U.S.N. RAGGRUPPAMENTO PIEMONTE/LIGURIA “LEGIO II AUGUSTA”

Annunciamo con soddisfazione la creazione a Torino di un nuovo Avamposto Socialista Nazionale appartenente al raggruppamento nord-ovest PIEMONTE/LIGURIA “LEGIO II AUGUSTA” già in azione sul territorio di competenza.

CONTATTO PER LA ZONA DI TORINO: usnpiemonte@gmail.com

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Comunicati e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a U.S.N. RAGGRUPPAMENTO PIEMONTE/LIGURIA “LEGIO II AUGUSTA”

  1. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Il buon seme germoglia sempre !

  2. Angelo Murru ha detto:

    A presto nuovi aggiornamenti in merito.
    In alto i cuori

  3. Alter ha detto:

    Questa sfortunata Nazione è rimasta terribilmente indietro, rispetto al Nuovo; a quel che stà già accadendo in Europa: intontita dai proclami adottivi trans-gender renziani, e medioevalmente prostrata al passaggio dei cadaveri in bacheca, esposti dalla millenaria casta parassitaria vaticana.

    “Il Generale Piquemal, anziano ex comandante della legione straniera, si è unito al movimento di anti-immigrazione di Pegida per un evento tenutosi a Calais, nonostante il divieto da parte del governo.
    “La polizia è arrivata al punto ad arrestare General Piquemal, , ex capo della legione straniera”, ha annunciato sul suo account Twitter il corrispondente di Canal + Hugo Clemente. Il generale Piquemal e stato arrestato durante una manifestazione PEGIDA a Calais. Una vera vergogna !
    La pubblicazione di questa notizia immediatamente ha acceso i social network e molti cittadini della rete affermano che l’arresto è un grande “errore strategico” da parte del governo”. RTcom.
    (imolaoggi)

    Quand’ e’ che anche in Italia i “generali” si schiereranno con il Popolo Italiano, e contro in demenziale Progetto immigrazionista del regime usuraio di Ue-Bce?

  4. Alter ha detto:

    Mentre gli itaglioti sono tutti distratti dalla tragedia incombente, immersi nei loro giochini della stepchild transgender playstation, la Germania prepara (con la asinina complicità degli stessi eurodeputati itagliotici), la caduta di renzi da “Spread”.
    Si chiama “Burkhard Blaz Résolution”.

    “…è chi ritiene l’ atto politico sufficiente a muovere i quattrini, quindi a portare lo spread a livelli preoccupanti: e per abbattere Matteo Renzi potrebbero bastare meno dei 500 punti che nel novembre 2011 scalzarono Silvio Berlusconi da palazzo Chigi.

    I mercati, dicevamo. Intesa si sta liberando di titoli italiani e nell’ ultimo periodo ha alleggerito il suo portafoglio, anche se cifre esatte non si conoscono. Ufficialmente la scelta non è legata alle prospettive di innalzamento dei rischi sulle obbligazioni emesse dal Tesoro, ma si tratterebbe di una decisione fondata sulla necessità di migliorare la tesorerie e diversificare gli investimenti. Al vertice di Ca’ de Sass sono consapevoli delle conseguenza delle nuove regole, anche se fanno riferimento proprio ai tempi lunghi. Come dire: non ci allarmiamo inutilmente.

    Voglia di evitare panico o drammatica sottovalutazione? In questa seconda ipotesi sembra rientrare l’ atteggiamento di tutti i membri del Parlamento Ue, che ha votato la risoluzione. Il «Burkhard Blaz Résolution» è stato licenziato il 19 gennaio e a dire «sì» c’ erano anche tanti italiani, in particolare popolari (Ppe) e socialisti (Pse).

    Dai resoconti di Strasburgo, tra i favorevoli figurano: Simona Bonafè, Mercedes Bresso, Nicola Caputo, Lorenzo Cesa, Alberto Cirio, Sergio Cofferati, Lara Comi,Silvia Costa, Andrea Cozzolino, Nicola Danti, Paolo De Castro, Elisabetta Gardini, Michele Giuffrida, Fulvio Martusciello, Barbara Matera, Alessandra Mussolini, Pier Antonio Panzeri, Aldro Patriciello, Pina Picierno, Gianni Pittella, Salvatore Domenico Pogliese, David Sassoli, Renato Soru, Flavio Zanonato, Damiano Zoffoli.

    Sono loro ad aver azionato il potenziale grimaldello anti-Italia e anti-Renzi. Il «no» è arrivato solo dai 5 Stelle (tra i quali Marco Zullo e Marco Zanni), dalla Lega (Mario Borghezio e Buonanno), dal fronte della sinistra estrema (Barbara Spinelli e Fabio De Masi).
    liberoquotidiano

  5. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Indubbiamente sono iniziate le grandi manovre i cui effetti si vedranno a breve; nei fatti coincidenti e concorrenti non escludo l’uccisione dello studente-ricercatore ucciso in Egitto. Faceva parte dei servizi ? Il fiuto mi suggerisce di affermare che non facesse parte di servizi italiani, ma qualche probabilità che si trovasse in forza ai servizi inglesi è credibile. Tra breve questo dubbio potrebbe anche divenire certezza.

  6. Alter ha detto:

    Spread Btp/Bund in salita:
    141,43 +14,79%

    Gli effetti del nuovo trappolone germanico “Burkhard Blaz Résolution”, iniziano a fare effetto.

    A quota 300, il cerino carbonizzato Renzi và fuori, e ne arriva uno nuovo.

  7. Alter ha detto:

    FOIBE – Giornata del Ricordo; 10 febbraio 2016.
    E allora ricordiamo l’infamia della repubblichetta serva dello Straniero.

    “Cavaliere di Gran Croce decorato di Gran Cordone al Merito della Repubblica italiana”.
    Il Boia Tito, l’infoibatore degli Italiani di Istria e Dalmazia, fu decorato con tale onorificenza nel 1969, dall’allora Presidente massone Saragat.

    Ora, la “Legge” della repubblichetta illegale prevede che: “incorre nella perdita della onorificenza, l’insignito che se ne renda indegno”.
    Piu’ Indegno di Tito, c’e’ solo Tito stesso.

    Non oggi – perchè la maleodorante, indegnissima repubblichetta napolitan mattarellica non ne è capace nè degna – ma giungerà Il Giorno in cui l’Italia finalmente tornata Sovrana, cancellerà tale abortorificenza covata dai partitocrati paramafiosi italioti, a glorificazione dell’infoibatore degli Italiani di Istria e Dalmazia: il Boia Josip Broz Tito.

  8. Angelo Murru ha detto:

    Più indegno del criminale assassino tito, ci sono tutti quegli italiani schifosi, che in occasioni di ricorrenze di rispetto della storia di uomini uccisi, perché non comunisti, continuano a osteggiare le ricorrenze con disordini e cortei, e ovviamente con la protezione delle varie forze di polizia, che sono i servi dei padroni magistrati, a loro volta, servi dei poteri plutocratici che li rimpinzano di strapagato potere. Quel potere che questa feccia traditrice, ogni giorno continua ad attuare con l’oppressione di ogni tipo. Politica, storica, economica, ecc ecc. Basta, Rivolta popolare. I nostri Padri ce lo hanno insegnato. Si dichiara Guerra ai nemici della Nostra Terra. In alto i cuori di chi ha lo Spirito Italico nel Sangue.

  9. Alter ha detto:

    Sono itaglioti; non Italiani.
    Esiste una distanza, una lontananza etica e spirituale oceanica, tra un Italiano ed un itagliota.

    E questa è la decrepita repubblichetta degli itaglioti.
    La decrepita repubblichetta dei giorgio napolitano, allora stalinista che – occorre sempre tenerlo bene a mente – era membro della criminale cupola mafiosa del Pci; delle belve bolsceviche che sputavano odio al passaggio dei carri bestiame su cui, doppiamente puniti, soffrivano ammassati gli uni agli altri, i profughi di Istria e Dalmazia.

    La decrepita repubblichetta del 2 giugno 1946; che ha vergognosamente atteso 58 interminabili anni, prima di decidersi a celebrare la Giornata del Ricordo delle Foibe.
    E che oggi – ancora una volta – dimostra al mondo intero la sua totale nullità:

    Perchè è proprio una repubblichetta del menga e l’itagliota al cubo renzi (e tutta la sua cricca paramafiosa toscana) è un arnese assolutamente nocivo all’Italia ed agli Italiani.
    Altra figura diplomatica di M….
    Il ministro iracheno è stato scambiato per quello iraniano.
    Vergogna infinita.

  10. Angelo Murru ha detto:

    Torino, città medaglia alla resistenza, medaglia al comunismo e a tutti i suoi orrori di ieri e di oggi. Infatti ieri si pensò di esiliare i già esuli Dalmato-Istriani, in un quartiere anonimo di estrema periferia, che nulla voleva sapere e nulla voleva ricordare dello schifo ghettizzante che l’italia destinava ai suoi popoli e ai suoi esuli depredati. Strano che oltre tutto quello che han subito, non siano stati anche magari fucilati, chissà, magari con l’imputazione di fuga disordinata dal comunismo! Una città nella quale in un angolo nascosto, molto nascosto e molto anonimo, (se non sai che c’è non la vedi), c’è una lapide, martoriata e vilipesa, dove si vede bene quale sia il disprezzo che questa società immondo-comunista sa manifestare con la sua democratica violenza quotidiana. C’era e c’è solo il comunismo da osannare e i suoi criminali da idealizzare. Dal migliore in poi, lo schifo si autocelebra. Curcio insegna e indottrina con i contributi statali, de luca celebra i movimenti no tav, il torino film festival alterna i suoi dirigenti, prelevandoli dai più schifosi criminali e premia per fedeltà i rifiuti carcerari quali i viale i della casa e … l’elenco sarebbe lungo!
    Unica soluzione: RIVOLUZIONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...