renzi-boschi-carrai, si ritrova un “Super Gufo” in casa:

    “C’e’ una ripresa ma debole, non un’accelerazione viviamo in un mondo post recessione e io sono tra quelli che ritengono che l’ipotesi di Stagnazione secolare non sia cosi’ peregrina”. Lo ha detto il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, intervenendo a Confindustria.
    rainews.it

    “Stagnazione Secolare”, la verità non può essere più nascosta.
    Altro che le fregnacce su expò, sviluppo e jobact; Lorpapponi i parassiti della partitocrazia paramafiosa, nuocciono gravemente alla Nazione Italia ed al Popolo Italiano.

    Questi infami, che hanno scientificamente operato nel peggiore dei modi possibili – condannando l’Italia e gli Italiani alla “Stagnazione secolare” – sono destinati ad una bruttissima fine.

  15. Alter ha detto:

    Io penso che ogni Italiano (maggiorenne ed in possesso delle piene facoltà mentali) abbia il diritto di decidere della propria fine, e nessun dogma religioso possa intervenire ad ostacolare il diritto ad una Morte dignitosa.

    Quando la vita diventa crudamente impossibile per cause legate a gravissime infermità, ed un individuo decide di farla finita; in qualità di essere umano, dovrebbe essere aiutato dallo Stato ad andarsene nel più sereno e civile dei modi possibili.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...