25 LUGLIO.

putinLO DICONO LORO !

I patti firmati all’atto della capitolazione non consentiranno agli italiani né di essere liberi né di lavorare liberamente né addirittura di chiamarsi liberi. Con me ho il vivo ricordo dell’Italia del tempo di pace durante gli anni del deprecato fascismo con un popolo che, pur tra le spire di un regime a me inviso, non poteva dirsi schiavo e il cui lavoro incontrava ovunque rispetto e considerazione . 27 luglio 1944 – Parole pronunciate da Benedetto Croce quando si dimette protestando da ministro del governo Bonomi. 

L’Italia è divenuta antifascista non appena la guerra prese ad andare male. Le Vostre città accolsero allora con infami grida di giubilo l’entrata prepotente dell’esercito straniero trionfante. Ebbene: che cosa ha fruttato all’Italia il sacrificio dell’Onore consumato dalla resa dell’8 settembre 1943 ? Deporre mestamente le armi davanti alla preponderante forza materiale di un nemico, può essere nel destino di ogni Nazione; ma schierarsi sfacciatamente al fianco dell’avversario è un’onta che merita e che raccoglie solo lo scherno. Dal piagnucolare schifoso dei Vostri politicanti al servilismo osceno del Vostro popolo è tutto un quadro ripugnante per chi nutriva delle illusioni sulla grandezza latina. Sir Edmund S. Parsons – Lord Inglese

Parole pronunciate da Eisenhower Comandante in Capo delle truppe alleate in Italia all’atto della resa nonché futuro Presidente degli Stati Uniti

SI TRATTA DI UNO SPORCO AFFARE !

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Articoli, Commenti e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

12 risposte a 25 LUGLIO.

  1. Alter ha detto:

    Italia e Germania Popoli-Nazione uniti indissolubilmente nella fortuna e nella sventura; dove cade l’una, precipita anche l’altra.

    La “Società Multirazziale” trapiantata in fretta e furia dalla populista globalista Frau Merkel nel corpo vivo della Germania, le è scoppiata in faccia ricoprendola di sangue e merda.
    Capita oramai quotidianamente agli “Aspiranti Stregoni”, ai cialtroni multiculturalisti come lei, che oggi – colpevolmente quanto irresponsabilmente – maneggiano cose molto, molto pericolose; come il Sangue, la Carne, il Futuro dei cittadini europei.

  2. Alter ha detto:

    “Francia: Assalto chiesa Rouen, sgozzato il prete. Assalitori avrebbero sgridato ‘Daesh’. Uno dei due era schedato
    E’ successo in una chiesa di Saint-Etienne-du Rouvray. Blitz delle teste di cuoio libera gli ostaggi. Tre i feriti, di cui uno in condizioni gravissime”.
    (ansa)

    Ora le prediche sulla “Accoglienza senza sè e senza mà”, il Demagogo vaticano immigrazionista se le può archiviare tutte in quel posto.
    Lui blatera al sicuro, tanto sono Altri quelli che pagano con la Vita, le sue demenziali “aperture”.

    “Santità” permette?
    Ma vaffanculo và.

  3. Alter ha detto:

    Con pupazzi del livello di Mummiarella, DJ Renzi e Algerino Alfano, se niente niente al Califfo gli viene in mente di scendere a Roma, và in scena la replica dell’8 settembre 1943.
    E Bergoglio, basta che si metta il turbante in testa e converta, per essere nominato Califfo di Roma.

    Perchè qualsiasi cosa accada
    Sempre il Vaticano se la cava
    E sempre ci ricava.

  4. Riccardo Poletti ha detto:

    @alter
    “scherza coi fanti ma lascia stare i santi”
    Verbis brevis, possiamo essere d’accordo su tante cose, su altre no (e ci mancherebbe che fossimo tutti omologati….), però quando si scrive su un sito o un blog che può essere visitato da tutti, ripeto da tutti, si potrebbero incorrere in spiacevoli “disguidi”. E se per il vilipendio alla persona del Papa che è pur sempre un capo si stato straniero, per procedere a norma dell’art. 297 del codice penale sembra che serva l’autorizzazione del ministro della giustizia, ti ricordo che esiste ancora l’art. 403 del codice penale “vilipendio alla religione dello stato”.
    Quindi, onde evitare situazioni incresciose dovute ad una spiccata vis polemica, sarebbe bene che tutti cercassimo di essere più morigerati nell’esprimere le nostre legittime opinioni.
    Senza alcun intento di polemica, romanamente ti saluto. A Noi!

  5. Fernando ha detto:

    @Riccardo Poletti…perché il massone argentino è già diventato santo?

  6. Riccardo Poletti ha detto:

    @Fernando
    No, e per fortuna.
    Il mio voleva solo essere un invito a misurare bene le parole onde evitare di incorrere in “spiacevoli inconvenienti”, che in Italia si sa, sono sempre all’ordine del giorno. Mi riferisco al fatto che qualcuno potrebbe “sentirsi offeso” ovvero potrebbe rilevare gli estremi di un reato (anche se poi si dovessero rilevare inconsistenti). Tutto qui.
    Se poi vogliamo scendere nel particolare, ma questa è una mia opinione personale, non mi va che prendendo a pretesto le dichiarazioni o i comportamenti del capo della chiesa romana, tanti sacerdoti che fanno il loro lavoro tra la gente, aiutando che so, i poveri o creando centri di aggregazione giovanile o quant’altro meritevole di rispetto per le comunità, vengano messi nel “calderone”.
    Aggiungo inoltre che non possiamo essere censori in ordine a certi comportamenti o affermazioni di Casapound e poi incorrere, consapevoli o no, negli stessi errori…
    In ogni caso, non sono offeso dal tuo commento, è meglio una spiegazione maschia e dura ma costruttiva, piuttosto che mille salamelecchi untuosi.
    Romanamente ti saluto, A NOI!
    Buona giornata.

  7. Px.S. ha detto:

    Hanno trovato l’invasore… bella ciao!… ciao ciao….

  8. Alter ha detto:

    Ricordo a tutti Noi che nel “nuovo concordato” non esiste piu’ la faccenda della “religione di stato”.
    Art 1: L’indipendenza e la sovranità dei due ordinamenti, Stato e Chiesa in linea con il dettato costituzionale (Art. 7 della Costituzione).

    Rimangono in vita medioevali vestigia oscurantiste, che via via verranno spazzate, tipo:
    Art 2: Le garanzie in ordine alla missione salvifica, educativa e evangelica della Chiesa cattolica.
    Art 4: Immunità e privilegi per figure ecclesiastiche.

    Roba da medioevo appunto.

  9. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    caro Poletti, la religione cattolica non è più la religione di Stato

  10. Riccardo Poletti ha detto:

    @ Stelvio Dal Piaz,
    lo so, forse non sono riuscito a spiegarmi bene, il mio era solo un invito a non eccedere con i commenti, pur sempre legittimamente critici nei confronti dell’attuale chiesa romana.
    Come ho significato, sapendo che siamo in Italia, è un attimo beccarsi una denuncia da qualcuno particolarmente sensibile….
    E poi magari si tralascia su ruberie e scandali conclamati, masticati, inghiottiti e digeriti.
    In ogni caso nessun problema, da parte mia importante è capirsi e tirare la carretta tutti dalla stessa parte.
    Romanamente saluto, A noi!

  11. Alter ha detto:

    Solo 1% degli islamici residenti in Italia, si è degnato di accogliere il suggerimento di bergoglio.

    I “responsabili” delle maggiori moschee ospitate in Italia, hanno infatti declinato l’invito.

    “La principale moschea in Italia, quella di Roma, notoriamente finanziata da Paesi stranieri come l’ Arabia Saudita, l’Egitto e il Marocco, si era palesemente dissociata per mezzo di uno dei portavoce. È stato proprio quest’ ultimo – Omar Camilletti – a buttarla sui numeri: «La maggior parte dei musulmani in Italia non andranno in Chiesa», aveva previsto. Ha avuto ragione”.
    (libero)

    Questo risicato 1% attesta quale sia il reale “rispetto” attribuito a bergoglio dai vari capi e capetti islamici (quelli che contano e che sono finanziati dalle petrotirannidi del Golfo), circa la “sentita partecipazione” per lo sgozzamento di un prete avvenuto in una chiesa cattolica francese, da parte di due fanatici islamici.

    Tutta la prosopopea della “unità” confessionale trans-religiosa, trans catto-islamica tanto strombazzata dal demagogo della Pampa semplicemente NON esiste.
    Ora per bergoglio si tratta di attendere serenamente lo sgozzamento di altri suoi sottoposti per controllare (col contagocce) se la percentuale di “commozione” islamica sale.

  12. paolettiemilio ha detto:

    L’ha ribloggato su paolettiemilioe ha commentato:
    L’Italia è: UNA REPUBBLICA FONDATA SUI VALORI DELLA RESISTENZA. Ma quei valori sono stati creati ad hoc per pianificare inventandoselo di sana pianta, un nuovo assetto politico ed economico, esautorando di fatto i popoli delle nazioni,assoggettandole al capital liberalismo consumistico, cioè la morte, la fine del socialismo.Fase ancora in evoluzione, perchè così come ogni grande società è grande fino a quando si espande, compreso ROMA, anche la società capitalistica ha avuto il suo inizio in America, ha raggiunto l’europa e continua la sua espansione nel mondo, ma ci sarà un giorno che vedrà la fine, imploderà come la storia insegna…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...