IL NOSTRO PROGRAMMA POLITICO. UNA BUSSOLA NON NEGOZIABILE

copertina1In questi giorni che il circo elettorale sta mostrando come al solito il proprio lato peggiore, che oltre ad i partiti dell’arco costituzionale, laddove vogliamo includere una destra radicale sempre più ridicola che vorrebbe scimmiottare realtà europee più consolidate, fino ad arrivare ad una sinistra antagonista rimasta al 1921 e sempre più serva dei poteri forti, ci piace ribadire e proporre quella che è la nostra bussola politica non negoziabile. Non abbiamo bisogno di rinnegare o strizzare l’occhiolino ai potentati per mendicare due voti in più, perchè in questo momento riteniamo l’esercizio dei ludi cartacei (oggi più che mai) soltanto fattivo al puntellamento di un sistema usuraio ed immorale che NOI vogliamo smantellare.

Programma Politico Unione per il Socialismo Nazionale

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Attività e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a IL NOSTRO PROGRAMMA POLITICO. UNA BUSSOLA NON NEGOZIABILE

  1. Giovanni Garotti ha detto:

    Il Vostro movimento, è motivante, il Vostro programma se è uguale a quello scaricato uno o due anni fa, l’ ho già letto e mi è piaciuto e comunque lo rileggo, mi sarei anche iscritto volentieri, ma sono stato portato alla povertà assoluta, perchè non ho voluto lavorare per multinazionali e tenuto in tale stato perchè critico in modo esaustivo l’ olocau$to, continuo quindi a diffondere i Vostri scritti, potrei agire sul territorio, ma non ho materiali e non riesco a sottoscriverVi il tesseramento, quindi, confido nel fatto che facciate sul serio e Vi auguro un sincero IN BOCCA AL LUPO.

    Giovanni GAROTTI

  2. Alter ha detto:

    Io invece caldeggio l’inserimento di un Punto oramai ineludibile:
    Contrasto Totale (giuridico, militare, penale) alla criminalità immigrazionista internazionale – che ha la sua base logistica in Nord Africa – ed incriminazione immediata dei suoi addentellati “Istituzionali” paramafiosi itagliotici, momentaneamente domiciliati presso Quirinale e Palazzo Chigi.

    Perchè oramai non passa giorno senza che il Dispositivo Immigrazionista Integrato trans-mediterraneo, agisca contro gli Interessi Vitali dell’Italia e degli Italiani.

    La Premessa:
    L’ex Libia sopravvive a stento – guardata a vista – entro il reticolato del dispositivo militare aeronavale imposto dalla Nato-Eu nel Mediterraneo.

    La Realtà odierna:
    Nulla puo’ accadere entro ed oltre la linea costiera libica, senza che i sensori ed i dispositivi di “Early Warning” Eu, identifichino in tempo reale il minimo “Movimento” sospetto di uomini e di mezzi.

    Nonostante questo incredibile ( e costosissimo) dispositivo integrato “Sigint and Umint” – che vede la presenza di sottomarini, satelliti, droni, aerei di sorveglianza, operatori terrestri e navi (soprattutto della MM nazionale) – ogni settimana si ripete il solito rituale libico; centinaia di facoltosi Clandestini economici salpano indisturbati e – compiute poche miglia marine – chiamano “Casa”.
    “Casa”; ovverosia il Comando Navale della flotta militare della repubblichetta scafista, di cui i professionali, sperimentatissimi piloti scafisti africani, conoscono persino il numero di cellulare.

    Il Crimine:
    1) La Mafia scafista incassa i milioni di euro del Tour.
    2) La Marina Militare della repubblichetta scafista fà un a gran bella figura mediatica, perchè giunge sempre in tempo per “salvare” i “poveri” Clandestini, ed i suoi ammiragli felloni fanno rapide carriere.
    3) Il Regime napolitan-matterellico-renziano ha il modo di organizzare al meglio uno dei suoi Business primari; quello legato alla filiera parassitaria della “Accoglienza senza sè e senza mà” del Clandestino economico, imbarcato direttamente in Libia.

    Tutte queste “Agenzie Criminali” inter-nazionali salvano “Capra e Cavolo”; ovvero gli oramai evidenti interessi coincidenti tra Mafia Scafista libica, Apparti dei vertici militari della Marina, e Cupola mafiosa partitocratica parassitaria itagliotide.

    Solamente la “Magistratura” itagliotica, (su cui occorrerebbe aprire un corposo Capitolo a parte) come Biancaneve, finge di non essersi è ancora resa conto di Nulla.

  3. Angelo Murru ha detto:

    VINCERE E VINCEREMO! Cominciamo a combattrere lo stato assassino!

  4. Alter ha detto:

    Stato scafista assassino.
    A questo punto della “Farsa” immigrazionista aeronavale ordita dal regime populista renziano, basta un normalissimo Traghetto di Linea.

    Ma tu guarda che stranezza…
    L’ex Libia è circondata da un impenetrabile dispositivo militare iper tecnologico “Made in Nato-Ue”:
    Satelliti, droni, aerei, navi, osservatori sul campo, e persino sottomarini tengono sotto strettissima sorveglianza le coste libiche, con tutto quello che vi accade dentro.
    Nulla di quel che brulica o si nasconde lungo le coste della ex-Libia, puo’ sfuggire all’osservazione H 24 del dispositivo aeronavale occidentale Nato-Ue.

    Eppure i remunerativi barconi organizzati dagli scafisti della Mafia italo-libica (ogni carico frutta centinaia di migliaia di euro/dollari) “bucano” quotidianamente il dispositivo strategico-militare aeronavale “Occidentale”.

    Quel che a questo punto della “Farsa Immigrazionista kalergista” potrebbe essere molto semplicemente (ed altrettanto economicamente) fatto con paio di Traghetti di linea, viene pomposamente e mediaticamente strombazzato da un costoso, muscoloso quanto inefficace, sistema militare aeronavale di invasione, targato Nato-Ue.

    Se in Italia esistesse ancora una “Magistratura Indipendente” questa farsa mediatico-populista organizzata dal regime kalergista paramafioso renziano, sarebbe già terminata da un pezzo

  5. Alter ha detto:

    Fine ‘700; mentre in Francia divampa la Rivoluzione e si tagliano le teste dei Parassiti dell’epoca, in Italia si recitano “Avemaria” in quantità industriali e si baciano le ciabattine del demagogico Pontefice di turno.

    Direi che da allora ad oggi poco o nulla è cambiato nella natura piu’ profonda dei due Popoli: Francesi leoni, itaglioni pecoroni.

  6. marco r. ha detto:

    a proposito di destra radicale,Di Stefano di cpi ospite su la7 intimidito si dice favorevole a unioni gay (ma con obbligo di fedeltà) e alla fine lo prendono in giro con un video di fascisti su marte di guzzanti e lui se la ridacchia. Che vergogna. E sidefinisce fascista. Macchietta.

  7. Alter ha detto:

    Fine ‘700; mentre in Francia divampa la Rivoluzione e si tagliano le teste dei Parassiti dell’epoca, in Italia si recitano “Avemaria” in quantità industriali e si baciano le consunte ciabattine del demagogico Pontefice di turno.

    Direi che da allora ad oggi poco o nulla è cambiato della natura piu’ profonda dei due Popoli:
    Francesi leoni, itaglioni pecoroni.

  8. Maurizio Canosci ha detto:

    @ Alter; gioca con i fanti lascia stare i Santi. E’ possibile chiederti una volta di più di lasciar perdere il tema religioso: Un conto può essere l’anticlericalismo e la giusta critica laddove di frammischia alle cose temporali, altro é dare un’intepretazione – ovviamente soggettiva – che può urtare altre sensibilità, in termini intimamente spirituali.
    Grazie

  9. Alter ha detto:

    Circoncisione rituale infantile; una anacronistica pratica tribale, che una Nazione civile non può tollerare venga ancora commessa sul suo territorio.

    “Un bimbo ghanese di un mese è morto in ospedale, oggi a Torino, dove era stato portato d’urgenza, dopo avere subito un arresto cardiaco a pochi giorni dalla circoncisione cui era stato sottoposto in casa. Il bimbo era stato soccorso in un appartamento in Barriera di Milano, in un quartiere periferico della città”.
    (Ansa)

    A tal proposito sarebbe divertente conoscere il parere dei circoncisi nel cervello boldrini, mattarella e renzi, ed ovviamente di sua vaticanità Bergoglio 1°.

  10. rico ha detto:

    Che commenti forti, che professoroni. Basta non andare a votare, se non si è d’accordo con l’attuale politica. Non c’è bisogno di sbandierare estreme destre e sinistre. Attualmente l’astensione di massa è l’unica arma socialista praticabile.

  11. Maurizio Canosci ha detto:

    @ rico: é da anni che predichiamo l’astensione …..motivandola (con i nostri “commenti forti” come dici tu)…….!!! Qual’é il tuo problema !?

  12. Alter ha detto:

    STAZIONE DI MILANO; MAGREBINO METTE IN FUGA TRE POLIZIOTTI E DUE BERSAGLIERI.

    Visto oggi alla stazione (degradatissima) di Milano.
    Un magrebino ubriaco, in evidente stato di alterazione psicofisica ed armato di una bottiglia rotta, ha prima offeso e poi messo in fuga una pattuglia composta da tre (imbelli) poliziotti e due bersaglieri.

    Lasciato quindi completamente libero ed indisturbato dalle “Forze dell’ordine” alla puttanesca della repubblichetta scafista renziana, l’essere “Superiore” ha continuato a bere e ad inveire contro i “Non Tutori” dell’ordine.

    Fosse stato un Cittadino Italiano, sarebbe stato immediatamente fermato e denunciato: ma essendo un “Visitor” il tizio l’ha passata completamente liscia.
    Due pesi e due misure; il classico comportamento immorale della repubblichetta scafista invertita e pervertita; quella che opprime il Cittadino Italiano ma coccola e sollazza il magrebino clandestino.

    Chi vota ancora queste “istituzioni” è un pupazzo che si merita tutto quel che già accade e che accadrà.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...