MANIFESTO CONTRO IL DESTRISMO

Vi sono momenti nella storia degli Uomini in cui è doveroso tagliare i ponti con il passato, per lo meno con quel passato che Filippo Tommaso Marinetti avrebbe chiamato “passatista”. In termini temporali è già trascorsa un’intera generazione da quando il Mondo conobbe una svolta epocale, vale a dire la fine del Comunismo reale, ovvero di quel Moloch che ha generato terrore e miseria per interi decenni nei confronti di milioni e milioni di uomini e donne. Il Mondo di Yalta, partorito da lugubri personaggi ammiccanti sulla disfatta di interi Popoli e Nazioni, NON ESISTE PIU’. Quel Mondo è finito, lasciando in giro per il pianeta solo migliaia di testate nucleari, basi militari e paesi indebitati per decenni a venire. Ma quel Mondo è il genitore naturale dell’instabilità e del disordine politico, economico, finanziario e morale che oggi ci vede esterrefatti ed increduli spettatori, oltre che inermi vittime.

Proprio perchè quel Mondo è passato, essendo venuto meno uno dei due contendenti che si giocavano le sorti dell’umanità intera, non v’è ragion alcuna per cui i popoli del globo debbano continuare ad obbedire alle regole imposte da chi è stato sì definito il vincitore della Terza Guerra Mondiale, vale a dire il modello Liberalcapitalista, che certamente non è da ritenere migliore per le sorti umane del suo nemico mortale che fu il Comunismo. Onestà intellettuale richiederebbe ad ogni persona di media capacità l’obbligo di prendere coscienza di un fatto: se il comunismo è perito sotto le macerie e le miserie che esso stesso ha prodotto, dal 1989 ad oggi dopo poco più di un ventennio di incontrastato dominio, cosa ne è stato del suo nemico? E’ sotto gli occhi di tutti: sta sgretolandosi come un castello di sabbia.

Se, dunque, i partiti di Sinistra del mondo intero hanno dovuto impiegare anni per riciclarsi nel nuovo ordine del “dopo muro”o per dissolversi definitivamente, è ora venuto il momento della resa dei conti anche per i partiti che si riconoscono nella Destra che credevano di aver vinto la titanica battaglia contro il male assoluto al fianco del padre buono d’oltreoceano, munifico dispensatore a fedeli vecchi e nuovi della novella della crescita infinita e del migliore dei mondi possibili. Ci sono uomini che captano il senso delle cose al minimo preludio o forse ancor prima, altri hanno bisogno di più tempo, altri ancora devono essere sopraffatti dall’evidenza e dalla violenza degli eventi per riuscire a cogliere ciò che sta accadendo; ci sono uomini che riescono a destreggiarsi nelle peggiori situazioni e li vedi cambiar pelle da un giorno all’altro come se nulla fosse accaduto prima; ci sono uomini che ieri sventolavano una bandiera rossa ed oggi vanno compunti e tirati ad inchinarsi dal nemico di ieri.

Ebbene, questa fauna antropomorfa è quella che oggi sta portando il Mondo verso una decadenza ed una rovina che mai libro di storia ha potuto narrare. Ma ci sono anche altri uomini: quelli che hanno sempre avuto una sola bandiera ed una sola Fede, che non hanno mai dovuto destreggiarsi per rimanere a galla semplicemente perchè lo stare a galla avrebbe significato compromettersi con il nemico dei popoli e della libertà. Uomini che non hanno mai patito di strabismo destro o mancino, ma che hanno sempre guardato diritto avanti a loro, individuando nel destrismo e nel sinistrismo le peggiori fonti di sventura per le Nazioni.

Ed è per queste ragioni, per la ferma consapevolezza che il modello Liberalcapitalista vincitore del terzo conflitto mondiale stia esalando i suoi ultimi respiri da malato terminale, che rivendichiamo di fronte ai Popoli ed alle Nazioni la paternità di una SFIDA per il futuro nostro e delle generazioni che verranno.

E’ la SFIDA della TERZA VIA; la SFIDA  mai portata a termine ma che cova sotto la cenere in attesa del momento propizio per tornare a riscaldare le speranze dei popoli. E’ la SFIDA intrapresa da uomini come Nasser e Mossadeq ieri, da Hugo Chavez oggi e, ci auguriamo, dai SOCIALISTI NAZIONALI Italiani ed Europei domani.

Ma la SFIDA per la TERZA VIA non può non passare che per il disconoscimento, la condanna totale ed il rifiuto di tutto ciò che oggi appartiene, in ogni sua declinazione semantica e politica, al concetto di Destra.

La SFIDA per la TERZA VIA non è e non sarà mai appannaggio di nostalgici tout court, di conservatori più o meno accesi o moderati, di incantatori di serpenti adusi alle facili magie e demagogie, dei novelli Masaniello che ogni tanto spuntano e poi spariscono. NO!

La TERZA VIA richiede e vuole ben altro. Richiede FEDE e RADICI PROFONDE, due cose che non sono più da tempo nel corredo genetico di nessuno, se non di chi ha il coraggio di professare senza indugi e senza timori quanto segue:

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ DESTRA SIGNIFICA LIBERISMO IN ECONOMIA E LIBERALISMO IN POLITICA, OVVERO LE ROVINE DELLE MODERNE NAZIONI.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ E’ QUESTO UN CONCETTO POLITICO OTTOCENTESCO CHE NON TROVA PIU’ RISCONTRO NEL MONDO DI OGGI.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ NOI ABBIAMO UNA CONCEZIONE ETICA E SPIRITUALISTICA DELL’ESISTENZA E DETESTIAMO LE DERIVE MATERIALISTICHE IMPOSTE DAI PRINCIPI LIBERISTI, PER I QUALI TUTTO E’ MERCATO.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ ORMAI, NEL MONDO, QUASI TUTTO E’ DI DESTRA: LA POLITICA, L’ECONOMIA E LA COMUNICAZIONE.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ LORO SONO IL VECCHIO E NOI SIAMO L’UNICA SPERANZA DI RINGIOVANIRE LA NOSTRA COMUNITA’.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ NOI ANDIAMO AVANTI VERSO UN SOGNO MENTRE LORO ARRANCANO INDIETRO VERSO IL BARATRO.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ NOI SIAMO ANTISIONISTI E LA DESTRA NO; SIAMO CONTRO LE ORGANIZZAZIONI PLUTOCRATICHE COME LA NATO, L’ONU, L’OCSE, LA UE, LA BCE, IL FMI E LA DESTRA NO

SIAMO CONTRO LE INGERENZE NELLO STATO DA PARTE DI OGNI TIPO DI LOGGIA MASSONICA E LA DESTRA NO.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ IN QUESTO SISTEMA NESSUNO CONTINUERA’ A FARE IL PARASSITA ALLE SPALLE DEL POPOLO CON I NOSTRI VOTI.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ IN UN MONDO DI DISORDINE PILOTATO L’ORDINE E LA LEGALITA’ SONO LA CANCRENA DEI POPOLI.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ NOI NON SIAMO BIGOTTI, BENPENSANTI E MODERATI, MA RIBELLI E RIVOLUZIONARI.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ NOI RISPETTIAMO TUTTE LE FEDI RELIGIOSE, PREGHIAMO IL NOSTRO DIO NEL RACCOGLIMENTO INTERIORE E NON RICONOSCIAMO ALCUN POPOLO ELETTO.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ NOI NON CI INGINOCCHIAMO DAVANTI AL PAPA ED AI SUOI VESCOVI, CHE RAPPRESENTANO UNA FORMA DI POTERE TEMPORALE ANTINAZIONALE.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ RIFUGGIAMO LE DIATRIBE TRA ANTICOMUNISTI E ANTIFASCISTI, FALSO PROBLEMA UTILE SOLO ALLA PERPETUAZIONE DELLO STATUS QUO.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ I “PASSATISTI” SONO DI DESTRA.

SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ ABORRIAMO CHI TENDE IL BRACCIO DESTRO DURANTE LE LIBAGIONI CON GLI AMICI E POI DIVENTA L’OMUNCOLO MONCO DELLA CABINA ELETTORALE.

Per tutto questo, e per molto altro ancora, vi diciamo:

ESSERE DI DESTRA E’ COMODO E FACILE MA ESSERE SOCIALISTI NAZIONALI E’ TUTTA UN’ALTRA STORIA.

DIRETTIVO POLITICO

UNIONE PER IL SOCIALISMO NAZIONALE  – R.S.I.

Annunci

69 risposte a MANIFESTO CONTRO IL DESTRISMO

  1. WERWOLF ha detto:

    FIRMO VOLENTIERI IL DOCUMENTO! AVANTI VERSO LA TERZA VIA….

  2. Valter Melchiorri ha detto:

    Firmo e condivido.

  3. Giovanni ha detto:

    Firmo anche io.

  4. Roberto lorenzoni ha detto:

    Ottimo condivido pienamente!

  5. Roberto lorenzoni ha detto:

    Firmo molto volentieri

  6. Stefano Carboni USN Roma ha detto:

    Sottoscritto da Stefano Carboni

  7. davide ha detto:

    CONDIVIDO e SOTTOSCRIVO

  8. Cursus Honorum ha detto:

    sottoscritto in pieno.

  9. Antonio Pocobello ha detto:

    Noi non siamo contro la destra o la sinistra concetti nati con la nefasta rivoluzione francese.
    Noi siamo contro la rivoluzione francese ed per il giusto perfezionamento della rivoluzione industriale , fatto mai avvento, con la parità tra capitale e lavoro.
    La dignità dell’uomo consiste nel suo lavoro che per noi è obbligatorio, come la casa, ed attraverso questo siamo per la democrazia corporativa.
    Per noi la proprietà privata ha solo funzione sociale.

  10. Fernando volpi ha detto:

    Sottoscrivo in pieno

  11. Anonimo ha detto:

    oltre la destra!

  12. Calmasini Christian ha detto:

    CONDIVIDO !

  13. Anonimo ha detto:

    Condivido!
    Flavio Laghi

  14. Enrico usn ha detto:

    CONDIVIDO

  15. Firmo e condivido

    Emanuele Piloni

  16. MILES ROMANVS ha detto:

    SOTTOSCRIVO! CONTRO TUTTE LE DESTRE E LA REAZIONE VIVA SOCIALISMO NAZIONALE ! ANDREA ALTIERI

  17. ludovico ha detto:

    firmo e sottoscrivo

  18. Swann Lazzaretti ha detto:

    Non posso non firmare anch’io! Condivido in pieno! Avanti tutta adesso!

  19. Paolo gherdovich! ha detto:

    Condivido!

  20. Anonimo ha detto:

    terza via unica soluzione

  21. raffaele ha detto:

    firmerei volentieri ma c’è una contraddizione: da un lato si parla di rispetto di tutte le religioni (e mi va bene) e dall’altro si attaccano il Papa e la Chiesa cattolica (non mi va bene). Rivendico il diritto ad essere sociale, nazionale e cattolico.

  22. Dario Signori ha detto:

    PER LA CONTINUITA’ IDEALE!
    PER IL SOCIALISMO NAZIONALE!
    FIRMO E CONDIVIDO : DARIO SIGNORI

  23. Anonimo ha detto:

    PERFETTO IN OGNI DESCRIZIONE.è LA PRESA DI POSIZIONE DI PERSONE LIBERE ED INTELLIGENTI. BELLISSIMO.

  24. MARIO CAL ha detto:

    Quello sopra sono io non ANONIMO.

  25. Enrico Verducci ha detto:

    Condivido subito

  26. Roberto ha detto:

    Sottoscrivo e Condivido.

  27. Placidi Franco ha detto:

    ovviamente sottoscrivo e condivido. Tutta la mia vita è stata all’insegna di questo manifesto..

  28. Anonimo ha detto:

    condivido ma la vera patria è il sangue….non pseudonazioni ottocentesche ,creazioni massoniche…tipo…itlalia.

  29. Carlo M. Breschi ha detto:

    firmo con la testimonianza di una intera vita militante….fuori e dentro partiti e movimenti…

  30. Alessio T. ha detto:

    Concordo e sottoscrivo….

  31. marco bernabei ha detto:

    mi e piaciuto forse ci dovrebbe essere qualche idea per il futuro

  32. Cursus Honorum ha detto:

    marco, per le idee, dai un’occhiata al pdf qui presente.

    https://socialismonazionale.wordpress.com/programma/

  33. Gianluca Calzetta ha detto:

    Firmo e Sottoscrivo

  34. Daniele ha detto:

    FIRMO E CONDIVIDO.

  35. Antonio Faro ha detto:

    Sottoscrivo e firmo. In alto i cuori!

  36. Anonimo ha detto:

    Chiunque ha un anima nazionale socialista, non può che condividere a al buio il CAMERATA Pocobello. A NOI !

  37. Emanuele Piloni ha detto:

    Sottoscrivo in toto

  38. luka78damico ha detto:

    Giovanotti/e, ci sono anch’io!

    Luca D’Amico

  39. Cursus Honorum ha detto:

    ottimo luca

  40. Giorgio Sornicola ha detto:

    siete gli unici che pronunciano una parola che è diventata un tabù una parola sparita dal vocabolario della politica…………………..”SOCIALISMO”

  41. Cursus Honorum ha detto:

    Caro Giorgio,

    una parola rimasta troppo in mano agli sciancati della storia, gli stessi che ora non hanno più il coraggio di pronunciarla, vuoi per gli scandali degli anni 90 vuoi perchè dovrebbero fare i conti con la loro triste storia e con gli interessi che ora stanno asservendo.

  42. Anonimo ha detto:

    Destra / Sinistra due vocaboli utili soltanto per la segnaletica stradale.

  43. Sergio Ferrando ha detto:

    Destra / Sinistra due vocaboli utili soltanto per la segnaletica stradale.

  44. gianluca celentano ha detto:

    Mi viene in mente una canzone di GABER…
    La destra e la sinistra se non facessero disfattismi potrebbero essere delle soluzioni alle aspettative di chi le vota. Ma, come già detto, tutto questo non avviene più. Il risultato è che i cittadini disertano le urne o peggio non sanno più chi votare, dove andare di chi fidarsi.
    Il mio cuore è socialista, e non lo colloco a caso .

  45. gianluca celentano ha detto:

    Stiamo vivendo il periodo più brutto dopo la seconda guerra mondiale, tuttavia credo e spero ci rialzeremo. Ora, il concetto è complesso ma per fare una sintesi vorrei trasmettervi che per non ricadere in una situazione ( semprechè ne usciremo..) come la crisi attuale, dobbiamo sparecchiare metaforicamente la tavola, ripulirla e solo dopo, riapparecchiarla. Ognuno che è deputato a rappresentare i cittadini deve e dovrà farlo con il concetto di missione . A volte a causa dell’omertà, ignoranza e anche dei muri di gomma che si trovano, diventa difficile convincersi che questa sia la strada migliore. Me ne rendo conto e forse è vero, diciamo che io sono animato personalmente con il disprezzo totale del pensiero e congettura attuale che molti politici, sindacalisti o pubblici funzionari ecc, hanno verso i cittadini, verso coloro che gli pagano gli stipendi e sottostanno a loro . Un esempio sono i sindacati, autonomi o confederali, che dopo gli anni ’70 hanno letteralmente svenduto i lavoratori, lanciato fumo negl’occhi con discorsi fumosi, pensando solo a far carriera, ottenere distacchi sindacali ecc, e autorizzando con tacito consenso con le aziende un mobbing legalizzato verso coloro (lavoratori) non erano d’accordo o forse capivano un po’ di più. Oggi però questi signori scendono in piazza contro la crisi. Cosa dovremmo dirgli? Ipocriti? Riassettare un sindacato non è semplice ma non è impossibile, basta essere tutti d’accordo e avere la possibilità di un’informazione libera . Stesso discorso vale per la politica, che dovrebbe diventare un punto di passaggio e non d’arrivo di cittadini che danno liberamente il loro contributo alla società. ( Aggiungo anche con massimo 3.000 euro al mese)
    Se mi sono sentito di scrivere tutte questi punti non noscondendomi è perchè a 42 anni sono stufo di DISOCCUPAZIONE e politiche che fanno l’opposto di cio’ che la gente, la strada invoca giorno per giorno . Siamo arrivati in fondo ma cerco di rifiutare di pensare che sia finita. Grazie, un abbraccio a tutti VOI !

  46. umberto malafronte ha detto:

    condivido è questo il vero fascismo del terzo millennio

  47. condivido dovete costruire il socialismo del secolo XXI con la lotta contro l¡impero que vi ha messo in guerre che a voi no vi conviene molti dei nostri fratelli morti in Afganistan Iraqk etc etc per niente e poi vi lasceranno fuori dei loro negozii <PETROLIO E GAS< occhio al lupo

  48. Anonimo ha detto:

    Sottoscrivo in pieno il manifesto del socialismo nazionale ed identitario, destra e sinistra sono nate con l’illuminismo liberale della Rivoluzione -Francese e sono categorie tipiche del parlamentarismo. Il mondo non è nè di destra ne di sinistra e non lo è mai stato dalla sua nascita fino al famigerato 1789, perchè da allora bisogna essere per forza etichettati in queste categorie?
    Miles Gloriosus

  49. Miles Gloriosus ha detto:

    Sottoscrivo in pieno il manifesto del socialismo nazionale ed identitario, destra e sinistra sono nate con l’illuminismo liberale della Rivoluzione -Francese e sono categorie tipiche del parlamentarismo. Il mondo non è nè di destra ne di sinistra e non lo è mai stato dalla sua nascita fino al famigerato 1789, perchè da allora bisogna essere per forza etichettati in queste categorie?
    Miles Gloriosus

  50. Vincenzo Caravona ha detto:

    Oltre la destra e la sinistra, sottoscrivo appieno.

  51. lupoalfa ha detto:

    Avanti !

  52. Gennaro Bruno ha detto:

    Condivido pienamente..!

  53. Andrea ha detto:

    Oltre la Destra e la Sinistra per la Terza VIA…SOCIALISMO NAZIONALE…..LIBERI SOCIALI NAZIONALI!!!

  54. Stelvio Dal Piaz ha detto:

    Queste elezioni hanno messo in rilievo che il nostro messaggio aveva centrato in pieno l’obiettivo. Avanti avanguardia e in alto i cuori !

  55. Mario Guido ha detto:

    “M.ND.S.P.I.”

    ……COSI` E` !

  56. Anonimo ha detto:

    Mi spiegate anche con casi concreti, la differenza tra destra sociale e socialismo nazionale?

  57. Cursus Honorum ha detto:

    gent.mo Anonimo,
    la risposta è facile.
    Se cortesemente spendi 10 minuti per leggere il nostro programma e poi rifletti se i partiti di DESTRA SOCIALE (mai esistita storicamente) approverebbero questo programma ?

    ecco il link

  58. Cuius elmus portat ha detto:

    Condivido e sottoscrivo tutto, ma Vi chiederei solamente una spiegazione riguardo al passaggio: SIAMO CONTRO LA DESTRA PERCHE’ IN UN MONDO DI DISORDINE PILOTATO L’ORDINE E LA LEGALITA’ SONO LA CANCRENA DEI POPOLI. Scusate ma il concetto non mi arriva, qualcuno me lo può spiegare? Grazie!

  59. Mirco ha detto:

    Questo si che è parlare! Condivido!!

  60. pierleone ha detto:

    Leggo solo ora.
    Sottoscrivo!

  61. piero colombani ha detto:

    Condivido però da Nazional-socialista!!Sieg Heil!!

  62. antonio ha detto:

    ma’ ragazzi non fatevi troppe seghe poltiche oramai desta o sinistra centro o non di centro non esiste piu’ niente fate di discorsi inutili oramai la politica e politicanti se la fanno x i loro interessi la colpa e di tutto il sistema e diciamola con tutta franchezza la colpa e anche nostra perche’ ci va’ bene cosi’ non lamentiamoci ce’ la siamo cercata noi purtroppo noi dico noi italiani finche’ non ci toccano il nostro portafoglio ce’ ne’ sbattiamo i cosidetti coglioni di chi veramente ne’ ha bisogno questa e’ la sacrosanta verita’ percio’non facciamo tanto parlare discorsi inutili tanto siamo 1 massa di pecoroni e di imbecilli lo’ sapete che cosa ci vorrebbe 1 rivoluzione culturale dico ha voi che siete nell’argomento che ne’ sapete piu’ di me’ mi sapreste dire che cosa vuol dire socialismo? la’ parola ripeto socialismo

  63. Anonimo ha detto:

    scusate, ma non è che sotto, sotto e pure sopra sopra, siete un po’ fascisti?

  64. Maurizio Barozzi ha detto:

    Certamente condivido, ma aggiungo un particolare che vi è sfuggito. La Destra in Italia, dal dopoguerra ad oggi, sia quella Monarchica erede dell’8 settembre che quella missista, sono state, sempre e comunque, un continuo tradimento degli interessi nazionali. La Destra in Italia è stata al servizio del Sistema atlantico nostro colonizzatore, è stata sodale con interessi di capitalismo spregevole, ergo la Destra in Italia ha perso ogni dignità storico – politica.

  65. rudolf27 ha detto:

    Ricordiamo sempre che i movimenti Nazionalisti, Socialisti e rivoluzionari del secolo scorso che hanno tra le altre cose fondamentali, rappresentato il controcanto all’era di decadenza socio culturale non erano di destra nè di manca, Condivido!

  66. Roberto Moccia ha detto:

    SONO DACCORDISSIMO CON TUTTI I PUNTI DEL MANIFESTO..VOGLIO CRESCERE LIBERA SOCIALISTA NAZIONALE e anticlericale

  67. Riccardo ha detto:

    Approvo il programma in quanto peculiare rispetto la mia concezione di stato ed i miei valori patriottici ed umanitari. Ma bisogna essere realistici. Troppi interessi economici e geo politici minano qualsiasi opportunità per cambiare concretamente in meglio il nostro futuro. La situazione, sono certo che non cambierà mai positivamente. Non lo permetteranno. Bisognerebbe andare contro a troppe persone troppo potenti politicamente. Radicate spesso perfino come benefattori o punti di riferimento nell’ immaginario collettivo. Quelli che hanno sani principi (specie coerenza ed onestà) non sono arrivati e non arriveranno mai da nessuna parte, almeno per un periodo sufficiente per perseguire l’ obbiettivo ultimo. E se dovesse succedere che qualcosa si smuova, come già è capitato, sapete bene le armi di persecuzione del sistema. Dall’ (in) giustizia penale, all’ eliminazione fisica. Del resto i servizi di Intelligence ed i ‘ soldati’ della mafia, è opportuno ricordare sono la riserva atta a questi scopi (Kennedy,Falcone e Borsellino,Aldo Moro etc, docet). Bisogna sperare e suona folle, brutto… in un cataclisma, oppure in una rivolta globale a partire dalle masse più deboli autoctone. Ma questa si verificherebbe solo in caso di estrema gravità sociale,qualora ogni diritto fosse sottratto.
    Dato l edonismo come lo chiamate voi, o l ignavia,l’ avidità, il nichilismo e la suscettibilità,l’ ignoranza,l’ egoismo, come le chiamo io, che hanno rimbambito e corrotto tutti gli animi. Facendogli dimenticare che siamo tutti sulla stessa barca. La democrazia, quella da sempre applicata e non teorica, è la più elaborata delle dittature e sotto un certo aspetto anche la più crudele. Perchè toglie ai più,perfino la possibilità di elaborare la realtà circostante in modo corretto,plagiandoti e fregandoti col consenso.

  68. alessio cascetti ha detto:

    Me ne frego,Dio ècon noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...